Icona accesso.
 
 
Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
 
 
 
 
 

Funzionamento del timer nel termoventilatore, a cosa serve e come impostarlo.

 
A volte capita, è una condizione che si ripete spesso, di riportare il termoventilatore appena comprato in negozio, denunciando il difetto di non funzionamento. In realtà, nella quasi totalità dei casi, è perfettamente funzionante, deve solo essere impostato il timer in modo corretto.

Il vantaggio di possedere un termo bagno dotato di timer è, naturalmente, quello di poter programmare l’accensione in modo tale da riscaldare un ambiente senza alzarsi per accenderlo ad un’ora stabilita precedentemente. Pensiamo alla condizione più diffusa, ovvero trovare il bagno caldo al mattino appena alzati, con questa funzione possiamo dormire sogni tranquilli fino all’ultimo momento.

Fatta questa piccola premessa vediamo come è strutturato a vista e come impostare l’accensione.

A vista un orologio indicante l’arco orario delle 24 ore e sulla sua circonferenza tanti , quattro per ogni ora, ognuno dei quali corrisponde a 15 minuti di funzionamento. Oltre a questo, troviamo due frecce, non su tutti i timer, che indicano il senso in cui gira ed un indicatore di posizione iniziale. Ancora possiamo trovare, a seconda del modello, una levetta che in base al suo posizionamento imposta il funzionamento manuale piuttosto che quello programmato.

Il funzionamento manuale permette l’accensione immediata, mentre il programmato impone l’impostazione dell’arco orario di funzionamento sul timer.

Per impostare l’accensione ad un determinato orario bisogna abbassare i pioli in corrispondenza della fascia di ora desiderata, lasciando tutti gli altri alzati e spostare l’indicatore di  posizione iniziale sull’ora esatta in cui ci troviamo nel momento in cui effettuiamo la programmazione. Tutta questa operazione va effettuata ricordando due piccoli particolari che sono scontati ma per completezza ricordiamo: l’apparecchio deve essere collegato alla corrente, altrimenti il timer non gira; in alcuni timer i pioli funzionano al contrario (alzati funziona, abbassati no).

A questo punto il timer funziona come un vero e proprio orologio, cominciando a tracciare lo scorrere del tempo fino a raggiungere l’ora in cui i pioli sono abbassati, attivando così l’accensione del termoventilatore e la conseguente emanazione di calore nell’ambiente, fino a quando trascorso il tempo impostato e, materialmente superando con il suo girare l’indicatore di posizione l’arco dei pioli abbassati, si stacca.

La programmazione può essere effettuata in più archi orari, pertanto se c’è la necessità di riscaldare l’ambiente in diversi archi orari della giornata, basta abbassare i pioli in corrispondenza delle differenti fasce orarie di interesse. Il termoventilatore si accenderà e staccherà automaticamente nei periodi impostati.

Qualora in possesso di un termoventilatore non dotato di timer, se ne può acquistare uno separatamente ed inserirlo nella presa della corrente e su di esso la spina del termoventilatore.

 

 
 
 
 
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Nel panorama vasto e variegato del riscaldamento elettrico il radiatore rimane un articolo sempre molto richiesto e diffuso.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Una delle stufe più diffuse per il riscaldamento elettrico è il termoconvettore, è composto da un telaio in lamiera, che può variare come consistenza in base al produttore, all’interno del quale è posizionata una resistenza elettrica. In alcuni modelli al suo interno c’è una ventola, che spinge l’aria verso l’esterno, in questo caso può essere chiamato termoventilatore.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

In zone non raggiunte dal metano o comunque per motivi ed esigenze varie, dipendenti dalle necessità di chi vi abita, in molte abitazioni continua ad essere utilizzato lo scaldacqua elettrico ad accumulo.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

A volte capita, è una condizione che si ripete spesso, di riportare il termoventilatore appena comprato in negozio, denunciando il difetto di non funzionamento. In realtà, nella quasi totalità dei casi, è perfettamente funzionante, deve solo essere impostato il timer in modo corretto.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La stufa alogena si è diffusa, in modo molto forte, con una presenza ed un assortimento molto ampio nei negozi, intorno all’anno 2005. La sua capacità di inserirsi e di vantare una elevata richiesta da parte del consumatore, è da ricondursi alla sua fama di consumare poca energia elettrica ed anche al costo contenuto, si possono trovare modelli intorno alle 10,00 euro.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Uno dei difetti che più comunemente si manifesta nel convettore e nel termoconvettore elettrico, è quello relativo al mancato riscaldamento, totale o parziale. Nella gestione della potenza (750/1250/2000 watt) dispone di due pulsanti, che consentono di regolarla ad un livello minimo, uno medio ed uno massimo, rispettivamente premendone uno, l’altro o entrambi contemporaneamente.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaPreferenzelineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea