Spazio trasparente.
 
Come intervenire per aprire l’oblò della lavatrice quando dalla maniglia non si apre.
 
Foto articolo.
Lo sportello della lavatrice che non si apre al termine del lavaggio è sicuramente un guasto abbastanza noioso, in quanto non solo non ci permette di utilizzarla, ma essendo che si verifica spesso al termine di un lavaggio, ci troviamo ad avere gli indumenti all’interno del cestello e quindi non possiamo recuperarli.

Prima di passare all’aspetto pratico che ci consente di aprire l’oblò, cerchiamo di capire quali sono le cause che lo bloccano e pertanto porvi rimedio. Intanto dobbiamo fare distinzione se all’interno del cestello c’è l’acqua oppure no, quindi se il lavaggio è iniziato correttamente e sviluppatosi allo stesso modo. Poniamo i due casi distinti, ovvero quello in cui al termine del ciclo la lavatrice ha scaricato l’acqua, quindi cestello vuoto, e quello in cui non si è verificato lo scarico dell’acqua, cestello pieno.

Tecnicamente l’oblò si chiude per mezzo di un blocco (elettroserratura o blocco porta), che nel momento in cui viene avviato un lavaggio, dalla scheda elettronica parte un impulso che azione il dispositivo, blocco.

Questo rimane in tale stato fino alla fine del lavaggio ed anche oltre per alcuni minuti, dopo i quali la scheda rimanda l’impulso e sblocca il dispositivo. Ora se per una ragione legata al mancato scarico o in alcuni casi ad un non corretto rilevamento del vuoto in vasca, questo dipende dal valore letto dal pressostato, la scheda non sblocca il sistema e l’oblò non si apre.

Stabilite le cause, vediamo come aprire l’oblò e come comportarci a seconda delle circostanze. Prima cosa che dobbiamo fare è staccare la corrente elettrica, in secondo luogo, se il cestello è pieno di acqua, dobbiamo svuotarlo. Per farlo muniamoci di una bacinella e di stracci e sfilato il tubo di scarico dal sifone o comunque dal suo collocamento, lo collochiamo a filo pavimento, in modo tale che l’acqua per caduta esca e venga raccolta nella bacinella. Una parte ovviamente finirà sul pavimento e per questo utilizzeremo gli stracci per asciugarla.

In alcuni modelli di lavatrice, solitamente Hotpoint ed Indesit, è presente un sistema di apertura manuale esterno, ovvero una levetta posizionata sotto lo zoccolo. Una volta rimosso, bisogna tirare la levetta verso l’esterno e successivamente verso il basso. Un cavetto partendo dallo zoccolo si unisce al blocco porta consentendone l’apertura nel momento in cui viene tirato.

In tanti altri modelli invece non è presente questo sistema, pertanto l’apertura diventa più complessa, difatti bisogna rimuove il top della lavatrice ed arrivare allungando il braccio all’interno in corrispondenza del blocco porta, in alcuni modelli c’è un gancio di sblocco, in altri nulla. In questi casi bisogna con l’ausilio di un cacciavite fare leva al gancio di fissaggio del blocco porta, incastrato nel mobile della lavatrice. Tale operazione non è particolarmente semplice, ma se si dispone di una buona manualità e di grande pazienza si riesce a praticare.

Se si riscontrano delle difficoltà è opportuno richiedere l’intervento di un tecnico specializzato.

Come dicevamo in precedenza il blocco dell’oblò, può dipendere da diversi fattori, in tal caso si rinvia alla lettura degli articoli, strettamente correlati:

sostituzione della pompa di scarico
sostituzione del blocco porta
trappola dell’aria.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Alla lavatrice viene riconosciuto tradizionalmente, in maniera orami radicata nel pensiero di tutti, la funzione del lavaggio.

Pubblicato:
lunedì 31 ottobre 2011
 
 
Spazio trasparente.
Il panorama delle lavatrici proposte sul mercato ha raggiunto per quanto riguarda il consumo di energia elettrica dei risultati degni di grande apprezzamento. Non sono più commercializzate, anche perché non sono più prodotte, almeno per quanto riguarda la maggior parte dei mercati, lavatrici di classe inferiore alla A. Ci orientiamo all’acquisto, solitamente su un prodotto medio, in altri casi pretendendo delle migliori prestazioni di lavaggio, asciugatura e programmi speciali su una lavabiancheria di alta qualità. In ogni caso abbiamo acquistato un prodotto in classe A, associando alla categoria energetica in questione il basso consumo.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Quando vengono inseriti gli indumenti all’interno del cestello della lavatrice è molto importante controllare che al loro interno non ci siano degli oggetti, altrimenti durante il lavaggio potrebbero andare a finire nel cesto e poi da questo spostarsi nella vasca, quindi mettersi di contrasto tra i due e provocare dei danni.

Pubblicato:
sabato 15 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
La pompa di scarico in una lavatrice o lavasciuga, ma anche in una lavastoviglie, ha la funzione di espellere l’acqua dall’interno della vasca, nel momento in cui il programma di lavaggio lo necessita, questo abitualmente si verifica prima dell’inizio della fase di carico dell’acqua, successivamente durante la fase dei risciacqui ed infine al termine del lavaggio.

Pubblicato:
mercoledì 12 aprile 2017
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo visto in un precedente articolo a cosa si riferiscono i codici di errore riportati sul display delle lavatrici di marca Whirlpool, rientrano anche quelli delle lavatrici Ignis, trattandosi dello stesso produttore. In quei casi i codici sono segnalati sul display e pertanto è sufficiente leggere a cosa si riferisce quel codice alfanumerico, per restringere il campo sul potenziale difetto esistente.

Pubblicato:
venerdì 9 dicembre 2016
 
 
Spazio trasparente.
Durante il normale funzionamento della lavatrice, monitorandolo ci possiamo accorgere che non viene scaricata l’acqua del lavaggio, oppure possiamo trovarci nella condizione di aver impostato un ciclo ed allontanandoci per fare altre cose, alla verifica, quando il programma dovrebbe essere terminato, di trovare ancora tutta l’acqua al suo interno.

Pubblicato:
giovedì 10 marzo 2016
 
 
Spazio trasparente.
Tra le anomalie di funzionamento di una lavatrice o lavasciuga, sicuramente è molta diffusa quella che, una volta impostato il ciclo di lavaggio, non si assiste all’inizio del processo di caricamento dell’acqua, ma al lampeggiare continuo dei led, su molti modelli, o all’accensione di specifiche spie, su altri, con il conseguente non inizio e fermo del processo di lavaggio.

Pubblicato:
martedì 26 maggio 2015
 
 
Spazio trasparente.
Samsung propone 17 modelli di lavatrici con carica frontale di cui 4 con misura standard quindi 60 cm di larghezza e profondità ed 85 cm di altezza. I modelli sono WF 1124 ZAC, WF 1114 ZBD, WF 906P4 SAWQ e WF 806U4 SAWQ, con una portata del cestello, rispettivamente di 12, 11, 9 ed 8 kg.

Pubblicato:
sabato 20 luglio 2013
 
 
Spazio trasparente.
Come già spiegato in altri articoli per identificare il consumo energetico di una lavatrice basta leggere il dato riportato sulla Energy label applicata su di essa. Tuttavia l’identificazione del consumo non ci consente di farci un’idea immediata di quanto sia la differenza tra le diverse classi energetiche.

Pubblicato:
martedì 29 maggio 2012
 
 
Spazio trasparente.
Per quanto le prestazioni della lavatrice sono notevolmente migliorate nell’arco degli ultimi anni ed ogni produttore è riuscito ad elevare lo standard qualitativo di ogni lavabiancheria, con lavaggi sempre più delicati, in grado di coccolare e prendersi cura dei nostri tessuti....

Pubblicato:
sabato 5 novembre 2011
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle Publisherlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su