Icona accesso.
 
 

Analizziamo nel dettaglio cosa offre la garanzia legale e convenzionale del produttore Liebherr

 

Liebherr garantisce i propri elettrodomestici per un periodo di 24 mesi dalla data di acquisto del prodotto, da dimostrare con un documento fiscale. In caso di intervento in garanzia deve essere esibito al tecnico autorizzato lo scontrino, o altro documento equivalente, indicante il nome del rivenditore, la data di acquisto, la tipologia ed il modello di prodotto acquistato, congiuntamente al certificato di garanzia che si trova nel prodotto alla consegna.

La garanzia copre i difetti funzionali di fabbricazione per due anni e comprende la manodopera, i ricambi originali, la trasferta del prodotto qualora fosse necessaria per la riparazione, ed il diritto di chiamata. Sono escluse dalla garanzia tutti i difetti scaturisti da circostanze di utilizzo improprio, come una non corretta installazione, un uso non domestico, riparazione effettuate da personale non autorizzato, negligenza ed altro.

Per richiedere un intervento in garanzia il cliente deve contattare il numero verde gratuito 800 812 626, che provvede a contattare il centro assistenza tecnico più vicino.

Termini di garanzia.

Con Liebherr è possibile usufruire di un allungamento della garanzia convenzionale di un periodo di ulteriori 12 mesi. L’estensione di garanzia è totalmente gratuita e deve essere effettuata entro 15 giorni dalla data di acquisto del prodotto.

Per effettuare l’allungamento bisogna seguire la procedura on-line, il numero seriale dell’elettrodomestico, che si trova nell’etichetta consegnata con il manuale di utilizzo o sull’etichetta affissa sul prodotto. Nella pagina in questione vengono forniti gli estremi per identificare la posizione dell’etichetta sugli elettrodomestici. A seguire vengono richiesti altri dati identificativi del prodotto, come il numero di service, si trova sull’etichetta, i dati del rivenditore ed i dati di chi sottoscrive come acquirente il modulo.

Il periodo di garanzia aggiuntivo di 12 mesi, copre i difetti come per il periodo precedente, con esclusione del pagamento del diritto di chiamata che è fissato nella cifra di 40,00 euro e di eventuali spese di trasporto e prelievo dell’apparecchio.

Logo Hotpoint Ariston.Logo Rex Electrolux.Logo Hoover.Logo Aeg Electrolux.Logo Bosch.Logo Candy.Logo Haier.Logo Ignis.Logo Whirlpool.Logo Bauknecht.Logo Indesit.Logo Liebherr.Logo Miele.Logo Nardi.Logo Sangiorgio.Logo Smeg.Logo Zoppas.Logo Samsung.

Pubblicato: 09 novembre 2012

Articolo aggiornato: giovedì 5 febbraio 2015

 
 
 
 
 
 
Commenti recenti
Icona regione.
Shara da Milano giorno 05/02/2015
Al momento dell'acquisto del frigorifero LIEBHERR presso euronics di viale monza 204 (MI) il 6 dicembre 2014 (consegna 19 dicembre) ho fatto un'estensione garanzia di altri 3 anni (95 euro: numero 294658 - serenissima 6 VI 1250 - euronics - servizio aggiuntivo fino a + 3 anni). A parte il pagamento da ricevuta non ho nient'altro. Che devo fare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Shara, torna al negozio con la ricevuta e fatti stampare la tua garanzia. Tutti i tuoi dati sono caricati nel loro gestionale delle garanzie, ti troveranno subito, non c’è problema.
Icona regione.
Giulia da Cagliari giorno 14/08/2013
Vorrei sapere se ai fini della copertura della garanzia è necessario esibire il certificato e se lo stesso certificato di garanzia è sempre presente nelle confezioni originali.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giulia, la validità della garanzia è fornita dalla presentazione congiunta della prova di acquisto, scontrino o documento fiscale e dal certificato di garanzia convenzionale. Tuttavia può capitare di non trovare il certificato di garanzia all'interno del prodotto ed il fatto che la garanzia convenzionale è stabilita dalla legge, anche in assenza del certificato non si creano dei problemi di ammissibilità del diritto alla garanzia. Al contrario la mancanza di un documento fiscale che ne confermi la data di acquisto la fa decadere. Nel caso in cui non hai trovato il certificato di garanzia puoi comunque scaricarlo da qui.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessareti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Come abbiamo visto nell’articolo sull’energy label delle aspirapolveri ad uso generale (link), a partire da giorno 1 settembre 2014 entra a far parte del panorama dell’etichettatura energetica quella che regolamenta il mondo dell’aspirazione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Un altro componente che può essere responsabile del mancato avvio del motore oltre al termostato, che abbiamo già visto in un articolo precedente o al motore stesso, può essere il relè.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Effettuata una valutazione dell’ambiente che abbiamo necessità di deumidificare, dobbiamo concentrarci su quale apparecchio possa rispondere meglio, per ripristinare la giusta percentuale di umidità.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Questo codice di errore identifica una problematica relativa al funzionamento del motore e più nello specifico che il triac, responsabile della sicurezza del motore è in corto circuito. La scheda durante l’azione di controllo e di gestione dei vari elementi ha riscontrato il corto circuito del triac: un componente elettronico progettato per controllare carichi in corrente alternata.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’acquisto viene oramai dettato, oltre che dalle caratteristiche tecniche e dalle esigenze estetiche, dalla classe energetica. Su ogni forno troviamo evidenziata la classe energetica (hanno raggiunto tutti la classe A), che diventa un dato significativo nella scelta tra i vari modelli presenti sul mercato, appiattendo però di fatto differenze importanti, che possono, se non conosciute, condizionare la nostra vita domestica nella gestione del nostro tempo e dei vari apparecchi elettrici.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Come abbiamo già letto nell’articolo sulla stufa a gas che non emette la scintilla di accensione, ci possiamo trovare in presenza di una stufa nella quale non funziona il piezoelettrico. In alcuni casi è semplicemente staccato il filo conduttore della carica elettrica, mentre in altri è proprio il meccanismo dal quale scaturisce la scarica elettrica a non essere funzionante.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea