Codici di errore delle asciugatrici Aeg: le cause ed i possibili rimedi per risolverli.

Le asciugatrici del marchio Aeg in caso di rottura di qualche componente o di un malfunzionamento che impedisce il corretto svolgimento del processo di asciugatura, restituiscono sul display un codice di errore, che se ben interpretato consente di identificare cosa non sta funzionando.

I codici di errore del marchio Aeg interessano anche quello Electrolux, essendo due marche appartenenti allo stesso produttore, pertanto i codici di errore che vedremo in avanti sono validi per entrambi. I codici riportati non riguardano tutti le tecnologie, parte di essi sono in comune mentre altri si possono riferire esclusivamente a quelle con pompa di calore, con resistenza di riscaldamento, inverter. In ogni caso non devi preoccuparti di capire che tecnologia è il tuo modello, ma trovare la corrispondenza del tuo errore con quelli riportati.

Ma vediamo i codici di errore:

E00: non indica nessun allarme;

E21: la pompa che spinge l’acqua alla tanica posta in alto, per intenderci quella che viene estratta alla fine di ogni ciclo per essere svuotata, non sta funzionando. Potrebbe essere essa stessa guasta, esserci una interruzione al cablaggio interessato, oppure un guasto al triac, posto sulla scheda che ne gestisce il funzionamento;

E22: questo errore è simile al precedente, ma individua più precisamente un problema di rilevamento del circuito elettrico relativo alla pompa di spinta, pertanto è focalizzato sul triac della scheda elettronica;

E31: è un errore visibile solo con l’entrata in diagnostica, la frequenza del segnale del sensore conduttimetrico è troppo alta. Il problema è relativo ad un difetto della scheda elettronica;

E32: errore simile al precedente indica che la frequenza del segnale del sensore conduttimetrico è troppo bassa. Il problema può essere causato dal cablaggio, dalle spazzole consumate o dalla scheda elettronica;

E33: visibile in modalità diagnostica interessa sempre il sensore conduttimetrico e riconduce alle stesse cause dell’errore E32.

E40: è un errore capo famiglia, nel senso che al suo interno raggruppa altri codici di errore, che devono essere visualizzati con il ciclo diagnostico, in generale indica un problema relativo alla chiusura dello sportello. Nello specifico l’errore può essere:

E41: rileva che lo sportello è aperto, il che potrebbe indicare che in effetti è in questo modo o un guasto del dispositivo di chiusura (bloccoporta);
E42: rileva che lo sportello è chiuso, ma c’è un guasto nel blocco porta;
E43: rileva che lo sportello è chiuso, ma c’è un problema al triac che lo gestisce;
E44: non riesce a rilevare la chiusura dello sportello, il che significa che ci può essere un problema al cablaggio o alla scheda;
E45: non vien rilevato il funzionamento del triac di comando, problema di scheda;

E50: è un errore capo famiglia, nel senso che al suo interno raggruppa altri codici di errore, che devono essere visualizzati con il ciclo diagnostico, in generale indica un problema relativo al motore o alla parte software. Nello specifico l’errore può essere:

E51: indica che il triac responsabile dell’alimentazione del motore è in corto circuito. Il guasto può essere ricondotto al motore, al relativo cablaggio o alla scheda elettronica;
E52: indica che è intervenuto il protettore termico (salvamotore) del compressore, il che blocca il suo funzionamento, anche se potrebbe dopo un po’ riprendere a funzionare qualora si verifichi un rientro del valore riscontrato. Se il problema persiste il difetto può essere ricondotto al compressore, al componente protettivo, al relativo cablaggio, alla scheda elettronica;
E53: non viene rilevato il triac che gestisce il funzionamento del motore; il difetto può anche essere della scheda elettronica;
E54: il motore risulta bloccato, il difetto può dipendere da un carico eccessivo di biancheria, da una bassa tensione elettrica, un blocco al sistema di trasmissione;

Oltre a questi ci sono altri errori che possono appartenere alla gruppo E50, ma che riguardano esclusivamente i modelli inverter, ovvero:

E57: alla scheda arriva corrente maggiore di 15A;
E58: alla fase del motore arriva corrente superiore a 4.5A;
E59: non c’è segnale dalla tachimetrica del motore;

E5A: sul dissipatore di calore è rilevata dall’NTC una temperature superiore a 88°C o la sonda è aperta;

E5B: viene rilevata una tensione elettrica bassa, inferiore a 175V;

E5C: viene rilevata una tensione elettrica alta, superiore a 430V;

E5D: è stato ricevuto un messaggio sconosciuto dalla scheda inverter;

E5E: c’è un problema di comunicazione tra scheda madre e quella inverter;

E5F: la scheda elettronica inverter è difettosa;

E60: è un errore capo famiglia, nel senso che al suo interno raggruppa altri codici di errore, che devono essere visualizzati con il ciclo diagnostico, in generale indica un problema relativo al riscaldamento. Nello specifico l’errore può essere:

E61: è stato superato il tempo massimo previsto per il riscaldamento, che risulta insufficiente. Il difetto può essere riconducibile al circuito di riscaldamento, al relativo cablaggio, alla sonda NTC, che può essere starata o mal messa, infine alla scheda elettronica;
E62: il relè di alimentazione del circuito di riscaldamento è difettoso. Il difetto può essere riconducibile al circuito di riscaldamento, al relativo cablaggio, alla scheda elettronica;
E63: individua un problema relativo al termostato del circuito di riscaldamento;
E64: termostato resistenza difettoso;
E65: il triac che gestisce il motore del ventilatore risulta guasto. Il difetto potrebbe anche riguardare il cablaggio del motore del ventilatore o esso stesso;
E66: la protezione termica rileva un eccessivo riscaldamento del motore del ventilatore. Il difetto può essere causato dal cablaggio del motore del ventilatore, dal motore difettoso o dal un difetto al triac che lo gestisce;
E67: simile all’errore precedente, ma più nello specifico identifica un problema al triac del motore del ventilatore, al cablaggio, alla scheda elettronica;

E71: rileva un guasto alla sonda NTC del circuito di riscaldamento;

E72: rileva un guasto alla sonda NTC del rilevamento della temperatura;

E80: è un errore capo famiglia, nel senso che al suo interno raggruppa altri codici di errore, che devono essere visualizzati con il ciclo diagnostico, in generale indica un problema relativo alla selezione del ciclo di asciugatura o un difetto software. Nello specifico l’errore può essere:

E82: il selettore dei programmi è rilevato come se fosse in una posiziona errata. Il difetto può essere ricondotto ai cablaggio o alla scheda, problema di software: EEPROM;
E83: il selettore è in posizione corretta ma la scheda non riesce a codificare il segnale; . Il difetto può essere ricondotto ai cablaggio o alla scheda, problema di software: EEPROM;

E90: è un errore capo famiglia, nel senso che al suo interno raggruppa altri codici di errore, che devono essere visualizzati con il ciclo diagnostico, in generale indica un problema relativo alla selezione del ciclo di asciugatura o un difetto software. Nello specifico l’errore può essere:

E91: indica un errore di comunicazione tra la scheda display e quella principale;
E92: indica una incongruenza di comunicazione tra la scheda display e quella principale;
E93: rileva un difetto di configurazione, che può indicare un difetto della scheda elettronica o una errata configurazione dell’EEPROM;
E94: rileva un errore di configurazione nel ciclo di asciugatura impostato, può dipendere da un difetto della scheda elettronica o una errata configurazione dell’EEPROM;
E95: indica un errore di comunicazione microprocessore–EEPROM esterna;
E97: c’è una incongruenza fra selettore e cicli, riguarda sempre un problema di configurazione;
E98: errore di incongruenza tra la scheda inverter e la scheda principale;

EH0: indica un problema relativo alla corrente elettrica, ci può essere una tensione o una frequenza irregolare. L’anomalia può anche essere dovuta ad un difetto della scheda elettronica principale. Il codice EH0 può avere dei sub-codici, ovvero:

EH1: indica che la frequenza di alimentazione è fuori dai limiti previsti;
EH2: indica che la tensione elettrica è troppo alta;
EH3: indica che la tensione elettrica è troppo bassa.

Ultima pubblicazione: 21/10/2021
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

Icona regione.
Domenico da Cerchio giorno 18/11/2022
Non riesco a trovare codice errore E73 lavasciuga Electrolux eww1698mdw.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Vai a questa discussione.
Icona regione.
Francesco da Mangano giorno 26/04/2022
Salve, ho un asciugatrice Electrolux delicatecare da 8 kg, mi rimangono tutti i led accessi della selezione dei programmi lato sintetici. Come posso risolvere? Per il resto l asciugatrice funziona.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Francesco, si tratta di un difetto della scheda display. Controlla se i connettori sono bene inseriti.
Icona regione.
Fulvio da Stradella giorno 24/01/2022
Buongiorno volevo chiederle la mia asciugatrice Rex RDH3386GDW mi da errore con queste sigle E90 cosa posso fare? Ho resettato l’asciugatrice e mi da E91 devo cambiare qualche scheda posso farla io senza chiamare un tecnico?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fulvio, come avrai potuto leggere nella descrizione dei codici di errore, che valgono anche per il marchio Rex, indica una mancata comunicazione tra la scheda principale e la display, che potrebbe dipendere da un problema ai cablaggi, la prima cosa da verificare, e, poi da una delle due schede, non è indicata quale.
Icona regione.
Fabiola da Udine giorno 22/11/2021
Buongiorno, ho una asciugatrice Electrolux EDH3898SDE, qualche minuto dopo la partenza, sul display appare il codice E70 fermandosi e non funzionando più, cosa posso fare ?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Fabiola, probabile errore sulla sonda NTC o scheda elettronica, entra in diagnostica per vedere se esce un altro codice di errore più specifico.
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Immagine rappresentativa articolo.
Durante il funzionamento del ciclo di asciugatura se tutto funziona regolarmente, l’acqua presente negli indumenti viene assorbita dall’aria calda immessa nel cestello e successivamente fatta condensare sull’evaporatore, che erroneamente viene chiamato condensatore. In realtà il gruppo di scambio che è un tutt’uno si divide in due parti, l’evaporatore, immediatamente dietro il filtro posizionato sotto lo zoccolo ed il condensatore, che è la parte che si trova nel retro.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Le asciugatrici Hotpoint Ariston, in caso di difetti di funzionamento rimandano sul display un codice di errore, al quale è abbinato un difetto, un’anomalia, che però non è quasi mai indicata nel libretto di istruzioni, pertanto non si riesce a determinare quale possa essere il motivo del malfunzionamento.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Una delle condizioni meno auspicabili per un’asciugatrice è che non scaldi, o che non scaldi bene. Se non manda abbastanza calore difatti non riuscirà ad asciugare gli indumenti che abbiamo la necessità di asciugare. Il risultato è che al termine del ciclo di asciugatura ci ritroviamo con i panni bagnati o ancora abbastanza umidi.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Con l'arrivo della stagione delle piogge l'asciugatrice diventa un elettrodomestico indispensabile per asciugare gli indumenti, soprattutto in quei posti dove piove sempre o dove non si dispone di uno spazio per stenderli all'esterno. Nella zona lavanderia una asciugatrice è ciò che serve, ma se non si dispone di uno spazio adatto per inglobare le dimensioni asciugatrice standard, cosa si fa? Beh in commercio ci sono dei modelli compatti che possono risolvere il problema dello spazio. Vediamo insieme quali sono i modelli di asciugatrice piccola!
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
L’asciugatrice è entrata a far parte della vita domestica da molti anni, portando con sé un notevole contributo alla gestione del bucato domestico; ha consentito di poter asciugare i capi comodamente in casa in presenza di condizioni atmosferiche non favorevoli o per l’impossibilità di stendere, per varie ragioni, i tessuti all’esterno.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
La fuoriuscita di acqua dall’asciugatrice è un evento che si può verificare il più delle volte dopo anni di utilizzo (anche molto prima), questo a causa dell’usura che il tempo porta con sé o a causa di piccole disattenzioni, che comportano un cambiamento delle condizioni originarie. Indipendentemente da quando si verifica, ci troveremo certamente davanti ad una situazione spiacevole e da risolvere.
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea