I simboli sui tessuti forniscono importanti informazioni per come effettuare il lavaggio assicurandogli la massima cura, scopriamoli.

Per quanto le prestazioni della lavatrice sono notevolmente migliorate nell’arco degli ultimi anni ed ogni produttore è riuscito ad elevare lo standard qualitativo di ogni lavatrice, con lavaggi sempre più delicati, in grado di coccolare e prendersi cura dei nostri tessuti, è bene sapere che ogni capo ha delle caratteristiche specifiche da tenere in considerazione quando effettuiamo una fase di lavaggio.

Su ogni tessuto c’è un’etichetta che fornisce importanti informazioni per come deve essere trattato, sia nel lavaggio che nell’asciugatura, per averne sempre la massima cura.

L’etichetta riporta dei simboli con un ordine stabilito ad identificare come deve essere trattato il tessuto dalla fase del lavaggio a quella di asciugatura. Simboli che in successione identificano la fase del lavaggio (la temperatura a cui può essere lavato), candeggio (se il tessuto è adatto o no ad essere candeggiato), stiratura (se può essere sottoposto a stiratura ed a che temperatura o se invece non può essere stirato), lavaggio a secco (se il tessuto può essere lavato a secco e con quale tipo di solvente o se non può essere lavato), asciugatura (la modalità con cui deve essere asciugato).

Abbiamo pertanto, per facilitare il compito di individuare e di identificare come trattare il capo di abbigliamento o tessuto che sia, raccolto i vari simboli con la relativa corrispondenza del comportamento da adottare:

Materiale resistente.
   
Tessuti delicati.
   
Capi lavabili a 95°C.
   
Capi lavabili a 60°C.
   
Capi lavabili a 40 °C.
   
Capi lavabili a 30 °C.
   
Capi lavabili a mano.
   
Capi lavabili solo a secco.
   
Candeggiabili in acqua fredda.
   
Non candeggiare.
   
Stirabile a 200°C max.
   
Stirabile a 150°C max.
   
Stirabile a 100°C max.
   
Non stirare.
   
Lavabili a secco con qualsiasi solvente.
   
Lavabili solo a secco con percloruro, benzina leggera, alcool puro o R113.
   
Lavabili solo a secco con benzina avio, alcool puro o R113.
   
Non lavare a secco.
   
Asciugare in piano.
   
Può essere asciugato appeso.
   
Asciugare su un appendiabiti.
   
Centrifugabile a calore normale.
   
Centrifugabile a calore ridotto.
   
Non centrifugare.
Ultima pubblicazione: 05/11/2011
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

Icona regione.
Lucia da Ceregnano giorno 13/12/2011
La biancheria non è più profumata, non è più bella bianca, quasi grigia, con Dash in tavoletta rende di più. Ti chiedo un’altra cortesia, mi mancano le istruzioni del lavaggio, potrei ricevere una copia? o una scansione? Grazie per l'interessamento.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Lucia non so esattamente il modello della tua lavabiancheria, ad ogni modo ti linko il libretto di istruzioni di una 8 kg Aqualtis di Ariston Hotpoint, nella prima pagina è indicato il modello al quale si riferisce, se non è il tuo e ritieni sia incompatibile, fai una ricerca sul sito della casa ufficiale o se hai difficoltà fammi sapere esattamente il modello della tua lavabiancheria.

Scarica il libretto

Icona regione.
Lucia da Ceregnano giorno 13/12/2011
Per usare l'ammorbidente, quale il tasto? Con la vecchia lavatrice alla fine mettevo l'ammorbidente e adesso con l' Ariston Aqualtis 8kg non mi ricordo il nome preciso….. Grazie per l'attenzione.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Ciao Lucia,
non c’è più un tasto specifico per impostare l’utilizzo dell’ammorbidente. Sulle lavatrici si inserisce all’inizio del lavaggio nello spazio ad esso destinato, è segnalato dalla presenza di un simbolo tipo un fiore, e nel momento opportuno del lavaggio va a finire nel cestello. Fai attenzione che però non tutti i cicli di lavaggio prevedono la possibilità di utilizzare l’ammorbidente, quindi prima sincerati sul libretto di istruzione con quale ciclo può essere utilizzato.
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Immagine rappresentativa articolo.
Come per tutti gli altri elettrodomestici anche per le lavatrici della Lg le anomalie di funzionamento, che interessano un elemento nella sua singolarità, quindi parliamo di un guasto o della rottura di un pezzo, oppure se si verifica un malfunzionamento nell’insieme, quindi ci riferiamo a qualcosa che ne altera il processo di funzionamento e quindi il susseguirsi delle diverse fasi..
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Il codice di errore E71 in una lavatrice a marchio Electrolux, vale anche per Aeg, Zoppas o prodotti appartenenti allo stesso produttore, può presentarsi durante un ciclo di lavaggio o ancora prima che inizi. Può anche non essere restituito sul display, ma per visualizzarlo è necessario entrare nel test diagnostico. In tutti i casi la lavatrice blocca il suo funzionamento.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Molte volte quando si parla di elettrodomestici, lavatrici, lavastoviglie, asciugatrici ed altro, alcuni dei codici di errore o dei guasti in genere possono essere riconducibili al malfunzionamento di un triac.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Se la lavatrice Electrolux si mette in pausa e sul display viene visualizzato il codice di errore E40 significa che c’è un problema relativamente alla chiusura dello sportello. L’errore tuttavia nella sua specifica indicazione è generico, nel senso che è un “capogruppo” e racchiude degli errori specifici, ovvero E41, E42, ed E43.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
L’errore E36 ed E37 in una lavatrice Electrolux indica che il circuito di controllo sulla scheda elettronica principale, non sta funzionando correttamente relativamente alla gestione del pressostato anti ebollizione, rispettivamente 1 e 2.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Abbiamo già visto in articolo precedente i diversi tipi di filtro di cui può essere dotata una lavatrice e la posizione in cui ognuno di essi è posto. Ora invece vedremo come eseguirne la pulizia e capire perché è necessario eseguirla in modo periodico al fine di mantenere il corretto funzionamento della lavatrice.
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea