Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Differenza di consumo energetico, della lavatrice, tra un lavaggio a pieno carico ed uno a mezzo carico ed alla temperatura di 60° C e 40° C.
 
Con l’entrata in vigore della nuova regolamentazione energetica per la lavatrice, i produttori hanno l’obbligo di dichiarare a catalogo, non solo il consumo complessivo, indicato in modo molto chiaro sull’energy label, e che si riferisce al lavaggio di un carico pieno di cotone a 60°C, ma anche i risultati dei consumi in altre condizioni.

Questo permette al consumatore di avere un quadro molto più completo sulle prestazioni di ogni singola lavatrice e di possedere dei dati, sui quali basarsi, per paragonare i vari modelli. Inoltre ha spinto anche i produttori a migliore le prestazioni, in quanto prima di questa regolamentazione ci si basava esclusivamente sul consumo del carico standard, senza dichiarare e conseguentemente senza migliorare le prestazioni di lavaggio alle diverse condizioni, come un carico parziale o un lavaggio a temperature più basse.

Nel pratico sulle schede tecniche, che troviamo sul catalogo o sul sito internet dei diversi produttori, troviamo indicate delle voci riferite ai consumi alle diverse condizioni. Per fare un esempio pratico riportiamo quanto specificato sul catalogo Samsung per la lavatrice modello WF 1124 ZAC, così da poter fare delle valutazioni su come leggere i dati:

1) Consumo energetico annuo (kWh/anno) 258

2) Consumo energetico programma:
    a) cotone 60° a pieno carico (kWh)       1,34
    b) cotone 60° a carico parziale (kWh)    1,11
    c) cotone 40° a carico parziale (kWh)    0,92

3) Durata media ciclo:
    a) cotone 60° a pieno carico         245 min
    b) cotone 60° a carico parziale      205 min
    c) cotone 40° a carico parziale      200 min

Al punto 1 è indicato il consumo complessivo in kWh/annui secondo le valutazioni standard ed è il dato che è espresso sull’energy label.

Al punto 2 sono evidenziati i consumi per singolo ciclo di lavaggio di cotone in condizioni differenti, quindi con un carico pieno a 60°, con un carico parziale, con il quale possiamo identificare il mezzo carico ed infine quest’ultimo carico alla temperatura di 40° C.

Al punto 3 viene indicato il tempo di durata del lavaggio alle diverse temperature e quantità di carico.

La prima valutazione che possiamo effettuare è che non c’è una proporzione diretta tra la diminuzione del carico e la diminuzione del consumo, in quanto tra un lavaggio a carico pieno ed uno a carico parziale a 60°C, la differenza di consumo è irrisoria, parliamo di 1,34 - 1,11 = 0.23 kWh, che moltiplicato per € 0,25 otteniamo un risparmio di € 0,0575. Quindi è preferibile non effettuare cicli di lavaggio a carico parziale, ma eventualmente rimandare il lavaggio per quando si può effettuare un carico pieno.

Possiamo riscontrare un lieve vantaggio solo per quanto riguarda la durata, che si ottimizza di ben 40 minuti nel carico parziale rispetto a quello piano a 60°C.

Dette informazioni ci consentono di valutare, se le nostri abitudini di lavaggio sono in linea con i consumi più bassi della lavatrice ed eventualmente di correggerle per ottimizzarle.

Una attenta analisi ci consente anche di paragonare i consumi dei diversi modelli di lavatrice e valutare quale è il modello che consuma meno e che meglio si addice alle nostre abitudini.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


La scelta di una lavatrice è divenuta nel corso di questi ultimi anni un po’ più impegnativa di quanto non accadeva per il passato, dove non c’erano molte delle caratteristiche e prestazioni che le lavatrici di oggi propongono.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo parlato di come deve essere installata una lavatrice, ovvero le fase riguardanti l’eliminazione dei blocchi e di come debba essere posizionata e livellata. Trascurando tuttavia un parte fondamentale dell’installazione: il posizionamento del tubo di scarico.
 
 
Spazio trasparente.


Rispetto a molti anni fa, la vasca della lavatrice non è più costruita in acciaio ma da materiali plastici, oltre a questo cambiamento ha subito anche un mutamento nella inscindibilità, ovvero siamo in presenza di un corpo unico che non può essere aperto se non tagliandolo.
 
 
Spazio trasparente.


Capita molto spesso che trascorso qualche anno di vita, ma la condizione si può concretizzare anche prima, la lavatrice emetta del cattivo odore. Ci riferiamo in modo specifico a quello generato dai residui di lavaggio e non a quello causato da surriscaldamento o bruciature di componenti, per le quali è opportuno verificare le cause scatenanti, che possono essere differenti da caso a caso.
 
 
Spazio trasparente.


Come ben noto la lavatrice è dotata di un filtro attraverso il quale l’acqua di scarico del lavaggio, passa prima di essere eliminata completamente attraverso il tubo di condotta, raccordato ad una conduttura a muro o dove non esistente agganciato con il collo d’oca al lavabo o altro.
 
 
Spazio trasparente.


L’errore F27 nella lavatrice modello DLC7012 e comunque per la serie di lavatrici Whirlpool appartenenti a questa linea, identifica un’anomalia che interessa in generale il motore.
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su