Spazio trasparente.
 
Cosa tenere presente, sull’energy label del condizionatore, in riferimento alle temperature medie delle diverse aree geografiche per scegliere il clima ideale.
 
Foto articolo.
L’1 gennaio del 2013 è entrata in vigore la normativa che impone l’obbligo di utilizzare una specifica energy label per i climatizzatori domestici fino ad una potenza di 12 Kw.

Abbiamo già visto in altri articoli la sua forma, i dati riportati ed il significato in generale di ognuno di loro. Vogliamo porre però, in questo articolo, particolare attenzione alle aree geografiche, in modo tale da ben comprendere cosa significhino e come sia importante starvi attenti per effettuare una scelta adatta all’ambiente di destinazione.

L’area geografica di riferimento, ovviamente è l’Europa, ma la cosa che più ci interessa è identificare all’interno di tutta l’area, la suddivisione dei vari territori in base alle temperature.

L’energy label indica il valore SEER per il raffreddamento ed il valore SCOP per il riscaldamento, e su di essa è disegnata la mappa dell’Europa tinta di differenti colori per identificare diverse temperature medie stagionali, diverse aree climatiche.

La S, anteposta alle vecchie sigle EER e COP, identifica il termine “seasonal” che in italiano significa “stagionale”, proprio per indicare che il riferimento non è più generico come avveniva in precedenza, ma è riferito a specifiche condizioni climatiche.

In maniera differente, tra il regime di raffreddamento e quello di riscaldamento, si possono identificare suddivisioni dei territori dell’Europa in modo diverso.

Mentre per il raffreddamento il valore SEER è unico, per il riscaldamento il valore SCOP si riferisce a tre condizioni climatiche medie differenti: caldo, freddo e moderato.

Abbiamo già detto che sull’energy label troviamo disegnata la mappa dell’Europa colorata, ma in realtà quando l’analizziamo dovremmo intenderla come se ce ne fossero due, ovvero una per il freddo ed una per il caldo.

Nello specifico quella per il regime di raffreddamento (non riportata sull’energy label) dobbiamo intenderla in questo modo:

Area geografica SEER condizionatore.

L’Europa tutta di colore verde, che sta ad indicare che un climatizzatore in regime di raffreddamento può essere utilizzato in tutto il territorio allo stesso modo o meglio che le temperature medie rilevate e sulla base delle quali è effettuato il calcolo del SEER sono uguali per tutta la zona. Le temperature che sono alla base del calcolo sono di 20°C, 25°C, 30°C e 35°C e rispettivamente con un carico parziale (i climatizzatori inverter sono spesso utilizzati in situazione di carico parziale, in quanto la potenza erogata è modulata in base alle esigenze del momento) del 21%, 47%,74% e del 100%. I dati climatici di riferimento sono stati presi a Strasburgo.

Area geografica SCOP condizionatore.

L’Europa colorata, che troviamo sull’etichetta energetica, identifica con il colore arancione una zona climatica calda, con il verde una moderata e con l’azzurro la zona fredda. La normativa impone di dichiarare i dati solo per la zona moderata, che è calcolata riferendosi ad una temperatura esterna di -7°C, 2°C, 7°C e 12°C con un carico parziale rispettivamente di 88%, 54%, 35% e 15%. Per la zona calda i riferimenti per la temperatura sono di 2°, 7°C e 12°C con un carico parziale di 100%, 64% e 29%, mentre per la zona fredda sono di -7°C, 2°C, 7°C e 12°C per la temperatura e del 61%, 37%, 24% e 11% per il carico parziale. Per il riscaldamento sono presi come riferimento per la zona calda i dati climatici di Atene, per la moderata Strasburgo mentre per la zona fredda Helsinki.

Nella scelta del condizionatore d’aria se l’impiego è destinato al raffreddamento indipendentemente dalla destinazione geografica il dato di riferimento è unico e quindi paragonabile, mentre se deve essere utilizzato per il riscaldamento, in base all’area geografica in cui deve essere installato, è di fondamentale importanza che siano riportati, per avere un’idea realistica delle prestazione, i riferimenti SCOP di quell’area geografica.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Premesso che ogni condizionatore ha una sua potenza termica e per capirci meglio per tale potenza si intende quella che comunemente è identificata con i btu/h, va detto che nello scegliere un impianto si può commettere un errore grossolano in riferimento a detta potenza.

Pubblicato:
martedì 13 ottobre 2015
 
 
Spazio trasparente.
L’1 gennaio del 2013 è entrata in vigore la normativa che impone l’obbligo di utilizzare una specifica energy label per i climatizzatori domestici fino ad una potenza di 12 Kw.

Pubblicato:
martedì 8 aprile 2014
 
 
Spazio trasparente.
Tra un po' arriverà il grande caldo e allora, prima che vi colga impreparati, sarebbe giusto assicurarsi del corretto funzionamento dei condizionatori d'aria. La loro cura è un processo fondamentale per garantire l'efficienza dell'impianto di climatizzazione e scongiurare problemi tecnici che impedirebbero alla macchina di svolgere un buon lavoro.

Pubblicato:
mercoledì 3 giugno 2015
 
 
Spazio trasparente.
Un impianto di climatizzazione può essere considerato come un insieme di elementi in grado di generare del benessere. Infatti con la sua capacità di variare le condizioni dell’aria nel quale è posizionato, rende l’ambiente confortevole aumentando la sensazione di benessere.

Pubblicato:
mercoledì 31 luglio 2013
 
 
Spazio trasparente.
L’aria che respiriamo è un elemento fondamentale per il nostro benessere psicofisico. Ogni giorno respiriamo circa 2200 volte e la qualità dell’aria non è sempre buona.

Pubblicato:
lunedì 18 aprile 2011
 
 
Spazio trasparente.
La gamma dei condizionatori portatili della Olimpia Splendid è formata da ben 8 modelli, ognuno di loro con caratteristiche tecniche e capacità termiche differenti, così da poter soddisfare le diverse esigenze di raffreddamento degli ambienti domestici.

Pubblicato:
lunedì 9 febbraio 2015
 
 
Spazio trasparente.
Ancor prima che si assistesse allo sviluppo della rete ed alla diffusione capillare di apparecchiature capaci di collegarsi ed interagire con essa, già qualche azienda stava studiando il modo di poter controllare a distanza il climatizzatore split. Si parlava di una tecnologia che grazia all’invio di un sms, riusciva ad attivare il suo funzionamento.

Pubblicato:
martedì 16 aprile 2013
 
 
Spazio trasparente.
Una linea di climatizzatori compatti, poco invasivi ed un design bello da vedere. Sono ideali per creare, sia per esigenze familiari o professionali, il microclima ottimale nel rispetto dei bassi consumi energetici.

Pubblicato:
sabato 18 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Cambia il panorama dell’etichettatura energetica dei climatizzatori d’aria e diversamente da quanto avveniva con la vecchia, che uniformava tutti i climatizzatori in modo indistinto senza considerare la tecnologia, la nuova normativa, che entra in vigore giorno 1 gennaio del 2013, distingue le diverse tecnologie.

Pubblicato:
venerdì 9 novembre 2012
 
 
Spazio trasparente.
La climatizzazione deve essere intesa ambiente per ambiente, nel senso che se abbiamo necessità di climatizzare un appartamento, dovremmo montare tanti split per quanto sono le stanze che abitiamo e comunque abbiamo necessità di climatizzare.

Pubblicato:
martedì 14 dicembre 2010
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su