Icona accesso.
Spazio trasparente.
Home
Apri discussione
Discussioni attive
Discussioni recenti
Faq
Regole
 
 

Quale potenza per la scelta del mio deumidificatore

Dona e sostieniCi.
 


Domanda inserita 31/08/2013 alle ore 16:04:04
Autore
pyccio da --------- (--)

Salve, questa la mia situazione: appartamento al primo piano di circa 65 mq aperto su 3 lati, composto da salotto-cucina e due camere (di circa 35 metri cubi).
Gli infissi sono molto isolanti e sulle porte finestre per tutto l'inverno si è formata acqua; questo ha comportato la formazione di muffa gialla in varie pareti ma sopratutto nelle camere (una esposta a nord e l'altra a sud), mentre paradossalmente si è formata meno in cucina e in bagno. Nell'appartamento non c'è la sensazione di umido ma evidentemente l'aria non è sufficientemente secca per evitare la formazione della muffa.
D'inverno è ovviamente riscaldato con una temperatura di circa 20 gradi. A questo proposito mi chiedevo se è opportuno che la temperatura sia più alta o più bassa al fine di evitare la formazione della muffa.
Inoltre, oltre ad aver fatto un trattamento sanificante sulle pareti colpite, ho pensato di acquistare 1 o più deumidificatori per prevenire il problema nel prossimo inverno.
Avrei bisogno di un consiglio sul tipo di deumidificatore più adatto, in particolare se è preferibile acquistare uno più potente o 2/3 da distribuire nelle stanze, su quale fascia di potenza orientarmi e quanto tempo dovrebbero restare accesi durante il giorno.
Inoltre preferirei un modello particolarmente silenzioso e con una funzione di rilevamento dell'umidità in modo che possa spegnersi al raggiungimento della soglia giusta.

Grazie per la disponibilità

 
 

 

Risposta inserita 02/09/2013 alle ore 12:50:05
Amministratore
da Elettro-domestici.com (ED)

Buongiorno, più l’aria è calda maggiore è la sua capacità di contenere acqua, in inverno con l’abbassamento della temperatura, l’acqua presente nell’aria viene ceduta andando a fissarsi sulle pareti ed in particolar modo sui vetri o parte degli infissi in quanto si verifica una maggiore differenza termica e conseguentemente una cessione di acqua superiore. In questi casi una elevata percentuale di acqua ed una persistenza continua genera la formazione delle muffe. Se l’ambiente è suddiviso in stanze, la concentrazione di umidità e diversa da ambiente ad ambiente, così come i punti di sedimentazione, magari ci sono pareti che sono più colpite rispetto ad altre, quindi preferibili più deumidificatori. Per la potenza bisogna leggere le indicazioni riportate sulla scheda tecnica, di ogni singolo deumidificatore, dove è indicata la portata in metri cubi che riesce a coprire, considerando però che il dato dichiarato si riferisce ad una condizione ambiente con temperatura di 30/32°C ed una umidità relativa dell’80% e che in inverno con una temperatura di 18/20°C tale prestazione grosso modo si dimezza. Nella pagina "confronto deumidificatori" ne trovi una serie di deumidificatori con indicati i dati tecnici in dette condizioni.

 
 
 
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea