Spazio trasparente.
 
Analizziamo nel dettaglio cosa offre la garanzia legale e convenzionale del produttore Miele.
 
Marche.
Gli elettrodomestici Miele sono garantiti per 24 mesi dalla data di acquisto comprovata dal documento fiscale, scontrino, fattura o altro, indicante la data di acquisto, il nome del venditore, il modello di elettrodomestico acquistato.

I termini della garanzia sono fissati secondo l’attuale normativa, che oltre a stabilire i termini di decadenza, sancisce alcuni obblighi per il consumatore e una tempistica per l’insorgere del difetto di conformità.

Il consumatore deve dichiarare la scoperta del difetto entro 2 mesi dalla sua venuta a conoscenza, pena il decadimento della garanzia. Questo fa si che la garanzia possa essere allungata di ulteriore due mesi. Se il difetto si manifesta il 24° mese, il consumatore ha tempo altri due mesi per dichiararlo, quindi allungare il tempo della garanzia fino a 26 mesi.

Il difetto che si manifesta nei primi sei mesi dell’acquisto si considera esistente al momento della consegna dell’elettrodomestico, pertanto non deve essere dimostrato il difetto di fabbrica, nei mesi successivi è onere del consumatore dimostrare che tale difetto esistesse già al momento della consegna. In questi periodi si applica un comportamento diverso da parte del produttore, che si fa totalmente carico dei costi di riparazione nei primi sei mesi, mentre addebita al consumatore il costo della chiamata nel periodo successivo.

Termini di garanzia.

L’acquisto di un elettrodomestico Miele offre alcuni vantaggi esclusivi come il servizio di benvenuto, che consiste nel collaudo dell’installazione e nella spiegazione delle funzioni del prodotto. Il servizio è gratuito e può si richiede contattando il numero 199 155 155 o direttamente dal sito Miele.

Miele Italia offre la possibilità di estendere la garanzia originale con quattro formule diverse. La garanzia aggiuntiva copre i difetti funzionali di fabbricazione che si verificano nell’arco del periodo, senza nessun costo per il consumatore.

Al momento dell’acquisto si può usufruire della formula relax, che allunga la garanzia normale di 4 anni, raggiungendo un totale di 6 anni. Chi ha usufruito della formula relax, può allungare ulteriormente questo periodo di garanzia di altri 4 anni con la formula post relax, raggiungendo quota 10 anni, al costo di 129,00 euro.

Termini di garanzia.

Le altre due formule, si attivano dopo l’acquisto del prodotto ed interessano un periodo di 5 anni (2+3) e 10 anni (2+8).

Il costo per la formula 5 anni è di 112,00 euro, parliamo di grandi elettrodomestici, è di 248,00 euro per la durata di 10 anni.

Termini di garanzia.

Le garanzie supplementari post relax, 5 e 10 anni possono essere acquistate contattando il centro assistenza tecnico di zona, direttamente dal sito Miele nella sezione E-shop o contattando il numero a pagamento 199 155 155 (14 centesimi  al minuto da rete fissa e mediamente 35 centesimi da rete mobile).

Centro più vicino.

LE ALTRE GARANZIE

Logo Hotpoint Ariston.Logo Rex Electrolux.Logo Hoover.Logo Aeg Electrolux.Logo Bosch.Logo Candy.Logo Haier.Logo Ignis.Logo Whirlpool.Logo Bauknecht.Logo Indesit.Logo Liebherr.Logo Miele.Logo Nardi.Logo Sangiorgio.Logo Smeg.Logo Zoppas.Logo Samsung.
Pubblicato: 09 novembre 2012
Articolo aggiornato: venerdì 19 dicembre 2014

 
articoli sul tema:
commenti:
Icona regione.
Lorenzo da San Donà di Piave giorno 19/12/2014
In data 26.01.1984, ho acquistato una lavatrice Miele tipo W772, naturalmente l'elettrodomestico è stato oggetto di manutenzione e riparazioni, nulla è eterno. Il 06.12.2002 ho acquistato memore della bontà ma non in toto dell'assistenza del bene di consumo, un frigorifero sempre Miele tipo: combinato KF 7564S: ho avuto diversi e importanti problemi. Ho dovuto e debbo convenire ora con il pensiero di altre persone che LA MIELE NON E' PIU' LA MIELE DEL 26.01.1984, si differenzia unicamente per il prezzo. A scanso di equivoci voglio essere chiaro E' PIU’ COSTOSA. Non si ha più il rapporto umano, voglio dire il contatto telefonico. Ora si dialoga solo ed esclusivamente via e-mail. Ho conosciuto una grande persona all'epoca e solo per questo ho acquistato Miele un certo signor MIGLIORATI. Forse Miele con queste persone aveva più mercato. Oggi forse ragionano più MERKEL. Sperando di aver apportato un umile ma fattivo contributo cordialmente saluto.
 
Icona elettro-domestici.com
 
 
Buongiorno Lorenzo, grazie per aver riportato la tua esperienza.
 
spazio
Potrebbe interessarti
   
Spazio trasparente.
Sempre più presente sugli scaffali, riscuote un modesto interesse per l’idea di una prestazione superiore rispetto alla stufa a gas tradizionale, stiamo parlando della stufa a gas termo ventilata.

Pubblicato:
domenica 30 ottobre 2011
 
   
Spazio trasparente.
Iniziamo togliendo l’imballo che protegge la lavatrice e verifichiamo la presenza di eventuali ammaccature, nel caso presenti è preferibile non procedere con l’installazione e contattare il rivenditore, in modo tale da poter concordare una soluzione per come meglio affrontare la problematica.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
   
Spazio trasparente.
Parametro fondamentale ed anche uno dei principali, preso in considerazione per l’acquisto di una lavatrice, è quello del consumo di energia elettrica, oltre ad esso, chiaramente, c’è anche l’aspetto legato al consumo dell’acqua. Ulteriormente a questi, ci sono altri dati molto importanti come la rumorosità, la classe e la velocità di centrifuga (asciugatura), logicamente i cicli di lavaggio, quindi il tipo di programmazione.

Pubblicato:
giovedì 25 febbraio 2016
 
   
Spazio trasparente.
Dopo tanti anni in cui il settore dell’aspirazione è rimasto estraneo all’etichettatura energetica, non fornendo ai consumatori strumenti per poter determinare i consumi dei diversi modelli di aspirapolvere, finalmente a decorrere dal 1 settembre 2014, l’aspirazione viene regolamentata da una specifica energy label.

Pubblicato:
martedì 9 settembre 2014
 
   
Spazio trasparente.
Oltre alla tecnologia tradizionale, oggi il mercato propone dei deumidificatori che utilizzano un minerale per riuscire ad asportare l’umidità presente nell’ambiente. A tal proposito vogliamo portare a conoscenza l’esistenza di un particolare deumidificatore, prodotto dalla Mitsubishi Electric il modello MJ-EZ6CX-S1-IT, che impiega la zeolite per assorbire l’umidità presente nell’ambiente.

Pubblicato:
martedì 9 ottobre 2012
 
   
Spazio trasparente.
Molte volte si sente parlare della diversa capacità di raffreddamento di un frigorifero in base alla tecnologia utilizzata, tra no-frost, ventilata o statica. La conclusione dell’analisi verte sulla migliore capacità di conservare gli alimenti del no-frost, poi del ventilato ed infine dello statico.

Pubblicato:
giovedì 22 settembre 2011
 
   
Spazio trasparente.
Il panorama delle lavatrici proposte sul mercato ha raggiunto per quanto riguarda il consumo di energia elettrica dei risultati degni di grande apprezzamento. Non sono più commercializzate, anche perché non sono più prodotte, almeno per quanto riguarda la maggior parte dei mercati, lavatrici di classe inferiore alla A. Ci orientiamo all’acquisto, solitamente su un prodotto medio, in altri casi pretendendo delle migliori prestazioni di lavaggio, asciugatura e programmi speciali su una lavabiancheria di alta qualità. In ogni caso abbiamo acquistato un prodotto in classe A, associando alla categoria energetica in questione il basso consumo.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
   
Spazio trasparente.
La pompa di scarico in una lavatrice o lavasciuga, ma anche in una lavastoviglie, ha la funzione di espellere l’acqua dall’interno della vasca, nel momento in cui il programma di lavaggio lo necessita, questo abitualmente si verifica prima dell’inizio della fase di carico dell’acqua, successivamente durante la fase dei risciacqui ed infine al termine del lavaggio.

Pubblicato:
mercoledì 12 aprile 2017
 
   
Spazio trasparente.
Premesso che ogni condizionatore ha una sua potenza termica e per capirci meglio per tale potenza si intende quella che comunemente è identificata con i btu/h, va detto che nello scegliere un impianto si può commettere un errore grossolano in riferimento a detta potenza.

Pubblicato:
martedì 13 ottobre 2015
 
   
Spazio trasparente.
L’1 gennaio del 2013 è entrata in vigore la normativa che impone l’obbligo di utilizzare una specifica energy label per i climatizzatori domestici fino ad una potenza di 12 Kw.

Pubblicato:
martedì 8 aprile 2014
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea
 
Torna su