Qual è il funzionamento di un congelatore low frost e come si differenzia da uno tradizionale.
 
Tra le diverse tecnologie per la congelazione, quando si parla di congelatore a pozzetto, oltre alla forma classica ed a quella no frost, da alcuni anni si sente parlare di “Low Frost”, che tradotto in una espressione italiana significa  “poco ghiaccio”.

Questa tecnologia è stata introdotta sul mercato dalla Electrolux e pertanto la troviamo impiegata su congelatori appartenenti al gruppo industriale, con marchi come la Rex o la Aeg.

Nella gamma Rex-Electrolux i modelli che la impiegano sono sei: RC 3131 AOW, RC 4231 AOW, RC 2331 AOW, RC 3231 AOW, RC 2831 AOW ed RC 2231 AOW, restano fuori i modelli di basso litraggio.

Nella gamma Aeg- Electrolux i modelli sono quattro: A 83400 HLW0, A 82700 HLW0, A 82300 HLW0 e A 81600 HLW0.

Il vantaggio di questo innovativo sistema di raffreddamento, consiste nella capacità di ridurre, rispetto ad un congelatore tradizionale, la formazione di brina sulle pareti, nella misura dell’80%. Questo si traduce in più vantaggi immediati nella sua gestione:

1) Funzionamento più performante del circuito refrigerante, che nel suo processo di eliminazione di aria calda, non viene ostacolato, dalla presenza di brina, migliorando così il suo rendimento;

2) Migliore gestione degli alimenti all’interno della cella, grazie alla presenza minima di ghiaccio sulle pareti. In un congelatore tradizionale il suo accumulo, può essere così elevato al punto da occupare parecchio spazio e rendersi di ostacolo alla movimentazione ed al ricerca degli alimenti.

3) La formazione di brina estremamente bassa, evita la creazione di strati di ghiaccio sulle pareti e conseguentemente diminuisce fortemente la necessità di effettuare lo sbrinamento. E’ stato infatti calcolato che, in base ad un utilizzo normale di un congelatore, dove c’è necessità di effettuare uno sbrinamento all’anno, con l’impiego di questa tecnologia, lo sbrinamento può avvenire una volta ogni 5 anni.

La formazione di brina avviene per effetto del contrasto tra l’aria fredda presente nella cella e quella calda ed umida proveniente dall’esterno. In un congelatore con raffreddamento tradizionale l’incontro d’aria avviene nel momento dell’apertura dello sportello, quando dalla parte alta, creatasi l’uscita, l’aria fredda va fuori ed alla chiusura l’aria calda viene spinta al suo interno dallo sportello.

Con la tecnologia Low Frost grazie alla presenza di un airbag, sostanzialmente un contenitore posizionato nella parete di fondo del congelatore e collegato alla cella con un tubo, viene ridotta al minimo lo scambio tra l’aria fresca della cella e quella calda presente nell’ambiente.

Questo contenitore riesce ad accumulare aria fredda e secca, che viene immessa nella cella nel momento in cui c’è la necessità.

Altre due caratteristiche particolari di questa linea di congelatori sono la valvola sottovuoto, che elimina l’effetto di risucchio dell’aria, che avviene in un congelatore tradizionale, dove subito dopo la chiusura dello sportello la guarnizione si restringe attaccandosi fortemente al mobile, rendendo difficoltosa una nuova immediata apertura, e il condensatore integrato, che evita ingombri e rende più facile il posizionamento del congelatore.

Articolo aggiornato: lunedì 9 settembre 2013

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Crediamo sia capitato a molti di avere qualche difficoltà nella scelta del congelatore, in particolar modo nell’identificazione della struttura più adeguata alla gestione degli alimenti al suo interno. La scelta deve essere effettuata tra il congelatore verticale ed il congelatore a pozzo.
 
 
Spazio trasparente.


Tra le diverse tecnologie per la congelazione, quando si parla di congelatore a pozzetto, oltre alla forma classica ed a quella no frost, da alcuni anni si sente parlare di “Low Frost”, che tradotto in una espressione italiana significa “poco ghiaccio”.
 
 
Spazio trasparente.


In altri articoli abbiamo trattato l’argomento relativo alle misure dei frigoriferi da incasso doppia porta, combinati e mono porta nello specifico i modelli sotto piano o sotto tavolo, ovvero quelli con un’altezza inferiore ai 90 cm.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo già parlato in un altro articolo, relativo allo spessore delle pareti del congelatore, del tempo di risalita, ma in questa redazione vogliamo approfondire ulteriormente l’argomento ed analizzare gli elettrodomestici che ne possono essere interessati.
 
 
Spazio trasparente.


Un aspetto molto importante nella scelta di un congelatore, parliamo di congelatori verticali, quindi con i cassetti e di congelatori orizzontali, definiti più comunemente a pozzo, è la qualità dell’isolamento.
 
 
Icona regione.
Luciana da Samassi giorno 09/09/2013
Ho appena acquistato un congelatore a pozzo Electrolux RC 423, nel giro di due giorni ho notato un sottile ghiaccio nei bordi sopra e sopra i cestini, devo abbassare la temperatura? L'ho impostata anche meno della metà. Il vecchio congelatore mi segnava i gradi e per me era più semplice, qui non esiste una tabella indicativa, non penso ci siano problemi tecnici, congela e chiude bene.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luciana, aprendo e chiudendo il congelatore si crea un contrasto tra l’aria calda ed umida che c’è all’esterno e quella fredda che c’è nella cella, questo si trasforma in brina e forma il ghiaccio. Il congelatore in questione non dovrebbe formarne molta in quanto ha un sistema, low frost, di impedimento della formazione. Ad ogni modo non devi fare nulla, se non procedere ad un eventuale sbrinamento se dovesse aumentare di parecchio.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su
Chiudi
Regala un libro per Natale