Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Come è strutturata e come leggere i dati indicati sull’energy label del climatizzatore d’aria con singolo e doppio condotto, reversibili, solo freddo o solo riscaldamento ed il calendario di attuazione.
 
Cambia il panorama dell’etichettatura energetica dei climatizzatori d’aria e diversamente da quanto avveniva con la vecchia, che uniformava tutti i climatizzatori in modo indistinto senza considerare la tecnologia, la nuova normativa, che entra in vigore giorno 1 gennaio del 2013, distingue le diverse tecnologie.

Oggetto della nuova regolamentazione sono tutti i climatizzatori con sistema aria/aria aventi una potenza massima di 12 Kw.

In questo articolo ci soffermiamo sui climatizzatori a singolo e doppio condotto, entrambi utilizzano la stessa etichetta energetica, anche se si differenziano da un punto di vista tecnico.

I condizionatori d’aria a singolo condotto devono essere denominati, obbligatoriamente, “condizionatori d'aria locali”. Il produttore deve pertanto stampare tale dicitura sulla scatola, sulle istruzioni, e su tutti i materiali cartacei o elettronici  divulgati. Per climatizzatore a singolo condotto si intende che in fase di riscaldamento o raffreddamento, l’aria destinata al condensatore viene prelevata dall’ambiente in cui si trova il climatizzatore ed espulsa all’esterno tramite un condotto.

Per climatizzatore a doppio condotto, si intende un unico blocco situato all’interno del locale da climatizzare, vicino ad una finestra o ad una parete, che in regime di raffreddamento o di riscaldamento, preleva l’aria esterna destinata al condensatore tramite un condotto e la restituisce, all’ambiente esterno, per mezzo di un secondo condotto.

Al produttore rimane l’obbligo di corredare il prodotto della Energy label, mentre al rivenditore rimane quello di esporla in maniera evidente sul climatizzatore d’aria. Altro obbligo è quello di indicare in pubblicità, se ci sono riferimenti al consumo o al prezzo, la classe energetica di appartenenza. Se il climatizzatore è in pompa di calore, deve essere indicata oltre alla classe per il raffreddamento anche quella in riscaldamento.

Il 1° gennaio 2013 vengono pertanto introdotte tre distinte etichette a seconda che il climatizzatore a doppio condotto sia di tipo reversibile (caldo e freddo), solo freddo o solo riscaldamento. Le classi vanno dalla A+++,A++,A+,A,B,C,D.

Vediamo nel dettaglio come sono strutturate:

Climatizzatore con mono o doppio condotto reversibile.

energy label climatizzatore mono e doppio condotto reversibile 2013

Scopriamo nel dettaglio a cosa si riferiscono le varie parti dell’etichetta ed i suoi pittogrammi. Partendo dall’alto abbiamo:

I = Nome o marchio del fornitore;

II = Modello del climatizzatore;

Ventola e flusso d’aria blu che indica il raffreddamento;

Ventola e flusso d’aria rosso che indica il riscaldamento;

Punta della freccia contenete la classe, di raffreddamento a sinistra e riscaldamento a destra, in corrispondenza alla stessa classe riportata sulla scala cromatica;

Kw, indica la potenza termica in raffreddamento a sinistra ed in riscaldamento a destra;

EER, coefficiente di efficienza energetica (si riferisce al raffreddamento);

COP, coefficiente di rendimento nominale (si riferisce al riscaldamento);

Kwh/60min, indica il consumo in kw per un’ora di funzionamento. A sinistra in modalità di raffreddamento, mentre a destra in riscaldamento;

Db, pressione sonora, rumore.

Climatizzatore con mono o doppio condotto solo freddo.

energy label climatizzatore mono e doppio condotto solo freddo 2013

Scopriamo nel dettaglio a cosa si riferiscono le varie parti dell’etichetta ed i suoi pittogrammi. Partendo dall’alto abbiamo:

I = Nome o marchio del fornitore;

II = Modello del climatizzatore;

Ventola e flusso d’aria blu che indica il raffreddamento;

Punta della freccia contenete la classe di raffreddamento in corrispondenza alla stessa classe riportata sulla scala cromatica;

Kw, indica la potenza termica in raffreddamento;

EER, coefficiente di efficienza energetica;

Db, pressione sonora, rumore.

Kwh/60min, indica il consumo in kw per un’ora di funzionamento.

Climatizzatore con mono o doppio condotto solo riscaldamento.

energy label climatizzatore mono e doppio condotto solo caldo 2013

Scopriamo nel dettaglio a cosa si riferiscono le varie parti dell’etichetta ed i suoi pittogrammi. Partendo dall’alto abbiamo:

I = Nome o marchio del fornitore;

II = Modello del climatizzatore;

Ventola e flusso d’aria rosso che indica il riscaldamento;

Punta della freccia contenete la classe di riscaldamento in corrispondenza alla stessa classe riportata sulla scala cromatica;

Kw, indica la potenza termica in riscaldamento;

COP, coefficiente di rendimento nominale;

Db, pressione sonora, rumore.

Kwh/60min, indica il consumo in kw per un’ora di funzionamento.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Nella scelta di un climatizzatore d’aria, una delle domande che spesso ci si pone è quale sia la scelta migliore tra un climatizzatore on off ed uno con tecnologia inverter. Abbiamo già esposto in altri articoli la chiara ed indiscussa superiorità dei climatizzatori inverter, ed oggi vediamo per l’appunto l’affermarsi di tale tecnologia e la relativa scomparsa dei climatizzatori on off.
 
 
Spazio trasparente.


Succede molto spesso che un elettrodomestico ed in questo caso un climatizzatore presenti delle anomalie di funzionamento, o presunte tali, trovandoci nella condizione in cui non sapendo cosa fare ci rivolgiamo al negoziante o al tecnico.
 
 
Spazio trasparente.


Per affrontare la calura estiva la De Longhi propone una varietà di condizionatori portatili con caratteristiche e potenza termica differenti in modo tale che con la sua gamma possa soddisfare diverse esigenze di raffrescamento. I modelli in commercio che andremo di seguito ad analizzare uno per uno, sono ben 9.
 
 
Spazio trasparente.


Tra le funzioni, che orami sono divenute di base, e quindi presenti in tutti o comunque nella maggior parte dei climatizzatore d’aria, troviamo quella del timer.
 
 
Spazio trasparente.


Per i climatizzatori d’aria split, destinati al solo raffreddamento, l’energy label cambia volto a partire dall’1 gennaio del 2013. Il cambio dell’etichettatura è mosso dall’esigenza, da parte del legislatore, di mettere in evidenza i miglioramenti delle prestazioni, riferite al consumo energetico, al fine di rendere il consumatore consapevole delle differenze tra i vari prodotti in commercio, e conseguentemente, su tale spinta, ridurre il consumo globale di energia elettrica.
 
 
Spazio trasparente.


La pulizia del condizionatore d’aria è di fondamentale importanza per garantirne un perfetto funzionamento, non ridurre pertanto le prestazioni ed assicurarsi sempre il massimo della resa sia in termini di raffrescamento, di riscaldamento e di ottimizzazione dei consumi energetici, e di evitare eventuali immissioni di batteri all’interno dell’ambiente in cui è in funzione.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su