Spazio trasparente.
 

Analizziamo nel dettaglio come si articola la garanzia legale del marchio Black & Decker

 
Marche.
La garanzia legale copre eventuali anomalie o difetti di funzionamenti per 24 mesi a far data dall’acquisto dell’elettrodomestico. Il presupposto per fare valere i diritti della garanzia è il possesso della prova di acquisto, ovvero lo scontrino fiscale, che deve essere custodito per tutto il periodo, pena la decadenza del diritto alla copertura.

Black & Decker indica una copertura anche per l’utilizzo professionale del prodotto, quindi con la sostituzione di componenti danneggiate o la riparazione di malfunzionamenti, fatta eccezione per alcune condizioni che ne possono causare dei guasti, come una negligenza nella sua tenuta, l’impiego in attività di vendita o di commercio, danneggiamenti causati da materiali esterni, manomissioni tecniche operate da mani non autorizzate.

In caso di difetti, per poter usufruire della garanzia e ripristinare il corretto funzionamento, bisogna riportare l’elettrodomestico presso il rivenditore, dove si è effettuato l’acquisto o direttamente ad un centro assistenza tecnico autorizzato (CAT).

Oltre alla garanzia legale, il marchio Black & Decker dona l’opportunità di effettuare una estensione di garanzia, quindi offrendone una convenzionale di 1 anno, che si va ad aggiungere a quelle legale di 2 anni, che non subisce nessun tipo di alterazione, la legge non lo consente. Tale estensione si può effettuare solo su alcuni prodotti della produzione e nello specifico una serie definita XT, nella quale rientrano per la maggior parte gli elettroutensili, ma anche alcuni piccoli elettrodomestici.

Per poter usufruire dell’estensione, bisogna tassativamente, entro 90 giorni dell’acquisto, fa riferimento la data dello scontrino, effettuare una registrazione on line del prodotto, questa la pagina da cui farla. A registrazione avvenuta, se in possesso di un indirizzo email, viene spedito il certificato di garanzia aggiuntivo, altrimenti è possibile stamparlo dopo aver effettuato la registrazione.

Per effettuarla sono necessari, oltre ai dati della prova d’acquisto, il codice prodotto e la data di produzione dell’elettrodomestico, che si trovano stampati sulla sua etichetta.

La garanzia convenzionale, però a differenza di quella legale, che per farla valere ci si può rivolgere al rivenditore, prevede che ci si rivolga direttamente al centro assistenza di territorio competente.

LE ALTRE GARANZIE

Logo Smeg.
Logo Siemens.
Logo Severin.
Logo Samsung
Logo Rowenta.
Logo Philips.
Logo Moulinex.
Logo Miele.
Logo Lg.
Logo Laica.
Logo Kenwood.
Logo Imetec.
Logo Howell.
Logo Hotpoint.
Logo Hoover.
Logo Girmi.
Logo Ferrari.
Logo De Longhi.
Logo Dcg.
Logo Braun.
Logo Bosch.
Logo Black Decker.
Logo Ariete.
Logo Alessi.

Pubblicato: 1 aprile 2016

 
articoli sul tema:
 
spazio
Potrebbe interessarti
   
Spazio trasparente.
Abbiamo visto in un precedente articolo a cosa si riferiscono i codici di errore riportati sul display delle lavatrici di marca Whirlpool, rientrano anche quelli delle lavatrici Ignis, trattandosi dello stesso produttore. In quei casi i codici sono segnalati sul display e pertanto è sufficiente leggere a cosa si riferisce quel codice alfanumerico, per restringere il campo sul potenziale difetto esistente.

Pubblicato:
venerdì 9 dicembre 2016
 
   
Spazio trasparente.
Durante il normale funzionamento della lavatrice, monitorandolo ci possiamo accorgere che non viene scaricata l’acqua del lavaggio, oppure possiamo trovarci nella condizione di aver impostato un ciclo ed allontanandoci per fare altre cose, alla verifica, quando il programma dovrebbe essere terminato, di trovare ancora tutta l’acqua al suo interno.

Pubblicato:
giovedì 10 marzo 2016
 
   
Spazio trasparente.
Premesso che ogni condizionatore ha una sua potenza termica e per capirci meglio per tale potenza si intende quella che comunemente è identificata con i btu/h, va detto che nello scegliere un impianto si può commettere un errore grossolano in riferimento a detta potenza.

Pubblicato:
martedì 13 ottobre 2015
 
   
Spazio trasparente.
Tra le anomalie di funzionamento di una lavatrice o lavasciuga, sicuramente è molta diffusa quella che, una volta impostato il ciclo di lavaggio, non si assiste all’inizio del processo di caricamento dell’acqua, ma al lampeggiare continuo dei led, su molti modelli, o all’accensione di specifiche spie, su altri, con il conseguente non inizio e fermo del processo di lavaggio.

Pubblicato:
martedì 26 maggio 2015
 
   
Spazio trasparente.
Abbiamo già parlato dell’impiego del vapore negli elettrodomestici, in un tempo in cui non si era ancora palesato il suo impiego diffuso nell’asciugatrice. A distanza di tempo l’impiego del vapore nell’asciugatrice ha preso piede e tanti grandi marchi lo impiegano su alcuni dei loro modelli, solitamente sul top della gamma.

Pubblicato:
martedì 27 gennaio 2015
 
   
Spazio trasparente.
Come abbiamo visto nell’articolo sull’energy label delle aspirapolveri ad uso generale (link), a partire da giorno 1 settembre 2014 entra a far parte del panorama dell’etichettatura energetica quella che regolamenta il mondo dell’aspirazione.

Pubblicato:
martedì 9 settembre 2014
 
   
Spazio trasparente.
L’1 gennaio del 2013 è entrata in vigore la normativa che impone l’obbligo di utilizzare una specifica energy label per i climatizzatori domestici fino ad una potenza di 12 Kw.

Pubblicato:
martedì 8 aprile 2014
 
   
Spazio trasparente.
Samsung propone 17 modelli di lavatrici con carica frontale di cui 4 con misura standard quindi 60 cm di larghezza e profondità ed 85 cm di altezza. I modelli sono WF 1124 ZAC, WF 1114 ZBD, WF 906P4 SAWQ e WF 806U4 SAWQ, con una portata del cestello, rispettivamente di 12, 11, 9 ed 8 kg.

Pubblicato:
sabato 20 luglio 2013
 
   
Spazio trasparente.
Tra le diverse tecnologie per la congelazione, quando si parla di congelatore a pozzetto, oltre alla forma classica ed a quella no frost, da alcuni anni si sente parlare di “Low Frost”, che tradotto in una espressione italiana significa “poco ghiaccio”.

Pubblicato:
lunedì 15 aprile 2013
 
   
Spazio trasparente.
Effettuata una valutazione dell’ambiente che abbiamo necessità di deumidificare, dobbiamo concentrarci su quale apparecchio possa rispondere meglio, per ripristinare la giusta percentuale di umidità.

Pubblicato:
sabato 13 ottobre 2012
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su