Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Oblò della lavatrice non aggancia, come intervenire praticamente per sistemarlo.
 
Oltre ai guasti o alle anomalie nel funzionamento della lavatrice, che abbiamo trattato in vari articoli o video, si possono verificare delle rotture di elementi, appartenenti alla sua struttura, quindi non prettamente funzionali, che la rendono inutilizzabile. Uno di questi, che spesso si verifica è quello relativo, in linea generale alla maniglia dello sportello.

Nello specifico la maniglia è formata, a seconda del tipo, da diverse componenti: la linguetta bloccoporta, la molla di apertura, il perno di fissaggio, il gancio, naselli, estensioni ed altro. Tutti parti che consentono il movimento di alzata del gancio o linguetta, ed il suo innesto nella piastrina fissata sul telaio, al di sotto della quale è attaccato il bloccoporta.

Chiusura lavatrice Candy.

Nel momento in cui si afferra la maniglia, che come possiamo vedere in questo caso (lavatrice Candy) è fissata da un perno al telaio dell’oblò, esercita una leva sulla estensione nera, fissata su un fermo tramite un foro che c’è al suo interno, ed a sua volta esercita una leva conseguente sul perno di fissaggio o gancio, che è tenuto in posizione dalla molla. Lo spostamento del gancio, consente il suo inserimento all’interno della piastrina, e liberando la maniglia, la molla lo riporta in posizione di partenza ed il bloccoporta lo ferma.

Tutti questi componenti ovviamente possono essere soggetti a rotture, quello che più spesso può accadere è proprio una spaccatura, uno rottura fisica, che a seconda della parte interessata, si manifesta in modo diverso.

La rottura del fermo del perno di fissaggio, così come quella dell’estensione, manda a vuoto il movimento della maniglia, che sarà senza resistenza. La rottura della molla crea anch’essa una mancanza di resistenza oltre a notare che il gancio non segue il movimento della maniglia, rimanendo in posizione di chiusura. In questi casi è molto importante, ovviamente se ci si rende conto del difetto, di non chiudere lo sportello altrimenti potremmo trovarci con lo sportello chiuso e non poterlo più aprire con la maniglia. Difatti per chiudere lo sportello basta semplicemente spingerlo verso l’interno.

Se invece a rompersi è il gancio o linguetta, che è la parte sporgente l’oblò, in pratica quella che si infila nella piastrina, che può essere in lega metallica o in materiale plastico, non si riesce ad eseguire la chiusura dell’oblò e conseguentemente il ciclo di lavaggio non può essere avviato. Anche se l’oblò si accosta e lo teniamo premuto per simulare la chiusura, non verificandosi il fermo del bloccoporta, il lavaggio non si avvia.

In altri modelli possiamo riscontrare una composizione diversa della maniglia:

Chiusura oblò lavatrice Whirlpool.

In questo caso (lavatrice Whirlpool) non c’è una maniglia ma una presa, da dove tirare o spingere l’oblò ed un inserto di chiusura che racchiude il gancio, la molla ed il perno di fissaggio. Qui la sostituzione è abbastanza semplice, difatti possiamo sostituirlo lasciando montato l’oblò alla lavatrice.

Negli altri casi, per ripristinare il funzionamento della maniglia è necessario sostituire il pezzo o sistemare eventuali loro fissaggi. Per farlo è necessario accedere alla parte interna dell’oblò, per verificare come è formato e quale parte è rotta. Pertanto è necessario sganciarlo dal telaio della lavatrice, altrimenti non potremmo lavorarci o comunque risulterebbe molto scomodo. Quindi svitiamo le viti che lo fissano al telaio e lo adagiamo con la parte che andrebbe verso l’interno, rivolta verso alto.

Lungo tutta la circonferenza ci sono delle viti che uniscono le due parti in plastica reggendo al loro interno la parte in vetro. Svitiamole tutte e mettiamole da parte. Infiliamo la punta di un cacciavite a taglio nel punto di congiunzione della due parti ed esercitiamo leva per farle staccare. Le separiamo completamente e per una questione di maggiore praticità, se non fissato con delle piastre di tenuta, togliamo il vetro. Ora abbiamo in bella vista la maniglia con tutti i suoi elementi e non ci resta che individuare quello che ne impedisce il funzionamento e  sostituirlo o sistemarlo e procedere ovviamente in senso inverso per rimontare l’oblò della lavatrice.

Ricordiamo che per l’individuazione del pezzo necessario è opportuno avere a portata di mano i dati della lavatrice, in modo da fornirli al rivenditore fisico o on-line per la corretta individuazione del ricambio.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Con le lavatrici elettroniche c’è la possibilità di interrogare il sistema in merito al corretto funzionamento delle componenti, quindi stabilire se rispondono correttamente ed inoltre, cosa molto importante visualizzare gli ultimi errori che si sono verificati.
 
 
Spazio trasparente.


Samsung propone 17 modelli di lavatrici con carica frontale di cui 4 con misura standard quindi 60 cm di larghezza e profondità ed 85 cm di altezza. I modelli sono WF 1124 ZAC, WF 1114 ZBD, WF 906P4 SAWQ e WF 806U4 SAWQ, con una portata del cestello, rispettivamente di 12, 11, 9 ed 8 kg.
 
 
Spazio trasparente.


La guarnizione della lavatrice è una componente che nel lungo periodo può essere oggetto di rottura, si possono creare degli strappi evidenti oppure dei fori di piccole dimensioni che spesso sono poco visibili. Ci accorgiamo che qualcosa non va in quanto troviamo dell’acqua sul pavimento nella parte frontale.
 
 
Spazio trasparente.


Alcuni modelli di lavatrice portano in dotazione un foglio polionda che il produttore inserisce nell’imballo dell’elettrodomestico. Solitamente è sistemato nella parte alta dell’imballo, immediatamente sopra il polistirolo che protegge il top e sotto la plastica che lo racchiude.
 
 
Spazio trasparente.


Sui modelli dotati di display digitale, nel momento in cui si verifica un guasto a qualche componente della lavatrice, compare un codice di errore, che nello specifico identifica il problema che si sta verificando.
 
 
Spazio trasparente.


Questo difetto è molto simile all’errore F04 o meglio interessa come questo, il riscaldamento dell’acqua durante la fase del lavaggio, ma a differenza del precedente, identifica in modo più preciso l’elemento responsabile del malfunzionamento: la sonda NTC.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su