Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Quando è perché bisogna sostituire il tubo del gas della stufa.
 
La stufa a gas non necessita di particolare manutenzione, è un prodotto molto funzionale che risponde molto bene alle necessità di riscaldamento di un ambiente domestico. È tuttavia di fondamentale importanze per garantire la sicurezza, controllare il tubo del gas ed in modo particolare effettuarne la sostituzione entro i termini di scadenza dello stesso.

Potrebbe sembrare starno ma il tubo del gas ha una scadenza, che per legge viene stampata sulla sua superficie. Prima di vedere come sostituirlo un piccolo consiglio in fase di acquisto di una stufa nuova, ovvero proprio quello di controllare la scadenza del tubo, si perché potrebbe capitare di acquistare una stufa ferma in magazzino magari dall’anno precedente o ancora prima, e quindi trovarsi un tubo prossimo alla scadenza.

Detto questo, andiamo a vedere cosa c’è scritto sul tubo di gas della nostra stufa, e se la data è già superata rechiamoci presso una ferramenta ed acquistiamo un tubo nuovo, anche in questo caso il tubo deve indicare la scadenza e deve essere a norma di legge quindi riportare la marcatura UNI 7140.

Chiudiamo la stufa se è accesa, serrando il rubinetto della bombola. Estraiamo la bombola fuori dalla stufa e posiamola sul pavimento. Con una chiave a forchetta numero 17, che è specifica per la bombola, svitiamo il dado del regolatore di pressione che è innestato sulla filettatura della bombola. A questo punto con l’ausilio di un cacciavite, svitiamo la vite che stringe la fascetta che blocca il tubo del gas al regolatore. Estraiamo il tubo esercitando forza verso l’esterno. Una volta estratto mettiamo da parte la fascetta ed il regolatore.

Procediamo allo stesso modo svitando la vite della fascetta che blocca il tubo all’innesto del rubinetto della stufa e procediamo allo stesso modo, estraendo il tubo. Mettiamo da parte la fascetta.

A questo punto procediamo in modo inverso, pertanto infiliamo il tubo nell’innesto del rubinetto, se ci sono difficoltà ad inserirlo, possiamo utilizzare una soluzione saponosa per farlo scivolare o se ne siamo sprovvisti un po’ di saliva. Una volta innestato, infiliamo e facciamo scorrere dall’altro lato la fascetta fino a posizionarla sull’innesto, avvitiamola fino in fondo e stretta, onde evitare perdite di gas.

Ora dall’altro lato, infiliamo per prima cosa la fascetta, mandiamola un po’ dietro in modo che non ci dia fastidio durante l’operazione di innesto del tubo al regolatore, una volta inserito, stringiamo la vite per bloccare bene la fascetta.

Ora non ci resta che avvitare il dato del regolatore alla bombola, ricordiamo che deve essere inserita la guarnizione per evitare delle perdite di gas. Avvitiamo il dado, che nelle stufe avvita al contrario rispetto alle normali filettature.

Non ci resta che aprire il rubinetto del gas e come precauzione verificare eventuali perdite di gas dai punti di raccordo. Questo possiamo farlo utilizzando una soluzione saponosa o un cerca fughe, entrambi da spruzzare sui punti anzidetti. Se è tutto ok, non ci sarà nessuna reazione, altrimenti vedremo comparire delle bolle e pertanto dovremo procedere serrando meglio n quel punto.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


La stufa a metano blue flame è un modello che esteticamente richiama la stufa infrarossi a metano. Si differenzia a prima vista per la presenza di una fiamma diffusa di colore blue, che per l’appunto dà il nome alla stufa.
 
 
Spazio trasparente.


Il metano è sicuramente il gas più diffuso ed utilizzato per il riscaldamento delle abitazioni. Il suo impiego avviene principalmente attraverso l’alimentazione di caldaie, che oltre a fornire acqua calda in casa, alimenta il riscaldamento attraverso i termosifoni.
 
 
Spazio trasparente.


Sempre più presente sugli scaffali, riscuote un modesto interesse per l’idea di una prestazione superiore rispetto alla stufa a gas tradizionale, stiamo parlando della stufa a gas termo ventilata.
 
 
Spazio trasparente.


Come abbiamo già letto nell’articolo sulla stufa a gas che non emette la scintilla di accensione, ci possiamo trovare in presenza di una stufa nella quale non funziona il piezoelettrico. In alcuni casi è semplicemente staccato il filo conduttore della carica elettrica, mentre in altri è proprio il meccanismo dal quale scaturisce la scarica elettrica a non essere funzionante.
 
 
Spazio trasparente.


L’installazione della stufa a gas non è un’operazione particolarmente complicata, può essere effettuata, senza l’ausilio di un tecnico specializzato, da chiunque possieda un minimo di manualità.
 
 
Spazio trasparente.


Anche per il mondo del riscaldamento a biomassa non legnosa dall’1 gennaio del 2018 è obbligatoria la classificazione energetica. Pertanto come per gli altri elettrodomestici per i quali è obbligatoria già da molto tempo, tali prodotti, parliamo di stufe a gas, stufe a legna, stufe a pellet ed altro, dovranno essere correlate quando esposte nei negozi delle relative etichette energetiche.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su