Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Dove sono posizionati i filtri nel climatizzatore e come effettuarne la pulizia.
 
Tutti i climatizzatori d’aria sono forniti di un sistema di filtraggio di base, essenziale per un loro corretto funzionamento, e predisposti per l’inserimento di altri filtri speciali, che hanno la capacità a seconda della loro natura di trattare l’aria ancora più in profondità e renderla ancora più sana e respirabile.

In fase di acquisto, solitamente i modelli più costosi e completi ne sono già forniti, anche se può capitare che su climatizzatori economici si trovino ugualmente. Anche se poi c’è da valutare la qualità ed il materiale di cui sono formati.

I filtri di base sono allocati esattamente sopra lo scambiatore di calore ed hanno la funzione di trattenere la polvere presente nell’aria che impatta con questa parte del climatizzatore. A seconda della loro composizione ed i trattamenti praticati, garantiscono efficacia differente. Solitamente sono dei normali filtri, ma in alcuni climatizzatori sono trattati con la catechina, sostanza naturale che si ricava dalle foglie del Thè, riuscendo così, oltre a trattenere la polvere, a neutralizzare acari, virus e batteri.

Oltre ai filtri base, come dicevamo i climatizzatori possono equipaggiarsi di filtri come quelli elettrostatici, di forma rettangolare e composti a pannelli con delle pieghe regolari come delle piccole onde in modo da aumentare la sua superficie. La loro funzione è quella di trattenere dall’aria le particelle come pollini, allergeni acari. Molto utilizzati sono anche i filtri ai carboni attivi, che trattengono i cattivi odori presenti nell’aria, come il fumo di sigaretta ed altro.

Il climatizzatore non necessita di una particolare manutenzione, se non quella di una periodica, almeno una volta a cambio stagione, pulizia dei filtri. Difatti neutralizzando e comunque trattenendo la polvere, se non regolarmente puliti, si viene a creare uno stato polveroso che impedisce un corretto impatto dell’aria presente nell’ambiente sullo scambiatore, con una consequenziale perdita di efficienza della qualità dell’aria e di resa del climatizzatore.

Pulire i filtri è un’operazione molto semplice e può essere effettuata da chiunque sia dotato di un minimo di senso pratico. Bisogna sollevare, esercitando una leggera forza, la mascherina del climatizzatore afferrandola con due mani dalla estremità destra e sinistra. Estrarre i filtri, sono inseriti in una guida dalla quale vengono fuori con estrema facilità, e provvedere alla loro pulizia.

Per pulirli si possono seguire due strade, lavarli, senza utilizzare additivi, sotto un getto d’acqua a temperatura ambiente per poi riposizionarli una volta asciutti. Oppure se si dispone di un compressore ad aria si può utilizzare il getto compresso.

Non c’è un tempo entro il quale i filtri devono essere puliti, l’accumulo di polvere può dipendere da svariati motivi: l’utilizzo, il non utilizzo, dalla presenza di polvere nell’aria ed altro.

L’operazione di estrazione dei filtri deve essere effettuata a climatizzatore spento e non alimentato elettricamente, quindi bisogna portare sulla posizione 0 l’interruttore che si vede a vista alzando la mascherina del climatizzatore.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Tutti i condizionatori portatili monoblocco hanno uno scarico, ovvero un foro, che si trova nella parte posteriore della macchina, al quale è necessario inserire un tubo, fornito in dotazione nel momento dell’acquisto.
 
 
Spazio trasparente.


Una condizione che non raramente si verifica durante l’utilizzo del condizionatore split domestico, per intenderci i modelli che sono attaccati in alto su di un parete, è quella che lo vede gocciolare. Si, durante il suo funzionamento cade dell’acqua.
 
 
Spazio trasparente.


Una delle valutazioni che bisogna effettuare nella scelta tra un climatizzatore multisplit ed altrettanti monosplit, oltre a quelle che abbiamo già affrontato nell’articolo "climatizzatore mono split o multi split", è il consumo energetico.
 
 
Spazio trasparente.


Giorno 1 gennaio 2016 sono entrati in vigore due nuovi regolamenti che disciplinano il settore della ventilazione, ovvero il regolamento (UE) n. 1253/2014, che istituisce delle specifiche di progettazione e di eco compatibilità a cui attenersi, ed il regolamento delegato (UE) n. 1254/2014, che regolamenta l’etichettatura energetica.
 
 
Spazio trasparente.


Se si ha l'esigenza di dovere climatizzare più stanze all'interno della stessa abitazione, ci si può chiedere se sia preferibile protendere verso l'acquisto di un condizionatore mono split per ogni ambiente, oppure di un dual split, di un trial o di un multi split, a seconda degli ambienti da dover climatizzare.
 
 
Spazio trasparente.


Oltre alle funzione che di base troviamo in un climatizzatore d’aria: raffreddamento, riscaldamento, deumidificazione e ventilazione, ce n’è un’altra che è presente in quasi tutti i climatizzatori, la funzione notturna, conosciuta più comunemente con il nome “sleep”. La funzione è indicata da un tasto con il simbolo di una mezza luna o di stelle o entrambe, o la scritta sul tasto “sleep”.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su