Spazio trasparente.
 
Cosa tenere in considerazione della funzione di riscaldamento dei deumidificatori, come orientarsi nella scelta e i dettagli di tutti i modelli che ne sono provvisti.
 
Foto articolo.
Oltre a togliere l’umidità i deumidificatori possono essere dotati di altre caratteristiche specifiche per ottimizzare la qualità dell’aria ed il risultato finale della deumidificazione. Stiamo parlando della funzione di riscaldamento, di cui solo alcuni modelli ne sono provvisti.

La funzione di riscaldamento nel deumidificatore non deve però essere intesa come una forma sostitutiva del riscaldamento primario, ma solo come supporto ad esso o meglio ancora come l’aggiunta di una marcia in più ai fini della resa del deumidificatore, che riesce ad asportare tanto più acqua, quanto più la temperatura dell’ambiente in cui si trova e vicina ai 30°C.

Prima di andare avanti con l’esposizione dei modelli dotati di tale funzione e scendere nei dettagli tecnici, vorremmo porre particolare attenzione al fatto che il riscaldamento si ottiene con l’impiego di una resistenza elettrica, che ha un assorbimento aggiuntivo a quello del normale funzionamento del compressore del deumidificatore. In buona sostanza e come se all’interno del deumidificatore ci fossero due elettrodomestici: il deumidificatore ed una stufa elettrica. Pertanto in fase di acquisto è importante stabilire quali sono le priorità e le condizioni dell’ambiente da deumidificare, in quanto la scelta di un modello dotato di tale funzione, comporta una spesa maggiore, se confrontato con un modello della stessa marca e con le stessa capacità senza il riscaldamento, ed in un consumo energetico aggiuntivo, che non sempre è utile al raggiungimento dello scopo.

La funzione di riscaldamento è utile ad aumentare di qualche grado la temperatura ambiente, sempre che l’ambiente non sia particolarmente grande, infatti la maggior parte dei deumidificatori sono dotati di una resistenza di 800/1000 watt, in grado di coprire ambienti intorno ai 10 metri quadri. Conseguentemente tale funzione, in un ambiente di metratura molto più grande diminuisce sensibilmente di efficacia ed in questo caso può risultare più utile la scelta di un deumidificatore privo di riscaldamento ma di capacità di deumidificazione superiore o cercare di aumentare la temperatura dell’ambiente.

Ora passiamo ad analizzare i modelli dei diversi produttori dotati della funzione di riscaldamento, precisando che nell’indicazione della capacità di deumidificazione il dato fornito si riferirà sempre ad una condizione in cui nell’ambiente ci sono 30/32°C ed una umidità relativa dell’80%:

1) Seccoasciutto Thermo della Olimpia Splendid, è un deumidificatore con una forma compatta: 49 cm di larghezza, 42 cm di altezza ed appena 15 cm di profondità. Le dimensioni lo rendono particolarmente adatto per piccoli ambienti ed è predisposto al posizionamento a parete, grazie ad un kit di fissaggio in dotazione. La capacità di deumidificazione è di 14 litri in 24 ore di funzionamento, il quadro comandi è elettronico ed è possibile pertanto impostare la percentuale di umidità desiderata. La tanica per la raccolta dell’acqua è di 3,5 litri ed è trasparente, quindi rende il livello di acqua all’interno visibile. La resistenza elettrica è da 1000 watt è può essere attivata a seconda delle esigenze.

2) Asciutto+ della Riello, questo deumidificatore ha la stessa forma e dimensioni del Seccoasciutto Thermo della Olimpia Splendid, è propone le stesse caratterisitiche di base, il che significa che sostanzialmente è lo stesso prodotto con due “vestiti diversi”.
p.a.m3/h = portata d'aria in metri cubi all'ora.

3) MJ-E15BX-S1, della Mitsubishi Electric molto classico nella sua forma appena arrotondata ha una dimensione di 56,8 cm di altezza, 39 cm di larghezza e di  20,5 cm di profondità ed ha un peso di 14 kg. È dotato della particolare caratteristica di riuscire a produrre aria fredda in estate e calda in inverno, senza consumi aggiuntivi di resistenze elettrice, anche se il flusso d’aria non è paragonabile a quello di un condizionatore d’aria, ma deve essere considerato come valido per avere un leggero refrigerio in estate ed un comodo supporto al riscaldamento primario in inverno o un valido aiuto all’asciugatura degli indumenti o all’eliminazione della condensa sui vetri. La tanica di raccolta dell’acqua ha una capacità di 2, 5 litri e l’acqua può essere drenata con l’ausilio di un tubicino del diametro interno di 15 mm. È dotato di timer di spegnimento con programmazione di 2, 4 o 8 ore e deve essere attivato con il deumidificatore acceso. Un tasto consente di disattivare tutte le funzioni per impedirne l’utilizzo ai bambini.

4) 54DHE021H della Carrier, molto classico nella forma e nella sua colorazione bianca con il pannello comandi silver, ha una dimensione di 41 cm di larghezza, di 54,5 cm di altezza e di 21 cm di profondità. Dotato di rotelle per un facile spostamento dispone di un display con controllo elettronico sul quale poter impostare la percentuale di umidità. La tanica di raccolta dell’acqua ha una capienza di 6 litri ed è visibile lateralmente. Dispone di un filtro antibatterico per prevenire la formazione della muffa e dei batteri e le alette di ventilazioni sono regolabili in modo da poter convogliare il flusso d’aria in una specifica direzione. È provvisto di una resistenza elettrica di 830 watt.

5) Tasciugo Ariadry Compact DDS 30 combi della De Longhi, ha dimensione di 48,8 cm di altezza, 34,6 cm di larghezza e di 27,8 cm di profondità, con un peso di 18 kg. È dotato di due pratiche maniglie laterali da cui afferrarlo per gli spostamenti, facilitati dalle presenza delle rotelle. Il quadro comandi è posto nella parte superiore, dove un display digitale visualizza le condizioni ambientali e le impostazioni effettuate. Dispone di tre velocità di ventilazione, ed oltre alla classica deumidificazione, dispone delle funzioni: “extra power”, che combina alla deumidificazione l’effetto del riscaldamento grazie alla resistenza in ceramica da 1000 watt; “laundry”, che imposta un funzionamento al massimo delle prestazioni per asciugare la biancheria; “filtrazione aria” grazie ad un apposito filtro e con la sola ventilazione, riesce a purificare l’ambiente. L’assorbimento elettrico è di 330 watt e la tanica di raccolta acqua ha una capacità di 4,5 litri.

6) Tasciugo Ariadry DEC 21, della De Longhi ha una dimensione di 57 cm di altezza, 36 cm di larghezza e di 33 cm di profondità, ha un peso di 16 kg ed è dotato di rotelle e di una maniglia centrale a scomparsa per un rapido spostamento. Il quadro comandi è formata dalla presenza di tre manopole, quella dell’umidostato con la posizione di minino, medio e massimo, quella del termostato anche essa con le tre posizioni ed infine il selettore delle funzioni. Si può impostare su sola deumidificazione alla minima o massima potenza, su solo riscaldamento alla minima 1250 watt ed alla massima potenza 2000 watt, su funzionamento combinato alla minima potenza 1030 watt e massima 1530 watt. La tanica ha una capienza di 5,5 litri e l’acqua può essere drenata verso l’esterno anche di continuo attraverso un tubicino in dotazione.

7) Aquaria Thermo della Olimpia Splendid, con un’estetica un po’ più allegra grazie alla colorazione azzurrina, propone una dimensione classica per il deumidificatore, con 28 cm di larghezza, 54,5 cm di altezza e 38,5 cm di profondità. Il posizionamento è a terra ed è facilmente spostabile grazie alla presenza delle rotelle. Dal display LCD retro illuminato è possibile impostare il livello di umidità desiderato. La capacità di deumidificazione è di 22 litri nelle 24 ore e la tanica di raccolta dell’acqua, di 3,5 litri, è a scomparsa ma consente di visualizzare il livello dell’acqua. È dotato di un sistema di filtraggio a tre strati: carboni attivi, per eliminare i cattivi odori e gas nocivi, filtro hepa, per trattenere le polveri, e filtro foto catalitico, per eliminare batteri e virus. La resistenza elettrica, con funzionamento indipendente è di 1000 watt.

8) Tasciugo Ariadry Combi DE 350E, della De Longhi ha una dimensione di 61 cm di altezza, 36,5 cm di larghezza e di 38 cm di profondità, di colore blu elettrico e con i contorni arrotondati è dotato di comode maniglie laterali per la presa e di rotelle per un veloce spostamento. Il quadro comandi è elettronico e consenta di impostare i diversi parametri di funzionamento. La capacità di deumidificazione raggiunge i 30 litri nelle 24 ore, mentre la tanica ha una capienza di 5,5 litri e l’acqua può essere drenata verso l’esterno anche di continuo attraverso un tubicino in dotazione. Può funzionare in sola deumidificazione, in solo riscaldamento ed in effetto combinato. Il funzionamento misto può avvenire in due modi, con la funzione Turbo Power, che è del tutto automatica, entra in funzione disattivando le impostazioni di percentuale di umidità e temperatura ed associa la deumidificazione al riscaldamento alla massima potenza per un risultato più immediato. La funzione “combi” invece consente di abbinare la deumidificazione al riscaldamento e di impostare la percentuale di umidità desiderata, la temperatura ambiente e la potenza minima o massima del riscaldamento, quindi l’assorbimento elettrico di 1250 watt o di 2000 watt. Il DE 350E è dotato anche di timer per la programmazione dell’accensione e dello spegnimento, impostato su una base di numero di ore, ovvero si può decidere tra quante ore farlo accendere e quante farlo spegnere, ma non l’ora precisa in cui partire o spegnersi.

dB(A) = pressione sonora percepita dall'orecchio umano, rumore.
t.e.°C = temperatura di esercizio, entro la quale il deumidificatore funziona.
a.m.3 = metri cubi coperti.
watt* = watt assorbiti resistenza elettrica di riscaldamento.
**a.m.2 = metri quadrati coperti.

Marca
Modello
l24
Watt
Watt*
p.a.m3/h
Dba
t.e.°C
a.m.3
Olimpia Splendid
Seccoasciutto Thermo
14
280
1000
190
40
---
150
Riello
Asciutto+
14
280
1000
190
40
---
200
Mitsubishi Electric
MJ-E15BX-S1
16
290
---
---
39/49
1/35
38**
Carrier
54DHE021H
21
200
830
---
32/44
5/35
---
De Longhi
DDS30
30
330
1000
120/135/160
45/50
2/32
110
De Longhi
DEC 21
21
280
1250/2000
160/240
40/44
2/32
110
Olimpia Splendid
Aquaria Thermo
22
295
1000
250
40
---
200
De Longhi
DE 350E
30
350
1250/200
210/300
41/44
5/32
140

Pubblicato: lunedì 27 gennaio 2014
Articolo aggiornato: giovedì 16 febbraio 2017

articoli sul tema:
 
commenti:
Icona regione.
Saverio da Roma giorno 16/02/2017
Salve, Abito in un appartamento al pianterreno di circa 100 mq e ho veramente grossi problemi di umidità con relativa muffa.  Sto cercando informazioni su come scegliere un deumidificatore che possa risolvere i miei problemi e sul blog di Edilnet.it ho letto che potrei risolvere con un apparecchio da 16/18 litri, però prima di affrontare la spesa volevo qualche parere. Grazie mille e buona giornata a tutti!
 
Icona elettro-domestici.com
 
I consigli che posso darti sono tutti raccolti negli articoli sull’argomento deumidificatore, ti consiglio di leggerli, in quanto ci alcuni aspetti da tenere in considerazione per effettuare una valutazione del giusto modello.
Icona regione.
Kirk da Roma giorno 18/01/2015
Anch'io credo di poter risolvere i miei problemi con un Olimpia Splendid Seccoasciutto, ma in rete non riesco più a trovarlo in vendita. Qualcuno sa indicarmi da chi acquistarlo?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Kirk, il modello visto che nella linea anche di Olimpia sul sito è scomparso, non è più commercializzato, potresti trovarlo come rimanenza di qualche negozio.
Icona regione.
Silvio da Patù giorno 28/12/2014
Salve, Auguri a tutti intanto visto il periodo. Voglio anche complimentarmi per la chiarezza dei vari articoli letti in questo sito, mai banali, ma semplici e che arrivano al sodo senza troppi fronzoli.
Passiamo al problema, ho le camere da letto esposte a nord-ovest, al primo (ed ultimo) piano di una palazzina con terrazza come copertura (tipico di queste zone). Risultato = freddo polare e umidità pazzesca. Sto adoperando un deumidificatore DeLonghi DE220 (da 24l/24h) prestatomi temporaneamente per vedere se risolvevo il problema; toglie si parecchio umido, ma rimane il gelo.. e anche la sensazione di umidità a dire il vero. Leggendo l'articolo ho scoperto ciò che non sapevo, che a basse temperature la resa cala drasticamente e probabilmente è questo il mio problema. Dato che la camera è fredda avevo pensato da un po' di comperare un deumidificatore con funzione riscaldamento, oppure un condizionatore che facesse un po' tutto, ma non sapevo neanche che in funzione riscaldamento il condizionatore non deumidifica, qui sto punto e accapo!! Domanda: con una stufa laser inverter a combustione liquida (idrocarburi) che scalda molto l'ambiente e un deumidificatore (non termo ovviamente) ottengo qualcosa? O butto via tanti soldini senza ottenere nulla?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Silvio, se alzi la temperatura, qualsiasi sia l’apparecchio utilizzato per farlo, ottieni notevoli miglioramenti delle prestazioni, non butti i soldi.
Icona regione.
Angelo da Alba Adriatica giorno 22/12/2014
Buongiorno, ho trovato casualmente questo sito e vi ringrazio di cuore per le informazioni che date. Possiedo un'abitazione di circa 120 mq su due piani, quindi 60 mq a piano. Ho acquistato da pochi giorni un deumidificatore Olimpia Acquaria 22l che pur facendo il suo lavoro, è molto lontano dai dati riferiti dalla ditta produttrice, infatti con una temperatura di 22/23° aspira massimo 10/12 litri per 24 ore. Il problema principale che abbiamo riscontrato è che la percentuale di umidità degli ambienti dove viene utilizzato non scende sotto il 69/70%. Da cosa dipende? Cosa possiamo fare per migliorare questo aspetto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Angelo, il funzionamento è normale, la resa inferiore rispetto a quanto dichiarato dipende dalla temperatura che influenza il calo di resa del deumidificatore, per migliorare la condizione dovresti aumentare la temperatura, poi devi considerare che se lo metti in un ambiente troppo grande, quindi è sottodimensionato è anche normale che non riesce a raggiungere percentuali di umidità prossime al 50%.
Icona regione.
Fortunato da Torino giorno 01/12/2014
Salve, vorrei acquistare un deumidificatore Seccoasciutto Thermo della Olimpia Splendid oppure Riello Asciutto più. Siccome li posso solo trovare da privato, perché sono fuori catalogo e non più in produzione. Tra i due modelli quale e più affidabile come materiali ed anche a livello di ricambi.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fortunato, è lo stesso prodotto con due marchi diversi, è meglio quello che paghi di meno.
Icona regione.
Silvia da Roma giorno 07/11/2014
Buongiorno, ho letto con molto interesse il vostro articolo. Complimenti è molto esaustivo! Ho una camera da letto di circa 30mq seminterrato con termosifone. L'ambiente è decisamente più freddo rispetto al piano superiore ed è anche un po' più umido. In principio avevamo pensato di installare un climatizzare usandolo come pompa di calore/deumidificatore da affiancare all'impianto di riscaldamento ma leggendo il vostro articolo credo che la cosa migliore sia quella di prendere in considerazione un deumidificatore con resistenza. Mi piacerebbe attaccarlo al muro per avere il minor ingombro possibile. Avendo una bimba piccola mi piacerebbe avere un qualche cosa di programmabile (tot % di umidità ecc). Quale mi consigliare tra quelli citati sopra.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Silvia, ti confermo l’esclusione della pompa di calore in quanto quando riscalda non deumidifica e se è impostato in sola deumidificazione, a seconda del modello, la temperatura ambiente deve stare sui 18° C altrimenti non va. Che si attacca al muro c’è il Seccoasciutto Thermo ma è piccolo per l’ambiente. Come potenza va bene l’ Aquaria Thermo, ma se vuoi più calore l’ideale è il DE 350 E. Alternativa è quella di combinare un deumidificatore ad un termoconvettore elettrico il risultato è uguale.
Icona regione.
Paolo da Pieve Emanuele giorno 05/11/2014
Sono tutti modelli interessanti. Vorrei capire se il Mitsubishi MJ-E15BX-S1, essendo senza resistenza, ha meno capacità riscaldante degli altri modelli. Le camere da letto sono esposte a nord e sono più fredde delle altre di 1 o 2 gradi. È sufficiente il Mitsubishi o devo prendere un modello con la resistenza elettrica per recuperare quel gap di 1 -2 gradi, e così rendere confortevole l'ambiente, oltre che deumidificare ovviamente.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Paolo, sinceramente non so dirti e non viene neanche indicato la quantità di calore prodotta rapportata al Kw. Nel caso di resistenza elettrica, a seconda della potenza, puoi essere certo del calore, espresso in Kw, generato. Un’altra cosa da considerare è la grandezza delle stanze, perché se parliamo di un flusso d’aria, questo può portare beneficio dove direzionato, ma cosa diversa è riscaldare l’ambiente.

Ti specifico che le stanze sono due, la più fredda è di 51 m.c. ed è esposta a nord, mentre l'altra è di 42m.c. ed è meno fredda perché esposta a ovest. Le due stanze comunicano tra loro, attraverso un disimpegno dal quale si accede alle stanze. Potrei posizionare il prodotto nel disimpegno, ma credo sia meglio alternare tra le due stanze, perché, come leggevo, il riscaldamento è localizzato. Può essere sufficiente il Mitsubishi o devo optare per uno con resistenza elettrica, aumentando però i consumi elettrici?

Icona elettro-domestici.com

I due ambienti in totale fanno 93 metri cubi, considerando una altezza di 3 metri, abbiamo un superficie di 31 metri, ora se lo consideriamo come un ambiente unico, per riscaldarlo abbiamo necessità di circa 3,6 kw, cosa che il deumidificatore Mitsubishi non può avere neanche nella migliore delle ipotesi. Tale potenza termica è pari, per darti un’idea, a quella di un condizionatore da 12000 btu/h. Personalmente andrei su un modello con resistenza elettrica e possibilmente da 2000 watt, che sai che corrispondono a 2 kw termici. Consumi, certo, ma non hai alternativa.

Sei gentilissimo, grazie per le tempestive risposte. In ultimo ti dico solo che ha senso riscaldare anche una stanza per volta. La peggiore delle ipotesi è 51m.c. (17X3), ma ho dimenticato di dirti che si tratta solo di andare a supportare il sistema di riscaldamento, per cui potrebbe bastare anche una resistenza di 1000W. Mentre, credo, a questo punto di dover abbandonare l'ipotesi Mitsubishi. Giusto?

Icona elettro-domestici.com

Giusto, 1000 watt vanno bene.

Icona regione.
Giuseppe da Podenzano giorno 05/11/2014
Buonasera, ho una cantina umida fredda e a volte emana cattivo odore. Mi potete dare un consiglio su quale deumidificatore andare con o senza riscaldamento?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giuseppe, considera che più un ambiente è freddo e minore è la capacità di deumidificazione, quindi direi che avere un ambiente riscaldato è vantaggioso, considera però che se l’ambiente non riesce ad essere caldo abbastanza, devi orientarti su modelli con sbrinamento a gas caldo.
Icona regione.
Ketty da Modena giorno 19/09/2014
Buon pomeriggio, ho letto con molto interesse i commenti e le schede di questo sito e li ho trovati molto utili, ciononostante avrei bisogno di un consiglio. Ho una stanza di circa 16 mq, seminterrato, privo di coibentazione con muro a nord; è presente un termosifone, ma essendo il termostato al piano superiore non riscalda granché. In pratica mi servirebbe un deumidificatore che riscaldi anche l'ambiente, con tanica di raccolta acqua, portatile e possibilmente che si possa programmare in modo da riscaldare l'ambiente il mattino prima di alzarsi. Se poi fosse possibile avere la funzione di sola deumidificazione potrei utilizzarlo anche per asciugare la biancheria, ma questa è un'esigenza secondaria. L'importante è che mi scaldi la camera e la deumidifichi poiché sta cominciando a formarsi della muffa sul muro e d'inverno fa freddino. Mi hanno suggerito un De Longhi DDS 30 combi, ma mi farebbe molto piacere avere anche un vostro consiglio poiché questo sito è veramente molto ben fatto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Ketty, il deumidificatore indicato corrisponde a tutte le caratteristiche di cui necessiti: portatile, riscalda con una resistenza di 1000 watt, è dotato di un timer per programmare la partenza, ha la sola deumidificazione con la funzione per asciugare i panni. Va bene.

Grazie molte della conferma.

Icona regione.
Teo da Trento giorno 18/02/2014
Stavo cercando un deumidificatore con resistenza e con la possibilità di attacco a muro. Il SeccoAsciutto Thermo di Olimpia Splendid è perfetto ma ora è introvabile, e Olimpia Splendid sembra non produrlo più pur essendo presente sul loro sito. La cosa strana è che l'Asciutto2 di Riello è di fatto identico ma costa letteralmente il doppio, rendendolo di fatto proibitivo. Non esiste nessun'altra soluzione? Olimpia Splendid riproporrà il suo SeccoAsciutto prima o poi?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Teo, il Riello ha un prezzo esagerato, per il Secco Asciutto Thermo non saprei come si comporteranno per la produzione. Puoi acquistarlo on line, ho visto che si trova.

Qualcuno sa dove posso trovare Secco asciutto Thermo da acquistare, online o meno?

Fino a qualche tempo fa lo avevo visto, ma ora è sparito!!!

Icona regione.
Simone da Milano giorno 17/02/2014
Buongiorno, trovo il sito molto ben fatto ed interessante. Ho capito che avere un deumidificatore che indichi il livello di umidità e in cui sia possibile impostare il livello desiderato può essere molto utile. Ecco il mio quesito, abito a Milano in un appartamento su due piani, il secondo è un sottotetto e, dopo alcune modifiche, una parte di esso, che usiamo come lavanderia, è a contatto con le finestre esterne, 3 grandi finestroni di 250 cm x 90. Purtroppo ogni mattina le finestre sono pieni d'acqua e d'estate, invece il locale è particolarmente secco. La dimensione del locale è di circa 8 metri di lunghezza per un larghezza variabile tra 1,4 m e 2,5 m. Ho visto che la De Longhi ha degli ottimi prodotti ma, non intendendomene, sono aperto a tutte le soluzioni. Potrebbe aiutarmi con qualche suggerimento?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Simone, puoi orientarti tranquillamente su un De Longhi da 20 litri se l’ambiente non è molto freddo.
Icona regione.
Fausto da Atripalda giorno 03/02/2014
Sono interessato all'acquisto del De Longhi de350e da 30l che copre 140 metri cubi. Ho visto che l'Olimpia Splendid Aquadry 28 da 28l ne copre addirittura 240. Sono dati confrontabili oppure l'Olimpia sovrastima i metri cubi coperti?
Inoltre, in quali condizioni la resistenza del DE350E migliora la deumidificazione?
Ci sono valide alternative al De Longhi DE350E con o senza resistenza ma con consumi bassi e silenziosità?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fausto, al momento non c’è una catalogazione precisa dei deumidificatori per cui il dato che ognuno dichiara è basato su valutazioni del produttore. A rigor di logica se i litri asportati sono uguali la copertura dovrebbe essere uguale!!! La resistenza migliora le condizioni se l’ambiente è freddo, se utilizzi il deumidificatore in estate quando ci sono 32°C la resistenza non serve a niente, invece, in inverno, alzando di qualche grado la temperatura, agevola la concentrazione di acqua nell’aria e la sua conseguente raccolta.
Icona regione.
Bruno da Campagnano di Roma giorno 03/02/2014
Grazie per le informazioni contenute in questo sito. Il mio problema è dato dalla forte umidità di un piccolo alloggio seminterrato sui 3 lati, composto da cameretta di 9mq, una cucina di 5mq un disimpegno e un bagnetto. L'umidità più alta è nella cucinetta, acqua sui vetri e pareti ammuffite, poiché il muro cieco esposto a nord non è coibentato ed è totalmente a ridosso della terra. L'unico lato con piccole finestre e porta-finestra è esposto a ovest. Malgrado l'accuratezza delle sue schede tecniche non riesco a decidere su quale deumidificatore acquistare che faccia anche da riscaldamento durante l'inverno. Mi consiglia per cortesia?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Bruno, mi orienterei sul DEC 21 o l’Aquaria Thermo, se l’ambiente è molto freddo il DEC 21, che ha una resistenza più potente e riscalda di più, avrai bisogno di calore per raccogliere acqua, altrimenti l’altro. Dovrai spostarlo un po’ negli ambienti, preferibile sarebbero due deumidificatori, ma inizia con uno.
 
spazio
Articoli correlati
   
Spazio trasparente.
Come ben noto i deumidificatori sono dotati di due metodi per l’espulsione dell’acqua sottratta all’aria dell’ambiente in cui sono impiegati, il primo consiste nel recuperarla in un contenitore, che a seconda del modello può avere capacità differente, il secondo invece prevede l’evacuazione tramite un tubo in gomma che consente di scaricare continuamente l’acqua.

Pubblicato:
lunedì 29 giugno 2015
 
   
Spazio trasparente.
Ci sono dei marchi di deumidificatori notoriamente noti come De Longhi, Argo, Olimpia Splendid, Mitsubishi Electric, Ariston, Ariagel, Bimar, Zibro ed altri marchi meno noti, che presentano delle qualità eccellenti, come i deumidificatori della Trotec.

Pubblicato:
martedì 10 settembre 2013
 
   
Spazio trasparente.
Per i problemi di umidità in casa e negli ambienti professionali l’Olimpia Splendid commercializza una gamma di ben 12 deumidificatori, di cui 10 destinati agli ambienti residenziali e 2 a quelli professionali.

Pubblicato:
sabato 14 giugno 2014
 
   
Spazio trasparente.
Il problema dell’umidità nella maggior parte dei casi in un’abitazione non è localizzato in una sola stanza ma tende ad essere presente in tutti gli ambienti o comunque in più di uno.

Pubblicato:
mercoledì 7 ottobre 2015
 
   
Spazio trasparente.
Oltre a togliere l’umidità i deumidificatori possono essere dotati di altre caratteristiche specifiche per ottimizzare la qualità dell’aria ed il risultato finale della deumidificazione. Stiamo parlando della funzione di riscaldamento, di cui solo alcuni modelli ne sono provvisti.

Pubblicato:
lunedì 27 gennaio 2014
 
   
Spazio trasparente.
Dopo diverse domande a riguardo, poste dai lettori, abbiamo voluto dare maggiore risalto a questo aspetto, che molte volte viene trascurato, non preso in considerazione quando si valuta un deumidificatore, la sua capacità di raccolta dell’acqua, il risultato finale che si vuole raggiungere con il suo impiego.

Pubblicato:
sabato 28 gennaio 2012
 
   
Spazio trasparente.
Sei in tutto i modelli di deumidificatori commercializzati dall’azienda giapponese Mitsubishi Electric. La linea si divide in tre distinte tipologie, la prima con un modello con tecnologia a zeolite (lo troviamo nel catalogo 2014, ma non presente sul sito istituzionale come avveniva per l’anno 2013), la seconda con quattro modelli tradizionali con controllo elettronico e la terza con un modello multifunzione con Spot Cool & Warm.

Pubblicato:
venerdì 26 settembre 2014
 
   
Spazio trasparente.
Azienda italiana, la Cuoghi, con sede ad Albignasego in provincia di Padova, caratterizzata da una gestione familiare, produce tre linee di deumidificatori, una per uso domestico, una professionale ed una per piscine. In questo articolo ci soffermeremo sulle prime due linee andando ad analizzare singolarmente i modelli, in modo da evincere le qualità di questi deumidificatori.

Pubblicato:
lunedì 14 settembre 2015
 
   
Spazio trasparente.
La casa è particolarmente umida, vetri che colano, macchie alle pareti e comunque anche se riscaldata una fastidiosa sensazione di freddo e di disagio. Queste ed altre sono le condizioni che si possono palesare quando c’è una eccessiva concentrazione di umidità nell’aria.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
   
Spazio trasparente.
La serie di deumidificatori Argo destinata ad eliminare i problemi di umidità nelle abitazioni, si compone di ben otto deumidificatori, divisi in due linee, la più moderna “Deolo” e la più tradizionale “Narciso”.

Pubblicato:
martedì 15 luglio 2014
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su