Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Conseguenze della mancata pulizia del filtro e del condensatore nell’asciugatrice.
 
Due elementi da non trascurare, quindi molto importanti per tenere in perfetta efficienza l’asciugatrice sono i filtri. In realtà c’è un terzo elemento, anch’esso non trascurabile, che passa però per una manutenzione straordinaria: il condensatore, parliamo dei modelli con la pompa di calore, i modelli a condensazione non hanno il condensatore.

Per capire la loro importanza è bene sapere cosa avviene durante il “ciclo di asciugatura” o meglio, trascurando il vero e proprio processo di scambio termico e quindi arrivando direttamente all’emanazione del calore, pertanto siamo ora durante la fase di asciugatura, sapere che dai tessuti cade della lanugine, dei pelucchi. Inoltre per effetto dell’areazione del condensatore, si creano dei residui di polvere ed accumuli di lanugine, anche in quest’altra posizione.

Aprendo lo sportello, possiamo notare la presenza di una fessura (filtro) sulla parte inferiore della sua circonferenza, sul telaio. Il filtro a seconda del modello si può estrarre semplicemente tirandolo verso fuori, oppure ci possono essere dei sistemi con delle molle da schiacciare.

Filtro asciugatrice.

I pelucchi che vengono fuori durante il processo di asciugatura, confluiscono al suo interno, per rimanervi intrappolati, mentre una parte seguendo il flusso dell’aria raggiunge il secondo filtro o il condensatore. Al termini di ogni ciclo il filtro deve essere estratto e ripulito accuratamente, per farlo si può utilizzare un panno, un aspirapolvere o può anche essere lavato sotto l’acqua corrente. È importante che sia sempre pulito in modo tale da poter accogliere i depositi del ciclo successivo ed evitare così che questi si disperdano diversamente.

Il secondo filtro, che deve essere pulito, è quello che precede il condensatore lamellare. Lo troviamo alla base del mobile dell’asciugatrice, chiuso da un pannello agganciato al mobile, che una volta aperto ci dà accesso al filtro. Una maniglia ci consente di fare presa e di sfilarlo. Su alcuni modelli troviamo dei fermi, da spostare per liberarlo, che lo tengono ancorato nel suo alloggio. Una volta estratto procediamo con la rimozione di tutti i residui di sporco che vi troviamo, come nel caso precedete. Anche in questo caso possiamo lavarlo sotto l’acqua corrente, avendo cura di farlo asciugare completamente prima di rimetterlo al suo posto.

Filtro asciugatrice.

Ultimo elemento è il condensatore lamellare, certamente non in ordine di importanza, anzi è il componente più rilevante del processo di asciugatura. Difatti è proprio qui che avviene lo scambio e quindi è responsabile del calore.

Filtro asciugatrice.

Questo pezzo non è asportabile in quanto parte integrante della pompa di calore, ed è saldato al resto del circuito. Diversamente dai due precedenti possiamo dire che la sua pulizia non rientra nelle operazioni di ordinaria manutenzione ed ulteriormente potremmo affermare che una parte di detta manutenzione può essere eseguite dal consumatore mentre un’altra da tecnici specializzati.

Il condensatore come abbiamo visto è preceduto dal filtro, che una volta rimosso dal suo alloggio, consente di vedere in fondo al vano, la parte frontale del condensatore che è la parte che possiamo pulire. Come si potrà verificare, però,  non è facilmente raggiungibile, e quindi l’unico modo che abbiamo è quello di utilizzare la prolunga di un aspirapolvere. Facciamo però molta attenzione alle lamelle, che sono taglienti, quindi non devono essere toccate con le mani. Ricordiamo che tale operazione, se eseguita, deve essere effettuata in sicurezza, quindi con la corrente staccata. La parte che abbiamo pulito è soltanto lato, all’interno del telaio resta tutta l’altra parte, che può anch’essa nell’arco dell’utilizzo e con il passare del tempo accumulare pelucchi, che possono essere rimossi smontando il telaio della macchina. Questa operazione è consigliato farla eseguire ad un tecnico specializzato.

Se la pulizia di tutti i componenti che abbiamo visto fino ad ora, non viene eseguita regolarmente e correttamente, nel corso del tempo, creano degli impedimenti al corretto flusso dell’aria e ad un adeguato scambio termico del condensatore. Tutto questo in termini pratici si può trasformare in una perdita di efficienza del processo di asciugatura ed in un aumento dei consumi.

Per fare degli esempi pratici potremmo notare che i tempi di asciugatura si allungano, che il timer di scorrimento del tempo residuo rimane bloccato, che l’aria non esce calda come prima.

Il condensatore lo troviamo solo sui modelli di asciugatrice con pompa di calore. A tal proposito però è opportuno dire che ci sono dei modelli, che non necessitano della pulizia del condensatore, in quanto impiegano una tecnologia autopulente, che prevede che su di esso, più volte durante il ciclo, venga riversata l’acqua estratta degli indumenti, al fine di lavarlo e con questo portare via i pelucchi e la lanugine.

Modelli con condensatore autopulente:
1) Lg modello RC8055AP2F, RC8082AV2Z, RC9055AP2F;
2) Bosch modello WTW85457IT, WTW85478IT, WTW855R8IT, WTY877H8IT, WTW855R9IT, WTW85469IT, WTW83469IT, WTW85468IT;
3) Siemens modello WT48Y7W9II, WT47W5H8IT, WT45W5R9IT, WT47W469IT, WT47W468IT, WT47W467IT;

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


La tecnologia a pompa di calore nelle asciugatrici, ha influenzato positivamente il miglioramento delle prestazioni energetiche, consentendo nel giro di pochi anni di diminuire in modo sensibile il loro consumo e consentirne una maggiore diffusione.
 
 
Spazio trasparente.


Due elementi da non trascurare, quindi molto importanti per tenere in perfetta efficienza l’asciugatrice sono i filtri. In realtà c’è un terzo elemento, anch’esso non trascurabile, che passa però per una manutenzione straordinaria: il condensatore, parliamo dei modelli con la pompa di calore, i modelli a condensazione non hanno il condensatore.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo già distinto le tipologie di asciugatrice tra i modelli con la resistenza elettrica e quelle con la pompa di calore, ed abbiamo scritto degli articoli di approfondimento in merito a delle specifiche tecniche generali su questo prodotto.
 
 
Spazio trasparente.


Le asciugatrici delle Electrolux in caso di malfunzionamento di componenti dell’apparecchio, che determinano un interruzione del normale ciclo di asciugatura, restituiscono a seconda del tipo di display, dei segnali o indicano dei codici alfanumerici, ognuno dei quali si riferisce ad uno specifico o ad una serie di cause che l’hanno potuto causare.
 
 
Spazio trasparente.


L’asciugatrice è un elettrodomestico oramai diffuso in modo abbastanza importante nelle famiglie, ovviamente per il grande beneficio che comporta in termini di gestione del bucato. Poter asciugare senza dover stendere la biancheria, per la quale sarebbe necessario disporre di uno spazio in casa o all’aperto ed in questo caso utilizzabile solo quando non piove, è assolutamente comodo oltre a far risparmiare tempo.
 
 
Spazio trasparente.


L’asciugatrice sia essa con tecnologia a pompa di calore che con resistenza elettrica, per effettuare un corretto ciclo di asciugatura deve avere un cestello che durante il ciclo ruoti su se stesso, in modo da consentire agli indumenti di asciugarsi da tutti i lati.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su