Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Come ripristinare il piezoelettrico del piano di cottura quando non viene attivato da una o più pomelli.

Abbiamo già affrontato il tema del malfunzionamento del piezoelettrico, relativamente a quando non riesce ad attivare una candeletta in quanto da sostituire oppure, di quando, sebbene non premiamo i pomelli, si attiva da solo su tutti i fornelli.

Possiamo trovarci tuttavia in presenza di una circostanza differente, ovvero che da una, o più manopole, destinate all’accensione del fuoco, non si attivino le scintille per accendere il fornello. Da alcune manopole, tutto funziona regolarmente, mentre da una o più, niente, il piezoelettrico non funziona.

È bene sapere che nel momento in cui si gira una manopola con la quale è incorporata l’accensione, se funzionanti, tutti i fornelli producono la scintilla. Due sono i fattori che la generano: il generatore di scintille e la candeletta.

Se non funziona il primo, nessuna candeletta si attiva, se non funziona una delle candele è solo questa a non generare la scintilla. Pertanto, tornando al nostro caso, deduciamo che il generatore è funzionante, le candele pure, se girando la manopola funzionante, su tutti i fornelli si rivela la scintilla.

Quello che non sta funzionando è parte della catenaria, alla quale dobbiamo accedere aprendo il piano di cottura.

Una volta che abbiamo accesso al suo interno, vediamo che in ogni rubinetto del gas è inserita una piccola “scatolina” che può avere una forma quadrata o anche circolare, che è collegata con tutte le altre poste sugli altri rubinetti, con dei fili elettrici, e che tutto va a confluire in una scatolina più grossa (il generatore di scintille).

Inserto catenaria su manopola.

Stacchiamo la corrente elettrica e con molta cura ed attenzione, dedichiamoci a quella inserita sull’asta del pomello che non attiva l’accensione. Per prima cosa controlliamo esternamente se i fili elettrici sono collegati e successivamente, se l’esito è positivo, apriamo la “scatolina”. Ognuna può essere chiusa in modo differente, con una vite con degli incastri, pertanto analizziamola ed agiamo di conseguenza.

Ora che è aperta, possiamo vedere i due fili che entrano e si collegano a due lamelle metalliche al di sopra delle quali è posizionato il pulsante, che se premuto, vi batte sopra facendole urtare. In una condizione di normalità urtando si innesta il contatto tra le due ed il passaggio della corrente che attiva il piezoelettrico.

Nel nostro caso non funziona, pertanto dobbiamo fare caso se nell’abbassare il pulsante, questo riesce a far urtare le parti metalliche, se urtano, significa che tra loro non c’è passaggio di corrente, in quanto l’accumulo di sporco ha generato un’ossidazione, che ne impedisce il passaggio.

Lamella inserto catenaria ossidati.

Con la punta del cacciavite, sfreghiamo sulle lamelle, al fine di rimuovere tutto ciò che le ricopre, ed una volta pulite, spruzziamo un pulisci contatti così da renderle ancora più pulite e libere nel far passare la corrente elettrica. Ora non ci resta che richiudere la “scatoletta” e dopo aver attaccato la corrente eseguire un test andando a premere il pulsante del contatto.

Lamelle inserto catenaria puliti.

Se abbiamo fatto bene ed il riscontro è positivo, ricomponiamo il piano di cottura e la manopola che non attivava il piezoelettrico ora è nuovamente funzionante.


 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo visto in un articolo precedente, come una o più manopole del piano di cottura possono essere responsabili della mancata generazione della scintilla sul piano di cottura o della cucina a libera installazione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’acquisto viene oramai dettato, oltre che dalle caratteristiche tecniche e dalle esigenze estetiche, dalla classe energetica. Su ogni forno troviamo evidenziata la classe energetica (hanno raggiunto tutti la classe A), che diventa un dato significativo nella scelta tra i vari modelli presenti sul mercato, appiattendo però di fatto differenze importanti, che possono, se non conosciute, condizionare la nostra vita domestica nella gestione del nostro tempo e dei vari apparecchi elettrici.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Se il forno da incasso dotato di girarrosto, all’improvviso, nel momento in cui viene impostato una cottura, che prevede la sua entrata in funzione, ma questa non si verifica, in sostanza se il girarrosto non gira più, ci possono essere tre cause.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

In fase di riparazione o di manutenzione di un elettrodomestico, ci si può trovare in presenza di una o più viti, che cercando di svitarle, a causa di alterazioni della loro condizione, ruggine, sostanze varie ed altro, hanno subito un attaccamento forte che non ci consente di farlo.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo sempre distinto i piani cottura tra quelli a gas, elettrici, e vetroceramica in generale. Soffermandoci su quelli a gas oltre a quello che tradizionalmente conosciamo, ovvero quello tradizionalmente più diffuso, vogliamo soffermarci su una nuova tecnologia che è presente sul mercato.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La cappa è un elemento fondamentale in ogni cucina. Il suo impiego consente, con il riciclo dell’aria di eliminare i cattivi odori ed i fumi generati durante la cottura, evitando anche la formazione di umidità, nociva per i mobili della stessa cucina, ma in generale per tutto l’ambiente e la casa.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea