Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Cosa fare quando il cassetto del detersivo della lavastoviglie non si pare.

Al termine di un ciclo di lavaggio all'interno della lavastoviglie, ci possiamo rendere conto che l'erogatore del detersivo non si è aperto, è rimasto chiuso. Escludendo i casi in cui questo non si riesce ad aprire a causa di qualche tegame, che battendovi contro ne impedisce l'apertura, siamo in presenza di un malfunzionamento.

Questo può essere legato al dispenser stesso, per il quale potrebbe essere necessario eseguirne la sostituzione, oppure ad un problema di natura elettrica, ad esempio un cavo interrotto o uno degli innesti (faston/connettore) non ben inseriti o che non fanno bene il contatto, oppure ad un difetto di natura elettronica, ovvero la scheda non manda l’impulso elettrico alla bobina, che non si aziona e, conseguentemente, non apre il cassettino del detersivo.

In molti casi, quando l’elettrodosatore non funziona si procede alla sua sostituzione, ma come abbiamo appena detto, la mancata erogazione del detersivo, potrebbe non dipendere esclusivamente da un suo difetto. Vedremo pertanto come evitare di eseguirne la sostituzione nel momento in cui non siamo sicuri che il problema dipende da un suo malfunzionamento, quindi come eseguire una verifica pratica, concreta, per valutare se effettivamente è funzionante o non lo è.

Indipendentemente dal modello di lavastoviglie e di erogatore del detersivo, il funzionamento è il medesimo, ovvero c’è un bobina, che ha un pistoncino nella parte finale, che funge da leva e nel momento in cui è azionata esegue un movimento in avanti o indietro che aggancia un meccanismo che nel muoversi rilascia il blocco di chiusura del dosatore e consente l’apertura dello sportellino.

L’attivazione della bobina, avviene grazie ad un impulso elettrico che viene gestito dalla scheda elettronica, che nel momento in cui è previsto, durante la fase del lavaggio, lo rilascia, consentendo la sua attivazione e l’apertura dello sportello.

Per verificare se il sistema è funzionante, non dobbiamo fare altro che fornire la corrente per un attimo, al sistema e riscontrare se lo sportello si apre. Nella parte superiore della bobina o nella sua prossimità troviamo due fili di alimentazione, che a seconda del modello possono presentarsi con due ingressi faston tradizionali oppure con un connettore ad incastro di piccole dimensioni.

Ora abbiamo necessita di un cavo di alimentazione che termina con due faston e che dispone nel mezzo di un interruttore bipolare, tipo quello utilizzato per le lampade, che consente il passaggio della corrente solo nel momento in cui viene premuto il pulsante. L’interruttore non è necessario, ma rende il processo di verifica più semplice.

Attacchiamo la spina di alimentazione del cavo, sincerandoci che il pulsante sia nella posizione di spento, quindi non deve lasciare passare ala corrente alla parte finale del cavo, ovvero ai faston, che andremo a collegare agli ingressi faston della bobina dell’erogatore. Al termine premiamo l’interruttore, in modo da far passare la corrente, e se il sistema è funzionante lo sportello del detersivo si aprirà.

Dosatore detersivo lavastovilgie con innesti faston.

In caso della non presenza di innesti faston, ma di un connettore dovremmo procurarci il connettore da collegare al cavo di alimentazione ed eseguire la medesima verifica.

Dosatore detersivo lavastovilgie con innesti connettori.

Per terminare, una volta eseguito il test, possiamo stabilire con certezza se elettricamente e meccanicamente il sistema di apertura dello sportello è funzionante, conseguentemente imputarlo o escluderlo dalla mancata apertura durante la fase del lavaggio. Se funzionante il difetto è da ricondursi esternamente ad esso, quindi, per come detto inizialmente ad un problema elettrico o elettronico.

In caso di non apertura è necessario procedere con la sua sostituzione o anche qualora sia disponibile anche solo con la bobina interessata, che vi è da dire che non facilmente è commercializzata.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Se la lavastoviglie inserita nella cucina componibile deve essere sostituita o se non la si possiede affatto, si può avere chiaramente la necessità di acquistarla. Per inserire una lavastoviglie nella cucina componibile, ci sono diverse opzioni, se non si ha nessuna informazione in merito possiamo trovarci davanti a delle proposte fatte dal rivenditore che possono spiazzarci. La lavastoviglie che possiamo inserire nel mobile, come dicevamo prima, può avere delle connotazioni strutturali differenti, che è bene conoscere per avere le idee più chiare.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’utilizzo della lavastoviglie molte volte viene effettuato in modo non attento, nel senso che si caricano le stoviglie all’interno, si imposta un lavaggio e si avvia il programma. In tanti casi si impostano dei cicli lunghi e temperature alte in modo tale di essere sicuri di ottenere un buon risultato finale, però tutto a scapito di sprechi di tempo, energia e non sempre con un risultato ideale.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Tra i tanti aspetti che vengono presi in considerazione per l’acquisto di una lavastoviglie, c’è quello relativo alla durata dei programmi, ognuno dei quali è indicato per un determinato tipo di carico.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Una anomalia che è possibile riscontrare durante l'utilizzo della lavastoviglie è quella dello scarico improvviso dell'acqua precedentemente caricata. Praticamente succede che dopo che abbiamo assistito, come di consueto, alla fase in cui l'acqua entra nella lavastoviglie ed il ciclo di lavaggio, che sembrerebbe stare per avviarsi, improvvisamente si ferma ed attiva la pompa di scarico. In sostanza la lavastoviglie scarica acqua ma non parte! Potrebbe anche succedere che la lavastoviglie inizi il ciclo, ma a un bel tratto, si blocca e scarica l'acqua!
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Ovviamente il tema di questo articolo è comprendere cosa non sta funzionando quando siamo in presenza di una lavastoviglie che non carica acqua, ma al fine di poter eseguire una autodiagnosi corretta è fondamentale stabilire il momento in cui normalmente dovrebbe avvenire il carico dell'acqua. Una precisazione, che potrebbe definirsi quasi scontata, ma in realtà non lo è! Se ti chiedessi quando avviene il carico dell'acqua? La risposta potrebbe essere: prima del lavaggio!
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Se si è in possesso di una vecchia lavastoviglie, che magari continua a funzionare e quindi non vogliamo cambiarla per evitare di effettuare una nuova spesa, è opportuno sapere che in realtà quello che non andiamo a spendere subito, lo pagheremo nel corso del suo utilizzo durante pochi anni.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea