Quanto consuma in un’ora una stufa elettrica

quanto consuma una stufa elettrica

Ogni anno quando arriva la stagione fredda per riscaldarsi si va alla ricerca della stufa elettrica migliore per creare quelle condizioni di calore che ci consentono di vivere,  in modo confortevole, in un ambiente. L'autunno e l'inverno che siamo in procinti di affrontare (2022 - 2023) oltre al freddo porta con se il problema che oramai a toccato le tasche di tutto il popolo italiano: il costo dell'energia! Gas ed elettricità sono aumentati in modo spaventoso, pertanto quanto consuma una stufetta elettrica è la domanda che chi deve utilizzarla si pone! In questo articolo pertanto vedremo tante cose ma in modo particolare quali sono i consumi stufetta elettrica in watt, il che ci consente anche di determinare quali sono le stufe elettriche a basso consumo (se ci sono) ed infine il dato più importante, quello che interessa la bolletta: il consumo stufetta elettrica in euro.

Cosa trovi in questo articolo:

Tipi di stufa elettrica

Consumo stufa elettrica in watt e kwh

Calcola consumi stufetta elettrica

Domande frequenti su quanto consuma stufa elettrica

Domande poste dai consumatori

Commenti per chiedere informazioni



Tipi di stufa elettrica

In commercio esistono diversi tipi di stufe elettriche che possiedono struttura e forma diversa. In funzione di queste, sono in grado di diffondere il calore differentemente, pertanto prima di sapere quanto consuma una stufa elettrica è necessario stabilire in base alle necessità di riscaldamento quale stufa si addice meglio alle specifiche dell'ambiente in cui deve essere impiegata. La stufa elettrica è certamente uno dei prodotti più utilizzati per riscaldare quegli ambienti domestici che non sono dotati di un riscaldamento primario. Sono le più usate in quanto costano relativamente meno rispetto a prodotti alimentati a gas, combustibili o altro e soprattutto, sono quelle più comode da usare. Una stufa elettrica per funzionare necessita esclusivamente della corrente, non necessita di installazione, basta semplicemente infilare la spina nella presa ed inizia a riscaldare.

Stufa elettrica consumo in watt e kwh

Quando si parla di consumi stufe elettriche può capitare di fare confusione, difatti recandosi in un negozio personalmente o volendo effettuare l'acquisto on line, si fa sempre riferimento al consumo in watt. Si dice spesso questa stufa consuma 2000 watt, questo termoconvettore consuma 2400 watt, classificando le due stufe a corrente come apparecchi energivori! Oppure ci si può rivolgere a stufe come quella alogena o al quarzo definendole come prodotti per il riscaldamento elettrico a basso consumo. Fino a qui ci siamo ed è quasi scontato che più sono i watt maggiore è il consumo della stufa. Tra poco invece vedremo quanto realmente consuma una stufa elettrica in euro! Ma prima vediamo con l'aiuto di una tabella il consumo in watt di ogni singolo prodotto. Questo ci servirà dopo per sviluppare il consumo in euro e comprendere un altro importante passaggio!


Stufe elettriche consumi watt
Tipologia Watt
Stufa al quarzo 1200
Stufa alogena 1200
Termoconvettore 2000
Convettore 2000
Termoventilatore 2000
Termoventilatore ceramico 2000
Stufa al carbonio 1000
Radiatore ad olio 2000
Stufa elettrica ad infrarossi 2000

Nella tabella abbiamo indicato il consumo in watt di alcune tipologie di stufe, possono mancarne alcune, quindi se si è in possesso di un tipo di stufa non indicata o di una indicata che possiede un quantità di watt differente, nessun problema il calcolo del consumo della stufa si fa ugualmente. Nello specifico si è fatto riferimento ad alcuni wattaggi correlati al tipo di stufa, ma tra queste stufe ce ne sono alcune prodotte in versioni con meno watt, ad esempio possiamo trovare stufe al quarzo da 800 watt oppure termoconvettori da 2400 watt ed addirittura da 2600 watt.

Tornando al consumo in watt della stufa il rapporto è 1 ad 1 ovvero una stufa con una potenza di 1200 watt consuma 1200 watt, questo significa che se la stufa resta accesa per 1 ora di tempo assorbendo 1200 watt "per tutto il tempo", dopo un'ora ha consumato 1200 watt che rapportati a kwh sono 1,2 (1200/1000). Seguendo questa logica che è quella che comunemente viene "venduta" si fa spesso la distinzione tra stufe a basso consumo energetico ed energivore! Ma questo non è proprio esatto e dopo lo spiegheremo. Ma andiamo avanti, sviluppando il dato reale del consumo elettrico in watt delle stufe con una seconda tabella, che potrebbe rispondere alla domanda: quanto consuma una stufa elettrica in un'ora?

Consumo stufe elettriche kw in una ora
Tipologia Watt Kwh
Stufa al quarzo 1200 1,2
Stufa alogena 1200 1,2
Termoconvettore 2000 2
Convettore 2000 2
Termoventilatore 2000 2
Termoventilatore ceramico 2000 2
Stufa al carbonio 2000 2
Radiatore ad olio 2000 2
Stufa elettrica ad infrarossi 2000 2

Ora che sappiamo quanto kw consuma una stufa elettrica in un'ora, anche se non è proprio così e tra poco lo vedremo, possiamo stabilire fissando il costo di un kwh a 0,30 centesimi il consumo delle stufe che abbiamo preso in considerazione, ma il calcolo può essere esteso seguendo la stessa logica ad altri tipi di stufe alimentate elettricamente, non menzionate, e della quali siamo a conoscenza dell'assorbimento in watt.

Stufa elettrica quanto consuma ogni ora in euro
Tipologia Watt Kwh €*
Stufa al quarzo 1200 1,2 0.36
Stufa alogena 1200 1,2 0.36
Termoconvettore 2000 2 0.60
Convettore 2000 2 0.60
Termoventilatore 2000 2 0.60
Termoventilatore ceramico 2000 2 0.60
Stufa al carbonio 2000 2 0.60
Radiatore ad olio 2000 2 0.60
Stufa elettrica ad infrarossi 2000 2 0.60

*Consumi bolletta stufetta elettrica in eruo

A questo punto sembrerebbe che siamo giunti finalmente a stabilire il consumo elettrico di una stufa qualsiasi e magari stabilire quanto consuma un termoventilatore da 2400 watt, ovvero 2,4 kwh. Ma lo abbiamo detto più volte non è proprio in questo modo ed ora lo spieghiamo!

Quando si parla di assorbimento elettrico di una stufa si fa riferimento alla sua potenza massima, giusto per fare un esempio prendiamo come riferimento un stufa elettrica al quarzo da tre candele, con una potenza complessiva di 1200 watt, prodotto tra l'altro considerato di "basso consumo". Ora, se la stufa va alla potenza massima per un'ora intera, senza mai staccarla, il consumo è di 1,2 kw orari proprio come abbiamo eseguito il calcolo in tabella, se invece per l'ora di funzionamento viene accesa una sola candela il consumo è di 0,4 kwh e nel caso di 2 candele di 0,8 kwh.

Ora invece prendiamo l'esempio di un termoventilatore da 2000 watt che notoriamente viene inquadrato come poco economico, insomma consuma! Ovviamente anche in questo caso ci sono diverse potenze di assorbimento, ognuna delle quali comporta un consumo differente, nello specifico la prima 0,75 kwh, la seconda 1,25 kwh e la terza 2 kwh. Anche qui sembra che si possa giungere alla stessa conclusione ma diversamente dal caso precedente, il termoventilatore è dotato di termostato ambiente che consente di far staccare la stufa nel momento in cui ha riscaldato la stanza. Questo fa si che se una potenza di funzionamento della stufa, ad esempio 1250 watt è sufficiente per portare l'ambiente in temperatura, nell'arco del tempo di utilizzo, che può essere di un'ora o di più ore al giorno, spesso si tratta di questa condizione, rapportando i watt assorbiti al tempo che la stufa è rimasta accesa, non avremo un rapporto di 60 minuti di assorbimento, ma magari di 45 minuiti, gli altri 15 minuiti, in modo intervallato, la stufa può essere rimasta ferma senza assorbire corrente. In questo caso alla domanda: quanto consuma un termoconvettore elettrico 2000w, in questo caso in funzione su 1250 watt, la risposta non può essere 1,25 kw, ma 0,94 kw  (1,25:60=x:45).

Con questo vogliamo fare una considerazione finale sul fatto che spesso una stufa con meno watt possa considerarsi in assoluto a basso consumo rispetto ad una stufa con più watt. Nello specifico dei due esempi se avessimo utilizzato una stufa alogena ed un termoventilatore entrambi sulla stessa potenza, 1200 e 1250 watt, il consumo del termoventilatore potrebbe essere potenzialmente inferiore a quello della stufa alogena.

In sostanza l'assorbimento in watt affinché si trasformi, con un rapporto di 1 ad 1, in kwh deve avvenire per tutto il tempo che la stufa rimane accesa. Se il termostato ambiente regola lo spegnimento della stufa e conseguentemente il tempo di assorbimento in watt il rapporto watt kwh varia proporzionalmente in rapporto al tempo che la stufa è rimasta accesa.

Calcola quanto consuma stufetta elettrica

Ora abbiamo il quadro veramente ben definito e seguendo le indicazioni possiamo sviluppare il calcolo del consumo.  A tal fine per poter eseguire un calcolo immediato, che tenga presente della potenza impiegata dalla stufa, del costo del kwh, delle ore di impiego della stufa e del rapporto tra tempo di funzionamento e di accensione, possiamo utilizzare un calcolatore automatico, che consentirà di elaborare consumi differenti in funzione delle diverse condizioni di impiego.

 
Quanto consuma la stufa elettrica:
 
 
 
 
Consumo stufa elettrica con assorbimento watt continuo
 
Consumo stufa elettrica con assorbimento watt tempo reale
 
 
 

Domande e risposte comuni sui quanto consuma stufa elettrica

Nella sezione commenti è possibile porre delle domande alle quali saremo lieti di rispondere, prima di farlo abbiamo raggruppato le domande più frequenti:

1) Una stufa da 2000 watt quanto consuma in un'ora?
Il consumo di una stufa elettrica da 2000 watt in un'ora può variare in funzione della potenza impiegata. Ci sono tre livelli di assorbimento: minimo, medio e massimo. Restando accesa durante l'ora per tutto il tempo, il che significa che per 60 minuti la stufa assorbe la potenza a cui è impostata, il consumo in kwh è pari alla potenza selezionata diviso 1000. Nella pratica se la stufa dispone di tre livelli: 750, 1250 e 2000, il consumo in kwh è di 0,75, 1,25 e 2 kwh. Se nei 60 minuti il tempo che rimane accesa è inferiore, per via del fermo dovuto al raggiungimento della temperatura, il dato va rapportato proporzionalmente ai minuti che è rimasta in assorbimento elettrico.

2) Quanto consumano le stufe elettriche ventilate?
Quando si parla di stufe ventilate ci si può riferire a tutte quelle stufe dotate di una ventola per la diffusione del calore. Il consumo principale non è dato dalla ventola, che incide per pochissimi watt, ma dalla potenza in watt per il riscaldamento. 

3) 2000 watt in euro a quanto corrispondo?
2000 watt corrispondono a 2 kwh, per stabilire quanto sono in euro è necessario moltiplicarli per il costo del kwh. Per fornire un valore concreto se il costo per kwh è di 0,30 centesimi, per 2000 watt consumo in euro è di 0,60 centesimi. Tuttavia 2000 w non corrisponde a quanto consuma una stufa da 2000 watt in euro (leggi il primo punto).

4) Quanto consuma una stufa elettrica da 1200 watt?
Il consumo di una stufa elettrica da1200 watt nell'arco di un'ora variare in funzione della potenza impiegata. Ci sono tre livelli di assorbimento: minimo, medio e massimo. Di norma quando si parla di stufe da 1200 watt si tratta di quelle alogene oppure di quelle al quarzo, laddove non c'è un termostato che fa staccare la stufa quando l'ambiente è caldo. Mancando questa caratteristica il consumo è definibile con un rapporto di 1 ad  1. Disponendo di una potenza di 400, 800 e 1200 watt, il consumo si ottiene dividendo per 1000, pertanto 0,4 kwh, 0,8 kwh e 1200 kwh. In euro considerando il costo di 0,30 centesimi per kwh la spesa è di 0,12 centesimi, 0,24 centesimi e 0,36 centesimi.

5) Quali sono i termosifoni elettrici a basso consumo?
Spesso vengono messi in evidenza termosifoni o termoventilatori basso consumo o altro ma in sostanza il consumo è dato dall'assorbimento in watt come abbiamo ampiamente visto. Il concetto di basso consumo si può ottenere esclusivamente se per lo stesso assorbimento la resa termica del prodotto è superiore, cosa che al momento è riscontrabile sono con la pompa di calore.

6) Quali sono i consumi dei termoconvettori?
I termoconvettori che altro non sono che stufe elettriche da 2000 watt consumano in rapporto alla potenza impiegata ed al tempo che restano accesi (vedi 1 punto)

7) Esistono termoventilatori a basso consumo?
Può capitare di vedere pubblicizzato un termoventilatore con basso consumo energetico, anche in questo caso vale quanto detto al punto 5.

8) Stufa al carbonio quanto consuma?
La stufa al carbonio non è dotata di termostato ambiente. Il consumo è in rapporto 1 ad 1 al potenza impiegata come indicato nel punto 4.

Ultima pubblicazione: 16/09/2022
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Immagine rappresentativa articolo.
Se parliamo di stufa elettrica non può certo mancare la stufa al quarzo, una delle prime stufe ad essere utilizzate per il riscaldamento domestico secondario.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
La stufa alogena ha sviluppato una forte presenza nei negozi intorno all’anno 2005, radicata anche grazie ad una varietà di modelli proposti e soprattutto al fatto di vantare la fama di consumare poca energia elettrica. Ad aumentare ulteriormente la consolidazione della sua diffusione e dell'essere ben recepita dal consumatore si aggiunge il costo contenuto: si possono trovare modelli intorno alle 10,00 euro. Ma vediamo di scoprire qualcosa in più sul funzionamento e quanto consuma una stufa alogena realmente in euro!
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Uno dei difetti che più comunemente si manifesta nel convettore e nel termoconvettore elettrico, è quello relativo al mancato riscaldamento, totale o parziale. Nella gestione della potenza (750/1250/2000 watt) dispone di due pulsanti, che consentono di regolarla ad un livello minimo, uno medio ed uno massimo, rispettivamente premendone uno, l’altro o entrambi contemporaneamente.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
La stufa alogena è dotata di tre candele per il riscaldamento, che nel corso del tempo sono soggette ad usura e pertanto tendono a fulminarsi. Ognuna delle candele a seconda del modello ha una potenza di 400 watt o di 450 watt, e possono essere accese insieme o singolarmente.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
A volte capita, è una condizione che si ripete spesso, di riportare il termoventilatore appena comprato in negozio, denunciando il difetto di non funzionamento. In realtà, nella quasi totalità dei casi, è perfettamente funzionante, deve solo essere impostato il timer in modo corretto.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Il termoventilatore è composto di una di una resistenza elettrica e da una ventola, che ha la funzione di propagare il calore. Generalmente viene identificato come termoventilatore la stufetta di piccole dimensioni, solitamente con una forma cilindrica o una forma simile ad una palla, destinata a riscaldare piccoli ambienti o il bagno.
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea