Spazio trasparente.
 
Cause comuni della perdita di vapore dalla lavastoviglie e come risolvere.
 
Foto articolo.
Non di rado si sente parlare di lavastoviglie dalla quali fuoriesce del vapore. Questa condizione è da considerarsi una imperfezione, che si verifica durante il suo funzionamento, ma non è sempre un difetto vero e proprio.

Diciamo subito che delle piccole fuoriuscite, si possono considerare normali, considerato il raggiungimento all’interno della vasca di temperature di 60/65/70°C. Per stabilire una regola possiamo affermare che quelle lievi sbruffate che si dissolvono nell’ambiente in pochi secondi non sono da prendere in considerazione.

Al contrario possiamo definire come perdite di vapore tutte quelle circostanze che lo vedono condensare visibilmente, fino a creare dei cumuli di acqua. Solitamente questi cumuli si concentrano in dei punti ben precisi della lavastoviglie:

1) Nella parte interne e superiore dello sportello;
2)  Sotto il top della cucina, in caso siamo in presenza di una macchina da incasso;
3) In basso agli angoli destro o sinistro, con caduta sul pavimento.

Seriali elettrodomestico.

In linea generale la responsabilità di tale fuoriuscita e la guarnizione di tenuta, difatti sul mobile dell’elettrodomestico proprio in corrispondenza del punto in cui lo sportello va a battere contro il telaio è montata una guarnizione, che a seconda dei modelli può essere integrata nel mobile o esterna. Al fine di una perfetta tenuta la guarnizione deve quindi combaciare con lo sportello, se questo non avviene è chiaro che ci sarà una fuoriuscita.

Vediamo ora di capire le cause della mancata aderenze, come verificarla e come intervenire.

La prima causa può essere ricondotta ad un errore di installazione, in questo caso ci riferiamo in modo particolare ai modelli da incasso, anche se può riguardare anche la libera installazione. Il primo errore al quale si può andare incontro e quindi da verificare e il corretto livellamento dei piedini. Per capire in che modo possono esserne responsabili, c’è da considerare la struttura della vasca e quindi della sua cornice, che è abbastanza mobile, ci accorgiamo di questo nel momento in cui aprendo lo sportello e spingendo con una mano da un lato il telaio, lo vediamo inclinarsi. Questa inclinazione si può verificare in presenza di piedini non a livello. Ancora l’inserimento sotto il top può creare l’inclinazione di cui prima. Infine la chiusura dello sportello può essere compromessa da eventuali pannelli della cucina.

Ricordiamo che in caso di inserimento sotto piano, è opportuno proteggere la parte sottostante del top, con una guaina protettiva, spesso in dotazione nei modelli da incasso ma non in quelli di libera installazione, per i quali bisogna adottare lo stesso accorgimento. La protezione ha il compito di proteggere il top, dalla fuoriuscita normale di vapore, nel momento in cui viene aperto lo sportello al termine del lavaggio o come spesso accade durante.

Altra causa di fuoriuscite è la guarnizione consumata o indurita, difatti con il passare del tempo ed i continui sbalzi di temperatura, può perdere di tenuta provocando fuoriuscite.

Su molti modelli la guarnizione è esterna, quindi si può risolvere tranquillamente con la sostituzione.

Per verificare se ci sono dei punti in cui la guarnizione non aderisce, procediamo asciugandola per bene ed allo stesso modo puliamo con molta accuratezza, la parte dello sportello dove questa va a sigillare. Ora prendiamo un sapone liquido abbastanza denso e cospargiamolo su tutto il perimetro della guarnizione, un passaggio leggero. Chiudiamo lentamente lo sportello senza esercitare una eccessiva pressione, in questo modo aprendolo subito dopo, possiamo notare la continuità o non dell’adesione.

Pubblicato: giovedì 5 gennaio 2017

 
articoli sul tema:
 
 
 
spazio
Articoli correlati
   
Spazio trasparente.
Chi già possiede una lavastoviglie, sa esattamente quanto sia importante che il cestello superiore possa essere regolato in altezza. Questa caratteristica, consente di recuperare spazio da sfruttare per sistemare nel cestello inferiore delle stoviglie più alte, come i piatti per la pizza o altri oggetti più ingombranti, che altrimenti non riusciremmo lavare.

Pubblicato:
martedì 11 settembre 2012
 
   
Spazio trasparente.
Tralasciando tutte le differenze tecniche e di programmazione che possono essere determinanti per scegliere una lavastoviglie piuttosto che un’altra, vediamo di capire quale è più performante riferendoci ai dati che per normativa devono essere esposti sul prodotto.

Pubblicato:
domenica 20 novembre 2011
 
   
Spazio trasparente.
Contrariamente alla lavatrice, che è presente in tutte le case, la lavastoviglie ha una presenza di gran lunga inferiore. Mentre la prima è divenuta oramai indispensabile, l’acquisto della lavastoviglie, alcune volte, viene sottovalutato, o meglio considerato come superfluo anche perché il suo utilizzo viene associato ad un consumo di energia elettrica da sommare a quello che già si ha con altri elettrodomestici.

Pubblicato:
domenica 16 gennaio 2011
 
   
Spazio trasparente.
Quando viene effettuato un ciclo di lavaggio, nella lavastoviglie, chiaramente deve essere inserito del detersivo specifico, per rendere l’azione di pulizia efficace. Il detersivo si inserisce in un apposito contenitore che è posizionato nella parte interna dello sportello.

Pubblicato:
domenica 16 gennaio 2011
 
   
Spazio trasparente.
L’utilizzo della lavastoviglie molte volte viene effettuato in modo non attento, nel senso che si caricano le stoviglie all’interno, si imposta un lavaggio e si avvia il programma. In tanti casi si impostano dei cicli lunghi e temperature alte in modo tale di essere sicuri di ottenere un buon risultato finale, però tutto a scapito di sprechi di tempo, energia e non sempre con un risultato ideale.

Pubblicato:
lunedì 10 gennaio 2011
 
   
Spazio trasparente.
Risultati assolutamente interessanti in termini di prestazioni sulle lavastoviglie, la Bosch li ottiene con le nuove lavastoviglie dotate del sistema Active Water abbinato all’impiego della zeolite.

Pubblicato:
sabato 11 dicembre 2010
 
   
Spazio trasparente.
Se la lavastoviglie inserita nella cucina componibile deve essere sostituita o se non la si possiede affatto, si può avere chiaramente la necessità di acquistarla. Per inserire una lavastoviglie nella cucina componibile, ci sono diverse opzioni, se non si ha nessuna informazione in merito possiamo trovarci davanti a delle proposte fatte dal rivenditore che possono spiazzarci. La lavastoviglie che possiamo inserire nel mobile, come dicevamo prima, può avere delle connotazioni strutturali differenti, che è bene conoscere per avere le idee più chiare.

Pubblicato:
sabato 11 dicembre 2010
 
   
Spazio trasparente.
Quando si parla di lavastoviglie la misura per identificarne la capienza sono i coperti, ovvero la quantità di piatti, uno per portata, ed i bicchieri che i cestelli riescono a contenere. Nel calcolo dei coperti non sono comprese le pentole ed i tegami che avendo dimensioni completamente diverse una dall’altra non possono essere standardizzate.

Pubblicato:
domenica 7 novembre 2010
 
   
Spazio trasparente.
Ogni modello di lavastoviglie Hotpoint Ariston è progettata per indicare in caso di un’anomalia di funzionamento, attraverso il display led o tramite le spie di funzionamento il difetto riscontrato.

Pubblicato:
giovedì 10 luglio 2014
 
   
Spazio trasparente.
A seconda del modello di lavastoviglie della Rex Electrolux, ci sono delle anomalie di funzionamento o dei guasti che vengono segnalati al consumatore attraverso delle indicazioni acustiche, l’accensione di alcune spie o attraverso una sigla sul display digitale.

Pubblicato:
martedì 1 luglio 2014
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea
 
Torna su