Codici di errore delle lavastoviglie Miele: le cause ed i possibili rimedi per risolverli.

In caso di difetto le lavastoviglie a marchio Miele, restituiscono sul display dei codici di errore che segnalano il difetto che si sta verificando e pertanto ci consentono di comprendere quale parte dell’elettrodomestico non sta funzionando correttamente. Di seguito i codici con il loro significato.

F1/F2: sensore (NTC) temperatura dell’acqua in corto;
F11: al termine del lavaggio resta acqua nella vasca;
F12/F13/F15: viene rilevata una difficoltà nel caricamento dell’acqua, il che può dipendere da una bassa pressione idrica, dal rubinetto chiuso o aperto parzialmente, dal filtro in ingresso sporco o dal tubo di carico strozzato; su alcuni modelli l’errore potrebbe essere evidenziato dal simbolo del rubinetto sul cruscotto;

F14/F69/F78: indica un problema relativamente alla pompa di circolazione, che in sostanza è il motore che spinge l’acqua negli irroratori. Ci possono essere due cause, la prima propriamente tecnica, una rottura o altro, pertanto è necessario smontarla per identificare il problema; la seconda può essere legata all’incollamento dovuto a mancato utilizzo per un lungo periodo. In questo caso si può procedere estraendo il braccio irroratore inferiore e successivamente il filtro, prima facciamo scaricare l’acqua, se presente in vasca. Versiamo dell’acqua calda, all’interno della quale mettiamo 4 o 5 gocce di brillantante, con temperatura superiore ai 75°C all’interno del pozzetto e la lasciamo per un po’ di tempo. Ripetiamo l’operazione più volte. L’intento è quello di far ammorbidire e rendere più scivolose le parti interne;

F18: indica la presenza di un difetto all’elettrovalvola;
F19: flussometro difettoso;
F24: relè riscaldamento guasto;
F25: guasto temperatura impostata;
F26: si è verificato un surriscaldamento eccessivo;
F32: lo sportello non chiude in automatico;
F33: lo sportello non si apre automaticamente;
F36: difetto alla chiusura dello sportello;
F38/F40/F47/F179/F594/F595: segnala un guasto di natura elettronica;
F42: non viene rilevata una giusta frequenza elettrica;

F51: guasto interruttore del livello di pressione della pompa;
F52: è stato rilevato, da parte del sensore, la formazione eccessiva di schiuma all’interno della vasca. In questo caso il ciclo viene interrotto. È necessario spostare il selettore dei programmi su stop/fine. Al lavaggio successivo non impiegare detersivo o brillantante;
F53: guasto al sensore del numero di giri;
F63: il deviatore dell’acqua, responsabile del flusso nel cestello superiore o inferiore è guasto;
F67/F68/F79: il difetto si riferisce alla pompa di circolazione;
F70: indica che è entrato in funzione la protezione antiallagamento, il che significa che è stata rilevata la presenza di acqua nel vassoio contenitore posto sotto la vasca;
F84: guasto nell’afflusso idrico;
F86: indica che lo sportellino della vaschetta del sale non è chiuso;
F88: guasto al sensore di torbidità;
F91: il rilevamento del carico non è attivo;
F170: non è un vero errore ma indica che manca il brillantante;
F171: non è un vero errore ma indica la mancanza di sale;

F173: problema con il carico dell’acqua, c’è un basso afflusso, controllare il rubinetto e che il tubo non sia piegato;
F177: non è un vero errore ma una segnalazione automatica, che si presenta dopo un numero stabilito di cicli, che indica la necessità di pulire il filtro. Se la pulizia viene eseguita periodicamente, potrebbe anche essere perfettamente pulito. È necessario confermare l’avvenuta pulizia premendo il tasto “ok”;
F600: il sistema di dosaggio automatico è guasto.
F601: indica che si è in presenza di un guasto al sistema AutoDos. Da un punto di vista pratico si può provvedere a verificare se la posizione del PowerDisk è corretta, pertanto se ben incastrato e con le frecce nella giusta corrispondenza. La funzione AutoDos può essere disattivata dal menu di programmazione;
F607: indica che c’è un problema al braccio irroratore inferiore, può essere bloccato, ad esempio potrebbe urtare contro un oggetto, che gli impedisce di ruotare, oppure potrebbe avere gli ugelli otturati.

Ultima pubblicazione: 03/11/2021
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Immagine rappresentativa articolo.
Il ciclo di lavaggio della lavatrice è caratterizzato da fasi differenti, si passa difatti da quella di carico dell’acqua, che può avvenire in più momenti, a rotazioni del cestello, in un verso o nell’altro, allo scarico ed alla centrifuga. A seconda del modello e della tecnologia questi passaggi possono verificarsi con intervalli, passaggi e tempi diversi.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Quanto pesa una lavatrice può rilevarsi una informazione molto importante sia per stabilire come poter eseguire il trasporto, ma anche per rendersi conto se la superficie sulla quale deve essere posizionata è in grado di sostenerla. Il peso della lavatrice non è uguale per tutte, difatti c'è differenza tra una carica dall'alto ed una con la carica frontale e tra queste si differenziano ulteriormente in base alla portata in Kg. Vediamo in linea generale e nel dettaglio il peso lavatrice.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Il malfunzionamento della lavatrice è segnalato tramite dei dodici di errore che possono comparire sul display se il modello ne è dotato, oppure, in caso contrario, devono essere recuperati entrando nella diagnostica per poterli leggere.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
L’errore F04 restituito sul display digitale della lavatrice Whirlpool, parliamo dei modelli più recenti, indica il difetto del mancato riscaldamento dell’acqua. Ci possiamo rendere conto che il difetto è questo, in quanto se tocchiamo l’oblò è freddo.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Il cavo di alimentazione dell’elettrodomestico è il mezzo che lo congiunge all’energia elettrica necessaria per farlo funzionare. È pertanto responsabile della veicolazione in entrata dell’elettricità e conseguentemente deve restare sempre in buono stato di funzionamento.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Il mercato degli elettrodomestici è costellato dalla presenza di diverse marche, ognuna delle quali produce e commercializza i propri prodotti. In fase d’acquisto il consumatore si trova davanti una proposta di elettrodomestici che, sebbene appartengano a marchi diversi, sono molto simili. Ci si interroga dunque sulla marca! Chi è realmente il produttore, si tratta di un marchio affidabile? Capita spesso, anche di trovarsi davanti a due prodotti simili al punto di sembrare uguali, se non fosse per la differenza di prezzo! Spesso fare la scelta giusta può passare attraverso la conoscenza del marchio e del gruppo a cui appartiene. Vediamo di capirne di più!
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea