Su alcuni elettrodomestici troviamo il marchio IMQ, vediamo in cosa consiste e quali vantaggi comporta.
 
Se diventiamo attenti osservatori possiamo notare che su alcuni elettrodomestici, sia della categoria del grande che del piccolo elettrodomestico, è applicato il marchio Imq.

Lo stesso è solitamente evidenziato sulla scatola del prodotto o applicato in bella vista sul prodotto stesso con un adesivo. Capita però che su alcuni prodotti non sia messo in bella mostra, quindi per sincerarci che il prodotto ne è in possesso, basta andare a vedere sull’etichetta identificativa dell’articolo. Su di essa è indicato oltre al modello ed alla marca, la matricola, il seriale ed i vari marchi di certificazione, quindi Imq.

Se non siamo informati sul significato che sta dietro a questo simbolo, trascuriamo un aspetto molto importante circa la qualità del prodotto che stiamo valutando di acquistare. Vogliamo a tal proposito soffermarci sul marchio approfondendo quale è la sua importanza ed il vantaggio di acquistare un prodotto che ne è dotato.

Il marchio Imq è una certificazione, non è la sola che esiste,  e come tutte le certificazioni sancisce che quel determinato apparecchio è stato sottoposto da un ente estraneo sia al produttore che al venditore, a delle verifiche atte a stabilire se sono rispettati i requisiti di sicurezza ed affidabilità stabiliti dalla regolamentazione legale. In particolare riferimento al marchio Imq per gli apparecchi elettrici ed in questo caso gli elettrodomestici, stabilisce la loro conformità alle norme CEI (Comitato Elettrico Italiano) ed EN (Norme Europee).

Dietro l’acquisto di un prodotto con il marchio Imq c’è il vantaggio è la garanzia per l’acquirente che il prodotto rispetta tutti i requisiti di legge e che tutta la produzione è soggetta ad una sorveglianza costante.

La certificazione di prodotto è l’attestazione che un apparecchio è stato sottoposto da un ente autorizzato, indipendente rispetto a chi vende e produce, a tutte le verifiche necessarie per verificare la conformità ai requisiti di sicurezza e affidabilità previsti dalla legge.

Un prodotto certificato Imq è sinonimo di maggior qualità non solo del prodotto ma di tutta l’azienda che lo produce.

Per ottenere il marchio, infatti, il produttore deve possedere i mezzi di produzione, di prova e di verifica, nonché del personale  e delle attrezzature in grado di garantire la costante conformità del prodotto a quanto stabilito nella normativa di riferimento per la tipologia in oggetto. Il produttore a sua volta viene verificato con una visita presso lo stabilimento.

Il marchio Imq non viene concesso a tutta la produzione del produttore, ma solo ed esclusivamente ai prodotti per cui è stata fatta richiesta e sono stati verificati. Il mantenimento della qualità, verificata nel test, fatto dall’ente Imq, deve essere garantita per tutta la produzione, e il produttore si impegna a far testare il 100% della produzione o una parte di essa presa a campione per verificarne costantemente il sussistere dei requisiti normativi.

Per approfondire l’argomento vi rimandiamo al sito ufficiale dell’ente IMQ.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


A fronte dell'acquisto di un nuovo elettrodomestico di uguale natura a quello posseduto, il distributore ha l'obbligo di ritirare gratuitamente la vecchia apparecchiatura.
 
 
Spazio trasparente.


Il 12 aprile 2014 entra in vigore il decreto legge n° 49 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 14 marzo del 2014, a conclusione del procedimento di attuazione della direttiva europea sul RAEE.
 
 
Spazio trasparente.


Se diventiamo attenti osservatori possiamo notare che su alcuni elettrodomestici, sia della categoria del grande che del piccolo elettrodomestico, è applicato il marchio Imq.
 
 
Spazio trasparente.


Spesso capita di sentirsi dire nel momento in cui si effettua il pagamento di un elettrodomestico, di conservare lo scontrino fiscale comprovante l’acquisto e di conservare la scatola, il tutto per usufruire della garanzia legale.
 
 
Spazio trasparente.


Il decreto legge n° 63/2013, che come data ultima per la conversione in legge vedeva il 4 agosto 2013, è stato convertito definitivamente in legge, dal senato, giorno 1 agosto 2013.
 
 
Spazio trasparente.


Dopo molti anni nei quali il settore delle televisioni non è stato regolamentato da apposite etichette energetiche indicanti il loro consumo, come avviene invece già da una decina di anni per il grande elettrodomestico, con l’entrata in vigore del regolamento comunitario anche loro hanno l’obbligo di esporre l’energy label.
 
 
Spazio trasparente.


Entrata in vigore nel 1992, l’etichetta energetica ha rivoluzionato positivamente il mercato degli elettrodomestici, spingendo le aziende a produrre prodotti di elevata efficienza energetica. Sono oramai lontani i tempi in cui si vedevano nei negozi prodotti come lavabiancheria, frigoriferi o congelatori di classe C, D addirittura E ed F.
 
 
Spazio trasparente.


Con il protocollo di Kyoto entrato in vigore nel 2005 ed il più recente accordo 20-20-20, ovvero riduzione del 20% delle emissioni di CO2, incremento del 20% della produzione di energia rinnovabile ed aumento del 20% dell’efficienza energetica, i governi si sono messi all’opera adottando un comportamento ecosostenibile al fine della salvaguardia del nostro pianeta.
 
 
Spazio trasparente.


Assistiamo da alcuni anni, aggiungerei per fortuna, ed in modo sempre più attivo ed interessato, al tema ambientale. Tutelare l’ambiente che ci circonda è prerogativa inderogabile al fine di garantire la salvaguardia del nostro mondo.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su
Chiudi
Regala un libro per Natale