Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Cosa significa sistema di sbrinamento professionale e quando è il caso di utilizzare un deumidificatore che ne è dotato.
 
Nello scegliere un deumidificatore, con il quale ottenere risultati positivi, è determinante tenere in considerazione la temperatura dell’ambiente in cui viene utilizzato, in base ad essa infatti è opportuno orientarsi su un modello dotato di una sistema di sbrinamento classico o professionale.

Come abbiamo visto nell’articolo “Quanto diminuisce la resa di un deumidificatore alle diverse temperature”, abbiamo potuto appurare che alla temperatura di 20°C e con una percentuale di umidità dell’80%, la capacità di raccolta dell’umidità da parte del deumidificatore, in linea generale, si dimezza.

Sulle basi di tali dati, per ambienti particolarmente freddi oltre ad orientare la scelta su modelli con maggiore capacità di raccolta, sarebbe opportuno orientarsi su quelli dotati di una tecnologia di sbrinamento professionale.

Succede infatti che a determinate temperature ed al loro di sotto, possiamo approssimativamente fissare il limite a 15°C, la superficie dell’evaporatore, all’interno del quale passa il gas refrigerante nebulizzato a bassa temperatura, è molto fredda e la temperatura della stanza (fredda) tende a farlo diventare ancora più freddo ed a ghiacciare. Questo condizione limita il passaggio dell’aria, e diminuisce la raccolta di acqua. Inoltre per evitare il suo congelamento totale, deve essere effettuata una fase di sbrinamento, quindi riportare l’evaporatore ad una temperature tale che il processo di condensazione dell’acqua presente nell’aria possa avvenire regolarmente.

Questo processo si chiama sbrinamento, che nei sistemi professionali, avviene con l’impiego del gas refrigerante, che viene fatto passare all’interno dell’evaporatore, attraverso una variazione del percorso abituale, nel momento in cui durante il processo di cambiamento di temperatura è caldo, questa tecnologia diversamente da quanto avviene nel processo di sbrinamento elettronico, inizia e si conclude con una tempistica di pochi secondi, che consente al deumidificatore di non avere dei momenti di inattività medio/lunghi, cosa che avviene nell’altro sistema, tutto a vantaggio di una maggiore umidità asportata. Un deumidificatore con sbrinamento a gas caldo rispetto ad un modello di pari potenza con sbrinamento elettronico, quando si trova in presenza di una temperatura compresa tra i 5°C ed i 15°C supera del 30% i risultati di quest’ultimo.

Di seguito riportiamo alcuni modelli che durante il corso dell’analisi dei diversi deumidificatori dei diversi produttori abbiamo trovato:

1) TTR 55 S della Trotec: indicato per volumi piccoli e non riscaldati, ha una capacità di raccolta massima di 8,7 litri nell’arco di 24h con una temperatura ambiente di 30°C ed un’umidità relativa dell’80%. L’assorbimento è un po’ alto 600 watt, mentre la rumorosità è di 48 decibel.

TTR55S

2) TTK 100 S della Trotec: ideale per ambienti più grandi ha una capacità di ben 30 litri d’acqua raccolti nell’arco di 24h con una temperatura ambiente di 30°C ed un’umidità relativa dell’80%. L’assorbimento è di 530 watt, mentre il livello di rumore è di 46 decibel.

TTK100S

3) TTK 120 S della Trotec: per ambienti grandi ha una notevole capacità, difatti raggiunge i 35 litri d’acqua raccolti nell’arco di 24h con una temperatura ambiente di 30°C ed un’umidità relativa dell’80%. L’assorbimento elettrico è pari a 400 watt mentre il rumore emesso a seconda della velocità di ventilazione varia dal minimo di 56 ad un massimo di 59 decibel.

TTK102S

4) TTK 122 E della Trotec: valido per volumi grandi è il più potente della linea, ha una capacità pari a 40 litri d’acqua raccolti nell’arco di 24h con una temperatura ambiente di 30°C ed un’umidità relativa dell’80%. Anche il consumo è uno dei più alti della linea, anche se chiaramente rapportato alla potenza, ovvero di 700 watt. I decibel di rumore sono 49.

TTK122E.

5) SECCOPROF 38 della Olimpia Splendid: l’unico modello con sbrinamento a gas caldo, ha una capacità di raccolta di 38 litri d’acqua raccolti nell’arco di 24h con una temperatura ambiente di 32°C ed un’umidità relativa dell’80%. Il consumo è di 585 watt mentre la rumorosità è pari a 49 decibel.

SECCOPROF38

Da notare che questi due ultimi modelli sebbene di una casa produttrice differente sono esteticamente uguali ed anche in alcune caratteristiche si equivalgono.  Potrebbero utilizzare una scocca esterna prodotta da un fornitore terzo per entrambe o essere prodotto da uno dei due e ceduto anche all’altra.

6) NADER MIDI YARD della Cuoghi appartenente alla linea professionale ha una capacità di deumidificazione pari a 28 litri d’acqua in 24h, in presenza di una temperatura di 30°C ed un’umidità relativa dell’80%, mentre la capacità diminuisce a 16 litri con una temperatura di 25°C ed una umidità del 65%.

SECCOPROF38

7) NADER YARD della Cuoghi appartenente anche esso alla linea professionale ha una capacità di deumidificazione pari a 51 litri d’acqua in 24h, in presenza di una temperatura di 30°C ed un’umidità relativa dell’80%, mentre la capacità diminuisce a 34,5 litri con una temperatura di 25°C ed una umidità del 65%.

SECCOPROF38

7) NADER YARD PRO della Cuoghi ultimo della linea professionale ha una capacità di deumidificazione di ben 851 litri d’acqua in 24h, in presenza di una temperatura di 30°C ed un’umidità relativa dell’80%, mentre la capacità diminuisce a 48 litri con una temperatura di 25°C ed una umidità del 65%.

SECCOPROF38

Dati tecnici:

l/24h = litri asportati nell'arco di 24 ore in una condizione di 32°C/Umidità relativa 80%.
watt = consumo di energia elettrico del deumidificatore.
p.a.m3/h = portata d'aria in metri cubi all'ora.
dB(A) = pressione sonora percepita dall'orecchio umano, rumore.
t.e.°C = temperatura di esercizio, entro la quale il deumidificatore funziona.
a.m.3 = metri cubi coperti.
n.d. = non dichiarato

Modello
l/24h
watt
p.a.m3/h
Dba
t.e.°C
a.m.3
TTR 55 S
8,7
600
150
48
1-40
50
TTK 100 S
30
530
200
46
5-35
230
TTK 120 S
35
400
510
56-59
5-43
238
TTK 122 E
40
700
350
49
9-35
350
SECCOPROF 38
38
585
350
49
2-35
330
NADER MIDI YARD
28
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
300
NADER YARD
51
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
600
NADER YARD PRO
81
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
800

Articolo aggiornato: sabato 3 gennaio 2015

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Per asciugare gli ambienti e risolvere o attenuare i problemi di umidità in casa, la De Longhi propone una serie di ben 12 deumidificatori, ognuno dei quali presenta delle caratteristiche tecniche diverse e specifiche, da renderli adattabili alle differenti condizioni dell’ambiente da deumidificare o alle esigenze da soddisfare.
 
 
Spazio trasparente.


Scegliere un deumidificatore potrebbe sembrare abbastanza semplice, difatti sia on-line che nei negozi fisici sono disponibili molti modelli, ognuno dei quali dispone di differenti capacità di deumidificazione, in relazione all’acqua raccolta nelle 24h.
 
 
Spazio trasparente.


Innanzi tutto diciamo che il marchio Qlima è italiano, difatti esso fa capo alla PVG Italy S.r.l, presente sul mercato dal 1983 con un altro marchio molto noto, che ha visto una presenza molto importante sugli scaffali dei negozi, stiamo parlando del marchio Zibro. Molto conosciute sono le stufe a carburante ma anche molti altri prodotti del comparto trattamento aria.
 
 
Spazio trasparente.


Per i problemi di umidità in casa e negli ambienti professionali l’Olimpia Splendid commercializza una gamma di ben 12 deumidificatori, di cui 10 destinati agli ambienti residenziali e 2 a quelli professionali.
 
 
Spazio trasparente.


In assoluto l’azienda che dispone di un catalogo scelta più ampio e vario del mercato, la Trotec è un leader indiscutibile nel settore della deumidificazione, con modelli destinati sia ad un impiego residenziale che professionale. Inoltre le caratteristiche specifiche di ogni modello, rende questa gamma valida per poter fronteggiare situazioni ambientali differenti.
 
 
Spazio trasparente.


De Longhi è il marchio italiano più conosciuto per la produzione di deumidificatori d’aria, possiamo anche affermare che questo prodotto è un elemento fondamentale della sua produzione, ricordando che l’azienda è anche specialista nella produzione di altri prodotti, come stufe, apparecchi per il riscaldamento elettrico, e tanto altro.
 
 
Icona regione.
Gigi da Bergamo giorno 03/01/2015
Salve complimenti per il sito, ho una taverna con 12-15 gradi, umidita de 52% e misura m2 40 e non ho il riscaldamento però sotto è freddo il deumidificatore può risolvere il problema ho e una spesa inutile? e se si quale mi consiglia?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Gigi, il deumidificatore risolve il problema dell’umidità non del freddo, anche se levando dell’umido la percezione del caldo migliora. Nel tuo caso però hai già una umidità che può essere ottimale se aumenti la temperatura, quindi ti consiglierei più un riscaldamento.
Icona regione.
Marcello da Modena giorno 15/12/2014
Salve, ho un interrato diviso in 2 stanze comunicanti da corridoio, una di circa 60 mq, l'atra di circa 40 mq. Altezza 2,50 mq. Sono presenti finestre sempre aperte per ventilazione tramite bocche di lupo. Tuttavia l'umidità è elevata e vorrei regolarla soprattutto d'inverno sul 50%-55%. Sono nel dubbio se acquistare un Trotec TTK122E o un Seccoprof38 dell'Olimpia Splendid, entrambi con scarico diretto. I Trotec so che sono di qualità, quello dell'Olimpia Splendid non so. Potete consigliarmi? In particolare mi interessa sapere il range di lavoro dell'umidità e delle temperature, ho letto i dati di entrambi ma non credo che il Seccoprof arrivi a 2°C di T. min. visto che la tecnologia sbrinamento a gas caldo è la stessa. Ho bisogno di lavorare a basse temperature, perché non è riscaldato l'ambiente d'inverno scende sotto i 5-10 °C. Il Trotec dichiara inoltre nel sito un range di umidità dal 40% al 100% e non dal 40% all'80%. Siccome c'è una differenza di prezzo importante, quale mi consigliate?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Marcello, non ho avuto modo di vedere e quindi di provare le due macchine, i dati tecnici raccolti sono quelli riportati sui cataloghi o libretti di istruzioni. Personalmente credo che una delle due aziende lo produca e lo ceda all’altra, ed ognuna di loro in base ai loro parametri di valutazione indichi dati uguali e differenti su alcuni valori. Comprerei Trotec.
Icona regione.
Rosalba da Roma giorno 12/11/2014
Dispongo di una cantinola di circa 30 metri cubi; un gruppo frigo esterno ne mantiene la temperatura tra i 12 ed i 16 gradi centigradi; l'umidità varia tra il 70% quando è a 12 gradi ed il 100% quando è a 16 gradi. Cerco un deumidificatore a scarico continuo che si attivi automaticamente quando l'umidità supera il 75% e che non aumenti significativamente la quantità di calore che deve essere smaltita dal gruppo frigo.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Rosalba, non c’è un deumidificatore che nasce in modo specifico per detta esigenza. Stavo però pensando, però bisogna approfondire, all’impiego di un condizionatore, impostato su raffreddamento. Però non avresti il controllo della percentuale di umidità.
Icona regione.
Mauro da Alessandria giorno 05/11/2014
Buonasera, abito in una casa senza cantina e poggiata su un sottofondo ghiaioso e con poco isolamento. In alcune parti della casa ho evidenti problemi di umidità, ovviamente accentuati in lavanderia e bagno. Con l'utilizzo di un deumidificatore, in che misura posso ridurre il problema? Vi sarei grato se poteste inviarmi documentazione comprovante l'eventuale efficacia dell'utilizzo di un deumidificatore e, eventualmente, riferimenti certi di situazioni simili risolte. Ringraziando per la cortese attenzione e rimanendo in attesa di un gradito riscontro, colgo l'occasione per porgere cordiali saluti.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mauro, ritengo che con un deumidificatore riesci a ridurre il problema, c’è da considerare però il fatto che hai un ambiente dove c’è una forte umidità, quindi l’impiego del deumidificatore dovrà essere costante e perenne, non tanto per l’umidità di condensa, quanto per quella di risalita, per la quale sarebbe necessario intervenire con opere strutturali. Detto questo bisogna individuare gli ambienti più umidi o se lo è tutta la casa, valutare i singolo ambienti, perché con un solo deumidificatore non riesci e scegliere il modello rapportato alle condizioni ambientali. Mi dispiace per la documentazione, ma non ho documenti in tal senso.
Icona regione.
Guido da Castronno giorno 24/10/2014
Buongiorno, ho una taverna di circa 50m2 (100m3) con temperatura intorno ai 15°C per tutto l'inverno. È un unico ambiente. La taverna è sottoterra per 3 lati. Non ho mai avuto problemi di umidità fino a quest'anno ma, ora dopo le abbondanti piogge per tutta l'estate si è formata muffa sui mobili sia dentro che fuori e non va via con dei semplici assorbi umidità. Aggiungo anche che in inverno tengo in taverna anche le piante del giardino, quindi un ambiente troppo secco non va bene, vorrei quindi mettere un deumidificatore, che capacità mi consiglia? A che livello di umidità devo regolarlo?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Guido, considerato la temperatura costante o quasi di 15°C ti consiglio un modello con sbrinamento a gas caldo, nella tabella sopra ne ho raccolti alcuni, nel tuo caso il TTK 100 S. Il livello di umidità lo imposterei intorno al 60%, ma poi sarai tu stesso a regolarti.
Icona regione.
Sandro da Firenze giorno 22/10/2014
Salve, in seguito a domanda di Luca da Bergamo, mi risulta che anche in modelli "non a gas caldo", sia impossibile trovare una funzione di temporizzazione automatica giornaliera (non intendo il diffuso timer che però serve solo per ritardare accensione e spegnimento ma una sola volta), per cui essendo costretti a ripiegare sulla presa esterna chiedo se qualche modello può essere meno soggetto ai danni nominati e se davvero possono essere gravi, considerando che anche nel mio caso, per problemi di temperatura, l'argomento a gas caldo o la tecnologia ad assorbimento sarebbe interessante (se invece avete notizie di un modello con orologio a bordo e riattivo anche dopo un black-out come molti condizionatori, sarebbe l'ideale, ma sembra non esista).
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Sandro, non è determinabile quanto può essere dannoso e su quali modelli in particolare. Non conosco modelli con fasi di accensione programmabili.
Icona regione.
Luca da Bergamo giorno 30/09/2014
Bondì, ho visto in rete che c’è anche il modello SECCOPROF 28 a gas caldo. Stranamente il modello della Trotec TTK 120 E (esteticamente uguale al SECCOPROF 28) non è a gas caldo, ma ha lo sbrinamento elettronico. Siccome questi modelli a gas caldo sono privi di timer, è possibile usare un temporizzatore digitale (una di quelle prese che tolgono o danno corrente ad orari preimpostati). Togliendo corrente si spegne, ma quando il temporizzatore ridà corrente il deumidificatore riparte da solo o richiede un avvio manuale.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luca, il modello SECCOPROF 28 non ha lo sbrinamento a gas caldo esattamente come il TTK 120 E, ad avercelo è il modello SECCOPROF 38 esattamente come il suo gemello TTK 122 E. In caso di assenza di corrente, le modalità di funzionamento vengono salvate, e nel momento in cui viene nuovamente erogata riprende a funzionare con quelle impostazioni. Quindi se metti un timer riesci nel tuo intento, tuttavia ritengo che eccessivi blocchi forzati possono alla lunga essere dannosi.
Icona regione.
Pietro da Villapiana Lido giorno 29/09/2014
Vorrei sapere per riscaldare un appartamento al mare di 50 mq tramite deumidificatore cosa mi consigliereste e quanto verrei a consumare di corrente più o meno all'ora?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Pietro, il deumidificatore non ha lo scopo di riscaldare ma di eliminare l’umidità, quindi se la tua esigenza è quella del riscaldamento ti devi orientare su un altro prodotto.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su