Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Quali sono i vantaggi della funzione di umidificazione nel climatizzatore, quali ne sono provvisti e come funziona.

Il climatizzatore può essere considerato come un apparecchio in grado di produrre benessere, ci aiuta nella stagione estiva a raffreddare l’ambiente ed eliminare l’umidità, mentre d’inverno a riscaldare le nostre abitazioni, non tutti però sono uguali e, non tutti possiedono le stesse funzioni.

Perseguendo il nostro obbiettivo di comprendere il funzionamento e in questo caso di conoscere le caratteristiche di un prodotto, al fine di poter avere un quadro completo delle sue potenzialità, in modo tale da capire quale sia più idoneo a risolvere esigenze specifiche, ci soffermiamo su una funzione che pochi climatizzatori possiedono, ovvero quella dell’umidificazione.

Per comprendere l’importanza di questa funzione dobbiamo ricordare il ruolo che l’umidità ha nella percezione del calore, infatti in un ambiente molto secco a parità di temperatura con un ambiente più umido, si avrà una maggiore percezione del disagio, del freddo. Molto probabilmente non sarà utilizzata nella stagione estiva ma d’inverno in presenza di ambienti particolarmente asciutti.

Nel concreto, se in una stanza ci sono 28°C ed il 20% di umidità, la sensazione di benessere sarà molto inferiore rispetto ad un ambiente con una temperatura, più bassa, 22°C ma con il 50% di umidità, in questo caso avvertiremo un caldo confortevole.

Capita spesso di non essere a conoscenza di tali funzioni e trovarsi ad acquistare un climatizzatore non disposto di tale caratteristica e poi cercare di risolvere il problema dell’aria secca con l’impiego di specifici apparecchi per l’umidificazione. È molto importante quindi, in base alle proprie esigenze, scegliere un climatizzatore che possa soddisfare i bisogni specifici dell’ambiente in cui deve essere installato.

Detto questo, ci soffermiamo sui climatizzatori Daikin e nello specifico la linea “Ururu” che propone questa funzione e vediamo nel dettaglio le sue specifiche.

La principale caratteristica consiste nel non bisogno di collegare l’impianto alle rete idrica e nell’ assenza di un serbatoio di acqua per fornirla per l’umidificazione, contrariamente a quanto avviene per il solo umidificatore che necessità di un serbatoio da riempire e gestire quando vuoto.

Il sistema utilizzato è quello dell’impiego della zeolite, minerale che sprigiona calore ed in grado di assorbire l’umidità presente nell’aria, ed in questo caso tramite un apposito tubo convogliarla verso l’unità interna del climatizzatore ed utilizzarla contemporaneamente alla funzione di riscaldamento.

Il sistema è dotato di un catalizzatore in grado di trattenere le impurità presenti nell’aria e di una gestione della percentuale di umidità dal 40% al 60%. Dal telecomando infatti può essere impostato il grado di umidità desiderato in modo da rimanere in dei limiti utili a limitare la proliferazione dei virus. La capacità di deumidificazione è pari ad una portata massima di 450 ml/h.

Un altro aspetto molto importante di questo sistema di umidificazione consiste nella conformità dell’umidità. Con un umidificatore tradizionale infatti la distribuzione dell’umidità nell’aria avviene concentrandosi nella parte alta dell’ambiente considerata la sua leggerezza, il raggio di azione del flusso d’aria è orientato verso l’alto con una angolatura che copre grosso modo 180°. Con il climatizzatore la copertura dell’ambiente è maggiore e migliore, in quanto l’umidità mista all’aria calda viene direzionata dall’alto verso il basso, dal quale risale verso l’alto lasciando e concentrando in modo più uniforme l’intero ambiente.
 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 
Commenti recenti
Icona regione.
Bruno da Pontecorvo giorno 23/12/2015
Salve, sulle Brochure Daikin Ururu si parla di ricambio d'aria totale in 2 ore. Da dove e come la prendono? Da dove dovrebbe uscire quella vecchia? In casa mia (purtroppo) l'umidità è molto alta (70/80%); secondo lei in inverno potrebbe andar bene anche un Mitsubishi Kirigamine serie FH oppure per forza un Daykin Ururu serie FTXZ-N? Ultima informazione. Esistono Daikin Ururu con più di due UI?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Bruno, l’aria la prende dall’esterno e poi la veicola all’interno tramite lo split non prima di averla purificata, l’aria dall’interno arriva all’esterno durante il normale funzionamento dello split. Per quanto riguarda l’umidità, fai attenzione che non si parla di deumidificazione ma di umidificazione, ovvero è in grado di portare umidità controllata in quegli ambienti che sono molto secchi, stiamo parlando del regime di riscaldamento, quindi in inverno, e pertanto non utile per la tua esigenza. Cosa diversa invece il funzionamento in raffrescamento quando è in grado di deumidificare. Questa diversità tra la modalità caldo e freddo vale per tutti i condizionatori, compreso il Mitsubishi, che è assolutamente valido in inverno. Solo mono.

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Tra un po' arriverà il grande caldo e allora, prima che vi colga impreparati, sarebbe giusto assicurarsi del corretto funzionamento dei condizionatori d'aria. La loro cura è un processo fondamentale per garantire l'efficienza dell'impianto di climatizzazione e scongiurare problemi tecnici che impedirebbero alla macchina di svolgere un buon lavoro.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Un impianto di climatizzazione può essere considerato come un insieme di elementi in grado di generare del benessere. Con la sua capacità di variare le condizioni dell’aria dell'ambiente nel quale è posizionato, rende l’ambiente confortevole aumentando la sensazione di vivibilità.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il consumo dei climatizzatori d’aria incide in modo considerevole sul consumo globale di energia elettrica, pertanto il bisogno di ottimizzare o meglio, di ridurre i consumi energetici del mondo, ha spinto il legislatore ha rivedere la normativa che regolamenta l’energy label dei climatizzatori, al fine di rendere il più evidente possibile il consumo di ogni singolo prodotto ed indurre all’acquisto di modelli sempre più a basso assorbimento elettrico.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’aria che respiriamo è un elemento fondamentale per il nostro benessere psicofisico. Ogni giorno respiriamo circa 2200 volte e la qualità dell’aria non è sempre buona.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

In un'altra articolo abbiamo affrontato l’argomento inerente al limite di riscaldamento di un condizionatore durante il periodo invernale. In questa stesura ci occupiamo invece del suo limite nel mandare aria calda nella mezza stagione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La gamma dei condizionatori portatili della Olimpia Splendid è formata da ben 8 modelli, ognuno di loro con caratteristiche tecniche e capacità termiche differenti, così da poter soddisfare le diverse esigenze di raffreddamento degli ambienti domestici.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea