Spazio trasparente.
 
Premessa generale sul deumidificatore.
 
Deumidificatore.
Il deumidificatore è un elettrodomestico in grado di asportare l’umidità presente nell’aria al fine di rendere l’ambiente più asciutto e salutare per il nostro organismo.

L’umidità in effetti si ripercuote negativamente sulla salute delle persone, vivere in una casa umida genera una sensazione di malessere ed è causa di diversi sintomi e malattie. A parte il carattere prettamente medico del ruolo che veste l’umidità sulla salute, il nostro scopo è quello di descrivere il funzionamento e i diversi modelli di deumidificatori in commercio, per aiutare a sceglierne, nel caso di bisogno, uno in modo consapevole.

Quali sono le caratteristiche che manifestano gli ambienti dove è necessario il suo utilizzo

In molti ambienti si riscontrano muffe alle pareti, vetri gocciolanti, intonaci screpolati ed a tutto ciò si aggiunge un disagio fisico nel vivere quell'ambiente. Molti hanno sentito parlare del deumidificatore, ma ci si chiede se sia veramente efficace. In effetti la sua qualità di risolvere tali problemi è garantita da anni di utilizzo in queste circostanze sempre con ottimi risultati.

Accorgimento fondamentale nella fase d'acquisto è comprarne uno che abbia una rapportata capacità di esportare acqua da un ambiente, ovvero valutare il carico di umidità presente nell'ambiente da deumidificare, acquistando così un deumidificatore che nell'arco delle 24 ore riesca a eliminare l'umidità formatasi. Il consumo di un deumidificatore è abbastanza contenuto variando dai 180 watt dei più prestanti fino a raggiungere assorbimenti elettrici un po’ più elevati in modelli più potenti o meno prestanti di 400/500 watt.

Come è fatto e come funziona un deumidificatore

E' un apparecchio di dimensioni molto ridotte, per dare l’idea è alto intorno ai 50 cm largo 40 cm e profondo 30 cm, naturalmente la misura è generica, ed i vari modelli proposti sul mercato possono differenziarsi con qualche cm in più o in meno. La forma può essere differente a seconda del modello e del produttore, ognuno di loro crea una linea propria, che può assumere la forma di un ovetto, un cubo, un parallelepipedo rettangolo, tutti caratterizzati da linee geometriche aggraziate. Il loro aspetto è ulteriormente ingentilito da tonalità di colori brillanti, che lo rendono un oggetto capace di integrarsi con armonia in un ambiente, bianco, celeste, blu, silver ed altri sono i colori usati.

Il deumidificatore è composto da un insieme di elementi ed in particolare quelli più importanti sono il motore, il circuito frigorifero, l’evaporatore, la ventola e il gas refrigerante. Il funzionamento è basato sulla circolazione del gas refrigerante al suo interno, che cambiando di stato e di temperatura, durante il circolo continuo nel circuito frigorifero, viene a contatto con l’aria dell’ambiente assorbendone l’umidità. Avviene che il gas nel momento in cui viene in contatto con l’aria è molto freddo e l’aria dell’ambiente, per effetto dell’incontro di due temperature diverse crea la condensa, l’umidità che viene raccolta nel contenitore del deumidificatore. L’aria privata dell’umidità viene reintrodotta nell’ambiente senza nessuna alterazione di grado, il deumidificatore non riscalda e non raffredda, il suo unico obbiettivo è di eliminare l'umidità.

Esistono sul mercato alcuni modelli che hanno la funzione di riscaldamento, attenzione però, in quanto il processo di riscaldamento avviene per mezzo di una resistenza elettrica di 1500/2000 watt, quindi non assistiamo ad una alterazione della temperatura dell’aria trattata ma soltanto ad un riscaldamento della stessa con l’ausilio della resistenza. In questo caso il consumo totale del deumidificatore è dato dalla somma dell’assorbimento del motore più l’assorbimento della resistenza.

I vari modelli di deumidificatore

Volendo distinguere i vari deumidificatori, diciamo che i presupposti da tenere in considerazione sono due, il primo in merito alla loro trasportabilità ed il secondo alla loro capacità. Per il loro spostamento ci possiamo trovare di fronte all’utilizzo di rotelle, posto sotto la base del mobile, che ne consentono un facile e veloce movimentazione da una stanza ad un latra, oppure alla presenza di una maniglia, posizionata nella parte superiore del mobile che ne consente una presa come se fosse una valigia. Per la maggior parte dei prodotti ci sono le rotelle, solo nel caso di deumidificatori di potenza e dimensioni più contenute si utilizza la maniglia.

La distinzione più importante, che ne determina una diversa valutazione, è quella basata sulla capacità di raccogliere umidità da un ambiente. In linea di massima, anche se ci possono essere della capacità intermedie e maggiori in base ai diversi produttori, i deumidificatori si distinguono con capacità di deumidificazione di 10l/24h, 12l/24h, 16l/24h, 18l/24h, 21l/24h, 30l/24h, 50l/24h.

Pubblicato: 28 febbriaio 2012
Articolo aggiornato: lunedì 24 novembre 2014

articoli sul tema:
 
 
commenti:
Icona regione.
Giovanni da Como giorno 24/11/2014
Buongiorno, ho acquistato un deumidificatore Ariston Thermo DEOS 11 (11l/24h) per un piccolo bagno umido (30 metri cubi, 80% circa di umidità, temperatura tra i 18 e i 22°), ma vedo che anche tenendolo acceso a lungo, l'accumulo di acqua é molto inferiore a quello dichiarato. È normale o é possibile che il deumidificatore stia funzionando male?
 
Icona elettro-domestici.com
 
 
Buongiorno Giovanni, leggi perdita di resa e diminuzione di resa del deumidificatore.
Icona regione.
Valentina da Bologna giorno 06/11/2014
Buongiorno, abito in un appartamento di circa 70 mq al piano terra di una piccola palazzina del centro storico. Da anni presenta problemi di muffa in quasi tutti gli ambienti della casa, fatta eccezione per la cucina. Le camere da letto in particolare sono quelle più umide: in inverso trovo spesso i vetri delle finestre gocciolanti, si sente odore di "chiuso" e freddo nonostante la temperatura sia sempre compresa tra i 17 e i 21°C. Anche su recente consiglio dell'imbianchino, vorrei acquistare un deumidificatore, ma sono confusa dalla miriade di prodotti presenti sul mercato. Ne cercavo uno da stare entro i 150/200 euro, non troppo rumoroso e con consumi giusti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
 
Buongiorno Valentina, intanto ti dico che per una superficie del genere e con la temperatura indicata dovresti orientarti su un 30l/24h. Trattandosi però di un ambiente diviso con una concentrazione di umidità differente nelle diverse stanze, sicuramente con localizzazione di muffe in angoli opposti della casa, un solo deumidificatore in posizione centrale non riesce a raggiungere i diversi punti, pertanto potresti optare per un modello più piccolo da mettere in una o ogni singola stanza. Dalla pagina dei confronti deumidificatori, trovi una raccolta con indicati i consumi, la rumorosità e la metratura coperta da ogni modello, in quest’ultimo caso considera che rispetto al dato dichiarato in inverno c’è un calo di resa.
 
spazio
Articoli correlati
   
Spazio trasparente.
La scelta di un deumidificatore è subordinata ad un corretto dimensionamento, ovvero nell’identificare le caratteristiche della stanza in cui deve effettuare la deumidificazione. Ricordiamo che i valori da tenere in considerazione sono il volume, la percentuale di umidità e la temperatura dell’ambiente.

Pubblicato:
giovedì 8 ottobre 2015
 
   
Spazio trasparente.
Il problema dell’umidità nella maggior parte dei casi in un’abitazione non è localizzato in una sola stanza ma tende ad essere presente in tutti gli ambienti o comunque in più di uno.

Pubblicato:
mercoledì 7 ottobre 2015
 
   
Spazio trasparente.
Innanzi tutto diciamo che il marchio Qlima è italiano, difatti esso fa capo alla PVG Italy S.r.l, presente sul mercato dal 1983 con un altro marchio molto noto, che ha visto una presenza molto importante sugli scaffali dei negozi, stiamo parlando del marchio Zibro. Molto conosciute sono le stufe a carburante ma anche molti altri prodotti del comparto trattamento aria.

Pubblicato:
martedì 15 settembre 2015
 
   
Spazio trasparente.
Azienda italiana, la Cuoghi, con sede ad Albignasego in provincia di Padova, caratterizzata da una gestione familiare, produce tre linee di deumidificatori, una per uso domestico, una professionale ed una per piscine. In questo articolo ci soffermeremo sulle prime due linee andando ad analizzare singolarmente i modelli, in modo da evincere le qualità di questi deumidificatori.

Pubblicato:
lunedì 14 settembre 2015
 
   
Spazio trasparente.
Come ben noto i deumidificatori sono dotati di due metodi per l’espulsione dell’acqua sottratta all’aria dell’ambiente in cui sono impiegati, il primo consiste nel recuperarla in un contenitore, che a seconda del modello può avere capacità differente, il secondo invece prevede l’evacuazione tramite un tubo in gomma che consente di scaricare continuamente l’acqua.

Pubblicato:
lunedì 29 giugno 2015
 
   
Spazio trasparente.
L’utilizzo del deumidificatore è concentrato in modo particolare nel periodo autunnale ed invernale, in presenza di una maggiore manifestazione delle conseguenze dell’umidità, tuttavia il suo effetto è benefico anche nel periodo primaverile ed in modo particolare in estate.

Pubblicato:
giovedì 15 gennaio 2015
 
   
Spazio trasparente.
Sei in tutto i modelli di deumidificatori commercializzati dall’azienda giapponese Mitsubishi Electric. La linea si divide in tre distinte tipologie, la prima con un modello con tecnologia a zeolite (lo troviamo nel catalogo 2014, ma non presente sul sito istituzionale come avveniva per l’anno 2013), la seconda con quattro modelli tradizionali con controllo elettronico e la terza con un modello multifunzione con Spot Cool & Warm.

Pubblicato:
venerdì 26 settembre 2014
 
   
Spazio trasparente.
Nello scegliere un deumidificatore, con il quale ottenere risultati positivi, è determinante tenere in considerazione la temperatura dell’ambiente in cui viene utilizzato, in base ad essa infatti è opportuno orientarsi su un modello dotato di una sistema di sbrinamento classico o professionale.

Pubblicato:
giovedì 18 settembre 2014
 
   
Spazio trasparente.
Abbiamo già visto nell’articolo “perdita di resa di un deumidificatore, i motivi per i quali un deumidificatore non riesce ad asportare la stessa quantità di umidità, da uno stesso ambiente, durante tutto l’anno.

Pubblicato:
sabato 13 settembre 2014
 
   
Spazio trasparente.
La serie di deumidificatori Argo destinata ad eliminare i problemi di umidità nelle abitazioni, si compone di ben otto deumidificatori, divisi in due linee, la più moderna “Deolo” e la più tradizionale “Narciso”.

Pubblicato:
martedì 15 luglio 2014
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea
 
Torna su