Spazio trasparente.
 

Analizziamo nel dettaglio come si articola la garanzia legale del marchio Ariete

 
Marche.
Ariete marchio appartenente alla De'Longhi Appliances s.r.l , garantisce secondo il DLgs n. 206/2005, i suoi apparecchi per un periodo di mesi 24. Per poter vantare il diritto alla garanzia in quest’arco di tempo è necessario possedere lo scontrino fiscale o una prova di acquisto del bene. In caso di acquisto con fattura, quindi ai fini professionali, la garanzia del bene diventa di 12 mesi. In caso di smarrimento del documento di acquisto, si perdono i diritti alla garanzia.

Nella copertura in garanzia si parla di difetto di conformità, per il quale è bene specificare che esso, oltre ad essere riconducibile al difetto funzionale vero e proprio, è anche identificabile in un funzionamento non conforme all’apparecchio. Nello specifico rientrano in queste tipologie, la mancanza di conformità con quanto descritto dal venditore al momento dell’acquisto, la non conformità di funzionamento con quanto abitualmente ci si aspetta da uno specifico elettrodomestico, con una non conformità con quanto pubblicizzato o comunicato verbalmente al consumatore su caratteristiche mancanti.

Aggiungiamo inoltre che è bene precisare che la garanzia copre i difetto nel momento in cui l’articolo viene utilizzato in modo corretto, quindi rispettando la destinazione d’uso e seguendo le indicazioni tecniche riportate sul libretto di istruzioni. Per fare un esempio, se acquistiamo un frullatore ed all’interno inseriamo del pane duro, con l’intento di farlo grattugiare, è evidente che non essendo a questo destinato, la probabile rottura non è coperta da garanzia.

In caso di difetto, l’iter per la riparazione, o eventuale sostituzione con prodotto uguale o con medesime caratteristiche, può seguire due strade principali. La prima è quella di riportarlo presso il rivenditore dove si è effettato l’acquisto, ricordiamo che questi n’è sempre responsabile. La seconda è di recarsi presso il centro assistenza tecnico di zona più vicino, anche se è possibile, sempre congiuntamente alla prova di acquisto, portarlo presso qualsiasi centro autorizzato sul territorio nazionale.

Al momento della consegna presso il rivenditore o il CAT, viene rilascia la ricevuta, sulla quale è buona norma indicare, oltre al difetto dichiarato dal consumatore, se presenta danni estetici visibili e lo stato di usura generale, in modo da poter contestare se durante la movimentazione il prodotto ha subito dei danni.

Termini di garanzia.

Ariete si riserva, nel momento in cui il prodotto viene inviato presso il centro, in assenza di una delle condizioni che fa valere la garanzia, di addebitare i costi di verifica e ripristino nonché di eventuali trasporti a carico del produttore.

LE ALTRE GARANZIE

Logo Smeg.
Logo Siemens.
Logo Severin.
Logo Samsung
Logo Rowenta.
Logo Philips.
Logo Moulinex.
Logo Miele.
Logo Lg.
Logo Laica.
Logo Kenwood.
Logo Imetec.
Logo Howell.
Logo Hotpoint.
Logo Hoover.
Logo Girmi.
Logo Ferrari.
Logo De Longhi.
Logo Dcg.
Logo Braun.
Logo Bosch.
Logo Black Decker.
Logo Ariete.
Logo Alessi.

Pubblicato: 1 aprile 2016

 
articoli sul tema:
 
spazio
Potrebbe interessarti
   
Spazio trasparente.
Oltre alla tecnologia tradizionale, oggi il mercato propone dei deumidificatori che utilizzano un minerale per riuscire ad asportare l’umidità presente nell’ambiente. A tal proposito vogliamo portare a conoscenza l’esistenza di un particolare deumidificatore, prodotto dalla Mitsubishi Electric il modello MJ-EZ6CX-S1-IT, che impiega la zeolite per assorbire l’umidità presente nell’ambiente.

Pubblicato:
martedì 9 ottobre 2012
 
   
Spazio trasparente.
Molte volte si sente parlare della diversa capacità di raffreddamento di un frigorifero in base alla tecnologia utilizzata, tra no-frost, ventilata o statica. La conclusione dell’analisi verte sulla migliore capacità di conservare gli alimenti del no-frost, poi del ventilato ed infine dello statico.

Pubblicato:
giovedì 22 settembre 2011
 
   
Spazio trasparente.
Un difetto che in alcuni casi possiamo riscontrare in una stufa a gas è quello relativo alla mancata accensione, ovvero nel tentativo di accenderla continuiamo a fare uscire del gas, vediamo comparire la scintilla del piezoelettrico, ma la fiamma pilota non si accende.

Pubblicato:
giovedì 31 gennaio 2019
 
   
Spazio trasparente.
Il panorama delle lavatrici proposte sul mercato ha raggiunto per quanto riguarda il consumo di energia elettrica dei risultati degni di grande apprezzamento. Non sono più commercializzate, anche perché non sono più prodotte, almeno per quanto riguarda la maggior parte dei mercati, lavatrici di classe inferiore alla A. Ci orientiamo all’acquisto, solitamente su un prodotto medio, in altri casi pretendendo delle migliori prestazioni di lavaggio, asciugatura e programmi speciali su una lavabiancheria di alta qualità. In ogni caso abbiamo acquistato un prodotto in classe A, associando alla categoria energetica in questione il basso consumo.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
   
Spazio trasparente.
La pompa di scarico in una lavatrice o lavasciuga, ma anche in una lavastoviglie, ha la funzione di espellere l’acqua dall’interno della vasca, nel momento in cui il programma di lavaggio lo necessita, questo abitualmente si verifica prima dell’inizio della fase di carico dell’acqua, successivamente durante la fase dei risciacqui ed infine al termine del lavaggio.

Pubblicato:
mercoledì 12 aprile 2017
 
   
Spazio trasparente.
Premesso che ogni condizionatore ha una sua potenza termica e per capirci meglio per tale potenza si intende quella che comunemente è identificata con i btu/h, va detto che nello scegliere un impianto si può commettere un errore grossolano in riferimento a detta potenza.

Pubblicato:
martedì 13 ottobre 2015
 
   
Spazio trasparente.
L’1 gennaio del 2013 è entrata in vigore la normativa che impone l’obbligo di utilizzare una specifica energy label per i climatizzatori domestici fino ad una potenza di 12 Kw.

Pubblicato:
martedì 8 aprile 2014
 
   
Spazio trasparente.
Come già spiegato in altri articoli per identificare il consumo energetico di una lavatrice basta leggere il dato riportato sulla Energy label applicata su di essa. Tuttavia l’identificazione del consumo non ci consente di farci un’idea immediata di quanto sia la differenza tra le diverse classi energetiche.

Pubblicato:
martedì 29 maggio 2012
 
   
Spazio trasparente.
Come ben sappiamo la direttiva 92/75/CEE del 22 settembre del 1992, stabilisce i criteri sull’etichettatura energetica degli elettrodomestici. Tra queste vi è anche quella relativa alla lavasciuga, che diversamente da quelle di altri elettrodomestici, non ha subito dei cambiamenti, con l’entrata in vigore della nuova, a partire da giorno 1 gennaio del 2013.

Pubblicato:
venerdì 6 dicembre 2019
 
   
Spazio trasparente.
L’idea di guardare il televisore con una dimensione in più risale già a tempi molto lontani, ed esattamente intorno all’anno 1920 cominciavano le prime sperimentazioni, riprese successivamente intorno agli anni ’70 quando si cominciarono ad usare degli occhiali con lenti bicolore, in grado di generare un effetto tridimensionale, naturalmente molto lontano da quello attuale.

Pubblicato:
martedì 31 maggio 2011
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su