Stufa al quarzo come funziona, quanto riscalda e consumi

di Antonello Careri - pubblicato il 23/12/2022
La stufa al quarzo è un'ottima soluzione per avere calore diretto ed immediato. Con essa è facile godere di un ambiente caldo e accogliente! Ma come funziona esattamente? E quanto riscalda? Quanto consuma? In questo articolo, risponderemo a tutte queste domande al fine di poter disporre di tutte le informazioni sulle stufe al quarzo per poterla acquistare consapevolmente.
stufa al quarzo
Tempo di lettura: 7 minuti
Cosa trovi in questo articolo

Cosa sono le stufe a quarzo

Che significa stufa al quarzo

Come funziona la stufa a quarzo

Quanto riscaldano le stufette elettriche al quarzo

Quanto consuma la stufa elettrica al quarzo

Quanto costa una stufa al quarzo

Domande poste dai consumatori

Commenti per chiedere informazioni


Cosa sono le stufe al quarzo

Le stufe al quarzo sono dispositivi elettrici dotati di elementi riscaldanti in quarzo che emettono calore quando vengono messi in funzione. In passato erano presenti in tantissime abitazioni, successivamente, nel corso del tempo, con la costruzione di case moderne dotate di fonti di riscaldamento principale e la diffusione di altri apparecchi per il riscaldamento secondario, la sua diffusione ha subito un inziale declino per poi riprendere nuovamente diffusione grazie al prezzo di acquisto contenuto e  soprattutto per ovviare con il suo impiego all'accensione di impianti di riscaldamento centralizzati, risparmiando sui costi del riscaldamento primario. Il loro principale vantaggio è che riscaldano rapidamente: bastano pochi minuti per sentire l'impatto della temperatura, poiché il calore viene trasmesso direttamente all'ambiente circostante senza sprechi.

La struttura classica di queste stufette al quarzo è quella di un parallelepipedo rettangolo, che sviluppa il lato più lungo nel verso orizzontale, anche se non mancano modelli che si sviluppano verso l'alto. In ogni caso la struttura è aperta nella parte frontale, dove una griglia di protezione impedisce che si possano infilare le mani nella cavità interna, dove sono collocate le resistenze al quarzo. Il numero delle candele al quarzo può variare da un minimo di due ad un massimo di tre elementi. La struttura portante nei modelli più classici o comunque nelle stufette di una volta è o era in metallo, nei modelli attualmente commercializzati oltre ad esso sono diffuse strutture in plastica appositamente composta per resistere al calore.

Da un lato del mobile è incorporato il quadro comandi, composto da alcuni pulsanti o una manopola che funge da selettore per l’impostazione della potenza. Nel caso della stufa con due candele, ognuno dei pulsanti attiva una resistenza mentre nel caso delle tre candele, il primo pulsante accende una resistenza, il secondo due resistenze e tutti e due i pulsanti insieme le tre candele. Nel caso in cui al posto degli interruttori ci sia la manopola, la posizione in cui viene spostata indica la potenza di riscaldamento: il numero di candele accese. In questo caso di norma sul telaio sono stampate delle icone che fanno da guida al puntatore della manopola. Una fiamma o un pallino per una resistenza al quarzo, due fiamme o due pallini per due resistenze e via dicendo. Inoltre, le stufe al quarzo sono molto versatili e possono essere usate in diversi contesti. Si possono posizionare su qualsiasi superficie piana e non richiedono installazioni complesse o prese di corrente specializzate. La loro leggerezza ne ne consente uno spostamento da una stanza all'altra in modo rapido ed efficiente.

Che significa stufa al quarzo

Stufa al quarzo, anche nota come stufa elettrica, è un termine che si riferisce a un particolare tipo di riscaldamento. Si tratta di un particolare elemento riscaldante costituito principalmente da quarzo nella parte esterna, mentre internamente è attraversato da una resistenza a filamento. Questi elementi di riscaldamento sono in grado di generare calore molto rapidamente. Le stufe al quarzo non producono fiamme o fumo, pertanto sono sicure da usare e non emettono scorie nocive.

Come funziona la stufa a quarzo

Il meccanismo di funzionamento è abbastanza semplice: l'elemento contenente il quarzo (candela al quarzo) nel momento in cui viene alimentato elettricamente riscalda il resistore a filamento al suo interno (resistenza), il calore, da essa, viene trasmesso al quarzo (minerale) che diventa incandescente, assumendo un colore che va dall'arancione forte al rosso. Il calore si propaga immediatamente per irraggiamento dal basso verso l'alto con un flusso costante. Il calore è molto intenso anche con l'accensione di una sola candela ma è avvertito solo nelle sue immediate vicinanze. La stufa al quarzo è una tipologia di riscaldamento a infrarossi che sfrutta l'energia dei raggi infrarossi emessi dai cristalli di quarzo. Quando i cristalli vengono riscaldati da un filamento, rilasciano calore sotto forma di raggi infrarossi che riscaldano le persone e gli oggetti presenti nella stanza.

Le stufe al quarzo sono anche molto silenziose durante il funzionamento, quindi non disturbano la tranquillità dell'ambiente circostante. Non richiedono manutenzione complessa e hanno un prezzo relativamente accessibile: in definitiva, queste stufe rappresentano un'ottima scelta se si desidera godere del calore confortevole senza spendere troppo denaro o preoccuparsi degli aspetti di sicurezza.

Chiaramente questo tipo di riscaldamento è da intendersi come fonte secondaria per produrre calore, da utilizzare in abbinamento ad una fonte principale di riscaldamento come i termosifoni, impianti di climatizzazione ed altro. Possono essere considerate un valido riscaldamento da vicino, da posizionare in prossimità delle gambe quando ci si sofferma sul divano, sotto una scrivania, e in una qualsivoglia ragione in cui si necessita di calore immediato e diretto. È importante tuttavia tenere in considerazione e ricordare di non posizionare la stufa in prossimità di mobili, divani e quant’altro e lasciarla incustodita, perché il calore diretto che produce è molto forte ed il contatto con questi oggetti, potrebbe rovinarli o addirittura farli incendiare.

La stufa al quarzo non è dotata di termostato ambiente, pertanto non è possibile impostare una temperatura obbiettivo da raggiungere, ma indipendentemente se si è attivata una, due o tre candele, continua ad emanare calore indipendentemente se l'ambiente ha raggiunto una temperatura confortevole per chi vi soggiorna. Il suo funzionamento non avviene in modo automatico ma è necessario regolare manualmente in base alle proprie esigenze il tipo di impostazione migliore. Attualmente le stufe elettriche al quarzo possono disporre su alcuni modelli di accorgimenti migliorativi che vanno a vantaggio della qualità dell'aria: la ventilazione e l'evaporatore.

Le stufe al quarzo ventilate dispongono di una ventola posta dietro le candele al quarzo che spinge il calore distribuendolo più velocemente, uniformemente e con maggiore ampiezza nell'ambiente. I modelli con evaporatore sono caratterizzati dalla presenza in parte del mobile di un contenitore per l'acqua. Quando riempito, non è obbligatorio farlo,  durante il funzionamento l’acqua, surriscaldandosi evapora evitando che l'ambiente diventi eccessivamente secco.

Quanto riscaldano le stufette elettriche  al quarzo

Solitamente vengono dichiarate idonee per riscaldare volumi fino ai 20 metri cubi, ciò significa che in modo approssimativo possono andar bene per una stanza fino ai 10 metri quadrati. Le stufe al quarzo sono ideali per ambienti di piccole dimensioni come studi o camerette dei bambini: offrono un livello di comfort piacevole senza eccedere con il calore. La capacità di riscaldamento è direttamente proporzionale alla potenza impiegata. La loro potenza massima può raggiungere i 1500 watt anche se ci sono modelli da 1200 watt ed altri che toccano i 2000 watt.

Il livello di riscaldamento dipende dal tipo di stufa al quarzo e dalle dimensioni della stanza da riscaldare. Ad esempio, se la stanza è più grande e ha meno isolamento, avrà bisogno di più calore per essere sufficientemente calda. Ciò significa che potrebbe essere necessario prendere un tipo più potente di stufa al quarzo per raggiungere la temperatura desiderata.

Volume riscaldato in base alla potenza
Kw m3
0,5 7
1 14
1,5 20
2 27

Quanto consuma la stufa elettrica al quarzo

Quanto consuma una stufetta al quarzo? La risposta è molto semplice: dipende! Questo perché le stufe al quarzo sono disponibili in una vasta gamma di modelli, ciascuno con caratteristiche diverse e con diversi livelli di efficienza energetica.  In generale, le stufe al quarzo hanno un basso consumo energetico che può essere ritenuto basso in funzione della potenza complessiva non eccessiva e della possibilità di dosarla su un livello medio e basso. Il consumo stufetta al quarzo varia da modello a modello, ma la maggior parte dei modelli disponibili oggi ha un consumo compreso tra i 500 e i 1500 Watt.

Un altro fattore che influisce sul consumo energetico di una stufetta al quarzo è se si tratta di un modello a resistenza o a ventola. I modelli a resistenza non utilizzano ventole per riscaldare l'aria ma piuttosto generano calore attraverso gli elementi resistivi: le candele. I modelli a ventola in aggiunta ad esse, usano un motore elettrico che muove e spinge l'aria attraverso le griglie riscaldate, rendendo il processo di riscaldamento più efficiente. Questo significa che a parità di potenza impostata la resa di un modello con la ventola è superiore e per quanto ci può essere un consumo aggiuntivo da parte del motore della ventola, si può riuscire a sfruttare una potenza inferiore per un risultato di diffusione del calore analogo. In definitiva sebbene in linea teorica un modello con ventola dovrebbe consumare di più, in termini pratici riducendo la potenza impiegata ed entrando in funzione la ventola il risultato può essere ribaltato. In conclusione, la quantità di energia che consuma una stufetta al quarzo dipende dal tipo di modello e dal livello di potenza energetica  utilizzata. Si consiglia quindi di verificare attentamente tutte le specifiche tecniche del prodotto prima dell'acquisto per assicurarsi che soddisfino le proprie esigenze e necessità energetiche.

Per fornire dei dati tangibili vediamo una tabella dei consumi in funzione della potenza impiegata considerando il costo di 1 Kwh pari a 0,30 centesimo. Per eseguire un calcolo in tempo reale con i valori della potenza e costo del Kwh diveri da questi, usare il calcolatore dopo la tabella.

Consumo stufa al quarzo
Potenza watt kwh
2000 2 0,6
1500 1,5 0,45

1000

1 0,30
500 0,5 0,15
Consumo stufa al quarzo in euro
 
 
 
 
 
 

Quanto costa una stufa al quarzo

Il costo di una stufa al quarzo varia in base a diversi fattori, come il modello scelto, la marca e la potenza della stufa. Si possono trovare stufe al quarzo con prezzi che vanno da meno da 11,99 euro fino anche a 100 euro. Le stufe al quarzo più costose sono quelle ad alta potenza e con funzionalità specifiche come ventilazione o umidificatore o timer.

Alcune marche specializzate nella produzione di stufe al quarzo offrono prezzi più bassi rispetto a quelli delle grandi catene di negozi. Inoltre, molti produttori hanno sconti o promozioni periodiche su determinati modelli, quindi è sempre opportuno fare un po' di ricerche prima di acquistarne una. Inoltre, è possibile trovare offerte interessanti su siti web come Amazon. Se decidi di acquistare una stufa al quarzo da queste piattaforme online, assicurati che la marca scelta sia affidabile e che abbia un servizio di garanzia. In conclusione, il costo medio per l'acquisto di un modello standard di stufe al quarzo dovrebbe essere compreso tra i 15 ed i 60 euro.

 
Modello classico
Potenza di 1800 watt, impostabile a 600/1200/1800
Stufa al quarzo.
Presenta un'estetica molto classica, che richiama i vecchi modelli. Parabola interna in alluminio. Buone recensioni. 55 m3
€ 30,00
 
Modello economico
Potenza di 800 watt, impostabile a 400/800
Stufa al quarzo.
Maniglia per un facile spostamento. Indicata per ambienti piccoli e riscaldamento da vicino. 25 m3
€ 11,99
 
Modello robusto
Potenza di 2000 watt, impostabile a 500/1500/2000
Stufa al quarzo.
Dispone di rotelle per lo spostamento. Una ventola per aiutare la diffusione del calore e di un contenitore per l'acqua che umdifica l'ambiente, se c'è ne fosse bisogno. 60 m3
€ 51,80
 
Modello standard
Potenza di 1200 watt, impostabile a 400/800/1200
Stufa al quarzo.
Dotata di tre candele, il primo pulsante ne accende una, il secondo due, entrambi i pulsanti tutte le candele. Maniglia per la presa. 40 m3
€ 24,70
 
Modello standard
Potenza di 800 watt, impostabile a 400/800
Stufa al quarzo.
Maniglia per un facile spostamento. Indicata per ambienti piccoli e riscaldamento da vicino. Pulsante spegnimento in caso di ribaltamento. 25 m3
€ 28,80
 
Modello per esterno
Potenza di 2000 watt, impostabile a 650/1300/2000 da interruttore a tirante
Stufa al quarzo.
Altezza regolabile da 180 cm a 210 cm, pannello orientabile fino a 45°. Protezione IP34 per gli spruzi d'acqua da tutte le direzioni. Ovviamente per riscaldarsi bisogna starci sotto e nell'immediate vicinanze.
€ 79,95
 
Faretto riscaldante
Potenza di 2000 watt, impostabile a 650/1300/2000 da tastierino numerato per le tre potenze o tirando una cordicella.
Stufa al quarzo.
Faretto da fissare su una parete, adatto sia per interno che per esterno, orientabile fino a 45°. Protezione IP34 per gli spruzi d'acqua da tutte le direzioni. Il calore si avverete mettendosi sotto e nell'immediate vicinanze. Al chiuso fino a 60 m3

€ 81,90

 
Modello standard
Potenza di 1200 watt, impostabile a 600/1200
Stufa al quarzo.
Una linea classica ma con colore e rifinuture di stile. Regolabile su due livelli di potenza è dotata di sistema di spegnimento in caso di ribaltamento ed una sicurezza di surriscaldamento, che stacca il dispositivo in caso di necessità. 40 m3.
€ 49,90

tags: dimensionamento consumi

Condividi su Facebook Condividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhatsAppCondividi tramite email



Articoli in argomento

Confronto prodotti per il riscaldamento attraverso l'analisi della potenza riscaldante, del consumo e della spesa
Analisi delle differenti potenze termiche, del consumo e dei costi iniziali d'acquisto di un riscaldamento per la casa

Stufa al quarzo come funziona, quanto riscalda e consumi
Come è fatta una stufa al quarzo, come funziona, come si regola la potenza di riscaldamento e quanto riesce a riscaldare. Modelli in vendita.

Funzionamento del timer nel termoventilatore, a cosa serve e come impostarlo
Come funziona e come va impostato il timer in un termoventilatore

Come stabilire quanto consuma una stufa elettrica
Come poter determinare prima di comprarla quanto consuma una stufa elettrica

I diversi tipi di elettrosterminatori, le differenze, il loro funzionamento ed alcuni consigli
Panoramica sugli strumenti utilizzati per combattere le zanzare e consigli per sfruttarli al meglio

Stufa alogena consumi di corrente e come funziona
Stufa alogena consumi: quali sono in bolletta? Scopriamo nel dettaglio la stufa: potenza, riscaldamento, sicurezza ed infine il calcolo del consumo on line.

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie Policy lineapreferenzelinea chi siamo lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea