Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Come effettuare la trasformazione del gas del forno, cambio ugelli.

La maggior parte dei forni da incasso o delle cucine libere da installazione sono dotate del forno elettrico. Ci sono però anche dei modelli di forno in entrambe le categorie, che possiedono il forno a gas.

Come per i piani cottura anche nei forni la predisposizione di fabbrica segue la regola che li vede preparati per il gas metano, quando non c’è il porta bombola, quindi parliamo di tutti i forni da incasso e quelli liberi da installazione con maxiforno o solo forno. Gli altri modelli, quindi quelli con il vano per la bombola incorporato sono preparati per il gas GPL.

In ogni caso i forni sono adattabili ad entrambi i gas, pertanto è possibile eseguire una trasformazione da gas metano a gpl o da gas gpl a gas metano. Molto di più rispetto ad un piano di cottura è necessario impiegare il forno utilizzando il tipo di gas per il quale è preparato, altrimenti avremmo una fiamma irregolare, fumo nel forno. In buona sostanza può essere pericoloso.

Per eseguire la trasformazione è necessario sostituire l’ugello o gli ugelli del forno. Qui bisogna fare una precisazione in quanto il forno a gas, può essere dotato di un solo ugello o di due ugelli. Uno solo nel caso in cui il grill, lo ricordiamo è la parte superiore del forno, è di tipo elettrico. Due ugelli quando anche questo, il grill, è a gas. Sono commercializzati pertanto forni a gas, con grill elettrico e forni completamente a gas.

Nel caso di un forno “misto”, le due parti non possono mai funzionare contemporaneamente, quindi la cottura avviene con il gas, mentre il grill può essere impiegato per terminarla o per donare la doratura a quello che stiamo cucinando.

Se il forno è tutto a gas, in base alle funzioni del forno, che sono indicate nelle caratteristiche tecniche, segnalate sul libretto di istruzioni e che possiamo dedurre in assenza dai simboli riportati sulla manopola che regola il forno, le due parti possono funzionare anche contemporaneamente.

Infine ricordiamo che c’è anche la possibilità di avere un forno tutto gas, ventilato, dove la ventola consente una diffusione omogenea del calore.

Tornando al cambio degli ugelli, per eseguirlo è necessario per prima cosa di disporre degli ugelli per il gas che dobbiamo predisporlo. Normalmente troviamo il kit, nella confezione quando acquistiamo il forno o la cucina. In assenza possiamo acquistarli presso un rivenditore. Gli ugelli sono numerati, ed ad ognuno di questi numeri corrisponde un foro che li attraversa, il punto in cui passa il gas. La numerazione dell’ugello o degli ugelli sostitutivi deve corrispondere a quella indicata nel libretto di istruzioni del forno. Pertanto prima di sostituirli, consultiamo sempre il libretto.

Nel momento in cui disponiamo degli ugelli, per andare avanti ci serve un cacciavite e due chiavi inglesi, solitamente una numero 10 ed una numero 12, ma questo può variare in base al tipo di forno. Ad ogni modo teniamo a portata di mano anche una numero 7 di tipo inglese ed una 7 a tubo.

Il primo ugello è posizionato al di sotto della base del forno, questa alcune volte è solo incastrata, in altri casi è fissata con delle viti. In ogni caso dobbiamo toglierla, per accedere alla piastra di diffusione e successivamente all’ugello

Piastra forno gas.

Possiamo trovare una piastra o fornello, simile a questo nella foto, che è fissato al telaio con una o più viti, anche in questo caso, identifichiamole e svitiamole, in modo da liberarlo e poterlo spostare leggermente. In alcuni casi possiamo toglierlo, ma di norma come si può notare anche in questo caso, la termocoppia è avvitata al suo interno e pertanto non ci consente di estrarlo. Una volta spostato troveremo l’ugello all’innesto del tubo di condotta, esattamente nel punto cerchiato con il verde, lo svitiamo e avvitiamo l’ugello per l’altro tipo di gas e rimontiamo questa parte.

Se il forno ha il grill elettrico, il nostro lavoro è terminato, altrimenti dobbiamo sostituire anche l’ugello del grill. Nella parte superiore del forno, troveremo una piastra o fuoco, in buona sostanza il grill, anch’esso fissato con delle viti al telaio del forno, procediamo come abbiamo fatto per la parte sottostante, quindi lo liberiamo, e sul fondo troviamo l’ugello da sostituire. Rimontiamo il tutto ed il lavoro è quasi terminato, ora dobbiamo regolare il minimo.

Intanto se siamo in presenza di un forno che ha anche la parte elettrica, stacchiamo la corrente per sicurezza. Successivamente estraiamo le manopole, per farlo dobbiamo esercitare una pressione verso l’esterno. Una volta fatto smontiamo il frontalino, in modo da poter accedere alla parte ad esso sottostante.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Oramai i forni dispongono di molte funzioni di cottura, ognuna della quali è più indicata di altre per eseguire dei preparati. Tali funzioni sono identificate con dei simboli che sono riportati sul quadro dei comandi o sul display del forno, che tuttavia, non possono riportare le spiegazioni relative ad ogni funzione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Sia che si tratti di un forno elettrico da incasso ventilato, per il quale parliamo, per capirci, di un modello da incasso ventilato multifunzione o di un ventilato multifunzione con grill o altre funzioni di cottura, ma comunque con la presenza di una ventola all'interno della muffola, i forni da incasso sono costruiti con delle misure standard, in modo tale da poter essere inseriti, indipendentemente dalla marca della cucina componibile, all’interno del vano da incasso ad esso destinato.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Può capitare che dopo anni di utilizzo, lo sportello del nostro forno in cucina, sia esso di tipo elettrico a gas o di altro genere, non chiuda più in modo corretto. Ci accorgiamo che la chiusura non avviene in modo ottimale, ovvero che non attecchisce in modo perfetto, come avveniva prima, alla parete del mobile.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo già affrontato il tema del malfunzionamento del piezoelettrico, relativamente a quando non riesce ad attivare una candeletta in quanto da sostituire oppure, di quando, sebbene non premiamo i pomelli, si attiva da solo su tutti i fornelli.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Standardizzato in dimensioni da 90 cm, da 75 cm e da 60 cm, ha rispettivamente bisogno, per il suo inserimento, di un vano con una luce di 47,5 cm per 83,5 cm per il piano da 90 cm e di 47,5 cm per 55,5 cm per il 75 cm ed il 60 cm.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Si che si tratti di un forno a gas, di un forno elettrico statico, di un forno elettrico ventilato o di un forno elettrico multifunzione, tutti dispongono di una manopola o di pulsanti da dove impostare il tipo di cottura. Ad ognuna di esse corrispondono dei simboli e ad essi corrispondono specifiche modalità di cottura. In questo articolo delineeremo per tipologia di forno, quali sono in linea di massima i simboli cottura dei forni, che corrispondono anche ai simboli cucina, che possiamo trovare ed il significato della funzione associata ad ognuno di essi.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea