Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

La lavastoviglie dopo aver scaricato l’acqua finale continua a gorgogliare e termina il lavaggio in errore.

Abbiamo già affrontato il tema dello scarico continuo della lavastoviglie in un altro articolo e riferendoci in quella stesura all’anomalia provocata da una perdita di acqua, che quando presente manda la macchina in allarme ed attiva la pompa di scarico.

In questo caso invece ci soffermeremo su una condizione diversa, ovvero da un punto di vista pratico il lavaggio avviene regolarmente, con tutti i suoi passaggi e termina con il risciacquo finale, i piatti puliti e caldi, quindi asciutti, ma anziché avere il segnale di fine programma, sentiamo ancora un ronzare, come se stesse ancora scaricando dell’acqua, ma in realtà l’acqua non c’è. Dopo un po’ di tempo la macchina va in errore o dobbiamo bloccarla.

In questa circostanza quel rumore che sentiamo è proprio la pompa di scarico che continua a lavorare, chiaramente a vuoto in quanto l’acqua è stata già tutta evacuata e pertanto, il rumore è simile a quando effettua lo scarico dell’acqua, ma leggermente diverso.

Cosa è successo? In buona sostanza la lavastoviglie è dotata di un sistema a pressione che gli consente di capire se c’è acqua nella vasca. Il sistema, che è formato da un insieme di componenti raggruppabile nella trappola dell’aria, ha il compito di stabilire quando la vasca si è riempita, e quindi di bloccare l’entrata di ulteriore acqua, e quando si è svuotata, al termine del lavaggio, far fermare la pompa di scarico e quindi dare il fine programma.

Nella circostanza in cui a fine ciclo la pompa di scarico continua a funzionare, significa che c’è un’anomalia di funzionamento alla trappola dell’aria, pertanto può essere che il pressostato sia difettoso o che il condotto dell’aria sia sporco, questa è la condizione più diffusa, e pertanto non riesce a rilevare che la vasca è stata svuotata, quindi la percepisce come ancora piena e continua a far funzionare lo scarico, mandando la lavastoviglie in errore.

Per risolvere il problema dobbiamo pulire la trappola dell’aria e se non risolviamo, sostituire il pressostato.

Per pulire la trappola dell’aria, abbiamo due soluzioni una più tecnica e l’altra più pratica. Con la prima dobbiamo accedere dalla parte sottostante al pozzetto e trovare il tubicino che si collegala al pressostato, staccarlo da entrambi i lati e una volta rimosso soffiarci dentro per eliminare eventuali ostruzioni. Una volta terminato risistemarlo e verificare il funzionamento.

Il secondo metodo è quello di togliere il filtro del pozzetto ed una volta che abbiamo accesso allo stesso, possiamo notare al suo interno un foro grande ed un foro molto piccolo.

Quest’ultimo è il collegamento che passa attraverso un tubicino del pressostato, che è otturato. Quindi mettiamo all’interno uno straccio, in modo che faccia da tappo al foro grande, e versiamo dell’acqua calda. Non deve defluire ma riempire il pozzetto in modo tale che si infili nel foro piccolo e si faccia largo sturandolo. Per comodità ed agevolare la rimozione dell’eventuale tappo, utilizziamo uno stura lavandino, facendo pressione all’acqua nel pozzetto.

Al termine, togliamo lo straccio e dopo aver ripristinato il filtro ed il resto, eseguiamo una prova di lavaggio, se tutto è andato bene, l’anomalia si sarà risolta.

Per evitare intasamenti è consigliabile utilizzare di tanto in tanto un cura lavastoviglie.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Per ottenere dei buoni risultati di lavaggio con la lavastoviglie oltre ad inserire il detersivo è necessario utilizzare il brillantante, che viene inserito in uno specifico scomparto accanto a quello del detersivo. In questo scomparto deve inserirsi solo ed esclusivamente il brillantante che ha delle specifiche “detergenti” che consentono all’acqua presente sulle stoviglie di scivolare e non lasciare aloni al termine dell’asciugatura.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Tralasciando tutte le differenze tecniche e di programmazione che possono essere determinanti per scegliere una lavastoviglie piuttosto che un’altra, vediamo di capire quale è più performante riferendoci ai dati che per normativa devono essere esposti sul prodotto.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La lavastoviglie è un elettrodomestico che può essere facilmente installato, senza il bisogno di rivolgersi ad un tecnico e per la quale non c’è necessità di effettuare operazioni tecniche per la rimozione di blocchi di nessun genere. Basta semplicemente toglierla dall’imballo, collegare la spina elettrica e posizionare lo scarico.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Se durante il funzionamento della lavastoviglie Beko, si verifica un difetto, che non le consente di proseguire con il ciclo di lavaggio, la stessa si ferma restituendo sul display, nei modelli che ne sono dotati, un codice di errore oppure, nei modelli dotati di spie, una segnalazione corrispondente all’accensione di una o più led.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il comportamento della lavastoviglie è uguale a prescindere dal ciclo di lavaggio impostato. Dopo aver dato l’avvio, sembra funzionare correttamente, si chiude lo sportello, segue l’entrata in funzione della pompa di scarico per eliminare l’acqua residua nella vasca e successivamente inizia il caricamento dell’acqua.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Come per altri marchi di cui abbiamo già parlato, anche per le lavastoviglie della Whirlpool, nel momento in cui si è in presenza di un cattivo funzionamento, si è spesso al cospetto di un guasto del sistema, che viene segnalato dalla macchina attraverso un codice visualizzato sul display o tramite dei lampeggi dei led.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea