Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

In alternativa al sistema con cinghia, crociera e cuscinetto, il sistema a trazione diretta delle case coreane.

A tanti è capitato di vedere come è fatta una lavatrice al suo interno ed in particolar modo di soffermarsi su come il motore è collegato alla crociera. Il motore è posizionato nella parte bassa del telaio, e da una sua estremità sporge l’albero al quale si aggancia la cinghia che a sua volta si collega alla crociera.

Il movimento generato dal motore fa ruotare l’albero e la cinghia ad esso agganciata inizia a girare su se stessa, generando in questo modo il movimento della crociera, quindi del cestello, con le varie rotazioni a seconda della fase del lavaggio e del programma impostato. Questo sistema è utilizzato dalla maggior parte delle lavatrici e funziona molto bene, si riscontrano di tanto in tanto delle problematiche legate alla fuoriuscita della cinghia dalla crociera o nei casi più gravi, all’usura dei cuscinetti ed al conseguente blocco della rotazione del cestello.

Per ovviare a questi problemi ed ad altri piccoli aspetti tecnici negativi, lo studio di alcuni produttori ha portato alla ribalta un sistema completamente innovativo, che rivoluziona la logica del posizionamento del motore.

Stiamo parlando del motore, per utilizzare un termine italiano, a trazione diretta, ovvero il motore è collegato direttamente al cestello. Il cestello presenta nella parte posteriore una serie di ingranaggi ed un innesto centrale al quale, il motore, che si presenta con una forma circolare con una circonferenza di poco inferiore a quella del cestello, ci si incastra a pennello.

Questa sistema elimina completamente le componenti utilizzate nella lavatrice con sistema tradizionale ed apporta notevoli vantaggi in termini di affidabilità e di confort. I punti critici del vecchio sistema sono eliminati, i rischi di rottura sono ridotti al minimo ed a testimonianza della grande affidabilità il motore è coperto da 10 anni di garanzia.

La tecnologia permette delle prestazioni eccellenti con dei movimenti del cestello che ripercorrono quelli che sono i movimenti effettuati durante un lavaggio a mano, anche la silenziosità aumenta notevolmente, non essendoci più vibrazioni causate dallo sbilanciamento della rotazione in asse dell’albero motore tradizionale, le fasi di lavaggio compresa la centrifuga risultano essere pertanto silenziosissime. Le vibrazioni sono ridotte al minimo, permettendo il suo utilizzo in totale tranquillità in qualsiasi momento della giornata.

Questo sistema viene proposto sul mercato dalla due grosse case Coreane, che hanno utilizzato la stessa logica per produrre e creare questo sistema. C’è da dire che non è identico, nel senso che il funzionamento è uguale ed il risultato ottenuto anche, ma la costruzione, la componentistica, il progetto e quant’altro attinente alla fabbricazione è effettuata per proprio conto.

L’eliminazione dei componenti e il riposizionamento del motore, hanno permesso di recuperare molto spazio all’interno del telaio della lavatrice, in questo modo si è raggiunto anche un altro obbiettivo sul fronte della capacità del carico, riuscendo a produrre e commercializzare delle lavatrici che con un ingombro standard riescono ad avere una capienza superiore, fino anche ad arrivare agli 11 kg (60x60x85).

Il sistema è utilizzato dalla Lg (Direct Drive) e dalla Samsung (Quiet Drive).

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Hoover propone ben 19 lavatrici a carica frontale, di cui 2 modelli con dimensioni leggermente maggiori dallo standard, ovvero 85 cm di altezza, 60 cm di larghezza e 64 cm di profondità, il modello DYN 11146 P8 ed il modello DYN 10146 P8, rispettivamente con una portata di 11 kg e 10 Kg. Entrambe in classe energetica A+++.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’errore E31 identifica un difetto al pressostato che non riesce a rilevare il livello di acqua in vasca. In sua presenza il ciclo di lavaggio viene interrotto con lo sportello della lavatrice che rimane bloccato. Non sempre il codice di errore è restituito sul display, difatti è necessario entrare nel ciclo diagnostico e raggiungere la posizione C11, sulla quale la lavatrice restituisce il codice di errore.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Sui modelli dotati di display digitale, nel momento in cui si verifica un guasto a qualche componente della lavatrice, compare un codice di errore, che nello specifico identifica il problema che si sta verificando.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L'elettrovalvola è un componente meccanico alimentato elettricamente, che negli elettrodomestici viene impiegato nella lavatrice, nella lavastoviglie e nella lavasciuga. La funzione dell'elettrovalvola è di gestire il flusso dell'acqua a seconda delle necessità del ciclo di lavaggio. In pratica consente o non consente il passaggio dell'acqua all'interno dell'elettrodomestico. A seconda delle caratteristiche dell'elettrodomestico può essere installata una elettrovalvola ad 1 via, elettrovalvola a 2 vie o una elettrovalvola a 3 vie.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Nella lavatrice il termostato ha la funzione di far staccare la resistenza elettrica di riscaldamento, non appena l’acqua di lavaggio raggiunge la temperatura necessaria al ciclo impostato.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Questo difetto è molto simile all’errore F04 o meglio interessa come questo, il riscaldamento dell’acqua durante la fase del lavaggio, ma a differenza del precedente, identifica in modo più preciso l’elemento responsabile del malfunzionamento: la sonda NTC.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea