Spazio trasparente.
 
Quali sono le cause che determinano una centrifuga lenta, frenata, e come porvi rimedio.
 
Foto articolo.
Non capita molto spesso, ma è un guasto che si può presentare improvvisamente alla nostra lavatrice, che fino a poco prima funzionava perfettamente ed improvvisamente quando viene impostata la centrifuga o è il momento che questa entri in funzione, la vediamo rallentata.

Esattamente, non è che non entra in funzione, per questa altro tipo di difetto possono esserne responsabili le spazzole, ma inizia come se tutto funzionasse regolarmente, ma nel momento in cui dovremmo assistere al progressivo aumento della velocità del cestello, ci troviamo davanti sempre alla sua medesima rotazione.

Come sappiamo le attuali lavatrici, con un numero di giri sostenuti, parliamo di macchine da 800 giri a salire, che in molti casi sono dotate di tasto o manopola per la loro regolazione ed impostazione, non raggiungono i giri massimi impostati immediatamente. Sono difatti impostati per effettuare prima delle rotazioni del cestello per equilibrare il carico e successivamente arrivare gradualmente, alla massima velocità, per garantire la stabilità della lavatrice.

In questo frangente, in presenza di tale difetto, assistiamo ad una centrifuga che raggiunge una certa velocità,  minima, e su questa rimane. Sembra che da un momento all’altro debba aumentare il passo, ma resta su questa posizione.

Di questa anomalia di funzionamento possiamo avere tre responsabili: la scheda elettronica, la tachimetrica ed il motore.

La scheda elettronica, che come sappiamo gestisce tutte le funzioni della lavatrice, quindi anche i giri della centrifuga. In questo caso bisogna rivolgersi ad un esperto elettronico, per determinare se sulla scheda c’è qualche componente bruciato, se invece è il processore, il discorso cambia.

La tachimetrica (foto sopra), genera un tensione continua, che consente al motore di girare più o meno velocemente in funzione di questa tensione, che come detto precedentemente viene comandata dalla scheda. Ora se la tachimetrica non è più in grado di lavorare correttamente, la centrifuga viene compromessa. La tachimetrica si trova solitamente inserita è bloccata al motore con un fermo, una piastrina metallica, in altri casi è un tutt’uno con il motore. Nel primo caso per estrarla, una volta tolto il motore dalla lavatrice, basta forzare leggermente con una leva la piastrina, staccare i fili elettrici che la legano al motore e che la alimentano ed estrarla praticando una leggera pressione. Basta sostituirla e rimettere tutto al proprio posto.

Infine possiamo trovarci in presenza di un motore che ha perso di potenza, in questo caso è necessario sostituirlo con uno nuovo. Per togliere il motore è necessario per prima cosa togliere la cinghia che lo collega alla puleggia, successivamente scollegarlo dal connettore elettrico e procedere svitando le viti, solitamente due, che lo fissano alla vasca della lavatrice, a questo punto bisogna tirarlo verso l’esterno fino a farlo uscire dagli appositi fissaggi. Per acquistare un motore nuovo basterà portare il modello riportato sulla sua etichetta ad un rivenditore di ricambi.

P.S. tutte le operazioni descritte devono essere eseguite con la spina elettrica staccata.

Pubblicato: domenica 6 novembre 2016

 
articoli sul tema:
 
 
spazio
Articoli correlati
   
Spazio trasparente.
Può capitare, che dopo aver acquistato la lavatrice ed averla portata a casa, nel momento in cui si procede ad aprire l’imballo, ci si accorge che il cestello è bagnato. C’è dell’acqua !! Così come anche aprendo il cassetto dei detersivi possiamo riscontrare che è bagnato. Addirittura potrebbe cadere dell’acqua se dovesse essere piegata.

Pubblicato:
lunedì 20 dicembre 2010
 
   
Spazio trasparente.
Non si verifica frequentemente, ma è una anomalia che può manifestarsi nel funzionamento di una lavatrice. Stiamo parlando del carico continuo dell’acqua, che normalmente dopo aver selezionato un ciclo e dato l’avvio, dura per qualche minuto, per poi fermarsi e dare inizio al lavaggio.

Pubblicato:
sabato 4 febbraio 2017
 
   
Spazio trasparente.
Quando durante la fase del lavaggio di una lavatrice o di una lavasciuga l’acqua non viene riscaldata, il motivo è da ricondursi al non funzionamento della resistenza elettrica di riscaldamento, ovviamente le motivazione che la inducono a non funzionare possono essere di diversa natura, sia elettriche che elettroniche, ma in molti altri casi è proprio l’intero elemento che non va e pertanto deve essere sostituito.

Pubblicato:
martedì 19 maggio 2015
 
   
Spazio trasparente.
Non capita molto spesso, ma è un guasto che si può presentare improvvisamente alla nostra lavatrice, che fino a poco prima funzionava perfettamente ed improvvisamente quando viene impostata la centrifuga o è il momento che questa entri in funzione, la vediamo rallentata.

Pubblicato:
domenica 6 novembre 2016
 
   
Spazio trasparente.
Il 20 dicembre del 2011 è scattato l’obbligo per il produttore di fornire ogni lavatrice della nuova etichettatura energetica. La normativa comunque consente al venditore di continuare a vendere, anche le lavatrici con la vecchia etichettatura, fino al loro esaurimento.

Pubblicato:
mercoledì 10 aprile 2013
 
   
Spazio trasparente.
Alla lavatrice viene riconosciuto tradizionalmente, in maniera orami radicata nel pensiero di tutti, la funzione del lavaggio.

Pubblicato:
lunedì 31 ottobre 2011
 
   
Spazio trasparente.
Durante il normale funzionamento della lavatrice, monitorandolo ci possiamo accorgere che non viene scaricata l’acqua del lavaggio, oppure possiamo trovarci nella condizione di aver impostato un ciclo ed allontanandoci per fare altre cose, alla verifica, quando il programma dovrebbe essere terminato, di trovare ancora tutta l’acqua al suo interno.

Pubblicato:
giovedì 10 marzo 2016
 
   
Spazio trasparente.
Le lavatrici dotate di display digitale, oltre ad indicare su di esso le varie opzioni abbinate al lavaggio che è in esecuzione, segnalano i codici di errore che si possono manifestare durante il ciclo di lavaggio.

Pubblicato:
lunedì 24 aprile 2017
 
   
Spazio trasparente.
Il processo di lavaggio di una lavatrice segue una serie di fasi che si susseguono e che possiamo riassumere, sintetizzando, nel caricamento dell’acqua, le diverse fasi di risciacquo, dove, a seconda del modello, ci possono essere differenti rotazioni del cestello e centrifughe intermedie, lo scarico dell’acqua e la centrifuga conclusiva, se non esclusa, che termina il processo.

Pubblicato:
giovedì 15 ottobre 2015
 
   
Spazio trasparente.
Originariamente la lavatrice aveva una misura vicina ad uno standard di 60 cm di profondità, nel corso del tempo, con il cambiare delle esigenze, degli spazi in casa e con la necessità di dover integrare in modo armonioso la lavatrice in un contesto d’arredo, si sono diffuse lavatrici con profondità ridotte, in questo caso parliamo di misure che vanno dai 40 cm fino ai 45 cm, e con una conformazione estetica molto gradevole.

Pubblicato:
mercoledì 30 maggio 2012
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea
 
Torna su