Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Come viene stabilito a quale classe energetica appartiene un frigorifero.

Probabilmente non desta particolare interesse il metodo che viene utilizzato per determinare la classe energetica del frigorifero. Ci si limita, credo, nella maggior parte dei casi a prendere atto di quanto dichiarato dall’energy label.

La conoscenza del sistema non comporta la comprensione di aspetti atti a farci vedere la cosa da un punto di vista diverso, ma solo a capire da cosa e come viene fuori il dato del consumo e il rientrare in una classe energetica piuttosto che in un’altra.

Intanto bisogna dire che esiste una tabella, che attualmente è valida fino al 30 giugno del 2014, dopo tale date alcuni parametri cambiano, anche se di poco,  andando ad imporre il raggiungimento di risultati ancora più performanti di quelli attualmente imposti.

La tabella indica un coefficiente che identifica l’indice di efficienza energetica (IEE), ed in base al coefficiente del frigorifero la tabella indica la classe di appartenenza. Come si evince dal grafico sopra riportato, un indice inferiore a 22 classifica il frigorifero nella classe A+++, tra 22 e 33 abbiamo la classe A++, la classe A+ tra 33 e 42, mentre la classe A deve stare in un coefficiente che va da 42 a 55. Scorrendo tutta la tabella si possono riscontrare tutti gli altri parametri per l’identificazione della classe.

Ma andiamo ad analizzare il calcolo che viene effettuato per raggiungere l’indice di
efficienza. La formula utilizzata è la seguente:

AEc = al consumo annuo di energia elettrica dell’apparecchio calcolato in kWh/anno e arrotondato al secondo decimale. AEc= E24h x 365 dove E24h è il consumo di energia in kWh/24 h arrotondato al terzo decimale;

SAEc = al consumo annuo standard di energia elettrica dell’apparecchio calcolato in kWh/anno e arrotondato al secondo decimale. SAEc = Veq × M + N + CH, dove Veq è il volume dell’apparecchio, CH è un parametro variabile, che però nel caso di apparecchi domestici con un volume utile per il reparto raffreddamento superiore ai 15 litri, è di 50 kWh/annuo. Mentre per M ed N sono considerati dei valori contenuti in una tabella che in base alla categoria dell’apparecchio ne identifica in coefficiente.

Per le categorie di apparecchi per la refrigerazione domestica ce ne sono differenti e non tutti riconducibili allo stesso coefficiente N ed M. Di seguito riportiamo la tabella riassuntiva dei vari tipi di apparecchi, la loro categoria e gli indici di riferimento:

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il frigorifero che perde acqua da sotto è una anomalia abbastanza frequente in un frigorifero. Ad un bel momento può capitare di notarne sul pavimento la formazione di una pozza sotto il frigorifero. Non è una condizione per la quale ci si deve allarmare e che il più delle volte può essere risolta in autonomia senza chiamare un tecnico specializzato.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il termostato nel frigorifero è responsabile del controllo della temperatura e nel farlo di regolamentare gli attacchi e stacchi del motore, difatti consente a quest’ultimo di pompare il gas refrigerante fino a quando le celle interne non hanno raggiunto la temperatura imposta.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La temperatura di raffreddamento del frigorifero può essere regolata tramite un selettore che può essere manuale o elettronico. Una volta impostata la temperatura sarà poi compito del termostato mantenerla costante dando l’impulso al motore ed avviare il sistema di raffreddamento.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Frigorifero motore caldo ma non raffredda? Quando il frigorifero non raffredda ci possono essere diverse cause che impediscono che questo avvenga. Da problematiche di natura elettrica o elettronica a difetti di componenti quali il termostato, il relè oppure il motore. In questi tre casi, il frigo non parte e c'è un elemento in comune: il compressore del frigo è freddo.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

In articoli precedenti abbiamo parlato delle misure dei frigoriferi da incasso riferite ai modelli doppia porta ed a quelli combinati, vediamo ora quali sono le proposte in termini di dimensione per quanto riguarda i frigoriferi da incasso mono porta: sotto tavolo o sotto piano.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

A decorrere da giorno 1 marzo del 2021 l’etichetta energetica di alcuni elettrodomestici, tra cui il frigorifero, è cambiata, è stata sostituita da una nuova che apporta delle modifiche alla grafica pur mantenendo inalterati i dati tecnici, per i quali cambiano leggermente i pittogrammi rappresentativi, e cambia il metodo di calcolo del consumo del frigorifero secondo una nuova scala energetica che elimina la classe +, riportando la scala alle origine.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea