Lavatrice non si accende: da cosa dipende e cosa fare!

lavatrice non si accende

Quanto è comoda la lavatrice, mentre sei li a fare altre cose, lei fa il suo bel lavoro! Ed anche oggi, come tanti altri giorni si inseriscono i panni da lavare, detersivo, ammorbidente, scelta del programma adatto al carico, si chiude l'oblò, si ruota la manopola o si preme il pulsante di accensione e.. sorpresa! La lavatrice non si accende! Non ci si vuole credere, si prova più volte ma niente, è proprio così fino al lavaggio precedente tutto bene ed ora la lavatrice non si accende! Le cause e i rimedi? Vediamole insieme.

Cosa trovi in questo articolo:

La lavatrice non si accende: cause

La lavatrice non si accende: controlli

Per quale lavatrice sono le indicazioni

Domande poste dai consumatori

Commenti per chiedere informazioni



Lavatrice non si accende: cause

Quando si è in presenza di un guasto o di un malfunzionamento della lavatrice, il più delle volte, questo viene segnalato tramite dei codici di errore o attraverso i led di programmazione che lampeggiano. Sono indicazioni che consentono di individuare cosa non sta funzionando ed agire di conseguenza, ma nel caso in cui nella lavatrice non si accende nessuna spia l'approccio deve essere diverso! Prima di andare avanti è necessario dire che questi controlli vanno bene se lavatrice non da segni di vita, cosa diversa invece è quando la lavatrice non parte.

Quando la lavatrice non si accende ci possono essere più cause responsabili, tra poco le vedremo nel dettaglio, che in linea generale sono raggruppabili in due condizioni, una di natura prettamente elettrica e l'altra relativa al guasto di qualche componente. Ora che abbiamo stabilito, in linea generale, i motivi che non consento alla lavatrice di accendersi, ci addentriamo nel particolare di ognuna delle due cause per comprendere cosa ognuna di esse può interessare.

1) Causa elettrica: assenza di alimentazione;
2) Guasto di alcuni componenti.

Nel primo caso non arriva corrente alla lavatrice, il che significa che può esserci un problema al cavo di alimentazione o ancor prima alla presa elettrica. Il cavo di alimentazione a causa di pieghe continue nel tempo può subire delle lacerazioni interne dei fili che interrompono il passaggio della corrente (non succede spesso), mentre la presa potrebbe a sua volta non essere alimentata, insomma in difetto! Altro elemento interessato è il cablaggio, ovvero i fili elettrici che si trovano all'interno della lavatrice e conducono la corrente elettrica fino alla scheda elettronica o al timer, in caso di lavatrice meccanica. Infine l’ultimo elemento, che rientra nella condizione elettrica, è proprio la scheda elettronica.

La scheda elettronica rientra anche tra i componenti causa del problema, ma oltre ad essa c'è il filtro antidisturbo al quale è collegato, in entrata il cavo di alimentazione che arriva dall'esterno ed in uscita i fili che portano la corrente alla scheda elettronica.

Lavatrice non si accende: controlli

Ora che il quadro generale è completo non resta che passare ai controlli pratici per trovare il guasto. Il primo controllo da eseguire è la verifica della presa di alimentazione, accertarsi che sia alimentata! Certo può sembrare quasi scontato ma in realtà spesso capita di disalimentarla staccando un differenziale dal quadro elettrico, oppure che si stacchi un filo al suo interno rendendola inattiva. Per controllare la presa, la procedura più corretta sarebbe quella di misurare la tensione elettrica con un tester anche al fine di aver riscontro del corretto voltaggio. Per farlo ovviamente è necessario avere delle competenze elettriche in quanto si ha a che fare con la corrente, il che è pericoloso! Più velocemente e per non usare il multimetro, il test può essere fatto staccando la spina dalla lavatrice ed inserendo al suo posto quella di un piccolo elettrodomestico e vedere se funziona.

Se la presa è funzionante, è necessario controllare il filo di alimentazione a partire dalla spina, che visivamente non deve presentarsi deteriorato ma soprattutto annerito, questa condizione potrebbe indicare che si è bruciato qualche filo. Se esteticamente è integro, difficilmente c'è una interruzione all'interno, ma potrebbe anche esserci. Per scoprirlo, dopo aver staccato la spina, è necessario piegare il cavo centimetro per centimetro e se c'è un punto di interruzione al suo interno, si riscontra una estrema facilità nel piegarlo. Questo controllo in realtà è scomodo da fare e non restituisce un risultato certo, pertanto se si vuole saltare è possibile farlo per procedere al successivo. Da questo punto in poi i controlli diventano più tecnici e bisogna stare attenti in quanto si dovranno eseguire con la corrente elettrica attaccata, ricordiamo essere pericoloso, anche mortale! 

Dopo aver indossato dei guanti isolanti e acceso il tester sulla scala superiore ai 230 V, ad esempio 750 V, per misurare la tensione elettrica (AC) dobbiamo raggiungere, dopo aver smontato il pannello posteriore della lavatrice, il filtro antidisturbo. Esso dispone di una entrata ed una uscita. Alla prima si collegano i fili di alimentazione, il cavo che abbiamo controllato prima! Dall'altro lato due fili escono diramandosi fino a raggiungere la scheda. Con molta cautela e la massima attenzione, senza farli mai toccare tra di loro, posizioniamo i due puntali del tester rispettivamente sui diversi innesti di entrata. Se il cavo di alimentazione è ok lo capiamo subito, sullo schermo del display deve comparire il valore della tensione elettrica (220-230 v) se non comprare si deve sostituire il cavo.

Ora controlliamo che il filtro antidisturbo non abbia problemi. Spostiamo i puntali dal lato interno, dove escono i fili, anche qui dobbiamo rilevare la stessa tensione di prima, se non si rileva è necessario sostituire il filtro. Al contrario se è corretta, sappiamo che fino a quel punto è tutto ok e che il difetto è successivo. 

Ora stacchiamo la spina e con molta calma è necessario seguire quei due fili che portano la corrente alla scheda e controllare che non ci siano interruzioni o bruciature. In caso vi siano è necessario ripristinare i fili altrimenti quasi sicuramente, fatto salvo qualche interruzione al loro interno non visibile la corrente arriva alla scheda. Ma per capire se arriva, possiamo rimettere la spina e misurare con il tester la tensione alla fine di questi due fili, che precedentemente abbiamo estratto dall'innesto della scheda e posizionato per potervi toccare i dui poli con i puntali del tester.

Se tutti i controlli fino a qui eseguiti sono positivi, nel senso che abbiamo appurato che l’alimentazione elettrica raggiunge la scheda, significa che è essa stessa ad essere difettosa. In questo caso è necessario smontarla per verificare prima a vista la presenza di bruciature e poi con un tester i vari componenti.

Marchi di validità indicazioni

Le indicazioni e le procedure di controllo sulla lavatrice fino ad ora viste, riguardano i casi in cui:

a) Lavatrice Ignis non si accende;
b) Lavatrice Whirlpool non si accende;
c) Lavatrice Miele non si accende;
d) Lavatrice Hotpoint non si accende;
e) Lavatrice Zoppas non si accende;
f) Lavatrice Candy non si accende;
g) Lavatrice Beko non si accende;
h) Lavatrice Hoover non si accende;
i) Lavatrice Aeg non si accende;
l) Lavatrice Indesit non si accende;
m) Lavatrice Samsung non si accende;
n) Lavatrice Rex non si accende;
o) Lavatrice Electrolux non si accende;
p) Lavatrice Ariston non si accende;
q) Lavatrice Haier non si accende.

Ultima pubblicazione: 04/10/2022
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Immagine rappresentativa articolo.
In caso di una anomalia di funzionamento, nella lavatrice Electrolux dotata di sistema Time Manager, è possibile entrare nella modalità diagnostica per poter eseguire il test di funzionamento dei suoi componenti e visualizzare, qualora ce ne sia bisogno, i codici di errore che sono in memoria. La diagnostica prevede il passaggio attraverso 11 posizioni dalla C01 alla C11.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Quando si verifica un malfunzionamento, la lavatrice restituisce un codice di errore che consente di identificare quale parte ne è interessata. Abbiamo già trattato la descrizione dei codici di errore delle lavatrici Whirlpool, in due distinti articoli, uno che interessava quelle con i led, ed un altro quelle con il display di vecchia produzione.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Iniziamo togliendo l’imballo che protegge la lavatrice e verifichiamo la presenza di eventuali ammaccature, nel caso presenti è preferibile non procedere con l’installazione e contattare il rivenditore, in modo tale da poter concordare una soluzione per come meglio affrontare la problematica.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
La lavatrice come gli altri elettrodomestici nasce per un impiego casalingo, un apparecchio destinato ad essere utilizzato all’interno dell’ambiente domestico. Normalmente nelle abitazioni c’è uno spazio lavanderia, destinato ad accoglierla, o un bagno dopo poterla sistemare o comunque uno spazio dove localizzarla.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Parametro fondamentale ed anche uno dei principali, preso in considerazione per l’acquisto di una lavatrice, è quello del consumo di energia elettrica, oltre ad esso, chiaramente, c’è anche l’aspetto legato al consumo dell’acqua. Ulteriormente a questi, ci sono altri dati molto importanti come la rumorosità, la classe e la velocità di centrifuga (asciugatura), logicamente i cicli di lavaggio, quindi il tipo di programmazione.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Se si parla di spazzole senza focalizzare un settore quello che può venire in mente è la spazzola per i capelli! Ma cosa ha a che fare la spazzola nelle lavatrice? In realtà la spazzola dei capelli nulla! Qui si parla di spazzola come componente in grado di svolgere una funzione di conduttore elettrico tra un elemento fisso ed uno in movimento tramite strisciamento. La spazzola o carboncino lavatrice è un pezzettino di bacchetta in carbone, fissata su un apposito supporto, che porta corrente al motore consentendogli di girare.
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea