Fumo e puzza di bruciato dalla lavatrice: le cause

di Antonello Careri - pubblicato il 16/11/2022
Subito dopo il termine di un lavaggio ad alta temperatura aprendo l'oblò della lavatrice può capitare di vedere del fumo, in pratica del vapore acqueo generatosi con calore. Il fumo in questi casi si dissolve subito e soprattutto non genera nessun tipo di odore. Se invece il fumo è accompagnato da un odore di bruciato o un odore acre significa che qualcosa non sta andando bene! Vediamo cosa.
fumo e puzza di bruciato dal cestello della lavatrice
Tempo di lettura: 5 minuti
Cosa trovi in questo articolo

Cause fumo dalla lavatrice

Come distinguere il fumo ed intervenire

Domande poste dai consumatori

Commenti per chiedere informazioni


Cause fumo dalla lavatrice

Non molto frequentemente, tuttavia è una anomalia che si può presentare in una lavatrice è la fuoriuscita di fumo. Possiamo vederlo fuoriuscire dai punti in cui non c'è una tenuta stagna con l'esterno. Nello specifico può passare attraverso il cassetto del detersivo, dallo sportello dell'oblò quando è chiuso in prossimità della chiusura, da sotto la lavatrice oppure dall'interno del cestello non appena viene aperto lo sportello.

Le cause che possono determinare il fumo dalla lavatrice sono da ricondurre fondamentalmente a tre:

1) Corto circuito elettrico;
2) Cedimento del cestello;
3) Surriscaldamento eccessivo dell'acqua.

Come distinguere il fumo ed intervenire

Essendoci diverse cause che possono determinare l'uscita di fumo dalla lavatrice è necessario riuscirle ad inquadrare al fine di poter diagnosticare il difetto ed eventualmente porvi rimedio. Dobbiamo come prima cosa distinguere se quando esce il fumo la lavatrice puzza di bruciato oppure emette un odore acre, che è simile a quello di bruciato ma non è molto intenso, oppure non c'è nessuna puzza. Oltre a questo, dobbiamo individuare il punto di uscita del fumo. La combinazione dei due elementi ci consente di giungere ad una conclusione. Vediamo ora le diverse combinazioni che si possono verificare:

Fumo cassetto detersivo con e senza odore

Fumo dal cestello aperto con odore acre

Fumo dallo sportello chiuso con odore di bruciato

Fumo da sotto la lavatrice con puzza di bruciato

Fumo dal cassetto del detersivo
L'uscita di fumo dal cassetto del detersivo può avvenire per due ragioni, la prima che si verifica molto raramente, è dovuta ad un eccessivo riscaldamento dell'acqua del lavaggio. La resistenza non stacca e l'acqua aumentando di temperatura in modo notevole, inizia letteralmente a bollire, creando del vapore (fumo), che essendo leggero sale verso l'alto passando dalla vasca, al condotto del detersivo e quindi al cassetto, dal quale fuoriesce leggermente se è chiuso e notevolmente se si prova ad aprilo. In questo caso il fumo è di colore bianco e non ha nessun odore. Per tale problematica è necessario eseguire dei controlli relativi al riscaldamento dell'acqua.

La seconda ragione invece è legata ad un cedimento del cestello (lo descriveremo nel dettaglio dopo), che urta contro la vasca o la guarnizione della lavatrice. Durante il lavaggio tale sfregamento produce del fumo accompagnato da un odore acre o un odore di bruciato non molto forte, e la risalta del fumo dal cesto al cassetto del detersivo.

Fumo dal cestello lavatrice aperto con odore acre
La fuoriuscita di fumo dal cestello della lavatrice, che è correlata alla situazione descritta in precedenza, non determina il mancato funzionamento del ciclo di lavaggio, che viene completato regolarmente, ma, solitamente nella fase finale, durante o al termine della centrifuga, vediamo del fumo bianco, che può generare anche un cattivo odore, diverso da quello di bruciato, fuoriuscire dal cassetto del detersivo in taluni casi e dal cestello dopo aver aperto l’oblò in tutti gli altri. Questo fumo potrebbe essere confuso con del vapore, che nella lavatrice a meno che non interrompiamo il lavaggio nel bel mezzo, quando l’acqua è calda, ed apriamo l’oblò, non si presenta al termine del lavaggio. In questa fase l’acqua calda è stata scaricata ed il risciacquo ha abbassato la temperatura all’interno. Pertanto quello che vediamo è proprio del fumo.

Le cause che determinano la sua formazione sono due, una è “indolore” l’altra ci costa ripararla. Il fumo è causato da uno sfregamento del cestello contro un oggetto che si è andato ad incastrare con la vasca. In tal caso dobbiamo identificarlo e riuscire ad estrarlo, potrebbe essere necessario accedere alla parte bassa della vasca, quindi da sotto, smontare il manicotto che fa confluire l’acqua alla pompa di scarico, in modo tale da avere uno spazio da dove poter estrarre l’eventuale oggetto. L’altra condizione è determinata da un abbassamento più o meno importante del cestello. In buona sostanza la struttura che lo sostiene, crociera ed albero di trasmissione, quest'ultimo a sua volta inserito nel cuscinetto, ha subito un cedimento, dovuto solitamente ad una rottura della crociera o ad una spaccatura della vasca. Le due condizioni non consentono al cestello di rimanere in posizione, mantenendo quel centimetro di distanza dalla vasca e dalla guarnizione, facendolo abbassare.

Tale abbassamento fa urtare il cestello contro la vasca e la guarnizione continuamente o solo quando il carico di indumenti è consistente o durante le rotazioni più veloci del cestello. Condizioni che creano una maggiore inerzia che spinge il cesto verso il basso. Nei casi dove il cedimento è importante, se si prova a ruotare a mano il cestello, si ravvisa che è frenato, che sfrega, urta e non gira fluidamente. Durante un lavaggio normale potremmo anche non accorgerci del difetto, tuttavia nella fase della centrifuga si evincerà. In tutti i casi anche se il cedimento inizialmente può essere lieve nel corso dell'utilizzo non può che peggiore. Al termine del lavaggio oltre al fumo bianco, all’interno del cestello potremmo trovare dei pezzettini di gomma, che vengono strappati alla guarnizione o alla vasca. La spaccatura della vasca, consente l’entrata di acqua all’interno del cuscinetto, che si deteriora, sentiremo pertanto anche se afferrando il cestello e muovendolo e ben saldo, il rollare del cuscinetto. In entrambe le circostanze per ripristinare il corretto funzionamento della lavatrice è necessario sostituire il gruppo vasca.

Fuoriuscita di fumo dalla lavatrice

Fumo dallo sportello chiuso con odore di bruciato
Se il fumo che si vede uscire dalla lavatrice è in corrispondenza della maniglia di chiusura ed è accompagnato da un chiaro odore di bruciato significa con molta probabilità è andato in corto il la serratura di chiusura. Il fumo non è più di colore bianco ma ha delle sfumatura di nero o è completamente nero. In ogni caso la puzza di bruciato è forte ed è chiaramente distinguibile. Quando esce il fumo in questo modo anche la lavatrice smette di funzionare. Per risolvere il problema è necessario sostituire il blocco porta della lavatrice.

Fumo da sotto la lavatrice con puzza di bruciato
Anche in questo caso si tratta di un fumo di colore scuro accompagnato da una puzza di bruciato ben marcata. La causa è generata da un corto circuito di qualche componente o di fili elettrici. In queste circostanze il funzionamento si interrompe ed il ciclo di lavaggio non si conclude, quindi ci troveremo in presenza di un mancato funzionamento. Qualora invece il lavaggio continua la sua corsa è necessario spegnere la lavatrice e staccare la spina di alimentazione al fine di eseguire i controlli necessari ad individuare cosa sia successo. I controlli non sono mirati ad un componente, ma possono interessare un po’ tutto, pertanto è necessario passare ad una ispezione visiva per individuare punti in cui sono evidenti delle bruciature.

Condividi su Facebook Condividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhatsAppCondividi tramite email


Simbolo regione della città di Casorate Sempione
Fernando da Casorate Sempione giorno 04/12/2023
Dopo l'esecuzione del programma "Centrifuga e scarica", all'apertura dell'oblò si nota fuoriuscita di quello che sembra vapore acqueo assolutamente inodore. Non può essere vapore perché l'acqua non è in temperatura e i capi sono freddi. Non può essere fumo perché inodore. La lavatrice è Candy modello GC1D. Mi aiutate a capire di cosa si tratta e se mi devo preoccupare?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Scarico e centrifuga è il momento in cui il cestello gira velocemente e se c’è un cedimento dell’asse del cesto, come sospetto, esso urta, in alcuni casi lievemente, immagino il tuo, viso che non c’è un odore di nessun tipo, e nel farlo genera del fumo, che assomiglia al vapore acqua. Questo fenomeno purtroppo tenderà ad aumentare e renderà necessaria la sostituzione del gruppo vasca, circostanza antieconomica per la spesa da sostenere.

Articoli in argomento

Codici segnalazione errore lavatrice Miele: significato e come riparare
Significato dei codici di errore lavatrice Miele. Come intervenire per ognuno di essi per aggiustare da soli la lavatrice senza chiare un tecnico.

Come fare in caso di errore E10 in una lavatrice Electrolux
Viene spiegato il significato dell’errore E10 e indicato le azioni da compiere per risolvere il difetto

Dimensioni delle lavatrici guida a tutte le varianti
Quali sono le dimensioni delle lavatrici standard, slim e compatte. Valuta in base ad esse e all'ingombro dei tubi quale è adatta al tuo spazio

I codici di errore della lavatrice Bosch e Siemens, quali sono e cosa significano
Raccolta degli errori che si possono manifestare in una lavatrice Bosch o Siemens

Su alcuni elettrodomestici troviamo il marchio IMQ, vediamo in cosa consiste e quali vantaggi comporta
Cosa identifica il marchio imq sugli elettrodomestici per il consumatore

Cosa controllare nella lavatrice Whirlpool in presenza dell’errore F01
Cosa significa l’errore F01 nella lavatrice Whirlpool [video]

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie Policy lineapreferenzelinea chi siamo lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea