Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Perché il frigorifero genera cattivo odore, come prevenirlo e nel caso eliminarlo.
 
Non di rado aprendo il frigorifero possiamo scoprire che c’è del cattivo odore, che può avere origini interne ma anche esterne. Internamente può essere generato da alimenti avariati, da alimenti con odori particolarmente forti come il pesce o da verdure come broccoli, rape, da fagioli ed altro. Per cause esterne si intendono tutte quelle che sebbene abbiano tratto origine dagli alimenti, non sono più a loro direttamente collegate.

Vediamo ora nel dettaglio come cercare di prevenire il cattivo odore ed in caso di sua presenza come agire per eliminarlo, dopo averne identificato la tipologia.

Innanzi tutto diciamo che il metodo preventivo migliore consiste nell’impiegare dei contenitori o comunque coprire gli alimenti con una pellicola in modo da contenerne la propagazione di odori nella cella.

Dobbiamo ora una distinguere il cattivo odore generato dal deterioramento di un alimento, da quello di un cibo con un odore molto forte. Nel primo caso, in via preventiva, è opportuno tenere sotto controllo gli alimenti più facilmente deperibili e possibilmente posizionarli nella parte anteriore dei ripiani, in modo da essere in vista ed essere maggiormente e facilmente controllati. È opportuno ad ogni buon esito verificare la temperatura all’interno della cella, quindi controllando sul display la gradazione, che è preferibile fare rimanere sotto i 5°C. In caso di non presenza di display digitale, è necessario controllare la temperatura con l’ausilio di un termometro interno. La temperatura interna detta un ruolo fondamentale per la corretta conservazione degli alimenti e per evitare veloci deterioramenti che possono avariare i cibi e generare i cattivi odori.

In caso di alimenti avariati la prima cosa da fare è quella di rimuoverli e successivamente, se a contatto con le pareti o altri componenti del frigorifero, ad esempio cassetti o balconcini, bisogna pulirli accuratamente. Per tale operazione è indicato utilizzare un prodotto specifico, che sono dei germicidi, quindi in grado come il “Cura Frigo Professionale” o il “Frigo Cura Spray” di eliminare i batteri e conseguentemente anche il cattivo odore. L’impiego di solo acqua o soluzioni saponate generiche non è indicato in quanto non riescono ad uccidere i batteri che continuano a generare odore sgradevole. Una soluzione casalinga può essere quella dell’impiego di bicarbonato sciolto nell’acqua.

L’alimento avariato può essere causa indiretta del cattivo odore del frigorifero, ovvero quando lo avvertiamo senza che ci sia niente di deteriorato. Questo capita quando dei pezzi di alimenti vanno a posizionarsi in dei punti del frigorifero come la guarnizione, in fondo ad un cassetto,  nel tubo di drenaggio o addirittura nella vaschetta esterna di raccolta dell’acqua di condensa. In questa circostanza bisogna agire con un’operazione di pulizia più consistente, quindi procedere staccandolo dalla corrente e togliendo tutti gli alimenti che ci sono all’interno e proseguire con la pulizia delle parti in vista, successivamente è opportuno posizionare il frigorifero in un punto centrale o comunque in una posizione che permetta un accesso al retro, dal quale pulire la vaschetta che è sul motore da eventuali residui di cibo, non prima però di aver verificato che il tubo di collegamento che vi giunge dall’interno sia libero.

Come dicevamo in precedenza, ci sono degli alimenti che emanano un odore particolarmente forte, e comunque la presenza di alimenti di varia natura all’interno della cella possono generare degli odori poco graditi. Ci sono dei rimedi del tutto naturali e casalinghi che ci vengono incontro per evitare tale spiacevole situazione, ovvero inserire all’interno del frigorifero degli alimenti che hanno la caratteristica di assorbire o comunque di coprire gli odori:

1) Aceto, basta versarne una piccola quantità in un bicchiere da posizionare in un angolo del frigo. È importante non esagerare in quanto l’odore dell’aceto è coprente ma comunque molto forte e potrebbe diventare a sua volta fastidioso;

2) Limone, bisogna tagliarne una fetta con uno spessore di circa 1 cm e lasciarla fin quando non si asciuga o comunque sostituirla una volta a settimana;

3) Bicarbonato, versarlo in polvere in un contenitore e posizionarlo nella cella;

4) Caffè, si possono impiegare i fondi di caffè riponendoli in un contenitore, oppure il caffè in chicchi o anche il pacchetto dove era tenuto il caffè;

5) Patata, si può riporre in frigorifero sbucciata e lasciarla agire per qualche giorno;

6) Carbone attivo, da riporre in un contenitore e lasciare agire per qualche giorno;

7) Fiocchi d’avena, riporre in un contenitore e lasciarli agire per qualche giorno;

8) Chiodi di garofano, si possono inserire da soli in questo caso hanno una azione coprente o in associazione ad altri alimenti che assorbono: limone, patata;

9) Estratto di vaniglia, si può inserire un pannetto imbevuto in un contenitore, l’azione è profumante e non assorbente.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Oggi parliamo dell’importanza della funzione della guarnizione nel frigorifero e di un aspetto molto importante circa la tecnica di inserimento nello sportello che in fase d’acquisto di un frigorifero non viene quasi mai considerato.
 
 
Spazio trasparente.


Samsung esordisce sul mercato con un frigorifero versatile che può a seconda delle necessità diventare anche solo frigorifero. La serie GGH , nello specifico commercializzata in due modelli , l’RT 60KZR IH colore shine inox e il modello RT 60KZR VB colore sabbia.
 
 
Spazio trasparente.


Sostituendo il vecchio frigorifero, può essere capitato a molti, osservando il nuovo con più attenzione o semplicemente per il fatto che, diversamente dal vecchio che era da incasso, il nuovo è di libera installazione e quindi con i laterali a vista e scoperti, di constatare poggiando la mano sui fianchi un eccessivo calore. Il gas refrigerante in circolo nel frigorifero, veicola il calore portandolo nel condensatore, che provvede a cederlo all’esterno. Tradizionalmente i frigoriferi hanno sempre avuto il condensatore all’esterno del mobile, e per esattezza è la griglia nera applicata sul dietro del frigorifero.
 
 
Spazio trasparente.


Molte volte si sente parlare della diversa capacità di raffreddamento di un frigorifero in base alla tecnologia utilizzata, tra no-frost, ventilata o statica. La conclusione dell’analisi verte sulla migliore capacità di conservare gli alimenti del no-frost, poi del ventilato ed infine dello statico.
 
 
Spazio trasparente.


Tutti i frigoriferi all’interno della cella di raffreddamento dispongono di spazi con temperature e umidità diverse, in generale se non ci sono dei cassetti specifici troviamo sempre un cassettone in basso, destinato al contenimento della frutta e della verdura, in particolare su altri modelli c’è anche il cassetto con una temperatura di 0°C, utile per la conservazione di carne e di pesce. Inoltre in alcuni modelli ci sono anche dei cassetti con temperature intermedie ai due precedenti.
 
 
Spazio trasparente.


Sebbene il frigorifero da incasso è genericamente considerato avere delle misure standard, bisogna fare delle distinzioni, onde evitare di acquistarne uno che non ha le misure idonee per essere inserito nel vano della cucina componibile.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su