Spazio trasparente.
 
Quali sono le cause che determinano una centrifuga lenta, frenata, e come porvi rimedio.
 
Foto articolo.
Non capita molto spesso, ma è un guasto che si può presentare improvvisamente alla nostra lavatrice, che fino a poco prima funzionava perfettamente ed improvvisamente quando viene impostata la centrifuga o è il momento che questa entri in funzione, la vediamo rallentata.

Esattamente, non è che non entra in funzione, per questa altro tipo di difetto possono esserne responsabili le spazzole, ma inizia come se tutto funzionasse regolarmente, ma nel momento in cui dovremmo assistere al progressivo aumento della velocità del cestello, ci troviamo davanti sempre alla sua medesima rotazione.

Come sappiamo le attuali lavatrici, con un numero di giri sostenuti, parliamo di macchine da 800 giri a salire, che in molti casi sono dotate di tasto o manopola per la loro regolazione ed impostazione, non raggiungono i giri massimi impostati immediatamente. Sono difatti impostati per effettuare prima delle rotazioni del cestello per equilibrare il carico e successivamente arrivare gradualmente, alla massima velocità, per garantire la stabilità della lavatrice.

In questo frangente, in presenza di tale difetto, assistiamo ad una centrifuga che raggiunge una certa velocità,  minima, e su questa rimane. Sembra che da un momento all’altro debba aumentare il passo, ma resta su questa posizione.

Di questa anomalia di funzionamento possiamo avere tre responsabili: la scheda elettronica, la tachimetrica ed il motore.

La scheda elettronica, che come sappiamo gestisce tutte le funzioni della lavatrice, quindi anche i giri della centrifuga. In questo caso bisogna rivolgersi ad un esperto elettronico, per determinare se sulla scheda c’è qualche componente bruciato, se invece è il processore, il discorso cambia.

La tachimetrica (foto sopra), genera un tensione continua, che consente al motore di girare più o meno velocemente in funzione di questa tensione, che come detto precedentemente viene comandata dalla scheda. Ora se la tachimetrica non è più in grado di lavorare correttamente, la centrifuga viene compromessa. La tachimetrica si trova solitamente inserita è bloccata al motore con un fermo, una piastrina metallica, in altri casi è un tutt’uno con il motore. Nel primo caso per estrarla, una volta tolto il motore dalla lavatrice, basta forzare leggermente con una leva la piastrina, staccare i fili elettrici che la legano al motore e che la alimentano ed estrarla praticando una leggera pressione. Basta sostituirla e rimettere tutto al proprio posto.

Infine possiamo trovarci in presenza di un motore che ha perso di potenza, in questo caso è necessario sostituirlo con uno nuovo. Per togliere il motore è necessario per prima cosa togliere la cinghia che lo collega alla puleggia, successivamente scollegarlo dal connettore elettrico e procedere svitando le viti, solitamente due, che lo fissano alla vasca della lavatrice, a questo punto bisogna tirarlo verso l’esterno fino a farlo uscire dagli appositi fissaggi. Per acquistare un motore nuovo basterà portare il modello riportato sulla sua etichetta ad un rivenditore di ricambi.

P.S. tutte le operazioni descritte devono essere eseguite con la spina elettrica staccata.

Pubblicato: domenica 6 novembre 2016

articoli sul tema:
 
 
spazio
Articoli correlati
   
Spazio trasparente.
La rottura dell’elettrodomestico, purtroppo è un evento che presto o tardi si verifica nel corso del suo utilizzo nel tempo. Certo ci sono anche molti casi in cui i guasti si verificano quando è stato sfruttato abbondantemente e non è economicamente conveniente eseguire una riparazione.

Pubblicato:
martedì 3 gennaio 2017
 
   
Spazio trasparente.
Il mercato della lavatrice, oltre ai modelli di libera installazione, di cui i vari produttori tengono a catalogo svariati modelli, è composto anche da lavatrici da incasso.

Pubblicato:
martedì 23 aprile 2013
 
   
Spazio trasparente.
Rappresentano una sintesi di ergonomia, precisione e prestigio del "German design". Cruscotto per una perfetta visibilità, manopole ergonomiche e pulsanti di facile scelta.

Pubblicato:
sabato 8 gennaio 2011
 
   
Spazio trasparente.
Può capitare presto o tardi nell’utilizzo quotidiano della nostra lavatrice, che ad un non determinato punto del programma, sul display, compaia un codice, solitamente un numero preceduto da una lettera, che sta ad indicare uno svolgimento del suo funzionamento non corretto, che si può concludere in un blocco del ciclo di lavaggio.

Pubblicato:
lunedì 25 gennaio 2016
 
   
Spazio trasparente.
È buona norma una volta che la lavatrice ha terminato il lavaggio, staccare sia la corrente elettrica, questo diventa molto più semplice se abbiamo predisposto l’impianto con un interruttore, e chiudere il rubinetto di entrata dell’acqua.

Pubblicato:
lunedì 13 marzo 2017
 
   
Spazio trasparente.
Nel momento in cui si verifica un funzionamento non corretto, che può essere generato da un guasto ad una componente della lavatrice, piuttosto che da una anomalia di diversa natura, l’elettrodomestico ci viene incontro restituendo dei segnali e più comunemente dei codici, che sono evidenziati sul display, che ci consentono di identificare il pezzo che non sta funzionando correttamente o comunque di capire cosa non va nel processo del lavaggio.

Pubblicato:
giovedì 24 settembre 2015
 
   
Spazio trasparente.
Abbiamo già visto nell’articolo lavatrice si muove durante la centrifuga, una delle possibili cause perché questo avviene. In questo articolo andremo invece ad analizzarne un’altra, che molto più spesso della prima può essere responsabile di questo comportamento.

Pubblicato:
domenica 2 ottobre 2016
 
   
Spazio trasparente.
Il contenitore del detersivo è diviso in tre scomparti, uno dedicato al detersivo per la fase del prelavaggio, uno per il lavaggio ed il terzo per l’ammorbidente. In alcuni modelli c’è un quarto e più piccolo scomparto destinato a contenere la candeggina, anche se è sempre meno presente.

Pubblicato:
giovedì 20 novembre 2014
 
   
Spazio trasparente.
È oramai consolidato il concetto di equivalenza tra la classe energetica A con il basso consumo energetico. L’acquisto della lavatrice è pertanto dettato dalla presenza di questo requisito, che si evince dalla certificazione energetica presente all’interno del prodotto.

Pubblicato:
venerdì 28 ottobre 2011
 
   
Spazio trasparente.
Un’anomalia di funzionamento della lavatrice o lavasciuga, alla quale ci si trova davanti dopo alcuni anni del suo utilizzo è quella del cestello che non gira. Prima di andare avanti precisiamo che il fermo del cestello può dipendere da diversi fattori, ma in particolare in questo caso ci riferiamo ad una condizione del tutto normale, conseguente alla regolare usura delle spazzole a carboncino.

Pubblicato:
lunedì 25 maggio 2015
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su