Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Smontare un trascinatore rotto e sostituirlo con uno nuovo correttamente.

All’interno del cestello della lavatrice a seconda del modello sono presente tre o quattro trascinatori asimmetrici, che hanno la funzione di muovere i tessuti durante le rotazioni del cestello ed allo stesso tempo essendo forati, riempirsi di acqua nel momento in cui si trovano nel lato inferiore e rilasciarla per caduta, quando sono nella parte alta.

Si chiamano proprio per questo trascinatori, in quanto trascinano i tessuti per poi lasciarli cadere agevolando l’azione del lavaggio. Col trascinamento dell’acqua invece creano l’effetto pioggia o a caduta.

Ad ogni modo i trascinatori hanno un ruolo molto importante al fine di determinare un buon risultato di lavaggio. Durante il tempo sono anch’essi soggetti ad usura o rottura ed è per questo motivo necessario sostituirli se necessario.

Una spaccatura, uno spostamento o altro crea durante il lavaggio un problema in quanto i tessuti si impigliano e oltre a non garantire un buon risultato finale, possono rovinare i capi d’abbigliamento.

Per capire come sostituirli è necessario comprendere come sono fissati, questo ci consentirà di avere una indicazione su come fare. I trascinatori sono dotati di alcune sporgenze, solitamente tre per lato, che si infilano all’interno delle guide presenti sul cestello della lavatrice. La guida nella parte inziale è larga per consentire alla sporgenza di potervi entrare. Successivamente spingendo il trascinatore verso l’interno, le sporgenze si incastrano nelle guide del cestello che si restringono.

Ogni trascinatore una volta incastrato, durante il lavaggio col movimento del cestello potrebbe sganciarsi, pertanto è fissato a seconda del modello con una vite o con una linguetta metallica, che si fissa dalla parte inferiore, quindi da sotto. Alcuni modello invece sono semplicemente ad incastro.

Per sganciare un modello fissato con la linguetta in acciaio, è necessario infilare un cacciavite, solitamente nel buco centrale del trascinatore, e poggiare la punta sulla linguetta. Bisogna muoversi lentamente e rendersi conto che si è agganciata la linguetta. Spingere verso il basso in modo tale da liberare l’incastro e consentire al trascinatore di muoversi.

Per estrarlo bisogna esercitare forza verso l’esterno, tirarlo per intenderci. Per aiutarci possiamo utilizzare una chiave o un oggetto lungo per fare leva dall’interno verso fuori.

Nel caso in cui abbiamo difficoltà ad intercettare ed abbassare la linguetta, e considerato che il trascinatore che stiamo togliendo è da sostituire, possiamo, senza abbassare la linguetta, fare leva con una chiave, la linguetta si piegherà ed il trascinatore verrà estratto.

In caso in cui invece è fissato con una vite, dobbiamo necessariamente svitarla da sotto. Questa procedura è valida anche per la linguetta e comunque necessaria per fissarlo in entrambi i casi.

Dobbiamo, ovviamente con la spina staccata così come tubo di carico e scarico, piegare la lavatrice su un fianco ed andare a svitare l’anello di tenuta che fissa, il manicotto che conduce l’acqua dal fondo della vasca alla pompa di scarico. Il foro che rimarrà a vista, ci consente di vedere il cestello dal di sotto e ruotandolo possiamo raggiungere il trascinatore identificando il punto dove è presente la vite o la linguetta e pertanto svitarla o alzarla, per estrarlo. Avvitarla o abbassarla per incastrarlo.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La mancata rotazione del cestello della lavatrice può essere causata da un difetto del motore. In altri articoli abbiamo visto le cause che ne possono impedire il funzionamento: le spazzole, il condensatore, la cinghia fuoriuscita. In alcuni casi è la scheda che non gli consente di funzionare.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Rispetto ai modelli di qualche anno fa, la lavatrice con carica dall’alto ha visto il cassetto del detersivo spostarsi dal suo collocamento nel mobile, all’inserimento nello sportello della lavatrice.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Questo errore si riferisce ad una problematica relativa allo scarico dell’acqua di lavaggio o comunque in generale allo scarico in qualsiasi momento esso avvenga.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Capita alcune volte, che dopo aver effettuato un carico in lavatrice ed avviato un programma, di vederlo iniziare e dopo essere usciti da casa, al rientro, quando oramai il ciclo dovrebbe essere già terminato da parecchio tempo, accorgersi che in realtà gli indumenti stanno ancora girando all’interno del cestello o sono fermi, ma il lavaggio non e comunque terminato.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’errore E32 in una lavatrice Electrolux, identifica un problema di calibrazione del pressostato a membrana. In buona sostanza prima dell’inizio di ogni lavaggio, questo succede su tutte le lavatrici, viene avviata una fase di scarico, che ha lo scopo di svuotare la vasca da eventuale acqua residua, ma soprattutto creare un livello 0 (zero) di acqua e consentire la calibrazione del pressostato.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Per stabilire se la resistenza della lavatrice, della lavasciuga o della lavastoviglie è funzionante è necessario eseguire un test di continuità ohmica su di essa. Per effettuare questo tipo di intervento è necessario l’impiego di un tester. La prova può essere eseguita direttamente sulla resistenza montata sull’elettrodomestico, pertanto non c’è necessità di smontarla.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea