Icona accesso.
Spazio trasparente.
Home
Apri discussione
Discussioni attive
Discussioni recenti
Faq
Regole
 
 
Scelta deumidificatore per unità abitativa di 80 mq
Dona e sostieniCi.
 


Domanda inserita 06/06/2013 alle ore 12:50:56
Autore
andrea da --------- (--)

Approfitto della sua competenza e disponibilità per chiedere un suo autorevole parere, ho acquistato un appartamento tre anni fa, dopo che era stato da poco ristrutturato con sostituzione di infissi, porte, pavimenti. L' unità abitativa è di 80 metri quadrati circa, quasi tutte le pareti sono esposte a nord, ed oltretutto di fronte ho un bellissimo giardino con grandi alberi che però ombreggiano ancora di più le pareti, per cui la luce del sole è latente per la maggior parte del giorno, l'anno scorso nelle due stanze estreme ed opposte dell'appartamento è comparsa della muffa negli angoli nord/est e nord/ovest mentre in tutto il resto dell'appartamento non sono affiorati nessun tipo di micelio nelle pareti, già a tatto si sente che le due pareti dove è uscita la muffa sono più fredde di tutte le altre, questo mi fa pensare ad una situazione di condensa che può precipitare raggiunto il punto di rugiada proprio nei punti più freddi, per il momento ho fatto ritinteggiare le due stanze facendo dipingere le due pareti colpite dalla muffa con della pittura termica a nano sfere di ceramica, il pittore comunque mi ha detto che in ogni caso la pittura è un palliativo che può aiutare ma sicuramente non risolvere il problema, per cui prima di passare ad opere più drastiche e costose (cappotto termico o isolamento interno delle pareti ) ho deciso di monitorare le due stanze con un termo-igrometro in modo da poter capire quando l'umidità sale e scende nell'arco della giornata, ho acquistato il termo-igrometro Oregon Scientific 501 con tre sensori che ho posizionato nei punti più colpiti, comunque ho notato che la tecnologia moderna ci può fornire dei termometri molto precisi anche a pochi euro invece non è così per gli igrometri che siano a molla o a capello o elettrici sono molto lontani dall’essere precisi ed hanno tolleranze d'errore del 5% o più salendo l'umidità, per cui ho aggiunto altri due sensori della marca Testo mod 608-h2 molto più precisi, ora da qualche mese sto monitorando le due stanze, rispettivamente di 5x4x2.8 e 5x4,5x2.8 circa.

Mediamente l'umidità si aggira tra il 60% e il 65% (ho letto che lei indica sempre verso il 70% di umidità il punto in cui si potrebbero formare muffe, altri siti parlano del 60/65%, mi potrebbe spiegare meglio?) salendo quando cucino o faccio la doccia e scendendo anche se di poco 3%/4% quando arieggio ,anche lasciando le finestre aperte tutto il giorno non scende mai sotto il 57, per poi risalire in 15/20 minuti a 60%o più una delle due stanze è una camera da letto ed ho notato che di notte dopo solo un'ora che sono a letto sale velocemente l'umidità fino al 70%/73%, mentre la temperatura dell'intero appartamento è molto più costante dai 18 ai 21 °C ,dunque per il momento sto usando un deumidificatore acquistato anni fa ma ancora perfettamente funzionante mod. Delchi dl 015, vedo che usandolo 6/8 ore al giorno mi riesce a tenere l'umidità di una stanza attorno al 55/60%anche nelle ore più critiche, ora seguendo il suo consiglio vorrei acquistarne uno di più silenzioso e magari potente da poter tenere fisso in camera, per cui dovrebbe avere delle caratteristiche del tipo:

1) molto silenzioso o al limite del possibile;

2) auto programmazione in modo che si accenda solo quando necessario (sperando in un sensore igrometro preciso);

3) robusto e con una buona garanzia (la garanzia a volte è anche sinonimo di affidabilità);

4) non particolarmente esigente in consumo elettrico.

Fra i vari modelli presenti a confronto sarei orientato tra l'Olimpia Slendid mod Aquaria, anche se ho visto che c'è un modello Thermo Aquaria che nelle schede tecniche sembrerebbe consumare di più causa 1000 watt resistenza ma allo stesso deumidificare molto più velocemente (anche se forse non è adatto alle mie esigenze visto che come già detto non devo riscaldare l'appartamento ci sono sempre dai 18 ai 21 gradi) oppure il Mitsubishi mod mj -e21cx -s1, sono entrambi sicuramente sovradimensionati ma vedo che sono anche molto potenti, per cui penso possano abbassarmi l'umidità quando necessario molto velocemente, dunque aspetto un suo consiglio su qualità ed affidabilità di queste due marche e modelli, grazie.

 
 

 

Risposta inserita 06/06/2013 alle ore 14:28:08
Amministratore
da Elettro-domestici.com (ED)

Ciao Andrea, ritengo che i due deumidificatori indicati sono dei prodotti validi e le differenze sono deducibili in linea generale nella tabella di confronto che avrai letto. Se analizziamo le tue domande la bilancia pende quando verso l’uno quando verso l’altro, per il consumo è più basso l’Aquaria mentre per il rumore e il range di funzionamento è migliore il Mitsubishi, il quale devo dire ha anche una serie di funzioni in più che lo rendono anche particolarmente adatto a contrastare la formazione della muffa. Il dato del 70% è quello indicato da alcuni produttori di deumidificatori e ritengo sia valido, anche se la muffa a seconda del tipo di fungo e delle condizioni di temperatura della stanza la formazione può avvenire anche prima. Per la garanzia le aziende sono uniformate sulla convenzionale di 24 mesi.

 
 
 

 

Risposta inserita 12/06/2013 alle ore 02:53:37
andrea
da --------- (--)

Per prima cosa vorrei ringraziarla per avermi aiutato a capire come poter scegliere al meglio un deumidificatore adatto alle proprie esigenze. Nel frattempo ho cercato di capirci un pochino di più a riguardo ad umidità e potenziale proliferazione di muffe ,ed ho compreso che praticamente è impossibile stabilire quando la muffa potrà trovare le condizioni ideali per poter attecchire ,
in via di massima tutti i siti consultati indicano un range che va dal 65% al 70% di umidità ,ma.. tra punto di rugiada ,punto di bolla ,umidità relativa,umidità assoluta,termo-igrometri, psicrometri ,diagramma di Carrier,diagramma di Mollier ecc.. ce ne sarebbe da leggere per anni e se non bastasse pure di muffe ce ne sono di svariati tipi : (muffa verde ,muffa grigia ,muffa nera, muffa gialla ,tanto per semplificare ) che possono insorgere con temperatura ed umidità differenti una dall'altra ,
pitture traspiranti, o non,pitture acriliche ,pitture termiche,gesso, calce eccc.. possono contribuire ad attirare o creare un terreno poco fertile per il micelio,piante ed animali e pure mobili possono rilasciare umidità ,mentre certi tipi di riscaldamento possono contribuire a "seccare l'aria ",per cui le variabili sono tantissime da calcolare per avere un dato sicuro.

Dunque per farla a breve ho capito che più l'aria è calda più si può saturare di umidità ,però una volta che trova una superficie fredda( ad esempio un muro esposto a nord in teoria il più freddo della stanza ) ,precipita su di essa in forma acquosa ,creando il terreno per le muffe , per cui le soluzioni sono : togliere l'umidità o scaldare le pareti o entrambi.

Sono stato da un grosso rivenditore di elettrodomestici di diverse case, appunto per vedere cosa mi sarebbero costati i due modelli:

1) olimpia splendid mod aquaria

2)mitsubishi mj-e21cx-s1

anche se ero più che convinto di prendermi il mitsubishi, visto le caratteristiche che sicuramente sono più adatte al mio fabbisogno, ho chiesto al negoziante che oltretutto è un amico di poterli sentire in azione per poterne valutare personalmente il rumore emesso, così mentre spiegavo le caratteristiche che cercavo all'amico negoziante, silenziosità ,robustezza,garanzia e basso consumo energetico, questo per complicarmi la vita mi dice :be allora posso consigliarti un modello ancora migliorewink,
ed è uscito con umidificatore marca Cuoghi mod nader midi2, a primo impatto non c'è paragone ,i due modelli sopra citati sono molto più belli visivamente , mentre il cuoghi è praticamente un cubo, però per quel che riguarda la robustezza olimpia e mitsubishi hanno la scocca in plastica o policarbonato che sembra fragilissima mentre il cuoghi in metallo ,
ed infatti...
i primi 2 hanno 2 anni di garanzia mentre il cuoghi ne ha 5, midi2 ha un consumo bassissimo 223 watt per una superficie di 200 metri cubi, e produzione italiana che sicuramente preferisco, l'olimpia ha un prezzo notevolmente più basso degli altri due,
mentre il mitsubishi in modalità easy è il più silenzioso ed è il meno ingombrante.

Vorrei chiedere a lei che sicuramente è più avvezzo a leggere tra le schede tecniche e vedere eventuali pregi e difetti anche di valutare i modelli Cuoghi e così poter darmi un saggio consiglio, sarei interessato al modello nader midi2 oppure nader midi3.

Questo è il sito internet della casa http://www.cuoghi-luigi.it/ita/

grazie

 
 
 

 

Risposta inserita 13/06/2013 alle ore 10:38:08
Amministratore
da Elettro-domestici.com (ED)

Ho confrontato la scheda tecnica di nader midi2 e nader midi3 verso il Mitsubishi mj-e21cx-s1, che mi pare di capire sarebbe stata la tua scelta rispetto all’Aquaria. Riporto i dati per fare il quadro delle differenze da scheda tecnica, quindi non parliamo ne di estetica, robustezza ed altre caratteristiche specifiche che possono avere.

Volume trattato indicativo:

NADER MIDI 2 160 metri cubi
NADER MIDI 3 300 metri cubi
MJ-E21CX-S1 58 metri quadri (174 metri cubi)

Dal primo confronto ne esce vincitore il Midi 3

Capacità raccolta acqua:

NADER MIDI 2 13,7 L/24 H
NADER MIDI 3 20,4 L/24 H
MJ-E21CX-S1 21,5 L/24 H

Secondo confronto il Mitsubishi è migliore.

Temperature di lavoro [°C]
NADER MIDI 2 +5/+32
NADER MIDI 3 +5/+32
MJ-E21CX-S1 +1/+35

Terzo confronto il Mitsubishi è migliore.

Potenza assorbita [W]

NADER MIDI 2 223
NADER MIDI 3 295
MJ-E21CX-S1 365

Quarto confronto è migliore Midi2.

Per concludere il midi 2 non può essere confrontato al Mitsubishi, sono due segmenti di potenza diversi parliamo di un 13 litri contro un 21 litri. I 200 metri a cui fai riferimento non sono i metri cubi coperti ma la portata d’aria, che corrisponde ai metri cubi d’aria che riescono a passare nel deumidificatore in un’ora di funzionamento, che è una cosa molto diversa, quindi il riferimento è 160 metri cubi. Quindi confronterei con midi 3 e trovo un po’ di discordanza tra il volume dichiarato e l’umidità asportata, nel senso che la macchina riesce a fare ambienti più grandi se tira via più acqua, qui abbiamo un dato dove il midi fa un ambiente più grande però asporta meno acqua del Mitsubishi. Per l’intervallo di temperatura di funzionamento il midi ha una forbice più stretta, mentre per il consumo è un po’ più basso.

 
 
 
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea