Icona accesso.
Spazio trasparente.
Home
Apri discussione
Discussioni attive
Discussioni recenti
Faq
Regole
 
 
  Lavasciuga AEG L9WEC169K
Dona e sostieniCi.
 
     
 
 
     
 
 
     
 


Domanda inserita sabato 28 novembre 2020 alle ore 16:19:50
Autore lavadora da Napoli (NA)

Salve a tutti

 

Volevo dei consigli su questa Lavasciuga AEG L9WEC169K

Non posso comprare due apparecchi per motivi di spazi.

Ho letto varie recensioni sul fatto se a Pompa di Calore oppure con Resistenza. Alcuni dicono che con la Pompa di Calore si risparamia energia però è anche vero che poi ci vogliono più ore per asciugare i panni quindi chissà se davvero c'è un risparmio. Forse è solo un fattore personale perchè ho letto che in molti paesi si utilizzano quelle a Resistenza.

Cosa ne pensate di questo modello che costa circa 1000 euro? Qualcuno di voi la possiede? Asciuga bene? E' rumorosa??

 

Grazie a tutti

Membro dal 28/11/2020
 
 

 

Risposta inserita domenica 29 novembre 2020 alle ore 12:25:50
lavadora da Napoli (NA)

Qualche consigli dagli esperti??

 

Grazie mille

Membro dal 28/11/2020
 
 
 

 

Risposta inserita lunedì 30 novembre 2020 alle ore 09:20:46
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Non posso fornirti indicazioni dirette non avendola usata. Per le lavasciuga in pompa di calore, devo dire che non sono tanti i produttore, Aeg ricordo che è stata la prima azienda a produrla, ora ce ne sono altre tipo Lg e forse altre ancora. Il discorso che molte Nazioni impieghino il modello a resistenza è anche legato al fatto che pagano di meno la corrente e spesso utilizzano impianti proprio per la produzione di energia elettrica. Dal mio punto di vista la scelta molto si deve basare sul rapporto costo e risultato. Quest'ultimo, quindi riuscire ad asciugare i tessuti, lo ottieni con entrambi, valuta però che la pompa di calore ha dei limiti per le temperature, se è posizionata in un posto freddo la resa diminuisce. Ad esempio se la metti sul terrazzo e dalle tue parti fa freddo evitala. Per quanto riguarda i consumi, ti rimando alla lettura, confronto, di questo articolo specifico.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita lunedì 30 novembre 2020 alle ore 23:20:51
lavadora da Napoli (NA)

Ciao

 

Grazie per le info, avevo letto anche delle LG però ho letto che sono a resistenza piuttosto che a pompa di calore, ti risulta???

Una cosa che mi preoccupa sono i tempi di lavaggio e asciugatura che sembrano sia molto lunghi, ti risulta??

Purtroppo non trovo nessuna persona che possiede una lavasciuga.

 

Grazie ancora 

Membro dal 28/11/2020
 
 
 

 

Risposta inserita martedì 1 dicembre 2020 alle ore 11:48:45
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Ho approfondito le ricerche e Lg, parla di pompa di calore ma solo in parte, nel senso che andando del dettaglio non se ne parla più. Sono andato un pò più a fondo e per farlo ho voluto confrontare i dati tecnici di due prodotti uno Aeg (L9WEC169K) ed uno Lg (F4DV709H1), con grosso modo le medesime prestazioni generali, intendo portata di lavaggio ed asciugatura. Per farlo ho utilizzato le energy label, sulle quali abbiamo i dati reali:

Aeg lavaggio portata 10 kg, asciugatura 6 kg. Lg lavaggio 10,5 kg, asciugatura 7 gk.

Notiamo subito una differenza di consumo complessivo totale per ciclo di lavaggio ed asciugatura, nel primo caso 4,07 KWh, nel secondo 7,14 kWh, quindi siamo un pò meno del doppio. Altro dato che ci fornisce una informazione sulla tecnologia impiegata è quello relativo al consumo di acqua, 77 litri contro 180 litri. In definitiva la Lg non è una pompa di calore.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita martedì 1 dicembre 2020 alle ore 19:28:41
lavadora da Napoli (NA)

Ciao

 

Inannzitutto grazie per la risposta, interessante considerazione.

Ho però una domanda: ho letto anche l'articolo riguardo come leggere i dati dalla scheda tecnica e mi è venuto un dubbio.

Quando noi leggiamo il consumo, tipo la AEG di 4,07 KWh, dovrebbe essere il consumo di kilowattore ovvero il consumo elettrico di una sola ora (1 sola), giusto?? Nel caso della LG abbiamo 7,14 KWh.

Adesso: se il consumo è riferito a UNA SOLA ora, dovremmo però sapere quante ore impiega la AEG e quante ne impiega la LG per fare tutto il ciclo (lavaggio e asciugatura).

Se ad esempio la AEG ne impiega 10 mentre la LG ne impiega 5 abbiamo che il consumo totale della AEG è maggiore della LG. 

AEG, 10 x 4,07 = 40,7

LG, 5 x 7,14 = 35,7

 

Corretta la mia consiedrazione???

 

Grazie per la risposta

Membro dal 28/11/2020
 
 
 

 

Risposta inserita mercoledì 2 dicembre 2020 alle ore 09:05:39
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Quel consumo si riferisce al ciclo completo di lavaggio compresa l'asciugatura, la dicitura KWh indica che ha quel consumo per quel ciclo, pertanto 4,07 Kwh per un ciclo di lavaggio ed asciugatura completo, ovviamente il dato si rifersisce al ciclo standard che è quello a 60°C del cotone, stabilito come riferimento per la normativa che regolamenta l'energy label.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita mercoledì 2 dicembre 2020 alle ore 19:23:22
lavadora da Napoli (NA)

Perfetto, grazie ancora

Membro dal 28/11/2020
 
 
 

 

Risposta inserita venerdì 28 maggio 2021 alle ore 00:59:08
E.Mancini da Salgareda (TV)

Nelle ultime ore mi sono informato sul mondo delle lavasciuga e a quanto pare l'unica sul mercato Europeo a presentare una VERA asciugatura a pompa di calore è proprio il modello AEG declinato ultimamente anche con il marchio "Electrolux".

Anche marchi più prestigiosi pare non si avventurino nella scelta di mettere un frigorifero sotto ad una lavatrice. AEG è già alla seconda generazione di tali apparecchi ma la vicenda non appare affatto fortunata per il marchio tedesco.

in giro per la rete si leggono recensioni pessime da parte degli utenti di tale modello e a quanto pare, la maggior parte di loro subisce dei guasti dopo il periodo di garanzia per un costi anche oltre le 500 €.

A conferma di ciò contro il gruppo Electrolux si è già mossa una CLASS ACTION da parte degli acquirenti della lavasciuga a pompa di calore.

Nonostante tutto ciò il Gruppo svedese sta ancora puntando risorse e ricerche nello sviluppo di questa tecnologia.

Membro dal 27/05/2021
 
 
 

 

Risposta inserita venerdì 28 maggio 2021 alle ore 09:15:22
Amministratore da Elettro-domestici.com (ED)

Credo che l'unico modello sia quello della AEG anche se ci sono in giro altre macchine che dichiarano la pompa di calore. Come dici tu, ci sono parecchie, anzi molte recensioni negative, non sapevo della Class Action, grazie per l'informazione. Il fatto che continuino a produrla mi lascia credere che il prodotto rispetto ad anni fà sia migliorato e poi vorrei dire che ci potrebbero essere anche dei pareri favorevoli, solo che molto spesso in rete arriva lo sfogo negativo, a chi va bene, quasi sempre non si esprime.

Membro dal 19/10/2010
 
 
 

 

Risposta inserita venerdì 28 maggio 2021 alle ore 18:48:47
E.Mancini da Salgareda (TV)

La serie 9000 è decisamente un' ammiraglia sfortunata.

Da ciò che ho capito una parte delle "colpe" va attribuita agli utenti in quanto per quel mezzo dovrebbero adottare una "cultura" più da asciugatrice. E cioè prendersi la sana abitudine di una pulizia ben fatta della lanugine dopo ogni ciclo di asciugatura...ho detto OGNI ciclo.

I classici utenti di lavatrici e a caduta lavasciuga solitamente sono più "leggiadri". il problema numero uno della sfortunata AEG infatti pare sia proprio la lanugine che svolazzando un po' dappertutto all'interno degli organi della macchina dopo circa un anno o due di utilizzo crei veri e propri disastri.

MA NON SOLO : ho letto spesso di gente che si è trovata il pavimento rovinato dai fluidi fuoriusciti dal compressore...perdite di acqua dal fondo e persino macchie di ruggine nei primi mesi di vita nella zona appena sotto i cassetti.

NONOSTANTE tutta la shitstorm ricevuta in rete da utenze sparse per l'europa il gruppo svedese pare intenzionato a continuare a pedalare per questa via tutta in salita. Risolvendo di volta in volta con qualche piccola miglioria e con un servizio clienti che a detta della maggior parte dei clienti italiani, risulti essere da terzo mondo.

Questa non è qualità alla tedesca!...del made in Germany ci sono solo gli esborsi, compresi i costosi abbonamenti di estensione garanzia che a detta di molti sono delle vere e proprie truffe da 100/120 €.

PECCATO perchè Elettrolux ha in gamma delle ottime macchine a condensazione, a quanto pare davvero delicate e rispettose dei panni inseriti. Che però rischiano di essere mal viste a causa di questa sfortunata quanto unica nel suo genere ammiraglia.

Membro dal 27/05/2021
 
 
 
 
 
Sostienici.

 

 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea