Spazio trasparente.
 
Come capire se su una vasca è possibile effettuare la sostituzione dei cuscinetti.
 
Foto articolo.
Abbiamo visto nell’articolo “gruppo vasca lavatrice rotta” come intervenire per il recupero della lavatrice, vediamo ora come procedere e come capire su quali modelli di lavatrice possiamo sostituire i cuscinetti.

Intanto per una comprensione maggiore è importante stabilire con precisione cosa sono e qual è il loro compito. I cuscinetti con precisione sono due, uno che si trova dal lato interno della vasca e l’altro dal lato esterno, ed attraverso di essi passa in perno della crociera fissata al cestello. I cuscinetti sono due per dare tenuta e stabilita al cestello. Il perno che li trapassa esce all’esterno della vasca ed alla sua estremità si fissa la puleggia, che poi collegata al motore tramite la cinghia consente al cestello di girare.

Ora il cuscinetto dal lato interno è isolato dalla vasca e quindi dal contatto con l’acqua da un paraolio, ovvero una membrana di gomma che lo protegge, mentre dalla parte esterna è sostanzialmente libero.

Quando si rompono i cuscinetti la causa è da ricondurre al fatto che ad uno o all’altro o ad entrambi sia arrivata dell’acqua, solitamente questo avviene dalla parte interna, dove il paraolio si è rotto consentendone il passaggio. Conseguentemente inizia ad arrugginirsi e chiaramente tutti i pallini che sono all’interno non permettono più la rotazione fino a bloccarla o rompendosi girando male e mandando fuori asse il cestello.

Prima di vedere come sostituirli, è importante cogliere i segnali che la lavatrice ci restituisce a tal proposito, così da poter intervenire quando ancora il danno non è grave. Si perché se non si interviene potremmo ritrovarci con tutto il gruppo vasca rotto.

Si capisce che i cuscinetti si stanno iniziando a rompere quando girando con la mano il cestello, dando un colpo forte, chiaramente senza carico, avvertiamo un rumore metallico. Normalmente il cestello gira senza nessun rumore o al massimo un leggero soffio.

Assicuratoci che i cuscinetti sono in via di rottura, dobbiamo vedere se è possibile sostituirli, questo può avvenire se la vasca è apribile. Quindi dobbiamo come prima cosa togliere il coperchio della lavatrice ed osservare se la vasca è formata da due pezzi uniti con delle viti o in modelli più vecchi ci può essere un corpo quasi unico con un coperchio alla fine fissato con un anello, che si avvita.

Dato per buono che siamo in presenza di una vasca apribile, bisogna procedere con lo smontaggio dei vari componenti della lavatrice, al fine di ritrovarci con la vasca aperta ed il cestello tirato fuori. Nella parte di dietro della vasca ci sono i cuscinetti incastrati. Per toglierli con un cacciavite a taglio iniziamo con l’estrarre il paraolio in gomma, se ne viene molto facilmente e poi posizioniamo la vasca con il buco dove ci sono i cuscinetti rivolto verso l’alto, a questo punto infiliamo, con la testa rivolta verso il basso, uno scalpello abbastanza grosso, all’interno del buco del primo cuscinetto, fino a farlo arrivare sulla circonferenza del secondo, diamo dei colpi prima da un lato poi dall’altro fino a che il cuscinetto non esce fuori. Lo stesso faremo per l’altro girando chiaramente la metà vasca.

Acquistati i ricambi, quindi i due cuscinetti ed il paraolio, inseriamoli nuovamente. Prima di metterli utilizziamo un po’ di grasso sul bordo del foro per agevolare l’inserimento e diamo dei colpi con una mazzetta. Richiudiamo la vasca, facendo attenzione che nel caso dei modelli con tenuta ad anello è opportuno mettervi un po’ di silicone, la guarnizione che c’è all’interno può perdere in quanto si può essere leggermente deformata con il tempo e con l’apertura non adagiarsi perfettamente.

Rimontiamo tutti i componenti e buon lavaggio.

Pubblicato: domenica 6 novembre 2016
Articolo aggiornato: giovedì 9 febbraio 2017

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
In molti articoli si è parlato della trappola dell’aria della lavatrice o della lavastoviglie, che in molti casi presenta delle anomalie, inficiando così il funzionamento parziale o totale dell’elettrodomestico. Difatti in molti dei codici di errore, per la risoluzione si viene rimandati, tra le varie cose al controllo della trappola dell’aria.

Pubblicato:
mercoledì 1 febbraio 2017
 
 
Spazio trasparente.
Il tubo di scarico delle lavatrice o lavastoviglie è il condotto attraverso il quale l’acqua, che non serve più al lavaggio, viene condotta all’esterno della vasca ed eliminata attraverso lo scarico.

Pubblicato:
mercoledì 6 maggio 2015
 
 
Spazio trasparente.
La scelta di una lavatrice è divenuta nel corso di questi ultimi anni un po’ più impegnativa di quanto non accadeva per il passato, dove non c’erano molte delle caratteristiche e prestazioni che le lavatrici di oggi propongono.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Rispetto a molti anni fa, la vasca della lavatrice non è più costruita in acciaio ma da materiali plastici, oltre a questo cambiamento ha subito anche un mutamento nella inscindibilità, ovvero siamo in presenza di un corpo unico che non può essere aperto se non tagliandolo.

Pubblicato:
domenica 6 novembre 2016
 
 
Spazio trasparente.
Può capitare, che dopo aver acquistato la lavatrice ed averla portata a casa, nel momento in cui si procede ad aprire l’imballo, ci si accorge che il cestello è bagnato. C’è dell’acqua !! Così come anche aprendo il cassetto dei detersivi possiamo riscontrare che è bagnato. Addirittura potrebbe cadere dell’acqua se dovesse essere piegata.

Pubblicato:
lunedì 20 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Non si verifica frequentemente, ma è una anomalia che può manifestarsi nel funzionamento di una lavatrice. Stiamo parlando del carico continuo dell’acqua, che normalmente dopo aver selezionato un ciclo e dato l’avvio, dura per qualche minuto, per poi fermarsi e dare inizio al lavaggio.

Pubblicato:
sabato 4 febbraio 2017
 
 
Spazio trasparente.
Quando durante la fase del lavaggio di una lavatrice o di una lavasciuga l’acqua non viene riscaldata, il motivo è da ricondursi al non funzionamento della resistenza elettrica di riscaldamento, ovviamente le motivazione che la inducono a non funzionare possono essere di diversa natura, sia elettriche che elettroniche, ma in molti altri casi è proprio l’intero elemento che non va e pertanto deve essere sostituito.

Pubblicato:
martedì 19 maggio 2015
 
 
Spazio trasparente.
Non capita molto spesso, ma è un guasto che si può presentare improvvisamente alla nostra lavatrice, che fino a poco prima funzionava perfettamente ed improvvisamente quando viene impostata la centrifuga o è il momento che questa entri in funzione, la vediamo rallentata.

Pubblicato:
domenica 6 novembre 2016
 
 
Spazio trasparente.
Il 20 dicembre del 2011 è scattato l’obbligo per il produttore di fornire ogni lavatrice della nuova etichettatura energetica. La normativa comunque consente al venditore di continuare a vendere, anche le lavatrici con la vecchia etichettatura, fino al loro esaurimento.

Pubblicato:
mercoledì 10 aprile 2013
 
 
Spazio trasparente.
Alla lavatrice viene riconosciuto tradizionalmente, in maniera orami radicata nel pensiero di tutti, la funzione del lavaggio.

Pubblicato:
lunedì 31 ottobre 2011
 
 
commenti:
Icona regione.
Giovanni da Camaiore giorno 09/02/2017
Nel garage tengo una vecchia lavatrice Rex, modello D400TX anni 90 all'incirca, che utilizzo per lavare gli indumenti da lavoro. Ultimamente sta iniziando a fare strani rumori quando gira il cestello, soprattutto in fase di centrifuga si sente un rumore simile ad un treno. Potrebbero essere i cuscinetti ormai usurati? Preferirei ripararla perché mi dispiacerebbe rovinare una lavatrice più nuova per lavare delle tute di mio padre che fa il muratore, e tali tute sono quasi sempre piene di residui di calce e collanti vari, o per lavare le mie tute di quando lavoro nei giardini, piene di schizzi d'erba o residui di segatura appiccicati che ci vuole un po' a rilavarli e rischiare di danneggiarla quasi subito. Anche girando il cestello con le mani si sentono degli strani rumori. Dunque vorrei sapere quanto può essere approssimativamente il costo dell'acquisto dei nuovi cuscinetti (che potrei provvedere a sostituire da solo).
 
Icona elettro-domestici.com
 
Si tratta sicuramente dei cuscinetti usurati, il costo può variare dalle 20,00 alle 35,00 euro, dipende dal tipo di cuscinetti che monta. Visto che sei pratico, ti conviene smontarli e poi trovare il ricambio, da rivenditori di ricambi per elettrodomestici o anche presso i ricambisti d’auto, potrebbero costarti anche meno.
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su