Icona accesso.
 
 
Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
 
 
 
 
 

Quali sono le ragioni per le quali possiamo trovare delle macchie di ruggine all’interno della vasca della lavastoviglie.

 
Fortunatamente è un fenomeno che si verifica non molto frequentemente, tuttavia possiamo trovare delle macchie di ruggine all’interno della vasca della lavastoviglie, che se non opportunamente prese in considerazione, ponendovi rimedio, possono provocare dei danni ulteriori.

Ci si chiede chiaramente come mai, essendo l’interno della vasca in acciaio inox, si possa formare della ruggine. L’acciaio è un materiale che al suo interno, ha comunque una componente ferrosa, ma grazie alla presenza di elementi di lega, acquisisce una proprietà di anti corrosione, cosa che invece non avviene quando siamo in presenza di solo ferro. Questa caratteristica lo rende immune dalla corrosione in presenza di ambienti umidi o di acqua dolce, proprio come l’interno della lavastoviglie.

Pertanto il motivo che porta alla formazione di ruggine è da ricondurre a dei fattori esterni, quindi a degli elementi che provenienti da fuori, si sono depositati in punti, solitamente più insidiosi, e con il tempo, essendo a contatto con l’acciaio l’hanno corroso.

I punti che più facilmente possono essere colpiti da tale fenomeno, sono quelli dove l’azione dell’acqua di lavaggio arriva, ma può non far scivolare via gli eventuali depositi di elementi, quindi in corrispondenza della circonferenza del filtro e di quella del tappo del sale. Punti che solitamente di tanto in tanto andrebbero puliti.

Le cause esterne che possono provocare dei depositi, sono di tre tipi:

1) Corpi con componenti ferrose;
2) Impiego di detersivi non idonei;
3) Sale sul fondo della vasca.

I corpi ferrosi possono provenire dal di fuori in due modi diversi, il primo dalla rete idrica nel caso in cui l’acqua porti con se delle componenti di questo tipo, il secondo può essere causato dal lavaggio di stoviglie o di oggetti ferruginosi. Per tutelarci dalla prima fonte, potrebbe essere opportuno impiegare un filtro anti ferro. Per l’altra causa è ovvio che dobbiamo fare attenzione a quello inseriamo per il lavaggio.

Non possono e non devono essere utilizzati detersivi non idonei per il lavaggio in lavastoviglie, come la candeggina, la soda caustica, l’acido muriatico etc., che sono altamente corrosivi sia per la parte in acciaio che per tutte le componenti della lavastoviglie.

Ultimo elemento che non deve essere trascurato è la permanenza di sale sul fondo della vasca. Ogni volta che viene effettuato un riempimento del contenitore del sale, è assolutamente opportuno effettuare immediatamente dopo un ciclo di lavaggio, in modo tale da spazzare ogni suo eventuale residuo e permanenza. Il sale è un elemento molto corrosivo, che nel corso del tempo può essere causa della formazione di ruggine.

La presenza di ruggine, deve essere eliminata con una spugna bagnata e del detersivo, quindi sfregando energicamente sulla zona o sul punto colpito. A seguire deve essere effettuato un lavaggio senza stoviglie con l’immissione di un quantitativo minimo di detersivo, questo processo renderà la parte appena ripristinata nuovamente resistente alla corrosione.

Se la formazione di ruggine viene trascurata e la corrosione continua nel tempo, si andranno a creare dei buchi nella vasca, con una conseguente perdita di acqua dal fondo, che andrà ad inficiare il funzionamento della macchina. In presenza di tale situazione potremmo cercare di recuperare andando a pulire come nel caso precedente, però anziché effettuare un lavaggio, cosa che non si verificherebbe in quanto rotta, asciugare il punto incriminato con un panno, questo però dovrebbe avvenire anche dal lato interno della vasca, quindi avremmo dovuto smontarla precedentemente, e poi applicare del silicone trasparente, che dovrà asciugarsi per il tempo indicato sulle note tecniche.

 

 
 
 
 
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

A seconda del modello di lavastoviglie della Rex Electrolux, ci sono delle anomalie di funzionamento o dei guasti che vengono segnalati al consumatore attraverso delle indicazioni acustiche, l’accensione di alcune spie o attraverso una sigla sul display digitale.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Ci sono molti sistemi che consentono agli impianti idrici di casa di disporre per tutto l’anno di acqua sempre calda è, pertanto, logico pensare di poter ottenere il massimo rendimento, sfruttandola per elettrodomestici come la lavatrice e la lavastoviglie, ai quali far risparmiare il tempo necessario al riscaldamento, effettuato per mezzo di una resistenza elettrica e conseguentemente risparmiare energia elettrica.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Dopo aver acceso, impostato un ciclo di lavaggio e dato l’avvio, la lavastoviglie inizia a funzionare regolarmente, ovvero si avverte l’attivazione della pompa di scarico e successivamente inizia a caricare l’acqua. Tuttavia dopo alcuni minuti sul display compare il codice di errore H20, che sui modelli che ne sono dotati, è concomitante all’accensione della spia, solitamente rossa, del rubinetto dell’acqua.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo visto in un altro articolo quali sono i codici di errore che interessano le lavastoviglie a marchio Candy ed Hoover che sono ancora in commercio, ma che risalgono ad una produzione più vecchia.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’Air Break solitamente posizionato sul lato sinistro, vista frontale, della lavastoviglie, in alcuni modelli è possibile trovarlo anche sotto il top, assolve a più funzioni fondamentali per il corretto funzionamento della macchina.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Avvertire una scossa di elettricità, nel momento in cui si viene a contatto con la lavatrice o la lavastoviglie, è un avvenimento poco piacevole, che ci indica che siamo in presenza di una anomalia. La scossa è avvertita solitamente nel momento in cui, soprattutto in presenza di mani bagnate, si urta il mobile o magari quando dopo aver aperto l’oblò della lavatrice, tocchiamo gli indumenti bagnati.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaPreferenzelineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea