Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Quale sono le cause della fiamma bassa dei fornelli e come intervenire per risolvere.

Con il passare del tempo ci si può trovare nella condizione in cui i fuochi a gas del piano cottura o della cucina di libera installazione non funzionino più correttamente, ovvero si accendono ma l’intensità della fiamma è bassa.

In questo caso non parliamo della fiamma bassa sul minimo, per la quale rimandiamo alla lettura dell’articolo sulla regolazione del minimo,  ma di fiamma bassa in generale, quindi anche sul massimo. Una fiamma talmente bassa che non ci consente più di avere quella intensità di calore necessaria per cucinare adeguatamente.

La causa è da ricondurre alla presenza di un accumulo di sedimenti delle varie cotture, che nel corso del tempo si sono insediate al di sotto del piano di cottura, andando ad ostruire gli ugelli. Difatti attraverso questi, e nello specifico attraverso un piccolissimo foro al loro interno, avviene il passaggio della giusta quantità di gas, che se inibito, quindi ridotto nel passaggio genera questo malfunzionamento.

Gli ugelli a seconda del piano, possono trovarsi a vista, quindi nella parte superiore della lamiera in acciaio e precisamente al di sotto del gruppo bruciatore (cappellotti e sparti fiamma), in questo caso basta svitarli (chiave numero 7 a tubo) dallo loro sede, oppure possono trovarsi al di sotto di tale base. In quest’altra condizione, invece, bisogna estrarre tutti i bruciatori (può capitare che in qualche piano dove non sono stati tolti spesso, siano incastrati, in questo caso è opportuno utilizzare dei disincrostanti) e individuare le viti, che tengono ancorato l’acciaio al resto del piano. Le viti si trovano intorno ad ogni gruppo bruciatore ed in alcuni casi anche nella parte posteriore del piano, in ogni caso sono ben identificabili.

A questo punto possiamo sollevare il piano, sempre dopo aver estratto le manopole della regolazione del gas di ogni singolo fornello.

Ora ci troviamo davanti alla parte sottostante del piano di cottura, nel quale sicuramente noteremo la presenza di vari sedimenti, incrostazioni e magari anche la formazione di ruggine. Per eseguire un buon lavoro, si consiglia di procedere alla pulizia con l’impiego di prodotti disincrostanti e vari, facendo attenzione a non far staccare eventuali fili relativi ad accensioni elettroniche o valvola di sicurezza.

Terminata, o in concomitanza alla pulizia, svitiamo gli ugelli (chiave n° 7 a tubo ed inglese), ricordandoci la posizione di ognuno di loro o per non sbagliare ne puliamo uno per volta.

Noteremo che gli ugelli hanno cambiato colore rispetto al loro aspetto originale, questo non comporta nessuna problematica nel funzionamento. Prendendo l’ugello in mano, possiamo pulirlo esternamente, con l’ausilio di carta vetrata fine, questa operazione non è  importante ai fini della sua efficienza, successivamente spruzziamo del disincrostante all’interno del foro di passaggio del gas e lasciamolo riposare per alcuni minuti. Una volta asciugato prendiamo un ago o uno spillo (preferibile più di uno e di diverse misure, i fori degli ugelli variano leggermente) ed infiliamolo all’interno del foro, lo estraiamo e ci soffiamo all’interno, preferibile con dell’aria compressa, o in assenza con la bocca. Ripetiamo l’operazione più volte fino a quando guardando in controluce il foro, lo vediamo completamente libero e circolare.

Una volta che abbiamo terminato tutte queste operazione e riavvitato gli ugelli, possiamo richiudere il piano e passare alla verifica di fatto del funzionamento.

Se abbiamo fatto un buon lavoro vedremo i fornelli funzionare come quando il piano era nuovo.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 
Commenti recenti
Icona regione.
Luigi da Olbia giorno 14/12/2021
Quando accendo più fornelli la fiamma si riduce in modo eccessivo. Qual è il motivo, quale soluzione mi suggerite.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luigi, significa che giunge una quantità di gas insufficiente, limitata, che distribuendosi tra i fornelli essendo insufficiente, ne riduce la fiamma. Se hai la bombola, verifica che il rubinetto sia aperto bene, cambia regolatore. Nel caso del metano è sempre un problema di quantità di gas.

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo trattato in un articolo precedente, di come eseguire, in un forno ventilato, una verifica circa il funzionamento del motorino della ventola ed eventualmente in caso di rottura, come procedere alla sua sostituzione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La maggior parte dei forni da incasso o delle cucine libere da installazione sono dotate del forno elettrico. Ci sono però anche dei modelli di forno in entrambe le categorie, che possiedono il forno a gas.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il piano di cottura è certamente un elemento essenziale ed indispensabile in ogni cucina componibile, può, a seconda dello spazio che destiniamo alla sua collocazione, essere di misure diverse.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Sia che si tratti di una cucina libera da installazione o un piano cottura da incasso il funzionamento può avvenire sia con gas gpl che con gas metano. A seconda del modello, la fabbrica predispone la cottura con gas gpl o gas metano seguendo nella maggior parte dei casi una logica comune, che ci consente di capire solo guardando il prodotto se si tratta di un piano cottura gpl o metano o nel caso di una cucina non da incasso il tipo di gas a cui è predisposta.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il malfunzionamento del termostato in un forno da incasso, ma in generale in ogni tipo di forno, può manifestarsi in modo diverso. Potrebbe capitare che il forno non si accenda, oppure che si spenga improvvisamente o ancora che il forno riscaldi in modo eccessivo.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Per mantenere in buono stato di funzionamento la cappa della cucina, sia essa un modello aspirante o filtrante, è necessario tenere i filtri sempre efficienti. La loro efficacia, chiaramente, dipende dal loro stato di pulizia.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea