Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Come testare il relè del frigorifero quando non parte il motore.

Un altro componente che può essere responsabile del mancato avvio del motore oltre al termostato, che abbiamo già visto in un articolo precedente o al motore stesso, può essere il relè.

In buona sostanza il relè è posizionato nella parte posteriore del frigorifero o congelatore, attaccato proprio al motore. È coperto da una scatolina, che è necessario rimuovere per potervi accedere ed eseguire le verifiche del caso.

Solitamente il controllo del relè si esegue nel momento in cui si è già eseguito un controllo sul funzionamento del termostato che risulta funzionante, in caso contrario il mancato avvio del motore può dipendere proprio da questo.

Per verificare il funzionamento del relè è necessario utilizzare un tester, che va acceso e posizionato sulla scala dei volt (600). Eseguendo questa verifica è necessario porre la massima attenzione in quanto si ha a che fare con la corrente elettrica e si può restare fulminati.

Con il relè attaccato al motore o anche staccandolo prima di dare la corrente, se ci viene più comodo lavorare, avendo una migliore condizione per raggiungere i fili che sono inseriti in esso, attacchiamo la corrente elettrica. Il motore ovviamente non va, ed è la ragione per la quale stiamo eseguendo questa verifica.

Prima di andare avanti è d’obbligo specificare che questo procedimento può essere eseguito nell’immediatezza per i frigoriferi statici, mentre per modelli elettronici è necessario attendere circa 10 minuti, tempo necessario al frigorifero per eseguire delle verifiche prima di dare la corrente.

Sul relè abbiamo un lato con dei fili in ingresso di colore blu, possono essere due oppure tre nei modelli con condensatore di spunto, ed un lato con due o sempre tre fili di colore marrone. Nella parte inferiore, ma potrebbe anche essere superiore c’è un filo di colore nero.

Posizioniamo un puntale del tester su un innesto del filo blu e l’altro puntale sull’innesto del filo marrone.

Filo blu e marrone.

Successivamente eseguiamo la prova con un puntale sempre sul filo blu e l’altro sul filo nero.

Filo blu e nero.

Non colleghiamo mai il marrone ed il nero. Se in entrambe le prove il tester ha rilevato la presenza della corrente, ci rendiamo conto di questo in quanto sul display comparirà un numero di o leggermente superiore a 220, significa che al relè arriva correttamente la corrente, ma per qualche ragione, non la passa ai poli del motore che non parte.

Per concludere va detto che il relè si può presentare come descritto, ma alcuni modelli sono dotati di salvamotore, che in buona sostanza è un componente che funge da “interruttore” su un filo che porta la corrente. Si interpone tra l’arrivo ed un polo del motore, in caso di guasto, non lascia passare la corrente che abbiamo appurato arrivare correttamente. In entrambi questi casi è necessario sostituire il relè o relè salvamotore.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Una tecnologia che in un periodo molto recente sta affermandosi su diversi settori, ed anche nel setto re degli elettrodomestici è quella a LED.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Durante l'anno, più di una volta al giorno, apriamo lo sportello del frigorifero, prendiamo ciò che ci interessa e non sempre facciamo caso alla parete di fondo, che tutto d'un tratto ci si può presentare piena di gocce d'acqua. Non ci avevi fatto caso fino ad un certo punto ed ora trovi gocce d'acqua nel frigorifero che addirittura alcune volte sono brina! Ma cosa sta succedendo, il frigo non funziona più?
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Diversamente dagli altri elettrodomestici come può essere la lavatrice o anche la lavastoviglie, il frigorifero rimane acceso tutto il giorno, resta in funzione in modo continuato e per di più è posizionato quasi sempre in degli ambienti come la cucina, un open space, insomma ce lo si ritrova negli ambienti domestici, dove quando si è in casa, si passa la maggior parte del tempo!
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Sostanzialmente la sostituzione del vecchio frigorifero avviene quando in caso di rottura, la sua riparazione risulta molto onerosa ed economicamente inconveniente, o quando c’è l’impossibilità di reperire il pezzo di ricambio necessario alla riparazione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Una volta che abbiamo identificato il modello di frigorifero da incassare all’interno del mobile della cucina, sia che siamo in presenza di una prima installazione o di una sostituzione del vecchio frigorifero, dobbiamo procedere praticamente alla sua collocazione nel mobile.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

I frigoriferi da incasso in base alla loro struttura si dividono in modelli doppia porta, mono porta ed i modelli combinati. In questo articolo ci soffermeremo su questo ultimo tipo. I frigoriferi combinati da incasso dispongono di un reparto freezer o congelatore con i cassetti estraibili, che si trova nella parte bassa del frigo, mentre la cella frigorifero è nella parte superiore.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea