Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
Spazio trasparente.
Perché c'è acqua nella lavatrice appena comprata e le viti da svitare prima di metterla in funzione.
 
Può capitare, che dopo aver acquistato la lavatrice ed averla portata a casa, nel momento in cui si procede ad aprire l’imballo, ci si accorge che il cestello è bagnato. C’è dell’acqua !! Così come anche aprendo il cassetto dei detersivi possiamo riscontrare che è bagnato. Addirittura potrebbe cadere dell’acqua se dovesse essere piegata.

Per chi non ha esperienza con questi prodotti può subito pensare, che la lavatrice sia stata usata, in effetti è stata usata, ma non nel senso specifico di un utilizzo per lavare gli indumenti, ma in quanto sottoposta ad una verifica di funzionamento.

Infatti il processo produttivo di una lavatrice, che come si può immaginare segue una serie di processi meccanizzati, che terminano con l’assemblaggio della macchina, si conclude con il collaudo. Ogni lavatrice assemblata viene messa su banco e effettuato un ciclo a vuoto, senza detersivo, per testare scrupolosamente il perfetto funzionamento.

E’ bene precisare, però, anche per chi non ha fatto questa esperienza che non sempre si trova l’acqua. Tutto dipende dal tempo che intercorre dal momento in cui una lavatrice è pronta alla commercializzazione a quando viene venduta al consumatore, questo lasso di tempo può consentire al residuo di acqua di evaporare fino a far asciugare completamente il cestello. Ancora, una lavatrice che si trova esposta fisicamente in un negozio si asciuga nell’arco di qualche giorno e quindi, se acquistata sarà asciutta nel cestello, forse troveremo dell’acqua nel filtro. Ad ogni modo, al di la delle varie circostanze, questo per far comprendere il motivo per il quale può essere bagnata. Lo stesso discorso è valido per altri elettrodomestici che hanno a che fare con l’acqua, come la lavastoviglie o la lavasciuga.

Fugati eventuali dubbi in tal senso, bisogna procede con la sua installazione. Diversamente da altri elettrodomestici, che non necessitano di nessuna operazione tecnica prima di essere installati, la lavatrice invece deve essere sbloccata.

La struttura interna della lavatrice è tale che non deve subire nessun tipo di sballottamento, al fine di impedire il movimento di alcune delle sue componenti, che potrebbero danneggiarne altre o loro stesse. Per questo motivo, essendo la fase di trasporto dal produttore al rivenditore ed anche quella da quest’ultimo al consumatore, un percorso sicuramente oggetto di movimentazioni anche turbolente, che impongono, magari la necessità di piegare la lavatrice per salirla dalle scale o quant’altro, vengono messi dei fermi che saldano fermamente le parti interne.

Quindi una volta arrivata a destinazione devono essere rimossi tali blocchi. Questa operazione è molto semplice e può essere effettuata da chiunque abbia un minimo di manualità. Bisogna pertanto rimuovere i bulloni, solitamente quattro, in alcuni casi anche tre ed in altri con l’aggiunta di una barra centrale, posti sul dietro ed esternamente alla macchina, che tengono bloccata la crociera. Se non vengono levati, si rischia di rompere la lavatrice, che avendo la crociera bloccata, in fase di centrifuga, non riuscendo a girare si può spezzare, previa scaricamento della forza di rotazione su tutta la lavatrice che inizia a muoversi vibrando e spostandosi di posizione.

Effettuata questa operazione si può procedere con l’allaccio del tubo di carico, la predisposizione dello scarico dell’acqua a muro o in un lavandino utilizzando l’apposito collo d’oca in dotazione ed infine inserendo la presa elettrica.

Articolo aggiornato: lunedì 24 novembre 2014

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Nel malfunzionamento della lavatrice oltre al guasto che si può manifestare in un determinato momento e che quindi è necessario riparare, si può creare un’ulteriore problematica per il mancato scarico dell’acqua. Difatti si può bloccare con il cestello pieno d’acqua. Cosa fare in questa circostanza?
 
 
Spazio trasparente.


A norma di legge la lavatrice così come la lavastoviglie, hanno installato tra le diversi componenti il filtro antidisturbo. Si tratta di un componente che ha il compito di bloccare le interferenze elettriche per evitare che queste disturbino il corretto funzionamento dell’apparecchio e vi arrechino dei danni. Inoltre è di fondamentale importanza per non creare disturbi ad altre apparecchiature presenti in casa, tipo televisione, radio ed altro.
 
 
Spazio trasparente.


Non capita molto spesso, ma è un guasto che si può presentare improvvisamente alla nostra lavatrice, che fino a poco prima funzionava perfettamente ed improvvisamente quando viene impostata la centrifuga o è il momento che questa entri in funzione, la vediamo rallentata.
 
 
Spazio trasparente.


Il 20 dicembre del 2011 è scattato l’obbligo per il produttore di fornire ogni lavatrice della nuova etichettatura energetica. La normativa comunque consente al venditore di continuare a vendere, anche le lavatrici con la vecchia etichettatura, fino al loro esaurimento.
 
 
Spazio trasparente.


Abbiamo già visto in degli articoli precedenti i codici di errore riferiti al non funzionamento di lavatrici e lavasciuga della Whirlpool, quelli di prodotti della vecchia linea, quelli della produzione recente, quelli delle vecchie lavatrici con i led, quindi come interpretare la loro accensione e capire il difetto.
 
 
Spazio trasparente.


Alla lavatrice viene riconosciuto tradizionalmente, in maniera orami radicata nel pensiero di tutti, la funzione del lavaggio.
 
 
Icona regione.
Daniele da Como giorno 24/11/2014
Per riattaccare i fermi, va aperto il pannello posteriore della lavatrice?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Daniele, in controluce dovresti riuscire ad individuare i buchi dove si inseriscono, ma se non riesci l’apertura del pannello ti agevola il lavoro.
Icona regione.
Michele da Torino giorno 26/09/2013
Salve, sono in procinto di prelevare una AQM8D 49 U (usata da 1 anno) da un conoscente a cui non serve più. Ho letto sul manuale online che sarebbero da re-installare delle viti appositamente studiate per il trasporto. Non credo che ce le abbia più - in tal caso mi sa dire che viti sono, così le procuro precedentemente? Ci sono altre accortezze per il trasporto?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Michele, non ricordo esattamente lo spessore delle viti, che comunque saranno lunghe circa 12/13 cm. Il mio consiglio è di recarti presso un centro assistenza Hotpoint Ariston, avranno un sacco di viti rimaste dai vari montaggi e fartele dare da loro. In alternativa se porti la lavatrice con delicatezza evitando di piegarla, quindi trasportandola in verticale, senza che subisca brusche movimentazioni, e se non si tratta di un tragitto molto lungo, puoi evitare di mettere i blocchi. Personalmente mi è capitato più volte di trasportarla anche coricata in macchina e non è successo nulla, certo se ci sono è meglio.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su