Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
La stufa alogena da cosa è composta, quanto consuma e come funziona.
 
La stufa alogena si è diffusa, in modo molto forte, con una presenza ed un assortimento molto ampio nei negozi, intorno all’anno 2005. La sua capacità di inserirsi e di vantare una elevata richiesta da parte del consumatore, è da ricondursi alla sua fama di consumare poca energia elettrica ed anche al costo contenuto, si possono trovare modelli intorno alle 10,00 euro.

La stufa è composta da un telaio all’interno del quale, a seconda del modello, ci sono tre o quattro candele alogene, ognuna delle quali ha un assorbimento elettrico di 400/450 watt. La candela può essere considerata di basso consumo energetico, se rapportata ad una candela al quarzo o ad una resistenza elettrica classica.

modelli in vendita hanno una potenza di 1200 watt (3 candele) e 1600 watt (4 candele), ci sono anche dei modelli da 1800 watt (4 candele da 450 watt). La potenza ed il calore erogato dalla stufa  è regolabile attraverso dei bottoni posti nella parte superiore del mobile, ognuno dei quali comanda l’accensione di una candela. Oltre ai pulsanti di regolazione dell’intensità del calore, ce n’è un altro che attiva la funzione di rotazione della stufa, la rotazione consente di farla girare sul suo asse di 160°, così da consentire un irraggiamento del calore in tutte le direzioni dell’ambiente circostante.

C’è da dire che la sua capacità di riscaldamento non è particolarmente forte, è indicata per ambienti piccoli ed il calore si avverte nelle sue immediate vicinanze. In buona sostanza, non può essere considerata come un prodotto atto a sostituire una fonte di riscaldamento primaria, ma un supporto a tale fonte o una stufa utile per i periodi di freddo non eccessivo.

La candele si possono fulminare facilmente in caso di presenza di continui sbalzi di tensione e la loro sostituzione non risulta economicamente conveniente, in quanto il loro costo rapportato a quello di una nuova stufa è sproporzionato.

La stufa alogena è dotata di un elementare, quanto efficace  sistema di sicurezza in caso di caduta accidentale, infatti nella parte sottostante c’è un perno che nel momento in cui la stufa viene poggiata per terra si inserisce all’interno, generando un contatto elettrico che fa funzionare la stufa. In caso di caduta, la molla manda il perno all’esterno ed il contatto si interrompe facendo spegnere la stufa. Tra il perno ed il contatto c’è una molla che gestisce la distanza; in alcuni casi succede che la molla non è tarata bene e la stufa appena comprata non si accende, in questa situazione basta solo prendere la molla allungarla un po’ e reinserirla.

Nota negativa per questa stufa è la luminosità, le candele alogene infatti producono luce, che risulta essere fastidiosa soprattutto alla sera al buio e comunque creare riflesso sui vetri, sugli occhiali o sulla televisione, generando un po’ di fastidio.

Articolo aggiornato: martedì 27 gennaio 2015

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


La stufa alogena si è diffusa, in modo molto forte, con una presenza ed un assortimento molto ampio nei negozi, intorno all’anno 2005. La sua capacità di inserirsi e di vantare una elevata richiesta da parte del consumatore, è da ricondursi alla sua fama di consumare poca energia elettrica ed anche al costo contenuto, si possono trovare modelli intorno alle 10,00 euro.
 
 
Spazio trasparente.


La stufa alogena è dotata di tre candele per il riscaldamento, che nel corso del tempo sono soggette ad usura e pertanto tendono a fulminarsi. Ognuna delle candele a seconda del modello ha una potenza di 400 watt o di 450 watt, e possono essere accese insieme o singolarmente.
 
 
Spazio trasparente.


Il termoventilatore è composto di una di una resistenza elettrica e da una ventola, che ha la funzione di propagare il calore. Generalmente viene identificato come termoventilatore la stufetta di piccole dimensioni, solitamente con una forma cilindrica o una forma simile ad una palla, destinata a riscaldare piccoli ambienti o il bagno.
 
 
Spazio trasparente.


Nel panorama vasto e variegato del riscaldamento elettrico il radiatore rimane un articolo sempre molto richiesto e diffuso.
 
 
Spazio trasparente.


Una delle stufe più diffuse per il riscaldamento elettrico è il termoconvettore, è composto da un telaio in lamiera, che può variare come consistenza in base al produttore, all’interno del quale è posizionata una resistenza elettrica. In alcuni modelli al suo interno c’è una ventola, che spinge l’aria verso l’esterno, in questo caso può essere chiamato termoventilatore.
 
 
Spazio trasparente.


Nelle varianti con funzionamento manuale o elettronico sono molto diffuse nei negozi, proponendo una vastità di modelli, caratteristiche e superfici riscaldate. Le case produttrici commercializzano il carburante, derivato del petrolio, necessario al loro funzionamento.
 
 
Icona regione.
Umberto da Verona giorno 27/01/2015
Sarei interessato a riscaldare una cantina – taverna, con alta percentuale di umidità, misura circa 50 mq. Preferire una stufa alogena a basso consumo elettrico oppure del tipo caminetto elettrico o al metanolo per un miglior aspetto estetico.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Umberto, per la metratura che hai una stufa alogena è troppo poco, l’ambiente necessita di una potenza superiore, almeno una stufa a gas o comunque una potenza termica di 6 kw. Per capirci una alogena ha una potenza termica di 1,2 Kw accendendo le tre candele.
Icona regione.
Stefano da Monselice giorno 20/10/2012
In euro una stufetta alogena quanto consuma al giorno grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Stefano,
il consumo dipende da quanto tempo rimane accesa e da quanto elementi sono attivi quando è in funzione. Le stufe alogene solitamente possono avere tre o quattro candele, ognuna delle quali assorbe 400 watt. Una candela in un ora consuma 0,4 kw/h, considerando approssimativamente il costo di un kw/h di energia elettrica di 0,25 €, possiamo stabilire che in un’ora una sola candela costa 0,10 €. Per gli altri calcoli fai tu…ciao.
Icona regione.
Franco da Roma giorno 05/01/2011
E' più economica la stufa alogena o il termoventilatore?
 
Icona elettro-domestici.com
 
La stufa alogena è più economica rispetto al termoventilatore da tutti i punti di vista. Il suo costo nei centri commerciali è molto basso si trovano stufe alogene dai 10 ai massimo 30 euro; un termoventilatore dai 10 fino anche a 100 euro. Il consumo energetico è più basso nella stufa alogena, ha un assorbimento di 1200 watt contro il termoventilatore che ha un assorbimento di 2000 watt. La capacità di riscaldamento è più bassa rispetto al termoventilatore.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su