Icona accesso.
Spazio trasparente.
Home
Apri discussione
Discussioni attive
Discussioni recenti
Faq
Regole
á
 
  [Esperienza] Deumidificatore Trotec?
Dona e sostieniCi.
 
     
 
 
     
 
 
     
 


Domanda inserita mercoledý 1 febbraio 2017 alle ore 00:06:25
Autore duta da cagliari (CA)

Ciao e innanzitutto complimenti per il sito, è veramente una miniera di informazioni. Per ora ho letto solo ciò che riguarda i deumidifcatori ma a breve leggerò anche gli argomenti riguardanti gli altri elettrodomestici.

Attualmente sto abitando in una casa in un posto piuttosto freddo e umido. In particolare la camera da letto, esposta a nord (come tutta la casa), soffre di problemi di umidità con condensa su finestra e pavimento e un po' di muffa; l'umidità in questa camera in questi mesi invernali è intorno all'80% (oscilla tra il 76 e l'83) con temperature che vanno dai 10 gradi ai 15 (non sempre raggiungibili). Il piano che mi interessa deumidificare è organizzato così: camera da letto (23 m3) andito (11 m3) piccolo bagnetto di pochi m3 e cucina (26m3) la quale però non è molto umida essendoci una stufa a pellet che secca l'aria e la riscalda bene. Per abbattere l'umidità avevo pensato di mettere un deumidificatore in camera. Come marca sono orientato su un Trotec, da quello che ho letto hanno con l'abbassarsi delle temperature una perdita di prestazioni minore rispetto ad altre marche. La cubatura totale da deumidificare è intorno ai 60-65 m3. Come modello avevo pensato o al TTK75S oppure al TTK75E che a livello di cubatura dovrebbero andare bene considerando che a 12 gradi la loro capacità di deumidificazione è dimezzata. Quest'informazione la fornisce la Trotec oppure è il risultato di prove pratiche che hai fatto? Tra i due modelli qual è la differenza, a parte le specifiche tecniche leggermente diverse? Non sono riuscito a capire cosa intenda Trotec con la lettera S e con la lettera E. La serie 75 come ti sembra come scelta?

ps Il deumidificatore che acquisterò lo userò nei prossimi anni anche in altre case con cubature maggiori che non hanno problemi evidenti di umidità con il solo scopo quindi di avere un ambiente più vivibile. Inoltre hanno temperature più alte e quindi il deumidificatore dovrebbe lavorare meglio.

Membro dal 29/01/2017
 
 

 

Risposta inserita mercoledý 1 febbraio 2017 alle ore 09:23:56
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Buongiorno e grazie per gli apprezzamenti.

 

Ritengo che la Trotec sia uno dei migliori, se non il miglior marchio di deumidificatori, dei quali abbiamo scritto un articolo e nel quali molti consumatori hanno espresso e riportato molte esperienze posistive.

Detto questo, i dati che abbiamo riportato sono stati estratti da fonti della Trotec, ed in particolare da alcuni grafici che indicano come alle temperature più basse un determinato modello sia utilizzabile. Per essere più pratici ti inserisco i grafici:

   

Come potrai notare alla temperatura di 12°C, se tiri una linea retta per incrociare il dato con la metratura o la cubatura ci si posiziona grosso modo sulla metà delle performance a pieno regime.

Non saprei dirti nello specifico perchè è stata utilizzata la lettera E e la S per altri modelli. Le differenze che ci sono tra il TTK75E ed il TTK75S, sono quelle tecniche che avrai già letto.

A mio avviso protenderei per il TTK75S, in quanto ha una capacità di deumidificazione superiore, un assorbimento più basso e possiede 2 velocità di ventilazione. Per contro, ed è una valutazione d fare, l'area di lavoro va dal 49 al 100% di umidità relativa, mentre il TTK75E, lavora dal 40 al 100%.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita mercoledý 1 febbraio 2017 alle ore 14:07:17
duta da cagliari (CA)

Grazie mille, sei stato chiarissimo.

Acquisterò il TTK75S, non appena lo provo scriverò una recensione.

A presto!

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita martedý 14 febbraio 2017 alle ore 02:10:01
duta da cagliari (CA)

Il deumidificatore è arrivato la settimana scorsa (il 9) e devo dire che sono soddisfatto. =)

Ora sto facendo dei test registrando temperatura, variazioni di umidità e pesando l'acqua raccolta dal deumidificatore con una bilancia (per misurare effettivamente la sua capacità di deumidificazione al variare della temperatura ambiente). Non appena avrò fatto un po' di misurazioni scriverò un post.

Per i dati relativi a umidità e temperatura sto usando due termoigrometri Trotec BZ05, acquistati insieme al deumidificatore. Secondo te sono affidabili? Oppure servirebbe qualcosa di più sofisticato?

Per quanto riguarda l'acqua raccolta dal deumidificatore, è corretto misurarla dopo un po' di tempo che è stato spento? Perché il primo giorno l'ho spento prima di andare a dormire e ho sentito che stava continuando a gocciolare anche dopo essere stato spento.

 

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita martedý 14 febbraio 2017 alle ore 10:03:58
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

I termoigrometri secondo me vanno bene. L'acqua che senti gocciolare dopo spento è quella relativa alla condensazione in corso, quindi si ne raccoglie un altro pò dopo spento, ma la differenza è pochissima. Restiamo in attesa dei tuoi test, che saranno di sicuro interessanti e certamente utili ad altri consumatori.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita martedý 14 febbraio 2017 alle ore 12:52:06
duta da cagliari (CA)

Ok perfetto, tra l'altro devo dire che l'accordo tra i due termoigrometri è molto buono.

Volevo chiedere un'altra cosa, il fatto di utilizzare il deumidificatore con una presa temporizzata può creare problemi all'apparecchio? Un'interruzione improvvisa di corrente può danneggiare il deumidificatore?

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita martedý 14 febbraio 2017 alle ore 16:11:55
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Sinceramente questo non te lo sparei dire.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita martedý 21 febbraio 2017 alle ore 22:28:16
duta da cagliari (CA)

Ho mandato una mail a tutte le principali ditte di deumidificatori e tutte quelle che mi hanno risposto (Comfèe Midea, Ariston, DeLonghi) mi hanno sconsigliato l'utilizzo dei temporizzatori. Ariston ha scritto che le interruzioni improvvise di corrente potrebbero danneggiare il deumidificatore.

Invece Trotec non mi ha risposto, avevo mandato in precedenza altre due mail per avere informazioni su alcuni modelli e poi sull'ordine, utilizzando anche il modulo di contatto online (come suggerito in una discussione qui sul forum). Invece al telefono (045-6200905) mi avevano risposto subito. 

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita mercoledý 22 febbraio 2017 alle ore 08:34:51
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Beh, in linea di massima le interruzioni di corrente improvvise non sono buone. Avere avuto delle risposte da loro certamente da delle indicazioni importanti e precise. Sarebbe buono ricevere risposta anche da Trotec.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita mercoledý 1 marzo 2017 alle ore 23:21:33
duta da cagliari (CA)

Olimpia Splendid invece mi ha detto che è possibile collegare il deumidificatore a una presa temporizzata purché l'intervallo tra accensione e spegnimento non sia inferiore a 5 minuti.... 

anche io sono del parere che un'interruzione improvvisa di corrente non sia il massimo....

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita giovedý 2 marzo 2017 alle ore 07:46:13
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Ok, restiamo in ascolto per altre risposte delle case produttrici wink

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita domenica 15 ottobre 2017 alle ore 13:37:37
duta da cagliari (CA)

Allora... eccomi qua... durante tutto l'inverno ho fatto varie prove e vari test. Devo dire che sono soddisfatto del deumidificatore, infatti il suo lavoro l'ha fatto benissimo, in quanto ha ridotto notevolmente l'umidità della casa nonostante le temperature piuttosto basse, che sono un ostacolo non indifferente per la maggior parte dei deumidificatori. Il suo utilizzo ha avuto un impatto praticamente nullo sulla bolletta, sia per l'assorbimento ridotto ma soprattutto per il fatto che grazie alle sue prestazioni non era necessario tenerlo acceso a lungo.

Inizialmente di notte l'ho utilizzato con un temporizzatore (un'ora acceso e un'ora spento), soluzione abbandonata quasi subito perché le varie case produttrici mi hanno sconsigliato la cosa in quanto il deumidificatore potrebbe danneggiarsi a causa delle improvvise interruzioni di corrente. L'ho quindi lasciato acceso continuativamente durante la notte (ma solo nelle giornate più fredde e umide). In generale alle basse temperature ho visto che riesce a deumidificare bene e abbastanza in fretta nel range 85-60 %, mentre tra il 60 e il 50 la diminuzione dell'umidità relativa è più lenta (ci si avvicina al 50%, limite di deumidificazione della macchina), ma la cosa non è un problema in quanto 60% è già un livello di umidità confortevole e inoltre per me è stato un enorme passo in avanti rispetto agli 80-85.

Non sono riuscito invece a portare a termine il test che più mi interessava, ovvero verificare la correttezza delle specifiche di fabbrica circa la capacità massima di deumidificazione a una determinata temperatura. Armato di termoigrometro, ho umidificato una stanza con bacinelle piene di acqua bollente e ho acceso il deumidificatore; nell'arco di oltre un'ora ho rinnovato l'acqua delle bacinelle per continuare a umidificare l'ambiente ma evidentemente non abbastanza, in quanto l'umidità relativa è scesa quasi subito a livelli più bassi, e i vetri delle finestre, ricchi di condensa prima dell'accensione del deumidificatore, dopo neanche dieci minuti erano già asciuttti. Nell'arco del test il deumidificatore ha quindi lavorato con un'umidità molto più bassa rispetto a quella alla quale la deumidificazione è massima, e quindi la quantità di acqua raccolta è stata molto minore. Riproverò il prossimo inverno cercando di umidificare maggiormente. Potrei provare a mettere il deumidificatore all'aperto?

Ho provato il deumidificatore anche d'estate. Devo precisare però che praticamente non mi è mai servito, in quanto il clima della mia città, nonostante sia sul mare e sia opinione comune essere molto umido, ha dei valori di umidità praticamente ideali. In tutta l'estate avrò acceso il demudificatore una decina di volte. Quando l'ho lasciato acceso tutta la notte, l'indomani l'ho trovato spento (flusso d'aria attivo ma compressore staccato) e il termoigrometro segnava 50% di umidità. Quindi c'è accordo tra il termoigrometro integrato nel deumidificatore e quelli che ho acquistato. Devo dire che però ho notato che l'accensione del deumidificatore aumenta la temperatura della stanza, e l'aria "trattata" esce bella calda, caratteristica accessoria sicuramente piacevole d'inverno ma non certo d'estate. Questo aspetto non so se sia comune a tutti i deumidificatori, potrebbe essere che questo modello, superiore agli altri marchi per quanto riguarda le basse temperature, sia meno adatto d'estate. Hai notato la fuoriuscita di aria bella calda anche da altri deumidificatori?

 

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita giovedý 27 giugno 2019 alle ore 12:19:49
duta da cagliari (CA)

Ho notato che deumidificando il Trotec emette aria tiepida.

Avendolo acquistato per un utilizzo prevalente durante i mesi freddi, non mi crea nessun problema. Potrebbe però essere meno adatto all'utlizzo estivo.

Mi chiedevo se gli altri deumidificatori (delonghi ecc) emettano anch'essi aria tiepida e come mai invece i climatizzatori split, se impostati in modalità deumidificazione, d'estate emettano aria fresca.

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita giovedý 27 giugno 2019 alle ore 12:54:29
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Normalmente l'aria dovrebbe uscire leggermente fresca o neutra, calore può provenire dal corpo stesso del deumidiifcatore in quanto il motore in azione crea riscaldamento.

Potrebbe essere una "caratteristica" del tuo modello, ma non saprei darti una risposta precisa. Puoi ricordare il modello in tuo possesso?

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita giovedý 27 giugno 2019 alle ore 16:59:17
duta da cagliari (CA)

Trotec  TTK75S

Quando lo acquistai scelsi questo modello perché aveva un decadimento di prestazioni minore con l'abbassarsi della temperatura rispetto alle altre marche. Quindi magari potrebbe darsi che l'aria calda centri qualcosa con queste caratteristiche.

Il suo lavoro durante l'inverno l'ha fatto egregiamente, risolvendo i problemi di umidità pur operando con temperature molto basse e avendo un costo d'acquisto più basso rispetto alla concorrenza; l'avevo acquistato direttamente sul sito della ditta e avevo risparmiato un bel po' di soldi, sia sul deumidificatore ma soprattutto sui due termoigrometri. Anche l'impatto sulla bolletta elettrica è stato pressoché nullo.

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita venerdý 28 giugno 2019 alle ore 08:04:56
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Ho analizzato il prodotto ed è proprio una sua caratteristica. Successivamente alla sua entrata l'aria, dopo essere raffreddata dal vaporizzatore e quindi essere privata dell'umidità, l'aria viene nuovamente riscaldata ed immessa nell'ambiente ad una temperatura superiore di 5°C a quella dell'ambiente.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita venerdý 28 giugno 2019 alle ore 16:21:03
duta da cagliari (CA)

Grazie, dove sei riuscito a trovare questa informazione?

Secondo te come mai questa caratteristica non è specificata dalla casa costruttrice? Io cercavo un deumidificatore per deumidificare una casa fredda e quindi l'aria più calda in uscita ha rappresentato un valore aggiunto. Mi rendo conto che però un consumatore che acquista il prodotto pensando anche a un utilizzo estivo potrebbe ritrovarsi una macchina che deumidifica si molto bene, ma aumenta anche la temperatura dell'ambiente (vanificando in parte il miglior comfort ottenuto dalla diminuzione dell'umidità)

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita venerdý 28 giugno 2019 alle ore 17:54:38
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

L'informazione è riportata sul libretto di istruzioni, quindi in realtà lo dichiarano. 

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita lunedý 1 luglio 2019 alle ore 16:30:00
duta da cagliari (CA)

Ok, verifico. Dalla Trotec mi hanno detto che è una caratteristica propria di tutti i deumidificatori a condensazione. I classici demudificatori "estivi", per intenderci i vari DeLonghi eccetera (che non avevo scelto per via della repentina perdita di efficienza conl'abbassarsi della temperatura), che tipo di deumidificatori sono? Non a condensazione?

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita martedý 2 luglio 2019 alle ore 11:58:26
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Anche quelli De Longhi sono indicati essere dei modelli a condenszione. Sinceramente non saprei dirti se anch'essi riscaldano. 

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita mercoledý 3 luglio 2019 alle ore 20:24:15
duta da cagliari (CA)

Ok, ho mandato qualche mail ad alcune case, vediamo che dicono

Membro dal 29/01/2017
 
 
 

 

Risposta inserita giovedý 4 luglio 2019 alle ore 14:36:09
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Ok, allora attendiamo di sapere.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita giovedý 4 luglio 2019 alle ore 17:49:42
duta da cagliari (CA)

Risposta della De Longhi:

L’aria rilasciata dal deumidificatore dopo avere perso l’acqua in eccesso (passando attraverso l’evaporatore) è fredda. Prima di venire rilasciata nell’ambiente l’aria passa attraverso il condensatore che la riscalda uscendo quindi ad un temperatura uguale o leggermente più calda di quando è entrata.

 

Risposta della Trotec

[l'aria calda in uscita] è una caratteristica propria di tutti i deumidificatori a condensazione. Tenga però presente che c'è una differenza tra temperatura effettiva e temperatura percepita: la prima aumenta, mentre la seconda eliminando l'umidità diminuisce.

Membro dal 29/01/2017
 
 
 
 
 
Sostienici.

 

 
 
á
Linea
á
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea