Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Allungare tubo condizionatore portatile è possibile? Come fissare il tubo per condizionatori portatili!

allungare tubo condizionatore portatile

Cosa trovi in questo articolo:

  1. A cosa serve il tubo scarico condizionatore portatile;
  2. Come è fatto e come posizionare il tubo per condizionatore portatile;
  3. Lunghezza tubo condizionatore portatile;
  4. Allungare tubo condizionatore portatile;
  5. Condizionatore portatile tubo posizione corretta;
  6. Domande poste dai consumatori;
  7. Commenti per chiedere informazioni.



Tubi condizionatori portatili a cosa servono

A seconda del tipo di tecnologia i condizionatori portatili si divido in modelli con un solo tubo o con due tubi, per chi volesse approfondire la differenza può farlo nella guida come scegliere un condizionatore portatile, ma tralasciando il sistema a due tubi ci soffermiamo su quello ad un solo tubo. Tutti i condizionatori portatili monoblocco dispongono nella parte posteriore di un foro di scarico dal quale l'aria calda che viene prelevata dall'ambiente, dove è messo in funzione, viene espulsa. Si rende necessario inserire nel foro il tubo di scarico del condizionatore portatile fornito in dotazione nel momento dell’acquisto.

Il tubo, lo abbiamo già accennato, possiede la funzione di veicolare l’aria calda sottratta all’ambiente verso l’esterno. L'immissione di aria fredda e la costante sottrazione di calore dalla stanza, permettono la diminuzione della temperatura al suo interno ed il raggiungimento di una gradazione ideale per stare bene all'interno dell'ambiente. Non utilizzare il tubo comporterebbe una impossibilità di diminuire la temperatura ambiente, in quanto dalla bocchetta di mandata dell'aria, frontale al condizionatore portatile, avremo il getto di aria fredda ed allo stesso tempo dietro il monoblocco un flusso di aria bollente.

Come è fatto il tubo flessibile condizionatore

Il condizionatore monoblocco nel momento in cui viene acquistato è dotato del kit di scarico dell'aria calda. All'interno della confezione oltre al condizionatore si trova il tubo che è fornito in dotazione su tutti i modelli. Non è possibile che debba essere acquistato a parte. Il tubo del condizionatore portatile, che potremmo anche definire kit di scarico in quanto a seconda del modello può disporre di più accessori, nella sua conformazione standard è composto da un tubo in pvc flessibile ed estensibile (2) alle cui estremità sono fissati o nella maggior parte dei casi sono incastrabili il raccordo di fissaggio (1) al monoblocco ed il raccordo di uscita dell'aria (3) che deve essere fissato tra i battenti della finestra in modo fisso.

tubo condizionatore portatile

Dall'immagine climatizzatore portatile con tubo sotto riportata possiamo vedere il risultato del kit tubo condizionatore portatile standard che come si può notare non consente la chiusura delle ante della finestra e rimane una parte aperta dalla quale entra esce parte dell'aria fredda che si trova nella stanza.

posizione tubo condizionatore portatile tra i battenti della finestra

In altri modelli il kit tubo aria calda condizionatore portatile oltre ad avere il raccordo di uscita dell'aria (3) staccabile, dispone di un raccordo (4) di fissaggio alla finestra o al muro. In sostanza si può praticare un foro sul vetro o sul muro e fissarvi il raccordo, all'interno del quale fissare il tubo di scarico condizionatore senza il raccordo di espulsione (3).

tubo condizionatore portatile con raccordo per finestra

Dall'immagine del condizionatore portatile con tubo possiamo vedere che con questo tipo di soluzione il tubo di scarico viene fatto confluire all'interno del raccordo di fissaggio (1) senza dispersioni di aria. Si tratta di una soluzione che garantisce un miglior risultato di raffreddamento all'interno dell'ambiente. Il raccordo può essere fissato al vetro (1), oppure con un buco finestra per condizionatore nel telaio della finestra o portafinestra (2) sempre che si tratti di un materiale che può essere forato. Questa soluzione tuttavia potrebbe considerarsi la meno vantaggiosa in quanto l'infisso non è ripristinabile. Infine un buco nel muro per condizionatore portatile che è la soluzione in assoluto più ripristinabile in caso si voglia chiudere il foro. Il foro da praticare di norma è di 13,4 cm ma è opportuno eseguirlo dopo aver verificato le misure del kit in dotazione o che si intende acquistare. Nelle tre diverse soluzioni possiamo vedere come il raccordo oltrepassi abbondantemente il vetro nel primo caso, parzialmente nel secondo, mentre resti all'interno del muro nel terzo. In questo caso sarebbe opportuno passare un materiale isolante lungo la superfice del foro, in quanto l'espulsione dell'aria porta con se del vapore, quindi acqua, che nell'uscire colpisce il muro e se non isolato viene assorbita.

tubo condizionatore portatile fissato con raccordo finestra muro

Una terzo tipo di kit allungamento tubo condizionatore portatile aggiunge un adattatore per tapparelle (5). Si tratta di una guida telescopica la cui lunghezza è regolabile ed adattabile a quella della finestra. Si posizione in modo orizzontale facendo incastrare le due estremità all'interno del canale guida della tapparella. Posizionata in basso la tapparella vi si poggia sopra ed il raccordo di uscita dell'aria si incastra nell'apposito foro.

tubo condizionatore portatile con raccordo per tapparelle

Dall'immagine si può vedere l'installazione condizionatore portatile con il tubo inserito all'interno della guida telescopica. Questo tipo di soluzione non risulta invasiva in quanto non comporta la creazione di fori da nessuna parte ma solo la sistemazione della guida di adattamento del tubo di scarico condizionatore. Vi è da dire tuttavia che non sempre la guida è adattabile, se la finestra non ha le tapparelle o comunque no si crea la possibilità di sistemare orizzontalmente la guida questa soluzione di sistemazione del terminale tubo condizionatore portatile non è percorribile. Ma in caso non si voglia praticare il foro come si deve fare? La soluzione in questo caso è acquistare una guarnizione per finestra per condizionatore che consente di posizionare lo scarico del tubo tra i battenti della finestra e sigillare lo spazio che resterebbe aperto.

tubo condizionatore portatile fissato nella guida telescopica

Misure tubo climatizzatore portatile

La lunghezza del tubo di scarico del condizionatore portatile può variare da 1 metro fino ad 1 metro è mezzo. Non ci sono tuttavia delle misure standard pertanto il dato è da considerarsi indicativo e varia tra i differenti modelli di condizionatori portatili. Tutti mantengono una caratteristica comune, ovvero la modulazione di lunghezza. Si possono allungare o accorciare, da un minimo ad un massimo, e piegarsi facendo delle curve che gli consentono di assumere la forma necessaria a raggiungere il punto di fissaggio da dove scaricare l'aria calda verso l’esterno. Il diametro è anch'esso variabile da modello a modello, in linea generale ne possiamo trovare alcuni da 12,5 , da 13 cm o similari, ma approssimativamente in linea con dette misure.

Allungare tubo condizionatore portatile

Il tubo di scarico del condizionatore portatile è concepito in modo "esclusivo" per l'apparecchio che lo monta. Tralasciando gli agganci che sono diversi tra i vari modelli di monoblocco, pertanto l'essere esclusivo non si riferisce a questo, ma alla lunghezza, la quale è calcolata in modo tale che la forza di ventilazione del condizionatore riesca a spingere l’aria calda fino all’esterno, quindi per essere dispersa e consentire che tale processo avvenga continuamente. Questo ci porta alla fatidica domanda: si possono allungare i tubi del condizionatore? La risposta è "so" ovvero praticamente non ci sono problemi ma tecnicamente può sorgere un "problema tubo condizionatore portatile".

Ma andiamo per gradi spiegando perché è preferibile non fare una prolunga tubo condizionatore portatile. La ventola che spinge l'aria calda fuori è tarata per coprire la lunghezza del tubo, se viene allungato ed anche se il percorso del tubo non è ottimale, dopo vedremo la corretta sistemazione, il "caldo" non viene espulso totalmente. Per dare l'esempio è come se l'aria rimanesse a metà percorso e ne riuscisse ad uscire nel tempo previsto un quantitativo inferiore. Questo porta una diminuzione delle prestazioni di raffreddamento, che in casi estremi possono far bloccare del tutto il condizionatore portatile.

Ora che abbiamo un quadro completo del perché dovremmo allungare il tubo vediamo come possiamo come prolungare tubi condizionatore tendendo presente che possiamo incorrere nelle problematiche descritte. Sostanzialmente per allungarlo abbiamo bisogno di acquistare un tubo estensibile per condizionatori portatili. La disponibilità è vasta e si differenziano per lunghezze e diametri differenti. Ci sono tubi lunghi 1 metro fino a 4,5,6 metri. La lunghezza dei tubi consente di coprire delle distanze molto lunghe ma teniamo a mente quanto abbiamo detto sulla resa! Il diametro varia dai 12 ai 15 cm. Prima di effettuare l'acquisto è essenziale verificare la misura del tubo in possesso e valutarne l'adattabilità. In caso di differenza di diametro è da utilizzare un riduttore tubo condizionatore portatile. Si tratta riduzione tubo condizionatore portatile a forma di cono con circonferenze a scalare da 0,8 fino a 15 cm.

Condizionatore con tubo qual è la posizione corretta

posizione tubo condizionatore

Per sfruttare al meglio le prestazioni del condizionatore è preferibile allungare il tubo solo per la lunghezza necessaria, quindi se non viene impiegata tutta, l'espulsione dell’aria è facilitata e l’efficienza di raffreddamento migliora. In buona sostanza sono da evitare allungamenti massimi del tubo se non strettamente necessari. Pertanto è meglio tenere il monoblocco un po’ più vicino alla finestra o al punto di posizionamento del tubo, che non allungarlo al massimo per disporre il condizionatore verso un punto più centrale della stanza.

Altro fattore molte importante nel posizionamento del tubo è la forma che gli si fa assumere, esso avendo un effetto a fisarmonica, può assumere una forma dritta o arcuata, in questo ultimo caso bisogna rimanere in una leggera curvatura, che solitamente si manifesta nel punto centrale, ma sono da evitare i colli d’oca, che provocano come per l’allungamento un rallentamento del flusso d’aria calda in uscita e un accumulo di vapore nel punto più basso del tubo, diminuendo la resa ed in taluni casi impedendone il funzionamento per surriscaldamento.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 
Commenti recenti
Icona regione.
Bassetto da Vicenza giorno 20/07/2022
Buongiorno, ho comprato un condizionatore portatile con tubo di scarico aria da 14cm. Per collegarlo alla canna fumaria dovrei portarlo con adattatore a 8 cm. Posso danneggiare la macchina o solo perdere in efficienza?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Bassetto, si verificherebbero entrambe le condizioni.
Icona regione.
Rosario da Palermo giorno 13/07/2022
Ho acquistato un condizionatore portatile per raggiungere la finestra dove scaricare aria calda c’è un percorso di 6metri posso eventualmente allungare il tubo di scarico aria calda per 6 metri in modo da scaricare aria calda?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Rosario, come descritto nell’articolo puoi farlo da un punto di vista materiale, ma tecnicamente le prestazioni del condizionatore possono diminuire, in quanto la spinta del sistema di ventilazione non è talmente forte per far supere all’aria calda il tragitto.
Icona regione.
Francesco da Chieti giorno 25/05/2022
Salve, non ho bisogno di niente, volevo solo congratularmi con voi per la premura con cui seguite le richieste dei vostri clienti. Magari tutti i siti fossero come il vostro !
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesco, veramente grazie per i tuoi apprezzamenti. Molto graditi.
Icona regione.
Edda da Piacenza giorno 24/05/2022
Buonasera, ho da moltissimi anni un condizionatore portatile de longhi che scarica l'acqua di condensa in una tanichetta sul retro. Siamo diventati vecchi mio marito ed io e quindi è difficile per noi chinarci e svuotare questo contenitore 2/3 volte al giorno. Non è possibile allungare il tubo che parte dalla macchina e farlo scaricare al di fuori in modo che è più facile muoverlo per lo smaltimento dell'acqua. Mi è parso di capire dalla lettura delle vostre risposte che sia infattibile ma vorrei esserne sicura. Grazie e cordialità.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Edda, comprendo la problematica. Nell’articolo si fa riferimento al tubo di espulsione dell’aria, per la condensa va visto come è strutturata la tanica. Se lo avessi sotto mano credo che si potrebbe fare, ma non avendolo cerco di spiegarti quello che dovresti fare per provare. Prova a togliere la tanica è guardare il punto dal quale l’acqua entra al suo interno, li dovresti innestare un tubicino di drenaggio che confluisca l’acqua dove desideri. Poi va visto se senza tanica inserita il condizionatore si avvia. Mi puoi dire il modello esatto?
Icona regione.
Matteo da Genova giorno 20/01/2021
Buonasera, ho acquistato un mini condizionatore cinese da circa 3000BTU per tenere in fresco d'estate nelle ore più calde la cantinetta (circa 4 mq). Lo scarico dell'aria calda ha un foro rettangolare da 45x200 mm al quale si attacca il tubo flessibile che dalla parte opposta termina con una sezione circolare da 160 mm di diametro (quindi un area circa doppia della sezione "in entrata"). Che senso ha avere in uscita una sezione doppia rispetto all'entrata? Non riesco a trovare un valido motivo. Visto che per questioni logistiche mi servirebbe ridurre il più possibile la sezione in uscita, sapreste indicarmi fino a che riduzione di sezione posso spingermi? La portata dichiarata è 80 m3/h. Grazie mille!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Matteo, non solo questo modello ha un innesto al mobile con forma diversa e più stretto rispetto all’uscita. La ventola spinge l’aria calda continuamente quindi l’uscita deve essere più larga per evacuarla subito. Una restrizione riduce la fuoriuscita, pertanto l’efficienza. Certamente potrai ridurlo, dirti di quanto però non saprei, direi di regolarti sul momento verificando la resa.

Grazie mille per la pronta e celere risposta! Quale può essere un buon metodo per verificare la resa? Settare una temperatura dell'aria raffresca e misurare la temperatura effettiva dell'aria fino a quando rispecchia il valore impostato? Se aggiungessi un piccolo estrattore in uscita al tubo flessibile subito dopo la riduzione di sezione? Grazie mille di nuovo!

Impostare la temperatura e verificare la quantità di aria calda espulsa e soprattutto la capacità di raffreddare l'ambiente. In questa fase dovrai utilizzare il tubo in dotazione e poi con la modifica effettuata. La prova è assolutamente empirica, e dipende molto dalle condizioni dell'ambiente, della temperatura interna nel momento in cui eseguirari la prova. Potresti riscontrare delle differenze di resa in giornate diverse in funzione di condizioni ambientali differenti. Un estrattore certamente recupererebbe il restringimento del tubo, ma lo valuterei dopo la prova.

Icona regione.
Aldo da Binetto giorno 06/08/2020
Ho acquistato un condizionatore portatile Argo vorrei posizionare il tubo di scarico dell'aria calda nella canna fumaria di un camino non utilizzato, posso farlo?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Aldo, l’aria calda tende ad andare verso l’alto pertanto puoi farlo.
Icona regione.
Cippa da Milano giorno 02/03/2020
Ciao, ho visto il tubo HQ W3-65022 che suggerivi sopra e ho visto che il diametro è 12,5. Volevo chiederti se riesco a usarlo nel foro di aerazione della casa che però, essendo dietro al calorifero, è sfruttabile solo per 8cm. Grazie mille
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Cippa, credo che riesci ad inserirlo comunque visto che si può schiacciare, tuttavia c’è una diminuzione di portata di aria. Direi che bisogna provare per verificarne il risultato.
Icona regione.
Pietro da Prato giorno 21/06/2017
Salve, ho acquistato un climatizzatore portatile De Longhi PAC CN94 da utilizzare per il clima di una stanza (soggiorno + angolo cottura) di circa 25mq. Le mie domande sono queste. Nella stanza ho le famose griglie di sfiato che sono di 120 mm, una si trova oltre i 120 cm e l'altra sotto i 30 cm. Posso usare il foro sotto i 30 cm con un riduttore di diametro da 130 a 120 mm ? Ci possono essere conseguenze rilevanti sul rendimento della macchina oppure sul suo funzionamento tali da danneggiarla? La soluzione alternativa sarebbe fare uscire l'aria calda dalla porta finestra. Ma li il tubo in dotazione sarebbe posto sul pavimento e necessariamente sotto i 30 cm minimi suggeriti da manuale. E' applicabile quest'ultima soluzione? Ne esistono altre ? Grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buonasera Pietro, ritengo che la riduzione sia tale da non implicare nessun problema in termini di efficienza e danneggiamenti, procedi.
Icona regione.
Matteo da Vicenza giorno 25/09/2015
Buongiorno, ho un condizionatore con tubo di scarico all'esterno ma vorrei usarlo come riscaldamento o come deumidificatore. Devo per forza collegare il tubo di scarico dell'aria calda verso l'esterno o posso non metterlo e scaricare dentro casa? Questo perché vivo in un piccolo ambiente, rischio di rimanere senza ossigeno? Se usato in maniera oculata 1 o 2 ore al giorno per deumidificare posso farlo senza tubo di scarico installato? Vi prego di rispondermi dato che sarebbe molto importante. Per ora sto usando un piccolo deumidificatore che chiaramente non ha tubo di scarico, questi apparecchi mangiano l'ossigeno come potrebbe essere una stufa elettrica oppure no?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Matteo, il tubo di scarico serve per eliminare l’aria calda ed a seconda del modello l’umidità, alcuni portatili la raccolgono in una tanica, in questo caso per deumidificare non dovresti farlo, al contrario, che è nella stragrande maggioranza dei casi, se non metti il tubo fuori l’umidità la butta dentro, quindi non deumidifichi nulla. La funzione di riscaldamento c’è l’hanno in pochi, il tuo che marca e modello è? Il riscaldamento in alcuni modelli avviene con resistenza elettrica, quindi come se fosse una stufa in quel caso il tubo fuori non serve. Considera che a temperature intorno ai 16/18°C i portatili non deumidificano, quindi è meglio un deumidificatore, che ha pure dei limiti ma più bassi. L’ossigeno si consuma se avviene una combustione e con essi non avviene.

Icona regione.

Grazie per la pronta risposta, il mio condizionatore è un nordton (electrolux) EXP09HN1WL, ha sia condizionatore, deumidificatore e riscaldamento. Quindi mi state dicendo che posso usarlo all'interno del mio monolocale come riscaldamento/deumidificatore senza collegare il tubo di scarico dell'aria calda all'esterno?

Icona elettro-domestici.com

No, ti stavo dicendo che alcuni modelli per deumidificare hanno una tanica per la raccolta e non necessitano dell’impiego del tubo, ma sono in pochissimi; per riscaldare c’è sempre necessità di una comunicazione con l’esterno se siamo in presenza della pompa di calore, altrimenti se ha la resistenza elettrica non ha bisogno del tubo, ma non è più un condizionatore ma una stufa elettrica con la forma del portatile. Detto questo, non ho trovato il libretto e non conosco il modello nello specifico altrimenti ti avrei detto direttamente se si o no, controllo se ha una vaschetta per la raccolta di acqua e provalo in sola deumidificazione. Allo stesso modo provalo in riscaldamento e nota se esce aria da due parti, davanti calda e dietro fredda, se esce solo davanti calda significa che ha una resistenza e non ci vuole il tubo.

Icona regione.
Piero da Lugano giorno 24/07/2015
Salve, ho acquistato un climatizzatore portatile e vorrei posizionarlo al centro dell'appartamento, ma non ho finestre in questa zona. Ho però due bagni con bocchetta di aspirazione condominiale in funzione ad una potenza costante durante le 24h. La bocchetta ha diametro di 10 cm e regge il peso di una busta di carta di 30 grammi (quindi 0.38 grammi a cm2). Stavo pensando di allungare leggermente il tubo in dotazione (da 150 a 250 cm) per arrivare alla bocchetta di aspirazione, che si trova a 225 cm di altezza. Da quanto ho letto in questo sito, non dovrei superare i 120 cm di altezza dal suolo, ma, tenuto conto che avrei un effetto di aspirazione, posso collegarmi a questa uscita senza rischiare di danneggiare il climatizzatore? Ovviamente dovrei trovare una soluzione per collegare il tubo che è di 14 cm di diametro alla bocchetta che è di 10 cm. Ultima domanda: con una temperatura di circa 30° C e una potenza refrigerante di 12'000 BTU, quale potrebbe essere la temperatura di uscita dell'aria fredda? Io misuro circa 16° C: è normale?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Piero, un tubo troppo in alto può rallentare notevolmente l’espulsione dell’aria calda, certo se l’aria viene aspirata il deflusso è agevolato, ma sinceramente non so dirti come si comporterà il condizionatore. Prova e facci sapere il risultato finale. La temperatura in uscita dipende molto da quella in entrata, può essere normale 16 °C.
Icona regione.
Quaroni da Caprino Bergamasco giorno 10/07/2015
Vi chiedo per favore indicazioni per come e dove reperire il tubo estensibile del diametro di 7 cm, per il condizionatore portatile grazie e cordialità.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Quaroni, ti consiglio di dare un’occhiata a questa pagina di Amazon, ci sono kit completi oppure c’è il HQ W3-65022 accessorio per la casa, che è adattabile.
Icona regione.
Giovanni da Forlì giorno 09/07/2015
Salve, ho appena comprato un modello di condizionatore portatile nel quale libretto viene riportato che l'installazione a muro/finestra del tubo deve stare da terra da un minimo di 30 cm ad un massimo di 120 cm. Io dovrei posizionare questo tubo ad un altezza maggiore di 120 siccome la mia finestrella rimane molto alta rispetto la macchina; a quali problemi andrei incontro superando l'altezza consigliata dal costruttore? Considerando che da manuale dice che posso sia scolare condensa tramite un'uscita forzata (collegando un pezzo di gomma ove andrà a scaricare in un recipiente), oppure lasciare quest'uscita chiusa dal proprio tappino e la macchina condenserà in automatico tramite scarico...io ovviamente ho optato per la prima perché mi sembra che così la macchina lavora meglio.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Giovanni, l’indicazione di tali misure è atta ad acconsentire un adeguato smaltimento dell’aria calda e soprattutto della condensa, che nel tuo caso stai optando per drenarla tramite il tubicino, ottimo. Un percorso troppo alto tuttavia potrebbe, ma minimamente ed impercettibilmente, a meno che non metti prolunghe, rallentare l’uscita dell’aria o addirittura non consentirne una uscita in termini di quantità giusta, facendo rimanere aria calda all’interno e compromettendo il funzionamento generale.
Icona regione.
Roberto da Prato giorno 10/05/2015
Salve, ho intenzione di acquistare un climatizzatore portatile della De Longhi il modello è il PAC WE128ECO SILENT perché devo spostarlo da una cameretta di circa 12 mq ad una stanza di circa 25mq, installare 2 condizionatori fissi sarebbe troppo dispendioso quindi ho optato per questa soluzione. La mia domanda è questa, nella cameretta devo praticare un foro al muro, tenendo conto del diametro del tubo in dotazione che è di 130 mm che foro devo praticare nel muro tenendo anche conto che il tubo si restringe in una specie di attacco? Il climatizzatore in questione che optional fornisce per un'installazione a muro? Nella stanza più grande ho le famose griglie di sfiato che sono di 120 mm come mi collego a questa griglia?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto, i condizionatori portatili della De Longhi, sono dotati di un tubo del del diametro di 130 mm, di una flangia per allaccio al muro, una ventosa per sostegno sul vetro ed una bocchetta che si collega al tubo nella parte finale che termina stringendo per il fissaggio alla finestra. Il foro che devi praticare al muro è di 134 mm, all’interno del quale si inserisce la flangia ed il tubo a sua volta al suo interno. Per i fori da 120 mm non vengono forniti in dotazione raccordi, tuttavia puoi trovare dei raccordi in ferramenta, che si usano per altri scopi, ma sono adattabili.

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Normalmente un condizionatore viene utilizzato per raffreddare o riscaldare un ambiente rispettivamente nel periodo estivo ed in quello invernale. Oltre a tali modalità, lo ricordiamo, c’è anche quella relativa alla deumidificazione di cui abbiamo parlato in altri articoli.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

A seconda del tipo di tecnologia i condizionatori portatili si divido in modelli con un solo tubo o con due tubi, per chi volesse approfondire la differenza può farlo nella guida come scegliere un condizionatore portatile, ma tralasciando il sistema a due tubi ci soffermiamo su quello ad un solo tubo. Tutti i condizionatori portatili monoblocco dispongono nella parte posteriore di un foro di scarico dal quale l'aria calda che viene prelevata dall'ambiente, dove è messo in funzione, viene espulsa. Si rende necessario inserire nel foro il tubo di scarico del condizionatore portatile fornito in dotazione nel momento dell’acquisto.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il condizionatore che perde acqua dallo split è una condizione che si può verificare durante l’estate, o ancora più precisamente quando il condizionatore è impiegato in regime di raffreddamento o di deumidificazione. Nella modalità di funzionamento invernale (riscaldamento) invece non accade.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Sebbene il condizionatore sia in grado di riscaldare un ambiente è notoriamente considerato come l’elettrodomestico del raffreddamento. Quando si dice condizionatore, si pensa quasi sempre all’estate ed alla sua capacità di farci stare al fresco in un ambiente che altrimenti risulterebbe vivibile a fatica.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Diciamo subito che non è possibile installare un condizionatore da soli, ma è necessario che tale lavoro sia eseguito da un tecnico specializzato e certificato FGas. Difatti a partire dall’1 gennaio 2015 è entrato in vigore il regolamento che disciplina l’installazione degli impianti di condizionamento.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Una delle valutazioni che bisogna effettuare nella scelta tra un climatizzatore multisplit ed altrettanti monosplit, oltre a quelle che abbiamo già affrontato nell’articolo "climatizzatore mono split o multi split", è il consumo energetico.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea