Asciugatrice sul balcone o sgabuzzino cosa considerare prima di farlo!

asciugatrice sul balcone

L’asciugatrice è un elettrodomestico diffuso in modo consistente nelle nostre case, apporta un grande beneficio in termini di gestione del bucato. Poter asciugare senza dover stendere la biancheria, per la quale altrimenti è necessario disporre di uno spazio in casa o all’aperto ed in questo caso utilizzabile solo quando non piove, è assolutamente comodo, oltre a far risparmiare tempo. Per usarla tuttavia è necessario disporre dello spazio in casa per poterla sistemare ma se non c'è, come regolarsi se si deve mettere l’asciugatrice in uno sgabuzzino, un ambiente piccolo o sul balcone?

Cosa trovi in questo articolo:

Dove mettere l'asciugatrice

Asciugatrice sul balcone si può?

Asciugatrice in ambiente piccolo si può?

Video limiti tecnici asciugatrice

Domande poste dai consumatori

Commenti per chiedere informazioni



Dove mettere l'asciugatrice

Acquistare l’asciugatrice può essere in alcuni casi una comodità in più, pensiamo al caso in cui si dispone di spazio per stendere la biancheria, mentre in altri una necessità, quando non si ha lo spazio. A prescindere dal motivo dell’acquisto, c’è, in tale fase, da fare una considerazione molto importante in riferimento alla sua collocazione. Non tutte le case o appartamenti o comunque unità abitative dispongono di uno spazio dedicato, e, diversamente da quanto avviene per una lavatrice, per la quale basta disporre di uno spazio anche minimo e si può sistemare, l’asciugatrice ha delle condizioni ambientali da rispettare.

In termini di praticità la sua sistemazione è preferibile che sia nelle vicinanze della lavatrice, questo per non creare disagio nel doversi spostare e portare in un altro ambiente gli indumenti lavati e da asciugare. Per quanto riguarda idee di posizioni o di inclusioni d'arredo, le lasciamo alla fantasia di ognuno, qui ci rifacciamo a dove mettere l'asciugatrice per non incorrere in delle limitazioni delle prestazioni. L'asciugatrice può essere sistemata senza nessun problema in qualsiasi ambiente, ovviamente è preferibile che esso sia uno spazio dedicato come una lavanderia o anche un bagno, ad ogni modo è necessario che sia presente una presa per l'alimentazione elettrica e, cosa molto importante che l'ambiente non sia angusto, piccolo e allo stesso tempo troppo freddo o troppo caldo.

Asciugatrice sul balcone si può?

Abbiamo visto che se si dispone di un ambiente grande non ci sono problemi per la sistemazione dell'asciugatrice, se invece lo spazio in casa è limitato e si pensa di sistemarla sul terrazzo da qualche parte, allora è necessario considerare degli aspetti molto importanti, che se non presi in esame possono diminuire le sue prestazioni o inficiarne totalmente il funzionamento. Sul mercato sono disponibili due tecnologie di asciugatrice, quella a pompa di calore e quella a condensazione, per chi volesse approfondirle vi rimandiamo alla lettura della guida "differenza tra asciugatrice pompa di calore e condensazione".

Volendo dare una risposta secca alla domanda: asciugatrice in balcone si può mettere? La risposta deve essere no! Tuttavia c'è chi la mette e non ha problemi o sembra non averne. Ma tralasciando i casi specifici scendiamo nell'aspetto tecnico che ci fa capire per quale motivo è preferibile non posizionare una asciugatrice all'esterno di casa. Tecnicamente una asciugatrice a pompa di calore dispone di un intervallo di temperatura entro il quale tecnicamente funziona, superato il limite si blocca!

Limiti temperatura funzionamento asciugatrice
Min Max
+5°C +35°C

Ora che sappiamo che l'intervallo di funzionamento della pompa di calore è compreso tra i 5°C ed i 35°C, ne consegue che se mettiamo l'asciugatrice in terrazzo potremmo non avere nessun problema di funzionamento nella stagione autunnale o primaverile quando le temperature si trovano comprese nell'arco indicato. Tuttavia se consideriamo che il suo utilizzo è prevalente nella stagione più fredda, i problemi di resa ci possono certamente essere. Ma tralasciando le ipotesi delle temperature, dobbiamo considerare il dato oggettivo, che ci indica che in condizioni di temperatura ben precise l'asciugatrice non rende. Inoltre dobbiamo precisare che l'intervallo dato indica che il funzionamento della pompa di calore in questo arco è garantito, tuttavia nel momento in cui la temperatura si avvicina agli estremi del range, la resa, sebbene l'asciugatrice continua a funzionare, diminuisce. Questo significa che la capacità di produrre calore è inferiore, conseguentemente i tempi di asciugatura nei programmi automatici si allungano, mentre nei cicli a tempo i risultati risultano essere insufficienti.

Tutto questo non significa in senso assoluto che l'asciugatrice non si può mettere sul balcone, ma ovviamente i limiti tecnici sono da tenere in considerazione. Ad esempio se la città in cui si vive, la temperatura esterna è di giorno e di notte sensibilmente al di sotto dei 5°C, non si deve mettere l'asciugatrice fuori! Se al contrario si ha una temperatura che non scende al di sotto della soglia dei 5° C e, quando si impiega l'asciugatrice, è molto al di sopra, si può sistemare in balcone. Altra cosa da considerare per la temperatura esterna è il rischio di congelamento di acqua residua all'interno dell'elettrodomestico che congelando può rompere il componente che la contiene.

Fino ad ora ci siamo soffermati sulla pompa di calore, ma una soluzione diversa che consente di mettere l'asciugatrice all'aperto c'è, e si chiama condensazione, ovvero la tecnologia che per riscaldare utilizza la resistenza elettrica. Con questa asciugatrice non c'è un limite di temperatura che possa inficiarne il riscaldamento, se non condizioni veramente estreme di freddo o di caldo che vanno molto oltre i limiti prima indicati, ma questo ovviamente è una circostanza che può inficiare il funzionamento di altri elettrodomestici. Per tornare all'esempio della città di prima, se la temperatura esterna è di 4°C o anche più bassa l'asciugatrice a condensazione può stare fuori e funzionare! Una volta che abbiamo stabilito questo possiamo orientare la nostra scelta su un modello a pompa di calore o a condensazione. Da precisare che in tutto questo non stiamo valutando il consumo energetico, diverso nelle due tecnologie, in quanto la condizione ambientale è quella che ci impone una soluzione specifica e quindi, siamo costretti ad una scelta escludendo l’altra.

Per concludere, se l’ambiente, interno o esterno mantiene temperature che vanno al di sopra o al di sotto dell’intervallo 5°C - 35°C, è necessario installare un modello a condensazione. Se stiamo all’interno dell’intervallo, ma molto vicino ai limiti, è necessario considerare che la resa, di una pompa di calore, sarà inferiore ed i tempi di asciugatura più lunghi rispetto a quanto indicato sul libretto di istruzioni, pertanto anche in questo caso si consiglia un’asciugatrice a condensazione. In tutti gli altri casi è preferibile orientarsi su un modello a pompa di calore, considerando anche il vantaggio economico in termini di consumi.

Per entrambe le asciugatrici è essenziale che gli ambienti di destinazione siano dotati di una adeguata circolazione dell’aria, cosa di cui per l'esterno non abbiamo preso in considerazione, per l'ovvio ricambio!

Asciugatrice in ambiente piccolo si può?

Oltre alla sistemazione sul balcone, si pone la questione di un altro ambiente: lo sgabuzzino o comunque un ambiente piccolo. Anche in questo caso ci sono degli aspetti da valutare per fare la scelta correttamente! Per affrontare questo tema, partiamo da un'altra condizione tecnica che l'asciugatrice, in entrambe le tecnologie, deve soddisfare per non avere problemi durante il funzionamento. Lo abbiamo accennato prima, ovvero la sistemazione in un ambiente ventilato. Circostanza che spesso, la sistemazione in uno spazio angusto, piccolo, tipo il ripostiglio, non è in grado di garantire.

Prima di soffermarci sulla ventilazione dell'ambiente, troniamo sulla questione temperatura, per la quale ci possono essere diverse situazioni “ambientali” che possono ancora una volta indirizzarci ad una scelta specifica! Diciamo subito che il punto di partenza, deve essere quello di stabilire la temperatura media che c’è o ci sarà nell’ambiente di destinazione, nel momento in cui l’asciugatrice dovrà adempiere al suo compito. Questo in quanto nell’ambiente piccolo, durante il funzionamento dell'elettrodomestico, che rilascia calore, la temperatura può salire superando i suoi limiti di intervallo di funzionamento (5°C - 35°C nella pompa di calore), ma anche soltanto avvicinarsi ad essi, comportando una diminuzione della resa, che in termini pratici si può trasformare in un allungamento del tempo di asciugatura e comunque in uno scarso risultato finale. Tale questione non si pone per l'asciugatrice a condensazione.

Tornando alla ventilazione, una apertura dell'ambiente, come una finestra o altro, garantisce una circolazione dell’aria, con conseguente ricambio e smaltimento dell'aria calda formatasi per effetto del funzionamento dell'elettrodomestico, con il ricambio d’aria si riesce a miscelarla e non farla alzare eccessivamente. In un ambiente ben areato non ci sono problemi di impiego. Così genericamente potremmo stabilire che per gli ambienti piccoli non areati deve utilizzarsi la tecnologia a condensazione, mentre per ambienti piccoli ma areati la tecnologia a pompa di calore resta da prediligere.

Video limiti tecnici asciugatrice

Ultima pubblicazione: 27/10/2022
 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

Simbolo regione della città di Novara
Clara da Novara giorno 08/11/2022
Sono obbligata a mettere l'asciugatrice fuori ed essendoci un temperatura molto bassa mi rendo conto che con la pompa di calore potrei riscontrare i problemi descritti. Mi chiedevo ma esistono asciugatrici da esterno?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Non ci sono asciugatrici da esterno nel senso stretto del termine, ovvero che vengono concepite strutturalmente per essere posizionate fuori casa. Come indicato nell'articolo le temperature rigide sono un problema, per i modelli a pompa di calore, mentre i modelli con la resistenza vanno bene, considerando i limiti dati.
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Installazione degli elettrodomestici.
Come procedere all'installazione di un grande elettrodomestico dopo il suo acquisto.
 
 
Asciugatrice impiega troppo tempo per asciugare i panni.
Perché l’asciugatura impiega molto più tempo di quanto indicato sulle istruzioni per completare il ciclo.
 
 
Asciugatrice non scarica acqua nella vaschetta
Cosa fare quando la vaschetta di raccolta dell’acqua dell’asciugatrice non si riempie.
 
 
Come pulire filtri asciugatrice: filtro lanugine e spugna!
Filtri asciugatrice quanti sono, dove sono posizionati e come eseguirne correttamente la pulizia. Tenerli puliti è fondamentale per il corretto funzionamento.
 
 
Codici di errore asciugatrici Candy, Hoover.
Quali sono ed il significato dei codici di errore delle asciugatrici a marchio Candy ed Hoover.
 
 
Asciugatrice non asciuga bene: cause e rimedi!
Asciugatrice non asciuga o non lo fa bene? Scopriamo le cause che ne impediscono il funzionamento e come intervenire per ripristinare il funzionamento da soli!
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea