Spazio trasparente.
 
Oltre a quella legale la possibilità di allungare i tempi della garanzia (convenzionale) con un versamento aggiuntivo direttamente al produttore.
 
Marche.
Se si parla di grande elettrodomestico, oltre alla garanzia legale di 24 mesi, si ha con la maggior parte dei produttori l'opportunità di prolungare i tempi della garanzia dietro il pagamento di un corrispettivo.

All’interno di ognuno di questi elettrodomestici, se la casa produttrice da la possibilità di praticare l’estensione di garanzia, troveremo un bollettino prestampato recante l’importo da versare, per ottenere la tutela sul prodotto per un ulteriore numero di anni.

Oltre alle garanzie fornite dal produttore esistono anche delle garanzie acquistabili congiuntamente al prodotto o in fase immediatamente successiva, vendute dal negoziante. In linea generale, anche se ogni garanzia deve essere letta attentamente, le garanzie del produttore sono molto più convenienti rispetto a quella del negoziante.

Il produttore garantisce il bene per una durata variabile che può essere di 5 anni, di 6 anni ed anche di 10, coprendo nella maggior parte dei casi tutti gli eventuali costi di gestione del difetto compreso il diritto di chiamata, non accollando nessun onere a carico del cliente. Le garanzie dei negozianti (delle loro insegne), sono solitamente un po’ più limitate, prevedendo delle franchigie, l’anticipo delle spese di riparazione (rimborsate successivamente), ed altre condizioni da valutare in modo oculato.

L’allungamento della garanzia deve essere effettuata entro un tempo stabilito, che varia a seconda del marchio, effettuando un versamento di una cifra, variabile da marchi a marchio, sul conto corrente postale del produttore o altro. Alcuni impongono 10 giorni di tempo, altri 15 giorni, 30 giorni ed con alcuni si può effettuare entro i 2 anni della garanzia legale, Per dare valore alla garanzia, come per quella legale di 2 anni, va conservata la ricevuta del versamento unitamente al documento di acquisto del prodotto ed al certificato di garanzia.

Con la titolarità dell’estensione di garanzia il diritto di intervento, dovuto dopo i sei mesi dell’acquisto del prodotto viene, nella maggior parte dei casi, integrato in tale garanzia evitandone il suo pagamento. Nel manifestarsi di un difetto bisogna rivolgersi alla casa produttrice del bene attraverso le forme di comunicazioni promosse, web, telefono ed latro.

Tutte le aziende mettono a disposizione un numero di telefono, solitamente gestito tramite call center, che smista gli interventi ai tecnici di zona autorizzati. Sarà poi preoccupazione di quest’ultimi operare per la risoluzione del problema. Nel caso di garanzia del negoziante bisogna rivolgersi al numero indicato sul certificato di garanzia rilasciato al momento della sottoscrizione, o direttamente al rivenditore, che provvederà ad attuare la procedura per fare effettuare la riparazione del bene.

Considerato che l'estensione di garanzia è in linea generale simile per i vari marchi, ma nello specifico possiamo trovare delle differenze significative, che possono riguardare il prezzo, il periodo, i termini di copertura delle spese derivanti da un difetto di conformità ed ancora i canali per gestire tale situazione, ci siamo addentrati nello specifico di ogni azienda delineando gli aspetti della garanzia legale e quelli della garanzia supplementare.

Di seguito da ogni logo del marchio si può accedere alle specifiche della garanzia di ognuno di loro, con un ulteriore indirizzamento alla fonte dalla quale abbiamo estrapolato i dati riportati.

Logo Hotpoint Ariston.Logo Rex Electrolux.Logo Hoover.Logo Aeg Electrolux.Logo Bosch.Logo Candy.Logo Haier.Logo Ignis.Logo Whirlpool.Logo Bauknecht.Logo Indesit.Logo Liebherr.Logo Miele.Logo Nardi.Logo Sangiorgio.Logo Smeg.Logo Zoppas.Logo Samsung.
Pubblicato: 09 novembre 2012

 
articoli sul tema:
 
spazio
Potrebbe interessarti
   
Spazio trasparente.
Durante il normale funzionamento della lavatrice, monitorandolo ci possiamo accorgere che non viene scaricata l’acqua del lavaggio, oppure possiamo trovarci nella condizione di aver impostato un ciclo ed allontanandoci per fare altre cose, alla verifica, quando il programma dovrebbe essere terminato, di trovare ancora tutta l’acqua al suo interno.

Pubblicato:
giovedì 10 marzo 2016
 
   
Spazio trasparente.
Come abbiamo visto nell’articolo sull’energy label delle aspirapolveri ad uso generale (link), a partire da giorno 1 settembre 2014 entra a far parte del panorama dell’etichettatura energetica quella che regolamenta il mondo dell’aspirazione.

Pubblicato:
martedì 9 settembre 2014
 
   
Spazio trasparente.
Effettuata una valutazione dell’ambiente che abbiamo necessità di deumidificare, dobbiamo concentrarci su quale apparecchio possa rispondere meglio, per ripristinare la giusta percentuale di umidità.

Pubblicato:
sabato 13 ottobre 2012
 
   
Spazio trasparente.
L’acquisto viene oramai dettato, oltre che dalle caratteristiche tecniche e dalle esigenze estetiche, dalla classe energetica. Su ogni forno troviamo evidenziata la classe energetica (hanno raggiunto tutti la classe A), che diventa un dato significativo nella scelta tra i vari modelli presenti sul mercato, appiattendo però di fatto differenze importanti, che possono, se non conosciute, condizionare la nostra vita domestica nella gestione del nostro tempo e dei vari apparecchi elettrici.

Pubblicato:
domenica 25 settembre 2011
 
   
Spazio trasparente.
Diversamente per quanto avviene in altri elettrodomestici, nei climatizzatori d’aria fissi e portatili la classe non si riferisci strettamente al consumo energetico dell’apparecchio ma alla sua efficienza.

Pubblicato:
lunedì 14 marzo 2011
 
   
Spazio trasparente.
Le lavatrici dotate di display digitale, oltre ad indicare su di esso le varie opzioni abbinate al lavaggio che è in esecuzione, segnalano i codici di errore che si possono manifestare durante il ciclo di lavaggio.

Pubblicato:
lunedì 24 aprile 2017
 
   
Spazio trasparente.
Il processo di lavaggio di una lavatrice segue una serie di fasi che si susseguono e che possiamo riassumere, sintetizzando, nel caricamento dell’acqua, le diverse fasi di risciacquo, dove, a seconda del modello, ci possono essere differenti rotazioni del cestello e centrifughe intermedie, lo scarico dell’acqua e la centrifuga conclusiva, se non esclusa, che termina il processo.

Pubblicato:
giovedì 15 ottobre 2015
 
   
Spazio trasparente.
Il 12 aprile 2014 entra in vigore il decreto legge n° 49 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 14 marzo del 2014, a conclusione del procedimento di attuazione della direttiva europea sul RAEE.

Pubblicato:
giovedì 24 aprile 2014
 
   
Spazio trasparente.
Originariamente la lavatrice aveva una misura vicina ad uno standard di 60 cm di profondità, nel corso del tempo, con il cambiare delle esigenze, degli spazi in casa e con la necessità di dover integrare in modo armonioso la lavatrice in un contesto d’arredo, si sono diffuse lavatrici con profondità ridotte, in questo caso parliamo di misure che vanno dai 40 cm fino ai 45 cm, e con una conformazione estetica molto gradevole.

Pubblicato:
mercoledì 30 maggio 2012
 
   
Spazio trasparente.
Oggi affrontiamo un argomento o meglio una domanda che tante persone si pongono quando devono climatizzare la loro casa. Prima di recarsi da un installatore tante persone nella loro mente concretizzano il pensiero che montando un climatizzatore nel corridoio possono riuscire a climatizzare tutto un appartamento; in realtà la cosa è molto differente dall’idea che ci siamo fatti.

Pubblicato:
mercoledì 1 giugno 2011
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea
 
Torna su