Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Modelli di lavatrici con lavaggio a vapore a confronto.

L’impiego del vapore nella lavatrice comporta un notevole vantaggio in termini di qualità del lavaggio e sterilizzazione dei tessuti, diversi oramai sono i produttori che impiegano questa tecnologia nelle loro lavatrici.

In realtà non tutti i modelli di ogni produttore sono dotati del lavaggio a vapore, ma solo alcuni di loro, e in ognuno può essere concepito in modo diverso. In questo articolo abbiamo raccolto le diverse lavatrici con la tecnologia a vapore ed analizzato ognuna di esse come la sfrutta.

Di seguito riportiamo i produttori ed i modelli che ne sono forniti:

1) Whirlpool modello AWOE AST921/-30;
2) Hotpoint Ariston AQ113D 697 EU/A, AQ9F 291 S (IT)/V, ECO8F 1292 (IT)/SV, WMG 7227B IT;
3) Hoover DST 9166 PG/L, DST 8166 P/L;
4) Electrolux Rex RWF 147450 W, RWT 126451 W;
5) Miele W 5000 WPS, W 5985 WPS;
6) Lg F1495BDS, F1443KDS, F1480FDS, F1280QDS, F1280NDS;
7) Aeg L 98699 FL, L 87490 FL, L 75480 FL, l 86350 TL, l 76460 TL;

Whirlpool racchiude la tecnologia a vapore identificandola con il sistema “Aquasteam” che è caratterizzato da due funzioni, la turbo vapore e vapore refresh. La prima immette durante il lavaggio il vapore nel cestello mantenendo la temperatura costante per 4 volte in più rispetto ad un lavaggio normale. L’azione del vapore agisce efficacemente sui tessuti delicati e su quelli resistenti e igienizza il bucato. La seconda immette solo vapore sui tessuti ed in soli 10 minuti ne elimina i cattivi odori.

Hotpoint Ariston impiega il vapore con due cicli differenti identificati con il nome refresh vapore e igiene vapore. Il primo è dedicato ai tessuti non sporchi che hanno bisogno di essere rinfrescati per eliminare i cattivi come fumo di sigaretta, cibo, sudore ed altro. I capi si inseriscono asciutti nel cestello, il ciclo dura 20 minuti ed al termine i capi escono un po’ umidi pronti per essere stirati. Con un’apposita pallina al centro della quale c’è una spugna, si può aggiungere del profumo. Il secondo genera del vapore durante il lavaggio con un effetto igienizzante, è un’opzione che può essere abbinata non su tutti i cicli di lavaggio.

Hoover utilizza un sistema a vapore basato su due opzioni da abbinare ai programmi tradizionali, azionabili dal tasto “igiene” e “intensivo a vapore”. Il primo consente con l’azione del vapore di igienizzare i tessuti con una garanzia certificata fino al 99,99%, mentre il secondo permette di inserire del vapore durante un ciclo di lavaggio normale aumentando grazie alla penetrazione del vapore l’azione sgrassante.

Electrolux Rex chiama la sua tecnologia con il vapore SteamSystem, ed è applicata su due lavatrici una a carica frontale ed una a carica dall’alto. Tre sono i presupposti del vapore per rex, facilitare la stiratura distendendo le fibre, eliminare gli odori e rinfrescare i tessuti. I programmi opzionali abbinabili ai lavaggi tradizionali sono due programma di stiratura con trattamento a vapore e programma refresh.

Miele ha dato alla sua tecnologia il nome SteamCare, che apporta tre vantaggi ai tessuti, facilità di stiratura, freschezza, delicatezza ed efficacia. Con Miele la diffusione del vapore all’interno del cestello e differenziata, può avvenire a getto per trattare le macchie più difficili o diffuso per le macchie più delicate. Opzioni e programmi di lavaggio a vapore sono tre e nello specifico: opzione stiro facile a vapore, programma rinfrescare a vapore e finish a vapore. La prima opzione può essere utilizzata con getto o a vapore diffuso, ed ha la capacità di distendere le pieghe ed agevolare la stiratura fino a far risparmiare il 50% del tempo solitamente impiegato, può essere abbinata alla maggior parte dei programmi. Rinfrescare a vapore è il programma che immette vapore diffuso nel cestello per inumidire i capi asciutti, rinfrescarli e distenderne le pieghe. Il terzo programma consente di terminare un ciclo di lavaggio immettendo getti di vapore.

Lg propone ben cinque lavatrici in grado di trattare I tessuti con l’ausilio del vapore, ognuna delle quali con una diversa capacità in kg, dalla più capiente 12 kg, alla 11 kg, per seguire con 9kg, 7 kg e 6 kg. La validità della sua tecnologia a vapore è stata certificata dall’Università degli studi di Milano. È stato appurata una riduzione della carica microbica del 99,99% già a 30°C, una riduzione di concentrazione di allergeni già a 30°C senza l’utilizzo di detergenti, riduzione della carica virale dell’83,3% e l’eliminazione del residuo alcalino. Il vapore viene immesso direttamente nel cestello durante il ciclo di lavaggio.

Aeg utilizza il vapore sfruttandolo attraverso due opzioni specifiche refresh ed antipiega. La funzione del vapore è presente su cinque lavatrici di cui tre a carica frontale e due a carica dall’altro. Abbinabile ai diversi programmi di lavaggio nella funzione antipiega la diffusione del vapore nel cestello distende le pieghe e favorisce la stiratura degli indumenti, mentre con la funzione refresh si possono eliminare cattivi odori come residuo di cibo, di fumo di sigarette ed altro.
 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Parametro fondamentale ed anche uno dei principali, preso in considerazione per l’acquisto di una lavatrice, è quello del consumo di energia elettrica, oltre ad esso, chiaramente, c’è anche l’aspetto legato al consumo dell’acqua. Ulteriormente a questi, ci sono altri dati molto importanti come la rumorosità, la classe e la velocità di centrifuga (asciugatura), logicamente i cicli di lavaggio, quindi il tipo di programmazione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Nella lavatrice, nella lavasciuga (no pompa di calore), nella lavastoviglie, nell’asciugatrice (no pompa di calore), nel forno elettrico e nello scaldabagno è presente una, o più di una, a seconda del prodotto, resistenza elettrica.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Se sul display della lavatrice Whirlpool della line Wave, compare il codice di errore F18 o FoD significa che è stata rilevata una eccessiva quantità di schiuma durante il lavaggio. Potrebbe sembrare strano ma utilizzare troppo detersivo, può creare sia dei malfunzionamenti che anche un deterioramento accelerato delle componenti interne.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il panorama delle lavatrici proposte sul mercato ha raggiunto per quanto riguarda il consumo di energia elettrica dei risultati degni di grande apprezzamento. Non sono più commercializzate, anche perché non sono più prodotte, almeno per quanto riguarda la maggior parte dei mercati, lavatrici di classe inferiore alla A. Ci orientiamo all’acquisto, solitamente su un prodotto medio, in altri casi pretendendo delle migliori prestazioni di lavaggio, asciugatura e programmi speciali su una lavabiancheria di alta qualità. In ogni caso abbiamo acquistato un prodotto in classe A, associando alla categoria energetica in questione il basso consumo.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La pompa di scarico in una lavatrice o lavasciuga, ma anche in una lavastoviglie, ha la funzione di espellere l’acqua dall’interno della vasca, nel momento in cui il programma di lavaggio lo necessita, questo abitualmente si verifica prima dell’inizio della fase di carico dell’acqua, successivamente durante la fase dei risciacqui ed infine al termine del lavaggio.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Come già spiegato in altri articoli per identificare il consumo energetico di una lavatrice basta leggere il dato riportato sulla Energy label applicata su di essa. Tuttavia l’identificazione del consumo non ci consente di farci un’idea immediata di quanto sia la differenza tra le diverse classi energetiche.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea